Attack on Titan Stagione 3 Episodio 4: Recensione: Fiducia

Questo Attacco su Titano la recensione contiene spoiler

Attack on Titan Stagione 3 Episodio 4

“Nessuno sa un accidente di questo mondo. Né noi né nessun altro...'

Dopo le bombe che sono state lanciate in Attacco ai Titani ultimo episodio , sembra un po' difficile che qualsiasi episodio futuro dello show possa chiamarsi 'Trust', ma questo è un episodio che riguarda la ricostruzione del legame che è stato infranto tra queste persone.



Gli scout si trovano ad affrontare un grave dilemma di pubbliche relazioni poiché gli sforzi del governo e della polizia militare per disonorare loro funzionano fin troppo bene. Non solo ci sono stati enormi problemi di fiducia in passato con gli Scout in relazione ai Titani segreti che si nascondono, ma ora il pubblico è stato ingannato nel pensare di non potersi fidare affatto degli Scout. Questa prospettiva frammentata e isolata dona a Levi e compagni un'energia disperata e frenetica che si traduce in un episodio sorprendente e molto appagante di Attacco su Titano .

'Trust' prende il via con quello che è essenzialmente un perfetto cold open che distilla la brillantezza di Levi fino a una semplice scena in cui Armin è effettivamente usato come esca. Non solo fare esca ad Armin è sempre una ricetta per il successo, ma l'episodio si sposta anche brevemente nella prospettiva di due ufficiali, Marlo e Hitch, che sono apparentemente emblematici del grande pubblico.

Ci sono state molte bugie e segretezza che sono venute alla luce in questa stagione che hanno cambiato radicalmente lo show in alcuni modi molto grandi. Nonostante tutto il lavoro che gli scout stanno facendo per esporre queste bugie, è significativo notare che il pubblico le ha già accese. Gli eventi della stagione riassunti attraverso questo nuovo punto di vista la dicono lunga sui temi dell'inganno e della manipolazione dello show.

Tutti pensano di essere l'eroe e potrebbe non essere chiaro chi lo sia in realtà fino alla fine. Hitch è anche così irrimediabilmente fuori dal giro però che sta ancora aspettando che Annie torni a casa! Marlo e Hitch credono fermamente alle bugie del governo, il che probabilmente significa che anche il resto del pubblico lo fa, a meno che Levi e compagni non possano fare qualcosa al riguardo.

C'è un'altra scena che riecheggia magnificamente questo sentimento quando Hange salva Flegel Reeves dalla polizia militare. Flegel si lamenta di una vita che a malapena vale la pena vivere, dove non si sente mai al sicuro e si nasconde sempre o scappa. Non è un caso che la metafora dell''uccello in gabbia' venga poi proposta dal governo.

Hange tenta di motivare l'anima perduta a prendere la vita nelle sue mani e cercare di combattere il sistema, anche se ciò significa che esce in un tripudio di gloria. Flegel respinge immediatamente la proposta di Hange e dice che ci sono molte persone che preferiscono vivere nella paura piuttosto che morire in battaglia. Hange non nega nemmeno i suoi secondi fini nella situazione in cui Flegel l'accusa di manipolarlo per i propri interessi.

Marlo, Hitch e Flegel sono esempi di individui che non solo fraintendono e si oppongono al lavoro degli scout, ma sono addirittura in disaccordo con il loro modo di vivere. Gli Scout affrontano già una dura battaglia con la loro missione, ma diventa esponenzialmente più difficile quando tutti si mettono attivamente contro di loro.

Quando l'episodio affronta l'argomento di cosa fare con Marlo e Hitch, Jean si offre volontario per giustiziarli, ma si trasforma in un disastro. Gli errori di Jean creano una scena infernale di suspense che ancora una volta si riduce al tornado di bugie in cui tutti sono coinvolti e si traduce in nessuno sapere dove si trovano effettivamente.

I tre individui si trovano faccia a faccia alla fine dell'incontro, ma il confronto altrettanto facilmente avrebbe potuto andare nella direzione opposta, e non è ancora chiaro se il tradimento non sia proprio dietro l'angolo. Può essere un po' estenuante essere costantemente tesi sui personaggi e su dove si trovano veramente le alleanze, ma è un modo intelligente per far sentire il pubblico paranoico tanto quanto gli scout. Tutto raggiunge il suo punto di svolta questa settimana.

C'è anche un po' di una striscia malvagia in 'Trust' che parla di quanto sia diventata intensa questa guerra civile. È solo una linea di dialogo usa e getta, ma è stato rivelato che i fucili a pallettoni di Kenny sembrano progettati specificamente per uccidere gli scout, non i titani, il che è una notizia piuttosto angosciante.

C'è stato un numero crescente di persone in questa stagione e la nuova arma di Kenny aumenterà sicuramente quei numeri. Inoltre, Levi è ogni sorta di selvaggio in questo episodio. Ha preso tutto ciò che può da questa farsa. È frustrato dal fatto che Eren e Historia siano ancora là fuori e questa rabbia si incanala attraverso una tortura particolarmente brutale. 'Ci sono ancora molte più ossa da rompere', dovrebbe far venire un brivido lungo la spina dorsale della maggior parte delle persone.

Il culmine di tutta questa rabbia e del messaggio dell'episodio vede la polizia interna essere catturata nei suoi modi doppi dalle persone della comunità. La marea è ufficialmente cambiata a favore dello Scout, ma la polizia continua a gridare cose come 'Il governo decide qual è la verità!' Per quanto intimidatorio e potente sia il governo, è incoraggiante vedere gli scout prendersi una pausa per una volta. Sono ancora molto latitanti dello stato, ma almeno la loro causa può brillare nel cuore del pubblico. Inoltre, rende molto più fattibile un'eventuale rivolta contro lo stato.

Nonostante questa breve sospensione della giustizia, 'Trust' prende una svolta cupa nei suoi ultimi momenti. Erwin catturato fa la sua marcia della morte attraverso il castello di Capital Mitras e sembra certamente che verrà giustiziato a meno che qualcuno non possa intervenire.

Erwin si è dimostrato in così tanti modi nel corso della serie che sarebbe davvero un peccato se venisse eliminato da un pomposo aristocratico invece di un Titano a tre teste che sputa fuoco. Tuttavia, non è ancora fuori dai giochi. La morte di Erwin sarebbe una grave perdita, ma la sua esecuzione per mettere a tacere i reali è esattamente il tipo di catalizzatore necessario per scatenare una rivolta. È un forte cliffhanger su cui uscire perché potrebbe seriamente andare in entrambi i modi.

'Trust' continua il ritmo frenetico che è stato costante attraverso Attacco su Titano Stagione 3 . Non ci sono ancora Titani di cui parlare questa settimana e anche Eren e Historia riescono a prendere una pausa, ma i pochi brevi momenti di azione nell'episodio funzionano bene e sono bellissimi.

È chiaro che 'Trust' è più interessato alle idee più inebrianti e alle lotte interne che i personaggi affrontano rispetto alle grandi battaglie, ma è ancora una puntata molto ricca di suspense che continua a sezionare la mitologia dello spettacolo in modi eccitanti.

Ora tutti si assicurano di non mostrare mai i loro tagli di ciotola a Jean. C'è un retroscena infestato che aspetta solo di essere raccontato lì.

Resta al passo con il nostro Attacco su Titano Recensioni e notizie sulla terza stagione qui !