La memoria di un pinguino: un dramma vietnamita unico nel suo genere

Mike è ancora ossessionato dal tempo trascorso sul campo di battaglia. Il ruggito delle pale del rotore; le urla dei civili morenti; il suo migliore amico cade sotto una pioggia di proiettili. Come tanti soldati della sua generazione, Mike è rimasto per sempre cambiato dalla guerra del Vietnam. Inoltre: Mike è un pinguino.

Basta un breve sguardo alla storia degli anime giapponesi per vedere quanto possa essere vario in termini di stile e argomenti. Troverai spettacoli sulla cucina e sul poker; storie straight-to-video che includono fantascienza, horror ed erotismo. Ci sono film rivolti ai bambini e molti rivolti agli adulti e a tutti gli altri. Sarebbe difficile, sosteniamo, trovare qualcosa di così singolare come Il ricordo di un pinguino – un dramma del dopoguerra del 1985 raccontato interamente con uccelli acquatici incredibilmente carini.

Leggere su Il ricordo di un pinguino ' origini, e saresti perdonato se pensi che sia tutto orrendamente sconsiderato. Mike (e la sua ragazza Jill, di cui parleremo più avanti) sono apparsi per la prima volta in una serie di spot televisivi animati per Suntory Beer, tutti caratterizzati da un'atmosfera fumosa e leggermente malinconica. Questi annunci, trasmessi per la prima volta nel 1983, erano ovviamente piuttosto popolari; Mike e Jill sono diventati per un po' le mascotte di Suntory Beer, con i loro volti che compaiono sulle lattine delle bevande dell'azienda e su una vasta gamma di prodotti (grazie, tra l'altro, all'account Twitter Mondo Mascots per aver portato tutto questo alla nostra attenzione).



Alla fine, è stata chiaramente presa la decisione di esplorare ulteriormente la storia di Mike e Jill. Perché Mike era così solitario e pieno di angoscia? Cosa lo ha spinto a dedicarsi alla boxe amatoriale? Come si sono conosciuti lui e Jill? Il ricordo di un pinguino è stato il risultato del lungometraggio.

https://www.youtube.com/watch?v=OkeECU4fGmc

Lungi dall'essere un lungometraggio pubblicitario per la birra, però , Il ricordo di un pinguino è un melodramma sorprendentemente sentito; una volta superata la curiosa vista del pinguino lasciato isolato e psicologicamente segnato dalle sue esperienze di guerra, la storia si rivela raccontata ad arte e curiosamente toccante.

drammaticamente, Il ricordo di un pinguino sembra prendere spunto dalla serie di film usciti dall'America sulla scia del conflitto in Vietnam. Ci sono ovvi paralleli con quello di Michael Cimino Il cacciatore di cervi (1979), in quanto la maggior parte del film si svolge in casa piuttosto che sul campo di battaglia; ci sono accenni di Hal Ashby's Tornare a casa (1978), le parti solitarie del vagabondo di Primo sangue (1982) e forse anche il romanzo meno noto, Cuori viola (1984).

Il ricordo di un pinguino prende le distanze dal conflitto reale riferendosi ad esso come la Guerra del Delta; tuttavia, è chiaro a che punto siamo dal frame di apertura. Mitragliatrici e razzi hanno incendiato una giungla del sud-est asiatico; Mike e i suoi compagni, uno dei quali gravemente ferito, si rifugiano in una grotta e parlano delle loro vite a casa. Parlato a bassa voce e appassionato di poesia francese, Mike è evidentemente un'anima sensibile, il che rende ciò che accade dopo ancora più crudele: tenta di salvare una carovana di civili in viaggio dall'essere abbattuta dagli elicotteri americani che piombano dall'alto, il che provoca la morte del suo amico e un proiettile che gli ha preso l'ala. Il trauma di Mike è ulteriormente aggravato quando un altro suo compagno muore mentre vengono portati fuori dalla zona di guerra.

Congedato dall'esercito, Mike torna a casa cambiato. I suoi amici e la sua famiglia vogliono conoscere le sue storie di azione e coraggio; Mike vuole solo dimenticare. 'Allora Mike, quanti ne hai uccisi?' chiede un amico, nel bel mezzo di una festa a sorpresa profondamente scomoda. 'Ehi, devi essere stato solo', un altro tuba.

Sempre più ritirato dalla sua vecchia vita, Mike fa le valigie e lascia la città. Alla fine si stabilisce in una nuova comunità, dove trova lavoro come bibliotecario – è circondato dai suoi libri preferiti di poesia, che diventano un rifugio. Incontra una ragazza del posto, Jill, che porta un fiore tra i capelli e sogna di diventare una cantante professionista. Una storia d'amore sboccia tra i due, anche quando sorgono complicazioni: un ricco chirurgo che ha già dei progetti su Jill, uno squallido manager musicale che pensa di poter trasformare Jill in una star. Ma per tutto il tempo, la domanda rimane: Mike può permettersi di impegnarsi nuovamente con le proprie emozioni, o – appesantito dal suo trauma e dal senso di colpa del sopravvissuto – rifiuterà la possibilità di vivere una vita pacifica e felice?

Secondo anipagine , Il ricordo di un pinguino è stato prodotto da Takao Kosai, il cui altro lavoro sembra essere stato in gran parte limitato al mondo in rapido movimento degli anime TV: Brite arcobaleno , Ciao! Sculacciare e Panda! Vai panda (un primo pezzo di Isao Takahata e Hayao Miyazaki) sono tra i suoi crediti su IMDb. Il resto del team di animazione, incluso il regista Shunji Kimura, sembra essere lo stesso gruppo che ha lavorato a quelle pubblicità di Suntory.

Sebbene il loro lavoro sia semplicemente reso, è fatto con cura e, una volta superati tutti i simpatici pinguini blu, pieno di tocchi efficaci. Ci sono usi sorprendenti di primi piani e angoli di ripresa insoliti che catturano l'isolamento e la tristezza di Mike. Come la storia stessa, c'è una semplicità ordinata nel suo design, dagli sfondi dipinti, che sono pieni di atmosfera, all'animazione dei personaggi, che è sia grossa che audace ma sorprendentemente dettagliata in alcuni punti.

Al di là della sua connessione con gli spot di Suntory, è difficile dire cosa fa l'aggiunta dei pinguini per la storia stessa. Certamente, non ha una funzione allegorica come i gatti e i topi nella graphic novel di Art Spiegelman, Maus. Né ha un significato soddisfacente come il protagonista di Hayao Miyazaki's Porco Rosso , un asso pilota di caccia che è anche un maiale. Ma poi di nuovo, l'uso di uccelli acquatici ha un impatto drammatico: è stranamente straziante vedere un gruppo di pinguini sparati dagli elicotteri dell'esercito. ( Il ricordo di un pinguino ha anche alcune somiglianze accidentali con opere successive di Miyazaki; piace Si alza il vento , Il ricordo di un pinguino estrae la poesia francese – in questo caso, Apollinaire – per i suoi temi di fondo.)

In qualche modo, l'uso dei pinguini taglia l'apatia che potremmo provare vedendo dozzine di altri film di guerra e le loro atrocità. Guardando tutto attraverso un filtro stravagante, le situazioni drammatiche familiari assumono una tonalità grezza e sconosciuta.

È difficile trovare una grande quantità di informazioni su Il ricordo di un pinguino online, ma sembra che questo sia stato l'unico film in cui le mascotte di Suntory siano mai apparse. Ci sono suggerimenti su alcune parti del web (come TV Tropes) che Konami possedeva i diritti sul design del pinguino blu, che è apparso in una gamma dei suoi videogiochi, anche se non riusciamo a trovarne conferma da nessuna parte ufficiale.

Mentre il film stesso sembra in pericolo di sbiadire dalla memoria - al momento, non sembra essere disponibile su disco - Il ricordo di un pinguino rimane una nota affascinante nella storia degli anime. Certamente, non c'è mai stato un altro dramma post-vietnamita come questo, né prima né dopo.