10 cose straordinarie di Superman IV: The Quest For Peace

Come la storia ha abilmente dimostrato, i sequel dei film sono altrettanto suscettibili alle leggi dell'entropia come qualsiasi altra cosa nell'universo. E proprio come Jaws: La vendetta e Il prossimo Karate Kid rappresentavano il nadir delle loro particolari franchigie, quindi Superman IV: La ricerca della pace ha segnato la fine del mandato di Christopher Reeve come Man of Steel.

Dopo il grande successo di Superuomo e Superman II nel 1978 e nel 1980, la discesa della serie nell'auto-parodia è iniziata sul serio nel secondo sequel del 1983, che ha visto Richard Pryor sciare per l'effetto comico e Superman combattere un cyborg di nome Vera. Ma mentre le recensioni e gli incassi al botteghino per Superman III erano tiepidi nel migliore dei casi, non erano niente in confronto al totale disprezzo versato negli anni '87 La ricerca della pace; Il Washington Post lo descrisse pungentemente come 'Più pigro di una chiatta funebre, più economico di una vendita al K Mart'.

Ora comunemente descritto come uno dei peggiori sequel mai realizzati, Superman IV ha segnato la fine ignominiosa di una serie un tempo grandiosa. Ma, come sempre, questo non significa che non ci siano molte cose degne di nota da trovare nei suoi confusi 88 minuti...



È piuttosto a basso budget

Dove i primi tre Superuomo i film erano produzioni sontuose, Superman IV finì con circa un quarto del budget dei suoi predecessori. A metà degli anni '80, i produttori della serie originale Alexander e Ilya Salkind avevano venduto il Superuomo diritti alla Cannon Films, una società di produzione più abituata a realizzare film d'azione a basso costo come La Delta Force e Dispersi in azione. La Cannon era famosa anche per aver prodotto lo strano film di vampiri femminili di nudo spaziale di Tobe Hooper Forza vitale , e il seguito della mania della danza Breakdance 2: Boogaloo elettrico.

A differenza dei Salkind, i produttori Menahem Golan e Yoram Globus avevano un approccio piuttosto libero al cinema, e il gran numero di progetti sui suoi libri significava che aveva solo circa 17 milioni di dollari da spendere per realizzare Superman IV – considerevolmente meno dei 55 milioni di dollari stimati il ​​primo Superuomo costo da realizzare alla fine degli anni '70.

Giusto da Superman IV Nei titoli di testa, i valori di produzione inferiori sono evidenti. Quando Superman arriva di corsa da lontano per salvare un gruppo di cosmonauti russi la cui stazione spaziale è andata fuori controllo, non è un bel vedere - gli effetti della schermata blu sono chiaramente affrettati, con Superman che vacilla attraverso l'orbita terrestre come un ferito gravemente- fuori fotografia.

Come vedremo presto, il povero regista (Sidney J Furie, il cui culmine della carriera è stato forse il classico thriller britannico Il file Ipcress ) ha dovuto adottare misure di riduzione dei costi ovunque...

Pochi idranti possono trasformare qualsiasi luogo in New York

Laddove i registi precedenti avevano il budget per girare nel centro di Manhattan, Furie ha dovuto accontentarsi di varie location vestite in fretta nel Regno Unito. Una delle prime scene, in cui Lois Lane (Margot Kidder) è intrappolata su un treno della metropolitana di Metropolis fuori controllo, è chiaramente girata nella metropolitana di Londra - tutti i poster 'This is America, onesto' disseminati in giro non possono nascondere il forma distintiva dei treni della metropolitana britannici.

La location più famigerata del film per risparmiare denaro, tuttavia, è l'uso di una stazione degli autobus di Milton Keynes come sostituto del quartier generale delle Nazioni Unite a New York sulla 42nd Street. Come ha tristemente scritto Christopher Reeve nella sua autobiografia Ancora io, '... abbiamo dovuto girare in un parco industriale in Inghilterra sotto la pioggia con un centinaio di comparse, nessuna macchina in vista e una dozzina di piccioni gettati per creare atmosfera'.

È impossibile immaginare quanto deve essere stato deprimente allestire questo particolare scatto. Sei a Milton Keynes, hai qualche dozzina di comparse e Christopher Reeve va in giro con il suo mantello, eppure la location non sembra ancora New York; sembra una parte solitaria di una moderna città britannica. Fortunatamente, uno di Superman IV Gli scenografi hanno deciso che l'uso di alcuni oggetti di scena - un venditore di hot dog, una donna che trasportava una borsa 'I Love NY' e alcuni idranti in polistirolo - avrebbe aiutato a convincere il pubblico che Superman stava davvero andando al palazzo delle Nazioni Unite.

