Aliens: Colonial Marines – Cosa è andato storto?

Nel 2011, c'erano tutte le ragioni per guardare al futuro Alieni: Marines coloniali . Certo, era un gioco su licenza e i giochi adattati da film e programmi TV erano raramente classici, ma Colonial Marines prometteva di essere qualcosa di piuttosto diverso.

Innanzitutto, non si trattava di un incassi frettoloso su un caldo blockbuster estivo; Marine coloniali è stato annunciato da Sega e 20th Century Fox come un sequel tardivo del film di James Cameron del 1986, alieni , e la sua storia sarebbe considerata come canone ufficiale da Fox. In secondo luogo, il suo sviluppo è stato gestito da Gearbox Software, il cui Terre di confine e Commilitoni tiratori sono stati generalmente elogiati dalla critica.

Poi c'era il presentazione dal vivo di Alieni: Marines coloniali all'E3 del 2011. Presentato dallo stesso capo di Gearbox Randy Pitchford, la sua voce tremante con una nota di orgoglio, ha dato al mondo il primo assaggio di ciò che lo studio aveva in mente per il suo tanto atteso sparatutto ambientato nel alieno universo.



E che universo sembrava. I panorami, i suoni e l'atmosfera sembravano tutti autenticamente simili? alieni : le armi d'assalto brandite dai soldati futuristici nel titolo. L'ambientazione, il pianeta LV-426, che sembrava proprio come in Aliens. Ancor prima che gli alieni svolazzanti e stridenti apparissero in vista e l'azione di tiro finalmente iniziasse, è stato sufficiente per far venire la pelle d'oca sulla pelle di un fan di Alien.

Pitchford sembrava certamente pensare che fosse a qualcosa di speciale.

'Sto impazzendo', ha detto Pitchford allegramente, mentre le parole 20th Century Fox sono apparse sullo schermo, 'perché stiamo facendo un alieni gioco […] Diventeremo uno di quei Marines coloniali e torneremo a LV-426, indagheremo su Hadley's Hope, saliremo a bordo della Sulaco... ne siamo davvero entusiasti. Siamo grandi alieni secchioni. È una cosa grande ed eccitante di cui siamo davvero impegnati e orgogliosi di farne parte'.

Dire che Alieni: Marines coloniali ha deluso le aspettative sarebbe un eufemismo. Quando è stato lanciato nel febbraio 2013, le recensioni non erano solo feroci , ma anche cucita con una misura di sconcerto. All'inizio il gioco sembrava sicuramente la parte giusta, ma c'erano bug e glitch dappertutto; i personaggi umani urlerebbero cose come 'Stanno uscendo dal soffitto!' anche quando non succedeva niente. La programmazione degli xenomorfi era anche peggiore; le creature correvano spesso in cerchio, rimanevano bloccate nello scenario o semplicemente scappavano completamente dal giocatore.

Ancora più stranamente, lunghe sezioni del gioco hanno eliminato completamente gli alieni e hanno visto il giocatore affrontare un esercito di nemici umani identici annunciati come l'esercito privato di Weyland Yutani. Altre sezioni sembravano formate a metà o incomplete; il Loader, la tuta da sollevamento gialla che Sigourney Weaver ha indossato in modo così memorabile nel terzo atto di Aliens, si sentiva spiacevole da usare ed è stata abbandonata quasi non appena è stata introdotta.

Mentre le gif di xenomorfi che attraversavano i muri e agitavano comicamente le braccia hanno iniziato a filtrare sul web, è diventato sempre più chiaro che qualcosa era andato storto dietro le quinte. Non solo Marine coloniali sembra incompiuto, ma sembrava anche notevolmente peggiore della demo (pubblicata come filmato in-game) mostrata circa 18 mesi prima. Certamente non sembrava un gioco sviluppato nel corso di quasi sei anni. Quindi cosa è andato storto esattamente?

Anche se Sega ha annunciato Marine coloniali alla fine del 2006, l'inchiostro si stava ancora asciugando sul contratto tra l'editore e Gearbox Software. A quei tempi, Gearbox era in procinto di realizzare Terre di confine , uscito nel 2009; in parte a causa di questa prima produzione su Marine coloniali sembrava essere piuttosto incerto – nel 2012, ha detto Pitchford Gamasutra che 'ha iniziato a costruire prototipi' nel 2007.

In effetti, l'intero progetto è stato quasi annullato prima ancora di essere iniziato correttamente; quando Sega è stata colpita da una crisi finanziaria nel 2008, ha annullato una proposta alieni RPG quindi in lavorazione presso lo sviluppatore Obsidian, e c'erano voci che Marine coloniali verrebbe anche cancellato.

Sega presto confutato quelle voci: il gioco è stato invece posticipato dalla sua versione originale del 2009 ma dietro le quinte, sembra che stesse accadendo qualcos'altro. Secondo Kotaku fonti, Gearbox ha preso una decisione importante nel 2009: ha esternalizzato il lavoro su Marine coloniali a uno sviluppatore esterno, TimeGate. In questo modo, affermano le fonti, Gearbox potrebbe concentrarsi sulla realizzazione di un sequel del suo allora nuovo successo, Terre di confine .

TimeGate aveva una forma nel genere degli sparatutto in prima persona, avendo lavorato alle espansioni per il PAURA. franchise e colpendo con il suo FPS originale, Sezione 8 , nel 2009. Sembrava che Gearbox avesse sviluppato risorse per Marine coloniali quando TimeGate ha iniziato a lavorarci alla fine del 2010 o all'inizio del 2011; c'era chiaramente un impegno a far corrispondere il design del gioco al film del 1986, dal momento che Gearbox aveva assunto il designer futurista Syd Mead per aiutare a sviluppare ulteriori scenografie per il gioco.

Quando TimeGate ha iniziato a lavorare su quello che allora era il nome in codice Pecan, tuttavia, sembra che Gearbox non avesse speso molto tempo sul motore stesso. Questo era un po' preoccupante, dato che Gearbox aveva annunciato una data di uscita della primavera 2012. TimeGate aveva circa un anno per portare lo sparatutto in uno stato giocabile.

Quindi, mentre TimeGate lavorava alla campagna per giocatore singolo, Bearbox lavorava all'elemento multiplayer, mentre un altro studio esterno, Demiurge, ricevette il compito di lavorare sia su DLC che su un porting per l'allora popolare Nintendo Wii (l'edizione Wii sarebbe essere poi assolto). Secondo più di un punto vendita con conoscenza interna della situazione, tuttavia, la produzione di Marine coloniali rimasto roccioso - Pitchford ha poi ammesso, in un'intervista con IGN , che realizzare il gioco Aliens è stata 'una faticaccia'.

Secondo Kotaku Secondo le fonti, la sceneggiatura era ancora in fase di scrittura e riscrittura anche se i livelli venivano codificati e progettati. Di conseguenza, una serie di missioni sono state pianificate, costruite e poi prontamente cancellate, inclusa una missione di scorta con uno scienziato che si rivela essere una talpa che lavora per Weyland Yutani.

Sopra Reddit , un poster che afferma di aver lavorato Marine coloniali durante questo periodo ha sostenuto questa storia. Scrivendo nel 2013, il poster anonimo descriveva un gioco in uno 'stato piuttosto orribile'.

'[La] campagna non aveva molto senso, i combattimenti contro i boss non sono stati implementati, la PS3 era troppo lontana dalla memoria […] le mappe della campagna sono state completamente ridisegnate da zero.'

Per aumentare la pressione, i rapporti tra Sega e Gearbox sembravano logorarsi. Sega era frustrata dai ripetuti ritardi del gioco e stava anche apportando modifiche alla storia, inclusa l'aggiunta di una donna Marina coloniale personaggio simile a Vasquez di Aliens. (Sega avrebbe anche insistito per aggiungere gli eserciti di soldati umani vestiti di bianco.)

Con un ulteriore ritardo spingendo Marine coloniali ' rilascio dalla primavera del 2012 al primo trimestre del 2013, i creatori del gioco stavano iniziando a esaurire il tempo. Secondo quanto riferito, il cambio ha preso Marine coloniali tornato in casa nel 2012, e sebbene non fosse soddisfatto di ciò che era stato fatto fino a quel momento, si era impegnato a completare il gioco entro l'anno successivo.

Come ha affermato una fonte di Kotaku, 'Sembra che il gioco sia stato realizzato in nove mesi ed è perché lo era'.

Secondo quanto riferito, Gearbox sta facendo del suo meglio per ottenere Marine coloniali fino a zero.

'Considerando che Sega era abbastanza vicino a intraprendere un'azione legale contro [Gearbox], chiedere un'estensione non era un'opzione, e quindi Pecan è precipitato attraverso la certificazione e la spedizione', ha continuato il poster di Reddit. “Le caratteristiche che erano state pianificate sono state eccessivamente semplificate o inserite (un buon esempio di ciò sono le sfide, che sono in un ordine incredibilmente illogico). I problemi che non causavano bloccanti al 100% venivano generalmente ignorati, ad eccezione di problemi assolutamente orribili. Questo non è perché a GBX non importasse, intendiamoci. Ad un certo punto, non potevano rischiare di cambiare qualcosa che potesse far fallire la certificazione o rompere qualche altro sistema. E così, il prodotto che vedi è quello che ottieni.”

Prova di Marine coloniali ' il percorso affrettato per il rilascio può ancora essere trovato nel suo codice. Come è stato verificato nel luglio 2018, un singolo errore di battitura nella codifica degli xenomorfi era almeno in parte responsabile di alcuni dei loro movimenti glitch e comici. In questa riga di codice, la parola 'Tether' è scritta in modo errato:

ClassRemapping=PecanGame.PecanSeqAct_AttachXenoToTether -> PecanGame.PecanSeqAct_AttachPawnToTeather

La correzione dell'errore di ortografia si traduce in un netto miglioramento dei movimenti degli alieni. È un segno duraturo di quanto possano essere stati pesanti quegli ultimi mesi prima del rilascio.

Per quanto riguarda il modo Marine coloniali sembrava – beh, la demo dell'E3 è stata creata per essere eseguita su un PC di fascia alta. E con Xbox 360 e PlayStation 3 incapaci di mostrare gli stessi effetti di fuoco e particelle con la fedeltà di un PC da gioco all'avanguardia, era inevitabile che le edizioni per console dovessero ricevere una sorta di downgrade visivo. Tuttavia, l'evidente disparità tra tutte le versioni e la demo era piuttosto marcata ed era, a quanto pare, un altro sintomo di un progetto in crisi: semplicemente non c'era tempo per perfezionare tutto prima del lancio.

quando Marine coloniali apparso nel 2013, il gioco è diventato rapidamente famoso. Presto sono emerse storie sullo sviluppo del gioco, anche se Pickford si è fermamente attaccato a ciò che il suo studio gli aveva consegnato. Secondo Pickford , TimeGate aveva lavorato su 'probabilmente circa il 20 o il 25% del tempo totale', ma almeno ha ammesso che 'se si elimina la preproduzione [di Gearbox], il loro sforzo è probabilmente equivalente al nostro'.

Qualunque fossero le percentuali, restava il fatto che Marine coloniali ' il lancio è stato brutto. I punteggi complessivi erano bassi (Pickford sostiene che è ancora un 'sette su 10'). Una class action alla fine infruttuosa è stata intentata contro Sega e Gearbox per pubblicità ingannevole, sostenendo che le demo mostrate dalle due società non corrispondevano al gioco finito.

Peggio ancora, la relazione irritabile tra Sega e Gearbox è esplosa alla vista del pubblico. In risposta a tale causa, Gearbox ha affermato di aver appena prestato servizio come appaltatore e di non essere stato coinvolto in Marine coloniali ' marketing; Sega ha risposto dicendo che era uno sforzo congiunto e che Pitchford aveva la tendenza a rivelare cose che non avrebbe dovuto rivelare; un filo di email , reso pubblico nell'ambito del caso legale, parla ripetutamente di 'persistente fuga di notizie' e di informazioni che escono quando Sega non se lo aspettava, dal coinvolgimento dell'attore Michael Biehn al budget del gioco (circa $ 40 milioni).

Non tanto dopo Marine coloniali ' lancio, TimeGate purtroppo chiuso. Da parte sua, Pitchford ha affermato nel 2015 di aver perso 'da qualche parte tra $ 10-15 milioni' su C Marines oloniali , anche se continua a sostenere che il gioco non è neanche lontanamente così brutto come hanno detto i critici. quando Eurogame r chiesto se Gearbox potrebbe scusarsi per Marine coloniali , come hanno fatto 343 Studios con Halo 5 e l'assenza di Master Chief, la risposta di Pickford fu inequivocabile.

'Scusa per cosa?' disse Pickford. “All'inizio della conversazione ho detto che mi dispiace se non ti è piaciuto. Voglio che ti piaccia, e ho fallito se non l'hai fatto.'

Per tutta la rabbia e la recriminazione che ronzano in giro Alieni: Marines coloniali , resta il senso di fondo di un'occasione mancata. Il gioco potrebbe essere stato pieno di bug e disordinato, ma c'erano frammenti di qualcosa di meglio che lottava per emergere; i disegni di sottofondo, la musica e gli effetti sonori sembravano e suonavano tutti la parte. Marine coloniali , nonostante tutti i suoi difetti, chiaramente non è solo un altro gioco terribile.

Aveva Marine coloniali stato gestito in modo diverso, è solo possibile che il gioco sarebbe potuto emergere non come una delusione a scatti, ma come la lettera d'amore al film classico di Cameron che i fan speravano vivamente.