12 Monkeys Stagione 4 Episodio 1 Recensione: The End

Questo 12 scimmie la recensione contiene spoiler.

12 Scimmie Stagione 4 Episodio 1

Con la sconfitta totale letteralmente all'orizzonte alla fine di 12 scimmie terza stagione, non avrebbe dovuto essere così sorprendente che una devastazione così completa e totale attendesse tutti nella premiere della quarta stagione, ma in realtà la vastità di tutto ciò è stata davvero mozzafiato. La sensazione che ne è derivata è stata che, anche se come Cole potremmo voler credere che la missione possa continuare, comprendiamo anche il desiderio di Cassie di ritirarsi, e un'altra parte più oscura di noi ammira l'impegno di Olivia a porre fine alla battaglia una volta per tutte mentre ha il vantaggio. Ma la misteriosa missione di Jennifer nel 2018 e il finale a sorpresa di dove - o quando - la squadra è finita garantiscono un'avventura elettrizzante e inaspettata.

Complimenti agli sceneggiatori per essere andati all-in sulla ferita quasi fatale di Jones e il desiderio inconscio di Cassie di non aiutare la donna che ha sparato a suo figlio la scorsa stagione. Possiamo quasi sentire il tumulto interiore della dottoressa Railly mentre dice a Cole in un tono di totale disperazione: 'Potremmo aver salvato l'anima di Athan, ma sto perdendo la mia'. La sua idea di trovare un momento nel tempo per nascondersi dalla lotta ha perfettamente senso, soprattutto quando Cole le ricorda che l'ultima volta che si sono arresi nel 1957, le tempeste sono arrivate comunque, ma per Cassie, quelli sono stati i momenti più belli della sua vita comunque. Nulla nell'inerzia di Cassie ispira risentimento, solo simpatia.



Chi di noi non avrebbe pensato di arrendersi quando l'arrivo di Titano ribollirà il fiume sotterraneo mantenendo fresco il nucleo? Quando le restanti Figlie si mettono in fila dietro le loro barricate con Cole, Hannah e Deacon per affrontare un esercito di discepoli Testimoni, il numero schiacciante è decisamente schiacciante. Non è stato fino a quando Jones ha soffocato le parole 'Progetto Charon' che ci siamo ricordati del misterioso piano che ha messo in atto nella terza stagione, e l'idea di frantumare l'intera struttura alla Titan per scappare da Olivia è piuttosto geniale.

Olivia non è una persona sciatta, ovviamente, e frantumare l'intera struttura di Raritan sembra un buon uso delle torri dei Titani - non c'è bisogno di sprecare troppi servitori, giusto? Sembra che anche lei pensi che il suo piano abbia avuto successo, quando dice a Mallick: 'Il loro ciclo è terminato', indicando che Jones e la compagnia non devono preoccuparsi di un inseguimento. Andare all'hotel Emerson ha anche un certo senso, dal momento che era un posto che Jones ha avuto la possibilità di scoprire durante il suo unico viaggio nel passato nel 1944 per assicurarsi che si adattasse alle sue esigenze. New York City dovrebbe fare da sfondo alla nuova missione, anche se metà dell'edificio non ha viaggiato con loro.

Pochi spettatori avrebbero potuto aspettarsi che Deacon fosse lasciato indietro, ma le possibilità per ciò che potrebbe accadergli sono estremamente allettanti. Non si sa mai se il risentimento, la disperazione o la speranza invincibile guideranno il suo cammino ovunque vada a finire. Il suo uso di esplosivi per far cadere la ciminiera di Raritan in una delle torri di Titano dovrebbe tenere occupati gli uomini di Olivia per un po', e si spera che troverà un modo per aiutare la squadra in qualche modo inaspettato in futuro mentre si stabilisce vicino alla 'morte'. star', mentre si riferisce scherzosamente a Titan a metà battaglia nel classico stile di Deacon.

Anche se forse 'nel futuro' è il modo sbagliato per caratterizzare ciò che accadrà alla squadra nella loro nuova posizione, e mentre Hannah segue Cole nel suo viaggio per recuperare la fonte di energia dal sito originale (avevano intenzione di raccogliere anche Deacon ?), riceviamo la più grande sorpresa dell'episodio quando vediamo un altro Cole che cammina con il caro defunto Ramse e lo sentiamo parlare dell'orologio di Cassie come un modo per convincere il dottor Railly che è un viaggiatore del tempo. Quando hanno detto che la fine sarebbe stata l'inizio, non stavano scherzando! Con il nucleo fuori uso, vedere gli eventi della prima stagione da una nuova prospettiva potrebbe essere un delizioso dispositivo narrativo in corso per la corsa finale.

Inoltre c'è sempre Jennifer, che si fa strada pazza attraverso la piaga del 2018 raccogliendo segnali primari a Praga incentrati su una mostra di Ouroboros, un simbolo appropriato per l'inizio e la fine che si ripetono in cicli. Anche se senza dubbio dovremo aspettare e vedere qual è il significato del codice che ha rubato e come si lega al circolo delle Primarie e alla ragazza nel castello che abbiamo visto nel flashback di apertura, le possibilità sono allettanti nonostante qualsiasi simpatia potremmo pensare che Jennifer sia tutta sola, che regredisca al suo stato mentale deteriorato.

Forse può comunicare attraverso quei disegni lasciati all'Emerson, o forse Cole e gli altri troveranno un modo per approfittare del fatto di essere tornati all'inizio della loro ricerca. Inutile dire che gli scrittori non possono fare una scelta sbagliata qui; qualsiasi direzione scelgano è destinata ad essere eccitante. Gli spettatori aspettano con impazienza ogni aspetto della fine di 12 scimmie inclusi gli intrighi che circondano Olivia che diventa la Testimone, la nostalgia associata alla rivisitazione del 2043 e la prescienza che la storia avrà un finale per il quale sia i fan che gli scrittori hanno avuto la possibilità di prepararsi. Che la fine abbia inizio!

L'autore di questa recensione è l'ospite del 12 scimmie senza gabbia podcast, che presenta una discussione con lo showrunner Terry Matalas su Night 1 .