Varie altre località britanniche sono state immortalate in Superman IV, pure; La fattoria Smallville di Clark Kent è stata effettivamente girata in un luogo chiamato Baldock nell'Hertfordshire, mentre un aeroporto in disuso a Saint Albans è stato raddoppiato per una base dell'aeronautica statunitense.

'Non preoccuparti', probabilmente ha detto un location scout durante le riprese. 'Attaccheremo un paio di idranti intorno al posto, e nessuno sospetterà nulla...'

Ci sono messaggi importanti sulla guerra nucleare e sui tabloid contro il giornalismo 'corretto'

Se nient'altro, Superman IV è un film con messaggi importanti al suo interno. All'inizio del film, apprendiamo che il Daily Planet è stato rilevato dal magnate dei media David Warfield, che ha intenzione di trasformare il giornale in uno straccio di tabloid più redditizio con titoli spaventosi come 'Superman dice che muore un bambino!'

Warfield (Sam Wanamaker) licenzia l'onesto editor Perry White e installa sua figlia Lacy (Mariel Hemingway). Uno dei fili ricorrenti della trama riguarda l'infatuazione di Lacy per Superman e la sua graduale comprensione del potere del giornalismo approfondito: questa trasformazione è illustrata dal fatto che il personaggio di Hemingway indossa abiti con spalline successivamente più piccole.

Mentre ciò accade, una lettera di un bambino di nome Jeremy spinge Superman, dopo molte ricerche interiori e un viaggio alla Fortezza della Solitudine, a liberare il mondo dalle armi nucleari. 'So che mi è proibito interferire', dice Superman, 'ma la Terra è minacciata dallo stesso destino di Krypton'.

“La Terra è troppo primitiva. Puoi fuggire in un nuovo mondo, dove la guerra è da tempo dimenticata', consiglia un anziano ologramma. “Se insegni alla Terra a mettere il suo destino in un uomo, anche in te stesso, insegni loro a essere traditi. tradito. tradito! tradito!”

Nonostante questa ossessionante ripetizione, Superman convince le Nazioni Unite a permettergli di raccogliere tutti i missili nucleari del mondo in una colossale rete da pesca (quanto tempo ci è voluto a Superman per realizzarlo non è chiaro), e li lancia nel sole. Sfortunatamente per Superman, il suo gesto ben intenzionato dà al suo arcinemico un'idea astuta...

uomo nucleare

Nella sua quarta avventura per il grande schermo, un eroe tutto americano ha combattuto con una bionda, massiccia e monosillabica incarnazione del male. Quel film, ovviamente, era Rocky IV. Forse ispirato da quel classico del 1985, Lex Luthor (un Gene Hackman piuttosto sommesso) decide di costruire un terrificante Adone tutto suo.

Con l'aiuto del cretino nipote Lenny (Jon Cryer, che parla come Otto fuori di I Simpson ), Luthor ruba una ciocca di capelli di Superman da un museo e, usando la scienza di Hollywood all'avanguardia, crea il malvagio Uomo Nucleare. Lo fa creando prima un 'protoplasma cresciuto dalle cellule ciliate di Superman'. In questo modo, Luthor dice: 'Duplicheremo la creazione stessa. Il computer all'interno avrà bisogno di materiale sufficiente per mantenere gli elevati standard morali a cui ho sempre aspirato'.

Hackman borbotta la fine di quella frase, come se nemmeno lui capisse bene cosa significhi. Ma non importa: Luthor nasconde il protoplasma e il computer all'interno di una testata nucleare, che Superman doverosamente scaglia contro il sole, senza sapere l'angoscia che sta per scatenare.

In un'esplosione di luce, nasce un sollevatore di pesi a energia solare: Nuclear Man, interpretato da Mark Pillow - presumibilmente perché Dolph Lundgren era troppo costoso o troppo impegnato a fare un altro flop per Cannon Films, Maestri Dell'Universo.

Con la sua forza, la terrificante criniera di capelli dorati e le unghie nere radioattive, Nuclear Man è, dice Luthor', il primo incubo di Superman. Perforerà la sua pelle, lo renderà mortale. Fallo ammalare e balla sulla sua tomba…”

Superman una volta ha combattuto Lord Greatjon Umber da Game of Thrones

https://www.youtube.com/watch?v=mor3k9UVQe4

In origine, l'uomo nucleare interpretato da Mark Pillow non era l'unico mostro a energia solare che Superman ha combattuto. In un montaggio precedente del film, che una volta era 45 minuti più lungo di quello apparso nei cinema, Luthor ha effettivamente realizzato due versioni di Nuclear Man. Il primo era un personaggio più caotico che possedeva la stessa miscela di forza e intelligenza infantile di Non in Superman II. È stato interpretato da Clive Mantle, un attore britannico addestrato dalla RADA che sarebbe poi apparso negli episodi di Vittima, Holby City, il vicario di Dibley e Game of Thrones , in cui interpreta Lord Greatjon Umber.

