19 momenti elettrizzanti della colonna sonora della trilogia di Bourne

Questo articolo contiene spoiler per L'identità di Bourne , La supremazia di Bourne e L'ultimatum Bourne .

Dopo 9 anni di clandestinità, l'assassino di Matt Damon, Jason Bourne, esce dall'ombra nell'omonimo blockbuster di Paul Greengrass appena uscito, e promette di essere una spettacolare continuazione di una delle più grandi trilogie d'azione di tutti i tempi. Insieme a lui c'è anche il compositore britannico John Powell (questa volta in coppia con David Buckley) la cui musica incessantemente guida è una presenza importante nella trilogia originale quanto Damon stesso.

Ecco i momenti salienti di Identità , Supremazia e Ultimatum .



1. L'identità di Bourne - Titoli principali

Il momento in cui tutto inizia per Jason e per noi spettatori, quando il nostro misterioso personaggio del titolo viene ripescato dal mare all'inizio del film di Doug Liman con i fori di proiettile nella schiena e nessun ricordo di come ci sia arrivato. Powell stabilisce immediatamente i suoi due temi principali per Jason che si intrecceranno nella serie, a cominciare dal solitario e ossessionante tema del fagotto che rappresenta la sua essenziale umanità e, più famoso, l'ostinato dell'azione degli archi che viene a fungere da suo battito cardiaco musicale nei momenti di estrema tensione.

Due. L'identità di Bourne - Assassini di pietra miliare

Nel 2002 quando Identità è stato rilasciato, Powell ha avuto cinque anni di crediti cinematografici relativamente scarsi a suo nome, anche se importanti uscite come Faccia a faccia , formica e Shrek . Di conseguenza, la sua integrazione dell'elettronica pulsante con la sezione di archi increspata e le percussioni dinamiche è un po' aspra e non così sofisticata come negli spartiti successivi, ma si è rivelata enormemente influente su quasi tutti i generi musicali successivi notevole il lavoro di James Bond di Thomas Newman). Questa traccia ritmicamente varia incapsula il tono che Liman stava cercando quando Powell ha sostituito l'approccio originale e più tradizionale di Carter Burwell.

3. L'identità di Bourne - Bourne sulla terra

Powell è un compositore con un formidabile senso drammatico, in grado di mettere l'una contro l'altra trame apparentemente contrastanti per migliorare l'impatto di un dato momento. In questa traccia, mettendo un melanconico accompagnamento di pianoforte e archi contro l'avvolgente arazzo elettronico, cattura sia il mistero del viaggio di Bourne che la minaccia sempre presente dell'agenzia Treadstone che viene dopo di lui. Sembra sia vecchio stile che contemporaneo allo stesso tempo, un tocco di John Barry con un distinto kicker del 21° secolo.

Quattro. L'identità di Bourne - Fuga dall'ambasciata

Il Bourne la trilogia si integra brillantemente bene con ogni film successivo che allude e si basa su scene chiave e momenti emotivi di ciò che è accaduto prima. Questo approccio si estende anche alle colonne sonore: questa esplosione di energia musicale mentre Bourne fugge dall'ambasciata degli Stati Uniti a Zurigo (la prima vera scena d'azione della serie) segna la prima apparizione di un implacabile motivo di archi/synth che viene poi utilizzato in Supremazia 'S Bim Bam Smash sequenza di inseguimenti automobilistici.

5. L'identità di Bourne - L'appartamento

L'azione clou del Identità la colonna sonora è un assalto cacofonico di percussioni fragorose ed elettronica penetrante, un selvaggio momento di violenza musicale che cattura perfettamente la natura della sbalorditiva rissa in appartamento tra Jason e un aspirante assassino di Treadstone (dove, non dimentichiamolo, la penna batte il coltello) . Gli effetti sintetici erano indubbiamente più all'avanguardia al momento dell'uscita del film, ma è ancora roba avvincente e ripresa durante Ultimatum la sequenza dell'inseguimento a piedi di New York.

6. L'identità di Bourne - Pronti partenza via

Una relativa rarità nel Bourne universo, il primo inseguimento automobilistico parigino del primo film, in cui il buon vecchio Mini Cooper mostra di cosa è capace, è segnato per il riempimento del pavimento di Paul Oakenfold, in contrasto con il punteggio di Powell. Tuttavia, funziona a meraviglia e la canzone è stata successivamente rielaborata in coreano per la sparatoria in discoteca nel 2004 Tom Cruise/Jamie Foxx thriller Garanzia .

7. La supremazia di Bourne - Inseguimento di Goa

Paul Greengrass prende il timone per il sequel del 2004 e il suo stile cinetico e portatile dà energia all'approccio musicale di Powell fin dall'inizio. Il film ovviamente inizia con una nota scioccante quando la ragazza di Bourne, Marie (Franka Potente) viene uccisa dall'assassino Kirill (Karl Urban); in questa traccia, la miscela sconvolgente di Powell di percussioni, sonagli e l'onnipresente sezione degli archi è immediatamente più sicura e meglio elaborata, mostrando un accumulo di tensione molto più efficace di quello mostrato nella Identità Punto.

8. La supremazia di Bourne - Rogo funebre

Uno dei tanti aspetti superbi del Bourne punteggi è la moltitudine di emozioni che sono in grado di trasmettere. Ben diverso dal materiale d'azione spavaldo che cattura la maggior parte dell'attenzione, questo pezzo genuinamente commovente stabilisce la devastazione che Jason prova sulla scia della morte di Marie, un pezzo di colonna sonoro molto più tenero ed emotivamente intuitivo di quanto questo genere di solito consenta. È un momento cruciale, che si trasforma in una dichiarazione di sfida mentre intraprende un percorso vendicativo con coloro che sembrano distruggere la sua vita.

9. La supremazia di Bourne - Alla Germania

Un'altra delle tracce distintive di 'Bourne travelling' di Powell prende il sopravvento, risuonando con ferma determinazione mentre il nostro personaggio centrale si allontana verso la capitale tedesca in cerca di risposte. La padronanza di Powell della sua sezione elettronica è un grande miglioramento su Identità , in risonanza con impulsi sobri ma orecchiabili che parlano brillantemente della ricerca incessante della verità di Bourne. Allo stesso tempo, la sua lealtà al tema principale di Bourne mantiene l'azione saldamente radicata nel viaggio emotivo del personaggio del titolo.

10. La supremazia di Bourne - Inseguimento a piedi a Berlino

Una delle vetrine più belle e avvincenti del tema d'azione ostinato della trilogia arriva in questa stravaganza di cinque minuti, che accompagna l'inseguimento di Jason da parte della polizia nell'affollata Alexanderplatz di Berlino. (Attenzione: suonare mentre si è fuori per una passeggiata aumenterà tale attività in una corsa.) L'interazione tra archi, campioni e batteria è piuttosto abbagliante, Powell aumenta la tensione e suona brillantemente la spietata lotta per la sopravvivenza di Bourne. Ascolta per una rappresaglia del materiale in Ultimatum Tangeri insegue.

undici. La supremazia di Bourne - Nuovi ricordi

Ancora una prova in più che il lavoro di Powell sul Bourne serie trascende la semplice azione e l'adrenalina, questa commovente ripresa di Bourne il tema centrale è tra i più belli della serie, un lamento per tutto ciò che è stato costretto a sacrificare. L'uso esperto del fagotto da parte del compositore porta un tono lugubre ma umano, che ci ricorda il nuovo percorso che Jason è determinato a percorrere.

12. La supremazia di Bourne - Bim Bam Smash

Il secondo film si conclude con quella che è indiscutibilmente una delle più grandi sequenze di inseguimenti automobilistici mai girate, una mischia devastante che si svolge per le strade di Mosca mentre Bourne e Kirill finalmente si affrontano. Il suo impatto sarebbe notevolmente diminuito senza l'impatto freneticamente frenetico della partitura di Powell, una tremenda esplosione di eccitazione musicale che si accumula gradualmente Bourne il tema d'azione a livelli stupendi mentre la traccia raggiunge il suo culmine sconvolgente. Quasi sicuramente uno dei brani più belli mai ascoltati in un film d'azione.

