10 importanti adattamenti del Mago di Oz del secolo scorso

MGM Il mago di Oz , uno dei film fantasy più inevitabili e amati di tutti i tempi, festeggia quest'anno il suo 80° anniversario. Un punto fermo annuale della trasmissione televisiva, un vero punto di riferimento nella storia del cinema e una tradizione televisiva di appuntamenti per le famiglie per decenni, è facilmente l'adattamento più noto della serie di libri di L. Frank Baum. Ma ce ne sono molti altri.

Oltre ai vari adattamenti teatrali e di libri che Baum's Oz ha ispirato, non citare il film di Gregory Maguire malvagio e il successivo amato adattamento musicale — Il mago di Oz è stato un punto fermo della storia del cinema (e, in seguito, della TV) fin dall'inizio della forma.

Ci stiamo prendendo del tempo per guardare indietro ad alcune delle incarnazioni di Oz sullo schermo che hanno definito l'eredità della storia e l'eredità del cinema e della televisione. Cosa c'è di così senza tempo in questa storia? Cosa dicono le stranezze di ciascuno di questi adattamenti sullo schermo sulle rispettive epoche in cui sono stati realizzati?



Ecco 10 dei più importanti sullo schermo mago di Oz adattamenti del secolo scorso per aiutarci a riflettere su queste importantissime questioni culturali...

Il meraviglioso mago di Oz (1910)

Il meraviglioso mago di Oz (1910)

Adattamenti di Il mago di Oz sono stati tra i primi film mai realizzati. Nel 1910 uscirono infatti due film muti: Il Meraviglioso Mago di Oz e Terra di Oz . Dei due, solo il primo rimane come la prima versione sopravvissuta di a mago di Oz film.

Realizzato dalla Selig Polyscope Company senza il contributo di Baum, Il Meraviglioso Mago di Oz è stato fatto come parte di un obbligo contrattuale dal fallimento personale di Baum quando Baum ha perso i diritti sulla storia. È lo zio a cui viene dato il regista e gran parte del cast del film che i crediti per il film sono persi. Persi anche: i tre sequel realizzati dalla Selig Polyscope Company nello stesso anno. Sì, 'Hollywood' di quell'epoca, se così si può chiamare, era un animale diverso.

Narrativamente, Il Meraviglioso Mago di Oz è parzialmente basato sul 1902 mago di Oz musical teatrale con l'aggiunta di elementi come la Perfida Strega dell'Ovest. Piuttosto che Toto, abbiamo Imogene la mucca come personaggio. Come altri film della prima era del cinema, gli elementi della storia riguardavano tanto la convenienza e venivano pesantemente presi in prestito dalla sensibilità teatrale. Tuttavia, l'essenza simile a una ricerca della strana e meravigliosa storia di Dorothy rimane intatta.

Il mago di Oz (1925)

Il mago di Oz (1925)

Questo adattamento cinematografico muto del 1925 apporta alcune modifiche audaci alla storia originale. Piuttosto che Dorothy, Il mago di Oz si concentra maggiormente sul personaggio dello Spaventapasseri, qui raffigurato come un bracciante nella fattoria della zia e dello zio di Dorothy.

In questa versione, Dorothy è la principessa scomparsa di Oz e ci sono un gruppo di tizi che gareggiano per il suo affetto, per motivi amorosi e/o legati al potere. Il personaggio di Spaventapasseri è uno di questi personaggi, e quando Dorothy e co. vengono portati via a Oz, deve affrontare un malvagio Tin Man (e, in un momento memorabile, una gabbia di leoni) per tenere al sicuro Dorothy.

È tutto raccontato attraverso una storia incorniciata di un nonno che legge alla sua giovane nipote che sogna la sua versione più spaventosa degli eventi prima di svegliarsi per ottenere un lieto fine dal libro. Allora pensa La sposa principessa ma con meno battute?

In realtà è un po' sorprendente che non ce ne siano di più mago di Oz adattamenti che spostano il focus narrativo lontano dal personaggio femminile Dorothy e lo danno a qualche tizio. Da dove sono seduto, questo rende la storia – quella che ha al centro personaggi femminili proattivi – in qualcosa di irriconoscibile.

MGM

Il mago di Oz (1939)

Ho davvero bisogno di parlarvi di questo film? Probabilmente no perché, secondo un ricercatore della Northwestern , è il film culturalmente più influente di tutti i tempi . È difficile trovare qualcuno che non abbia visto questo film o che non riesca almeno a cantare a squarciagola alcune righe di 'Somewhere Over the Rainbow'. Interpretato da Judy Garland come personaggio iconico, è uno dei film più popolari mai realizzati.

È difficile individuare esattamente il motivo mago di Oz è così duraturo e popolare. È un film ben fatto, con splendidi set MGM, vivido technicolor e le abili mani di regista di Victor Fleming e George Cukor. È stato anche il successo di una delle più grandi star di tutti i tempi, la cui voce è presente in diverse canzoni iconiche che, insieme all'immagine di uno spaventapasseri, un uomo di latta, un leone codardo e una strega cattiva, hanno tutte penetrato la cultura americana ogni generazione d'ora in poi.

Oltre a ciò, tuttavia, è una storia di evasione per un'America post-depressione che riafferma anche l'idea che 'Non c'è posto come casa'.

Viaggio di ritorno a Oz (1972)

Viaggio di ritorno a Oz (1972)

'Ricordi Judy Garland e la Yellow Brick Road?' inizia il trailer originale di questo sequel animato del film del 1939. Penso che abbiamo già stabilito che tutti lo fanno, Viaggio di ritorno a Oz .

Con protagonista la figlia di Judy Garland, Liza Minnelli, nel ruolo di Dorothy, Viaggio di ritorno a Oz raddoppia sulla nostalgia del classico del 1939 introducendo anche nuovi personaggi come Woodenhead the Horse, Pumpkinhead e altri personaggi che non hanno 'testa' nel loro nome (che, da dove sono seduto, è un errore).

Viaggio di ritorno a Oz è vagamente basato sul sequel di Oz di Baum, La meravigliosa terra di Oz , e fa tornare Dorothy e Toto a Oz per impedire a Mombi, la strega e al suo branco di magici elefanti verdi, di conquistare Emerald City. Il fatto è che è una specie di sequel deprimente e privo di fantasia con gli amici di Dorothy dal suo primo viaggio a Oz in gran parte apatici per la sua situazione. Lo Spaventapasseri sembra pentirsi di aver mai avuto un cervello, e il Leone Codardo ha ancora problemi con quella cosa del coraggio. Questo è troppo reale.

Sebbene il film abbia assicurato un incredibile talento vocale, tra cui una Minnelli di 15 anni (solo un anno più giovane di sua madre quando ha interpretato lo stesso ruolo), le nuove canzoni non sono neanche lontanamente memorabili come l'iconica colonna sonora dell'originale. Gran parte del 'meh' dietro il film ha probabilmente a che fare con i notevoli problemi dietro le quinte. Il film iniziò originariamente la produzione nel 1962, ma a causa di vari problemi finanziari e logistici, non fu completato e pubblicato fino a più di un decennio dopo.

(Nota: il personaggio del Leone Codardo in questo film sembra tanto come il principe Giovanni dell'animazione Robin Hood film uscito l'anno successivo, mi fa fare domande.)

Il mago (1978)

Il mago (1978)

Un altro mago di Oz adattamento ispirato a una versione teatrale (musicale) della storia, il mago reimmagina la storia classica come un'avventura fantasy urbana con un cast notoriamente tutto nero, tra cui Diana Ross nei panni di Dorothy, Michael Jackson nei panni dello Spaventapasseri e Richard Pryor nei panni dell'omonimo Wiz.

il mago segue la storia di Dorothy, un'insegnante di 24 anni di Harlem che viene magicamente trasportata nella Terra di Oz, una versione fantasy alternativa di New York City. Da lì, la storia segue i punti fondamentali della trama: Dorothy incontra lo Spaventapasseri, l'Uomo di Latta e il Leone Codardo nella sua missione per trovare il Mago, che spera la rimandi a casa.

il mago è stato un fallimento commerciale e critico, ma da allora è diventato un cult, in parte a causa del fatto che il film segna l'unico ruolo teatrale da protagonista di Michal Jackson e, in parte, perché questo film è stranamente fantastico. Sì, è un'opinione personale, ma non ho mai visto NYC resa in questo modo sullo schermo. quando il mago è un pasticcio, è un pasticcio ambizioso, su larga scala. E, quando funziona, è fantasioso, strano e divertente.

Ritorno a Oz (1985)

Ritorno a Oz (1985)

Ritorno a Oz è spesso ricordato per i suoi elementi da incubo, in particolare i Wheeler, una banda di cattivi schiamazzanti che hanno ruote invece di mani e piedi, e l'apertura che vede Dorothy che sta per essere sottoposta a terapia con elettroshock.

Sì, Ritorno a Oz è molto inquietante ( ne abbiamo scritto di più qui ), ma il sequel di Oz con protagonista una giovane Fairuza Balk è anche fantasioso, inaspettato, ben recitato, ben interpretato, e include alcuni grandi effetti speciali per l'epoca, tra cui l'argilla Gnome King.

Ritorno a Oz è stato probabilmente ingiustamente diffamato per la sua interpretazione più oscura della storia di Oz quando la sua storia ha senso sia come sequel di Oz (probabilmente Dorothy avrebbe avuto qualche ricaduta psicologica dal suo viaggio iniziale a Oz) e segue molti degli elementi disposti nel successivo Oz di Baum libri, tra cui La meravigliosa terra di Oz e Ozma di Oz .

Penso che molte persone dimentichino quanto sia spaventoso il 1939 Il mago di Oz era per alcuni bambini (incluso questo) e sottovalutare la capacità dei bambini di riprendersi dai film di paura.

I Muppet

Il mago di Oz dei Muppets (2005)

'Oz non è mai stato così', promette il trailer di Il Mago di Oz dei Muppets , ed è giusto. Fondamentalmente ogni altro adattamento in questa lista prende il mondo di Oz molto sul serio. I Muppet, come sono soliti fare, adottano la tattica opposta, infondendo battute in quasi ogni fotogramma di questo libero adattamento.

Con protagonista l'artista R&B Ashanti nei panni di Dorothy, un'aspirante cantante che vive in un parcheggio per roulotte del Kansas, Il Mago di Oz dei Muppets adotta un approccio molto più moderno alla motivazione principale di Oz. Piuttosto che cercare di raggiungere il Mago per trovare una strada di casa, Dorothy sta cercando il Mago per esaudire il suo desiderio di diventare una cantante famosa.

Queen Latifah, Quentin Tarantino e Jeffrey Tambor fanno tutti apparizioni in questo musical televisivo, che ha ottenuto recensioni per lo più negative da parte della critica che lo ha ritenuto un po' troppo maturo per il pubblico di bambini, ma penso che sia molto divertente. Poi di nuovo, sono un fanatico dello stile meta-satirico dei Muppets.

L

L'uomo di latta (2007)

Prima che lei fosse un Nuova ragazza su Fox, Zooey Deschanel era la nuova ragazza di Oz in questo adattamento della miniserie di fantascienza del 2007 che sarebbe diventata la miniserie più apprezzata dell'anno e avrebbe vinto un attuale Emmy (per il trucco, anche se è stato nominato per altri otto).

Uomo di latta è una sorta di sequel steampunk dell'originale mago di Oz storia, che interpreta Dorothy come DG, una cameriera di una piccola città che non ricorda il suo tempo a Oz - o, come è un po' fastidiosamente noto in questa versione, l'O.Z. Una volta trascinata nella terra magica, DG deve intraprendere una missione per recuperare i suoi ricordi, trovare i suoi veri genitori e impedire alla malvagia maga Azkadellia di intrappolare l'O.Z. nell'oscurità eterna. #AchievableGoals

Neal McDonough interpreta l'omonimo Tin Man, scelto qui come un solitario cowboy tipo Clint Eastwood. Il tropo occidentale è una delle tante allusioni cinematografiche moderne e postmoderne inserite in questo viaggio di quattro ore e mezza. Sì, non sono un grande fan di questo, che sembra prendere in prestito troppo da altre visioni cinematografiche senza creare una visione chiara propria, ma con un cast che include Deschanel, McDonough, Alan Cumming e Richard Dreyfuss, è difficile scontarlo del tutto.

Oz il grande e potente (2013)

Oz il grande e potente (2013)

Per me, è difficile superare che James Franco sia stato interpretato erroneamente nel ruolo centrale di questo film, il che è un peccato perché questo prequel 3D di Il mago di Oz in realtà ha molte cose buone da fare. Sì, è il risultato del post- Batman inizia febbre della storia delle origini che ha superato Hollywood nel nulla (e, sai, ora), ma la storia di come il Mago (in questo caso, l'Oscar di Franco) è arrivato a Oz e ha ottenuto la sua reputazione è una domanda interessante da porre.

Diretto da Sam Raimi con un cast che include Michelle Williams, Rachel Weisz e anche Mila Kunis, anch'essa sbagliata, Grande e potente vanta alcuni effetti visivi davvero fantastici. Ha fatto bene anche al botteghino. Tuttavia, troppo bello per essere un cattivo classico di culto del film e troppo mediocre per distinguersi tra i film a budget elevato e visivamente esperti degli ultimi 15 anni, è apparentemente già dimenticato nella storia degli adattamenti di Oz e del cinema nel suo insieme.

Città di Smeraldo (2017)

Città di Smeraldo (2017)

Questa moderna rivisitazione di Il mago di Oz la storia era in sviluppo da anni prima di arrivare finalmente alla NBC nel 2017 per uno, stagione sbalorditiva ma memorabile prima che fosse annullato . Città di Smeraldo racconta la storia di Dorothy, un'infermiera di 20 anni che viene trascinata nella terra di Oz nel modo tradizionale tramite un tornado. Lì, incontra molti dei personaggi che conosciamo e amiamo, ma con una svolta: l'uomo di latta è un caldo amnesia che Dorothy trova appeso a una croce.

Con un cast che include Vincent D'Onofrio nei panni del Mago e Joely Richardson nei panni di Glinda, oltre al regista Tarsem Singh dietro tutti e 10 gli episodi, Città di Smeraldo aveva molto potenziale, ma non è mai riuscito a mettere insieme una storia coesa con una visione tematica articolata. Tuttavia, si è impegnato nella sua stranezza e lo rispetto per questo.