In quella che sarebbe stata la prima apparizione sul grande schermo di Mantle, Nuclear Man combatte Superman nel centro di Metropolis. Apparentemente giocato per ridere, la lotta prevede che le auto vengano schiacciate molto lentamente insieme e la controfigura di Christopher Reeve che viene lanciata attraverso i cartelloni pubblicitari per noti punti vendita di hamburger. Alla fine, Nuclear Man Mark One viene scagliato per la città con uno dei lanci esperti di Superman, ed esplode misteriosamente come una ruota di Caterina.

È, molto probabilmente, una delle scene eliminate più strane nella storia del cinema e lo dimostra, non importa quanto tu possa pensare male Superman IV è così com'è, avrebbe potuto facilmente andare molto, molto peggio...

Clark Kent fa aerobica

In una scena tipicamente anni '80, Mariel Hemingway e Christopher Reeve si infilano nella loro lycra e fanno un po' di aerobica. Dato che questa scena è stata girata in una palestra di Milton Keynes, deve essere stata un'esperienza surreale per quelle comparse, dato che Reeve fa la sua solita routine di Kent. Un istruttore di palestra tenta di umiliare Kent di fronte alla sua amica, ma proprio come quel cattivo camionista in Superman II, presto ottiene la sua punizione: quando Lacy non guarda, Kent lancia un enorme bilanciere all'istruttore di palestra chiacchierone. 'Uh, nessun dolore nessun guadagno' dice Kent, mentre l'istruttore di palestra cade a terra, forse morto.

Superman cucina l'anatra con gli occhi

Ci sono molte, molte strane scene accidentali in Superman IV. C'è quello in cui Lex Luthor balla con una donna vestita da Maria Antonietta.

C'è la scena in cui Superman chiede in modo suggestivo a Lois Lane: 'Ti piacerebbe andare da solo?'

La nostra preferita, però, è la scena in cui Lois dice a Superman che gli sta preparando una cena. 'Ci sto cucinando delle capesante e dell'anatra in questa meravigliosa salsa di funghi con champagne', divaga Lois, chiaramente desiderosa di stupire. Superman, ansioso di uscire dalla stanza il più rapidamente possibile, usa i suoi speciali poteri accigliati per arrostire rapidamente l'anatra alla perfezione.

Superman fa un sacco di cose in ordine

Anche se i primi circa 50 minuti di Superman IV vengono spesi a preparare il complicato quadrilatero d'amore tra Lacy e Clark e Lois e Superman, tutto viene messo da parte per l'ultima mezz'ora, che è essenzialmente una lunga scena di lotta tra l'Uomo d'Acciaio e l'Uomo !” promette il cattivo).

In realtà, gran parte dell'atto finale non è tanto una scena di combattimento, quanto i tentativi di Superman di ripulire la scia di distruzione di Nuclear Man. Nuclear Man distrugge la Grande Muraglia Cinese, quindi Superman ripara tutto, mattone dopo mattone. Nuclear Man innesca un vulcano in quella che sembra essere la Sicilia, quindi Superman taglia la cima di una montagna e la usa come un tappo di sughero per arginare il flusso di lava.

L'amore compulsivo di Superman per il riordino è tale che Nuclear Man lo usa persino a suo vantaggio tattico. Mentre Superman sta riportando la Statua della Libertà nella sua posizione originale, Nuclear Man piomba giù e, con un colpo felino, graffia la gola dell'eroe, lasciandolo con sintomi simil-influenzali e privo dei suoi super poteri.

Sull'orlo della morte accelerata dal nucleare, Clark usa un modulo energetico kryptoniano (salvato dall'astronave nascosta a Smallville) per ripristinare la sua energia - il che è altrettanto positivo, perché Nuclear Man ha sviluppato una cotta allarmante per Lacy e vuole rapirla.

Ancora un'altra rissa scoppia per le strade di Metropolis, in cui molte auto vengono rotte e Nuclear Man grida 'Rarrgh!' piuttosto molto. Dopo aver demolito varie auto ed edifici, Superman e Nuclear Man riprendono la loro lotta sulla Luna, dove vengono lanciate rocce e Superman viene sbattuto a terra come un picchetto da tenda. E in mezzo a tutta questa violenza, Superman trova ancora il tempo per assicurarsi che la bandiera americana, notoriamente depositata da Neil Armstrong nel 1969, sia dritta.

Le donne possono respirare nello spazio

Dopo essere stato coinvolto in una lotta al rallentatore apparentemente eterna con Superman sulla Luna, Nuclear Man decide misteriosamente di tornare sulla Terra per rapire Lacy. Mentre parla dei relativi meriti del giornalismo di qualità, Nuclear Man sfonda il soffitto del quartier generale del Daily Planet con un ruggito di Godzilla.