13. L'ultimatum Bourne - Tangeri

Mentre il terzo (e, ad oggi, il migliore) film prende il via, il superamento di Powell del divario orchestrale/elettronico diventa quasi senza soluzione di continuità, cellule ritmiche di archi e tamburi che suonano le loro controparti sintetiche in un modo davvero elettrizzante. Questo brano di 7 minuti è un ottovolante musicale nel vero senso della parola, che trasporta il pubblico su un'ondata di adrenalina mentre Bourne corre in bicicletta, a piedi, sui tetti e attraverso le finestre per salvare Nicky, diventato un alleato nemico. Parsons (Julia Stiles) dalla risorsa Desh (Joey Ansah). Facendo riferimento a motivi di prima nella serie, Powell lega abilmente tutto insieme, rafforzando anche il ciclo infinito di azione e caos in cui Bourne si trova.

14. L'ultimatum Bourne - Da finestra a finestra

Un pezzo purtroppo inedito del Ultimatum colonna sonora, questo assalto di batteria (utilizzando, nello stile tipico di Powell, una strumentazione specifica per la regione) è uno dei momenti più viscerali in qualsiasi colonna sonora, il modo perfetto per creare attesa prima della scena del combattimento Bourne/Desh. Inoltre, rende ancora più efficace l'assenza di musica durante il combattimento stesso.

quindici. L'ultimatum Bourne - Facce senza nome

Anche in mezzo a questo, molto probabilmente il più implacabile e orientato all'azione dei Bourne punteggi, Powell è abbastanza saggio da sfruttare al meglio i suoi tempi di inattività emotivi. Questa desolata ripresa del tema di Jason su archi aggraziati non è altro che una dichiarazione del personaggio nel suo insieme, il ritratto di un uomo che cerca di riscattarsi dopo una vita di violenza mentre ricorda il tragico destino del suo grande amore, Marie. La capacità di Powell di rendere l'angoscia emotiva di Bourne in termini sobri ma commoventi aumenta il potere della musica senza fine.

16. L'ultimatum Bourne - Waterloo

Il pezzo più lungo di qualsiasi colonna sonora, questo colosso di 10 minuti è una lezione magistrale su come costruire la tensione musicale, Powell che salta da un motivo turbolento all'altro per creare un genuino senso di minaccia mentre Bourne guida il giornalista Simon Ross (Paddy Considine) sotto. gli occhi onniveggenti della rete CCTV di Waterloo. La traccia dimostra anche l'intuizione drammatica di Powell: la sequenza sorprendentemente realizzata dal regista Greengrass non è quella che richiede affermazioni sensazionalistiche nella sua musica, ma piuttosto un senso a combustione lenta della rete che si avvicina; Powell risponde con alcune delle colonne sonore più belle e all'avanguardia ascoltate nell'ultimo decennio.

17. L'ultimatum Bourne - Faccia a faccia

OK, quindi questa è più una scena che riprende il Appartamento combattere il materiale musicale da Identità – ma è così tosto, e la colonna sonora di Powell così perfettamente sincronizzata con quella tosta di Bourne, che deve essere inclusa. Quando Bourne chiama l'antagonista sfuggente Noah Vosen (David Strathairn) apparentemente per organizzare un incontro, il secondo non sa che il primo è già nel suo ufficio, portando a una delle più grandi battute della serie. Quando la batteria di Powell entra in azione quando Bourne mette giù il telefono, è difficile non essere pompati.

18. L'ultimatum Bourne - Jason è rinato

La trilogia originale si conclude con la stessa nota intrigante con cui è iniziata, sorprendendoci tutti con la rivelazione che Jason in realtà si è offerto volontario per il programma di operazioni speciali di Treadstone e ha sostanzialmente determinato il proprio destino. È un promemoria delle correnti emotive sotterranee che attraversano la serie e l'ultima drammatica dichiarazione di Powell sul tema di Jason riporta tutto con i piedi per terra; dopo tutti i brividi musicali, questa è stata alla fine la storia di un uomo alla ricerca di se stesso. E la fantastica musica di Powell è importante quanto qualsiasi altra cosa nel portarci in quel viaggio.

19. L'ultimatum Bourne - Extreme Ways (Ultimatum di Bourne)

La graffetta Moby contro i vermi auricolari Modi estremi aveva abbellito i titoli di coda dei due film precedenti e qui arriva una versione truccata, rielaborata, sempre leggermente più operistica che si addice all'epica conclusione del franchise ricco di azione. Quando le prime battute della canzone entrano in scena alla conclusione del film, accompagnando il sorriso sornione di Nicky e l'inquadratura di Bourne che nuota via lungo il fiume Hudson, è difficile non esultare.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .