Alien: Resurrection – I finali originali di Joss Whedon

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

All'inizio, doveva essere Dan Hedaya a essere risucchiato nello spazio. Il suo personaggio, il generale Martin Perez, era originariamente destinato a uscire Alieno: Resurrezione in modo spettacolarmente sanguinoso: il suo intero corpo è stato espulso, arto per arto, attraverso un foro grande quanto una pallina da tennis nell'astronave Auriga.

La società di effetti Amalgamated Dynamics, Inc, ha trascorso diverse settimane nel 1996 a risolvere il problema di avere un corpo fatto a pezzi in modo realistico dal vuoto dello spazio. Filmati di prova pubblicato da ADI mostra il meticoloso processo di ricerca e sperimentazione di mezzi pratici per creare la scena della morte di Hedaya, che si sarebbe conclusa con la testa urlante del suo personaggio spogliata della pelle fino a quando non è rimasto solo un teschio spalancato.



I risultati sono stati quasi comicamente grotteschi e quasi ipnotizzanti da guardare - così ipnotizzanti, infatti, che Alieno: Resurrezione il regista Jean-Pierre Jeunet alla fine ha deciso che una morte così violenta era più adatta per il cattivo più formidabile del suo film, Newborn, e non per un personaggio relativamente minore. E fu così che iniziò il processo di progettazione e collaudo di nuovo – questa volta sugli aspetti pratici di avere lo stomaco di un alieno gigante squarciato e le sue viscere fuoriuscire sul pavimento prima che il suo cranio si frantumi in innumerevoli piccoli pezzi.

La genesi creativa di questa sequenza cruenta ha le sue radici in l'originale alieno , dove Ridley Scott voleva che Lambert (interpretato da Veronica Cartwright) fosse 'risucchiato fuori dalla nave attraverso un'apertura delle dimensioni di un buco della serratura'.

“Non un finale molto eroico”, ha aggiunto Scott – senza dubbio con una macabra risatina – “ma drammatico”. Alla fine, quella scena non è mai stata girata a causa di limiti di tempo e di budget - e quindi la scena della morte è rimasta inutilizzata, fino a quando lo sceneggiatore Joss Whedon lo ha reintrodotto nella sua sceneggiatura per il terzo sequel, Alieno: Resurrezione .

In una delle sue prime bozze, Whedon ha un soldato senza nome risucchiato nello spazio quando sangue alieno corrosivo divora attraverso la finestra dell'Auriga. 'Il sangue mangia un buco nella finestra', recita la sceneggiatura. 'Il soldato più vicino viene risucchiato contro la finestra - urla mentre viene risucchiato attraverso un foro non più grande del suo pugno'.

Il fatto che la vittima di quella fine indegna sia cambiata due volte - da soldato a suo superiore, il generale Perez, e poi di nuovo al Neonato - fornisce un indizio su quanto le cose siano cambiate e mescolate durante Alieno: Resurrezione ' sta facendo. Il film ha avuto un grosso problema da risolvere fin dall'inizio: come riportare in vita Ripley, che si era tuffata a capofitto in una fornace ardente alla fine di Alieno 3 – e Whedon è stato lo scrittore coinvolto per aiutarlo a risolverlo.

Nel 2005, Whedon ha ricordato il motivo per cui Fox aveva optato per Whedon, allora un rispettato medico di copioni e creatore di Buffy l'ammazzavampiri – quando si pensa di scrivere un quarto alieno : era perché il sequel non avrebbe riguardato un clone di Ripley, ma un Newt adolescente.

Orologio Alieno: Resurrezione su Amazon

'La storia di Alieno: Resurrezione è abbastanza contorto anche perché ho scritto un trattamento di 30 pagine', Whedon disse . “Volevano fare un film con un clone di Newt come loro eroina. Perché avevo fatto alcuni film d'azione e l'avevo fatto Buffy , hanno detto, 'Beh, può scrivere ragazze adolescenti e può scrivere azione, quindi diamogli una possibilità.'”

Nel libro di Amy Pascale, Joss Whedon: Geek King Of The Universe, si dice che il Newt clonato sarebbe un'eroina molto nello stampo di Buffy. “Una ragazza dotata di abilità e punti di forza speciali per eliminare un particolare nemico. I capi della Fox erano preoccupati, tuttavia, che i fan non avrebbero guardato un alieno film senza Ripley, e l'idea per un'avventura di Newt non è mai andata oltre un trattamento di 30 pagine.

Whedon ha quindi firmato un progetto molto diverso da quello che ha finito per scrivere, ed è giusto dire che non era del tutto soddisfatto del modo in cui Jeunet lo ha gestito. “Ci sarà sempre una merda alieno film là fuori', ha detto a Film totale nel 2013. “Una merda alieno film con il mio nome sopra'.

Leggendo anche le prime bozze di Whedon's Alieno: Resurrezione sceneggiature, tuttavia, ed è chiaro che gran parte delle sue idee e dei suoi dialoghi hanno fatto il taglio finale rilasciato nell'autunno del 1997. Vede Ellen Ripley rivivere come un ibrido alieno-umano a bordo dell'Auriga, decenni dopo gli eventi di Alieno 3 . Un nuovo gruppo di scienziati è ancora intenzionato a sfruttare il potere degli xenomorfi che vomitano acido e ad assumere una banda di mercenari per fornire loro campioni umani rapiti su cui sperimentare. Inevitabilmente, gli alieni scappano dalla prigionia, lanciando la clonazione di Ripley e un gruppo di mercenari in diminuzione in una nuova lotta per la sopravvivenza.

L

Ciò che è cambiato notevolmente, tuttavia, è l'atto finale.

Attraverso il processo di riscrittura e rielaborazione del Risurrezione sceneggiatura basata sulle note del regista e dello studio, Whedon ha inventato - ed è stato costretto ad abbandonare - diversi finali diversi, molti dei quali molto più espansivi di quello che alla fine ha chiuso il film finito.

Anche l'idea iniziale di Whedon per la minaccia aliena finale era piuttosto diversa. The Newborn, immaginato come una cosa carnosa e gelatinosa con occhi rotondi scintillanti nel film, è stato descritto in una prima bozza della sceneggiatura di Whedon come qualcosa di enorme e simile a un ragno, con vene rosse che pulsano sotto la pelle bianca pura. Le mascelle interne del classico alieno sono unite da un paio di tenaglie insettoidi che colpiscono i lati della testa delle sue vittime mentre beve il loro sangue.

In una bozza disponibile online – che una volta Whedon ha affermato essere la prima da lui scritta – Newborn e Ripley finiscono sulla nave dei mercenari, The Betty, proprio come hanno fatto nel pezzo finito di Jeunet. Ma la differenza qui è che la nave alla fine si schianta sulla Terra nel mezzo di una foresta.

Chiamata sintetica femminile (interpretata da Winona Ryder ), Ripley e altri due personaggi sopravvivono allo schianto, ma anche il neonato. Ripley, rendendosi conto che sono atterrati pericolosamente vicino a una città, decide di eliminare la sua nemesi prima che possa danneggiare qualcun altro e armata di lanciagranate, si prepara a combattere.

La Newborn potrebbe avere solo poche ore, ma è più che una partita per Ripley, ed è quasi sconfitta quando Call arriva per dare una mano su qualcosa chiamato mietitrice, una sorta di futuristica mietitrebbia volante. Colpito da granate e infine conficcato nelle fauci trebbiatrici del mietitore, l'abominio alieno viene fatto a pezzi, il suo sangue acido accende un fuoco.

La storia si conclude con Ripley, Call e gli altri sopravvissuti che bevono whisky tra le braci morenti dell'alieno e la macchina mietitrice ormai distrutta. Ripley deve affrontare un futuro incerto, ma alla fine è tornata a casa.

Whedon, a quanto pare, era determinato a far tornare Ripley e l'alieno sulla Terra durante il processo di scrittura Risurrezione . “Continuavo a dire: 'Il motivo per cui le persone sono qui è che faremo cose che non abbiamo mai fatto; andremo sulla Terra.' Ma c'erano molte cose che non avevamo fatto e che alla fine non abbiamo fatto a causa di una singolare mancanza di visione.

L

Quando il finale nella foresta è stato rifiutato, Whedon ha tirato fuori altre tre conclusioni, ognuna ambientata in una posizione diversa sul nostro pianeta blu.

'Il primo era nella foresta con la trebbiatrice volante', ha detto Whedon Messo a fuoco rivista nel 2005. “Il secondo era in una discarica futuristica. Il terzo era in un reparto maternità. E il quarto era nel deserto. Ora a questo punto si trattava di soldi, e ho detto: 'Sai, il deserto sembra Marte. Quella non è la Terra; questo non darà alla gente quel succo'. Ma ho comunque scritto loro il miglior finale possibile che si è svolto nel deserto.

Alla fine, a Whedon è stato detto di dimenticare del tutto di mettere in scena la parte finale del confronto Ripley-Newborn sulla Terra - in parte, sembrava ridurre i costi. Un'altra scena in una delle bozze di Whedon, un'importante scena d'azione in un enorme giardino a bordo dell'Auriga, è stata apparentemente tagliata per lo stesso motivo.

Ad ogni modo, la battaglia finale di Ripley con il Newborn è stata invece filmata a bordo della Betty e si è conclusa con lo sgraziato mostro che è stato risucchiato nello spazio come accennato in precedenza. Otto anni dopo, Whedon sembrava ancora amareggiato per come fosse uscito il neonato.

'... Ho solo dato loro dialoghi e cose del genere, ma non ricordo di aver scritto, 'Una cosa avvizzita, dall'aspetto di nonnina' Pumkinhead-tipo di pomicia con Ripley'', ha ricordato Whedon. 'Sono abbastanza sicuro che la regia non sia mai esistita in nessuna delle mie bozze.'

Nel montaggio finale, Ripley deve accontentarsi di guardare la Terra da The Betty, anche se una sequenza in cui The Betty atterra alla periferia di una Parigi distrutta, apparentemente abbandonata. Questo finale alternativo sopravvive ancora oggi come scena eliminata, ed è strano pensare che Risurrezione avrebbe potuto concludere su una nota così simile a Pianeta delle scimmie o, cosa ancora più bizzarra, una modifica di di Sam Raimi Esercito delle tenebre .

Nonostante il difficile processo di scrittura Risurrezione , Whedon sembrava ancora desideroso di scrivere un quinto capitolo della serie nel dicembre 1997. Intrattenimento settimanale ha pubblicato una storia in cui il presidente della produzione della Fox, Tom Rothman, ha dichiarato: “Ci aspettiamo fermamente di farne un altro; Lo scriverà Joss Whedon, e ci aspettiamo di avere Sigourney e Winona se sono all'altezza'.

Ripley contro l

'C'è una grande storia da raccontare in un altro sequel', ha aggiunto Whedon nello stesso articolo. “Il quarto film è davvero il prologo di un film ambientato sulla Terra. Immagina tutte le cose che possono accadere”.

Quel sequel a lungo discusso, che in varie occasioni ha avuto James Cameron e Ridley Scott, non è mai successo, e la Fox ha finito per fare Alieno contro predatore anziché. Ad oggi, un ulteriore alieno L'avventura con Ripley non è emersa, lasciando il guerriero sofferente bloccato a bordo della Betty, guardando dall'alto l'atmosfera accogliente del nostro pianeta. Di conseguenza, i concetti di Whedon per Alieno 5 è andato irrealizzato, anche, e mentre Risurrezione era senza dubbio un film imperfetto, non possiamo fare a meno di chiederci cosa avrebbe potuto fare con un confronto terrestre tra Ripley e lo xenomorfo.

La parentela tra Ripley e Call emerge sicuramente più chiaramente nelle bozze di Whedon – lo status di outsider che entrambi condividono, il loro senso di essere separati dagli umani ordinari – e anche questa sarebbe stata una relazione interessante da esplorare in un sequel. Gradualmente, però, l'interesse nel seguire quella storia è diminuito man mano che vari membri del personale si allontanavano.

'Non sono più interessato a creare il franchise di qualcun altro', direbbe Whedondon stato successivo . 'Ogni film che realizzerò sarà creato da me.'

In anni più recenti, Whedon è stato inequivocabile sul modo Risurrezione è stato realizzato, in particolare in termini di fusione e design. “Si trattava principalmente di sbagliare tutto. Hanno detto le battute... per lo più... ma le hanno dette tutte sbagliate. E l'hanno sbagliata. E l'hanno progettato male […] Hanno fatto tutto male”.

Whedon potrebbe essere stato punto dalla risposta mista a Risurrezione , ma c'è almeno l'accenno di un lieto fine alla storia – in modo indiretto. Senza necessariamente rendersene conto, Whedon aveva gettato le basi per il suo tanto amato spettacolo di fantascienza, Lucciola .

'Qualcuno mi ha fatto notare che la somiglianza tra Serenity e Betty', ha detto Whedon, quando gli è stato chiesto da Messo a fuoco lo scrittore sulla somiglianza tra Risurrezione e il suo debutto alla regia. “E mi ha semplicemente fermato. Ero tipo, 'Sì, il mio pony ha fatto di nuovo il suo trucco!' Non ci ho mai pensato fino a quando qualcuno non me lo ha fatto notare. Ma l'ironia va oltre quanto avrei potuto immaginare perché l'abbiamo girato negli stessi palcoscenici della Fox dove hanno girato loro Alieno: Resurrezione . In effetti, Serenity è stata costruita sopra la fossa per cui hanno scavato Alieno: Resurrezione per la sequenza subacquea.”

Dalle ceneri delle esperienze di Whedon su Risurrezione , poi, è aumentato il culto preferito Lucciola , con la sua nave simile a Betty piena di simpatici disadattati e furfanti, e Serenità , il film spin-off del 2005 che è stato il primo lungometraggio di Whedon come regista. Quindi chi lo sa? Senza Alieno: Resurrezione , forse la storia del cinema geek sarebbe stata molto diversa...