Poi, in uno sviluppo estremamente bizzarro, vola nello spazio con lei. Dove sta andando? Cosa farà quando arriverà? Non lo scopriamo mai; possiamo solo notare che tutto ciò che pensavamo di sapere sullo spazio è sbagliato. In realtà è abbastanza possibile per un essere umano sopravvivere nel vuoto dello spazio e non soffocare o congelare a morte: puoi effettivamente sentire Lacy ansimare e respirare mentre lotta nella presa di Nuclear Man.

Fortunatamente, il pensiero rapido di Superman salva la situazione. Spinge la Luna davanti al sole, tagliando i raggi vivificanti di cui l'Uomo Nucleare ha bisogno per combattere e gridare. Quindi l'Uomo d'Acciaio riporta Lacy sulla Terra (in qualche modo impedendole di bruciare al rientro), prima di volare di nuovo nello spazio, afferrando Nuclear Man e ficcandolo in una centrale elettrica (in realtà Didcot Power Station nell'Oxfordshire, infatti i fan ).

Nel caso avessimo avuto problemi a seguire tutto ciò, Superman spiega utilmente a Lex Luthor cosa è successo. «Fisica del liceo, Luthor. Mentre mi stavo riprendendo, ho avuto il tempo di capire che, se sei una creatura ripugnante nata dal sole, quella doveva essere una fonte di energia'.

Ci piacerebbe sentire Superman spiegare la scienza dietro il resto del film...

Superman IV non è così male come ci si potrebbe aspettare

Con Nuclear Man schiacciato in un reattore e presumibilmente morto, gli ultimi pezzi della storia vanno a posto. Il bravo ex editore Perry White riesce a rilevare la quota di Rupert Murdoch – scusate, David Warfield – nel Daily Planet, restituendola così a un giornale di qualità. Lex Luthor viene trascinato di nuovo in prigione, mentre suo nipote Lenny viene mandato in una scuola maschile, gestita da un sacerdote dall'aspetto molto sfuggente. 'Ogni ragazzo può essere aiutato, Superman', dice.

Rispetto a Superuomo e Superman II , gli effetti speciali loschi, la trama sconnessa e le lacune di logica presenti ovunque Superman IV renderlo un'evidente delusione. I vincoli di budget sono ovvi ovunque si guardi, e la sceneggiatura è, a volte, ridicolmente pessima ('Vorrei che i nostri civili sapessero che il nostro sistema di metropolitana è ancora il mezzo di trasporto più sicuro e affidabile', dice Superman dopo aver evitato un incidente ferroviario).

Tenendo presente tutto questo, direi che il tempo è stato insolitamente gentile con Superman IV, e visto per quello che è – un B-movie camp, disordinato – è in realtà enormemente divertente; più, forse, del deludente Superman III. Aveva Superman IV è stato girato con il budget di $ 40 milioni originariamente stanziato, è anche possibile che, con più soldi per sistemare gli effetti e gli errori di continuità, il film sarebbe stato considerato dalla storia come una sorta di ritorno alla forma anziché un fallimento.

Proprio alla fine, Superman IV ha Gene Hackman come Luthor. E mentre non ha esattamente tutti i suoi cilindri drammatici che sparano qui, è ancora furbo, autocelebrativo e molto divertente; lancia un missile nucleare vestito da generale americano, con tanto di sigaro e sfumature estranee. Dice a Superman di calmarsi e comprare un gattino. Balla con Maria Antonietta.

Poi, finalmente, arriviamo a Lois e Clark. Anche valori di produzione dolorosi e una sceneggiatura duff possono distrarre dall'innegabile carisma e chimica che Margot Kidder e Christopher Reeve portano nei loro ruoli. Quando Lois fa visita a Clark, che pensa sia semplicemente malato di influenza e non morente per avvelenamento nucleare, è un momento sorprendentemente toccante:

“Se [Superman] è davvero nei guai, allora c'è qualcosa che vorrei dirgli. Gli direi che amerò sempre il tempo che abbiamo passato insieme e che non mi sarei mai aspettato nulla in cambio. Non importava per quanti minuti lo vedevo, mi rendeva sempre felice. Digli che lo amo. Lo amerò sempre'.

Purtroppo, questa sarebbe l'ultima scena che Kidder e Reeve trascorrerebbero da soli insieme come Lois e Clark. E con Superman IV' fallimento al botteghino, sarebbero passati quasi 20 anni prima che il figlio più famoso di Krypton tornasse a volare.

Superman IV non è il canto del cigno che Christopher Reeve meritava – fino ad oggi, rimane la migliore incarnazione sul grande schermo dell'Uomo d'Acciaio – ma ciò non significa che non sia, perlomeno, molto divertente.

Altre voci della serie '10 cose straordinarie':

Jaws: La vendetta

Terra del campo di battaglia

RoboCop 3

Il prossimo Karate Kid

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .