Attack on Titan Stagione 2 Episodio 2: Recensione: Sono a casa

Attack on Titan Stagione 2, Episodio 2

In un altro molto emozionante e pieno di suspense Attacco su Titano episodio, mentre i Survey Corps continuano a tirare il filo del disfacimento del brutto maglione che è il mistero del Titano nel muro, Sasha e Connie tornano a casa, e ognuno trova il proprio villaggio in un Titano che cazzo è completamente diverso -situazioni legate.

Armin, intelligente focena virtuosa.

Uno dei commentatori in la mia recensione dell'ultimo episodio ha sottolineato che ho dimenticato di menzionare Armin in detta recensione, che perché tutti continuano a dimenticare Armin quando è anche un personaggio principale effing?! E a questo, dico... Hai ragione. Mi dispiace. Non c'è una buona ragione per cui non ho menzionato lui (ci sono ragioni, solo non buone, quindi non perderò tempo ad esaminarle), e non accadrà di nuovo, soprattutto non in questa recensione perché Armin brillava come stella questo episodio.

Ha sollevato alcuni punti estremamente importanti: nessuno sembra sapere come sono fatti i muri. Non ci sono crepe o crepe in loro. E se, e se fossero fatti di armature per titani? Se non avessi saputo che sarebbe successo, mi sarebbe sbalordito come sicuramente ha fatto Eren e Mikasa.



È a questo punto che vorrei davvero poter parlare del manga e lodare lui (e Hange) per essere sulla strada giusta su certe cose, ma non mi è permesso rovinare l'anime, nonostante il fatto che la maggior parte dei fan hanno letto in anticipo.

Inoltre, quel momento di 'amicizia in fiore' di Hange-Nick? Chiaramente uno dei momenti salienti di questo episodio.

Sasha torna a casa

La parte del leone del tempo sullo schermo di 'I'm Home' è andata a Sasha, che è ancora bella e perfetta in tutti i modi che contano.

Prima di entrare nel flashback di Sasha, che è troppo importante per non approfondire, l'intera sequenza con il Titano in casa che mastica la gamba della mamma è dannatamente spaventosa. E così è quella bambina catatonica, che mi ha fatto urlare internamente per la frustrazione perché PERCHÉ SEI ANCORA LÀ? CORRERE!

Grazie al cielo per Sasha, di cui ho bisogno di parlare in questo momento.

Ho sempre pensato che Sasha e la sua gola siano uno degli accostamenti più affascinanti del mondo dei Attacco su Titano . Certo, ogni anime ha un personaggio con un buco nero per lo stomaco, e il più delle volte, che serve per il sollievo comico, ma in un mondo in cui tutta l'umanità è confinata all'interno di mura con risorse limitate e immobili di produzione alimentare ancora più limitati ( Sono sorpreso che le foreste esistano anche all'interno delle mura), è tanto divertente quanto ansioso guardarlo.

Tornando all'episodio, non mi sono mai identificato con un Attacco su Titano personaggio più che con Sasha nel suo flashback, dove ci ha dimostrato che avrebbe creato un Titano terrificante se mai si fosse concretizzato; Ho dimenticato gli umani, Titan-Sasha sta per mangiare il pianeta.

Abbiamo dato un'occhiata a ciò che ha reso Sasha il modo in cui è in 'I'm Home', e non posso essere più sorpreso di come viene gestita la sua storia con grazia e realismo. Il fatto che sia orgogliosa e allo stesso tempo si vergogna della sua educazione sociale, arrivando persino a nascondere il suo accento, è qualcosa a cui molti di noi nella società moderna possono relazionarsi. Il risentimento del suo io più giovane nei confronti delle persone che entrano a Wall Rose da Wall Maria suona ancora più forte per me nel clima politico in questo momento. Un anime sui giganti mangiatori di uomini è entrato in realtà negli stigmi del classismo e della xenofobia. Pensaci.

Inoltre, suo padre? Grande papà. È sempre bello vedere personaggi genitori premurosi e tridimensionali in un anime, dove sono spesso ridotti a stronzi completi o idioti eccessivamente solidali con tutto ciò che fanno i loro figli protagonisti minorenni.

Connie torna a casa

La famiglia e gli amici di Sasha sono vivi e vegeti. Lo stesso non si può dire per Connie, che ha bisogno di essere avvolta in una coperta e data subito del cioccolato.

È qui che l'episodio, che è iniziato con Armin che mette in discussione la natura dei Titani e del muro, fa un 360 back to Titans con il Titano dalle membra minuscole e la domanda su come sia arrivato lì quando non avrebbe dovuto essere in grado di muoversi innanzitutto. E spero che lo scopriremo in futuro, se non nel prossimo episodio.

Cos'altro?

– “Se non sei lì per loro, non aspettarti che siano lì per te.” Il padre di Sasha è troppo reale.

– Ho dimenticato quanto sia Tsundere Ymir. Sono contento di vedere Krista lì a bilanciarla.

– Come corrono Sasha e quella bambina a bocca chiusa? Non ho mai incontrato nessuno che respiri solo attraverso il naso quando corre per salvarsi la vita. #Irrealistico