Attack on Titan Stagione 2 Episodio 1 Recensione: Beast Titan

Le mie reazioni in diretta durante l'episodio, condensate e parafrasate: “È così bello essere tornati! …Ho appena realizzato che non ricordo cosa è successo la scorsa stagione, è passato più di un anno da quando ho visto l'anime e ho letto il manga. Probabilmente avrei dovuto guardare i riassunti... Ok, me lo ricordo... Ricordo quella parte... Uh huh. Ok... Oh mio Dio. OH MIO DIO COS'E' QUESTA SANTA MERDA NO! …NO! NOOOOOOOOO!”

Il Titano nel Muro

“Beast Titan” riprende da dove la stagione 1 si è interrotta, con un Titano nel muro.

Con la Survey Corp persa per le risposte, Hange si gira per interrogare l'unica persona nelle vicinanze che sembra sapere cosa diavolo sta succedendo, il ministro Nick, e lo fa letteralmente penzolare dal bordo del muro finché non risponde all'incendio domanda che i fan dell'anime si sono nutriti per oltre tre dannati anni: perché c'è un Titano nel muro?



Nick, che o è devoto suicida alla sua fede o sa che Hange non può effettivamente ucciderlo, chiama Hange sul suo bluff e grida (in un modo inutilmente drammatico) che preferirebbe morire. Hange lo lascia subito andare, attraversa una brevissima crisi esistenziale rabbiosa dove paragona il suo stato emotivo a quello della sua prima volta fuori le mura, piantando il seme della cospirazione nelle nostre menti con una domanda tutta sua: “Sono tutti i pareti fatte di Titani?”

Questa scena apre un intero barattolo di verme a cui l'anime finora ha lasciato solo accenni attraverso i titani umani e prove occasionali di corruzione nel sistema politico: che ci sono istituzioni, istituzioni potenti, profondamente coinvolte nel mettere qualcosa che la Survey Corp è dovrebbero sterminare nelle fondamenta stesse delle strutture che dovrebbero proteggere la loro gente. E se dette istituzioni mentono su questo, cos'altro nascondono?

Per i lettori di manga, sai cosa succede. O almeno in parte che succede. Sfortunatamente, non è qualcosa su cui una recensione di anime può andare avanti, per quanto allettante sia.

The Flashback – A sud del muro Sina e la bestia Titano

Tornando indietro di 12 ore, Connie, Sasha e il resto del Corpo di stanza a Wall Sina vengono a sapere della breccia del Wall Rose e dell'imminente attacco di almeno nove Titani da sud. Il Corpo evacua il proprio posto sotto la guida di Mike e Nanaba e si divide in quattro fazioni, ciascuna diretta in una direzione diversa per avvertire le città circostanti. Mike poi si interrompe da solo per distrarre i nove Titani dal resto della sua squadra in fuga.

Questo si rivela presto l'ultimo e più grande errore della sua vita, anche se non per colpa sua. Dopotutto, sta effettivamente vincendo fino a quando non si presenta il Titano Bestia. E come avrebbe potuto prevederlo? O che il Titano Bestia possiede un'intelligenza di livello umano e può parlare? O che ha detto che Titan può in qualche modo comandare i Titani senza cervello?

Non ho parole per la morte di Mike, ma sono rimasto seduto nel momento in cui è stato fatto a pezzi un arto dopo l'altro da tre Titani urlando 'PERCHÉ??!!' alla mia televisione perché era un'anima gentile e coraggiosa che non se lo meritava. Ma questo è il mondo quando sei circondato da giganti carnivori.

Cos'altro?

– Eren e Mikasa hanno fatto una breve apparizione, il che è carino. Anche se non è che nessuno di loro morirà o altro, essendo personaggi principali, è comunque bello vederli guariti e bene.

– Stesso discorso per Erwin e Levi.

– Non mi abituerò mai al Titan Sprint.

Titani in sprint

– Voglio davvero che l'episodio della prossima settimana lo spieghi almeno alcuni delle domande che ho, come perché il Beast Titan ha preso l'attrezzatura di manovra di Mike? Non è che gli sarebbe servito a niente... o no?