I migliori film di arti marziali su Netflix in questo momento

Ci sono così tanti fantastici film di arti marziali su Netflix. Sempre con un occhio attento al cinema straniero, Netflix ha acquisito molti dei titoli più chiacchierati, appena sbarcati dall'Asia che rimane la punta di diamante del genere. Netflix ha anche una solida collezione di classici, tanti film innovativi che hanno lanciato franchise duraturi.

Con film che vanno da capolavori riconosciuti a livello internazionale a film sdolcinati e ultraviolenti, è tempo di 'Netflix e uccidi' mentre ci vendichiamo dei cattivi che hanno disonorato la nostra famiglia e il Tempio Shaolin. Ecco una selezione di alcuni degli ultimi film d'azione che sono recentemente diventati disponibili su Netflix, che i fan di lunga data potrebbero aver trascurato. E per i neofiti del genere, ecco anche alcuni dei classici imperdibili, solo per iniziare.

Donnie Yen in Ip Man (2008)

Ip Man (2008)

Solo noi



Quando Donnie Yen ha lanciato questo racconto romanzato del maestro di Bruce Lee, è stato così popolare che sono usciti diversi film imitativi di Ip Man (Ip Man è una persona storica reale, quindi non c'è copyright sul personaggio). Ce n'erano così tanti che i film di Ip Man possono quasi costituire un genere a sé stante. Tuttavia Yen Ip Man la tetralogia è l'originale e la più forte.

Netflix ha tutte e quattro le puntate, ma inizia dall'inizio. È un franchising che richiede di essere visto in ordine. Ogni film ha le sue qualità, tanto che i fan discutono su quale sia il migliore. La trama costruisce complessità con ogni sequel, dall'introduzione di un bambino Bruce Lee fino a quando Ip Man fa visita a Bruce a San Francisco. Non è mai successo davvero, ma è nell'ultimo capitolo Ip Man 4: Il Finale , uscito su Netflix quest'estate. Donnie Yen, che è apparso come il cieco Chirrut Imwe in Rogue One , ha anche giocato di recente a Commander Tung in Mulan .

Il cast di Master Z Ip Man Legacy

Master Z: L'eredità di Ip Man (2018)

Maestro Z è uno spinoff di Donnie Yen's Ip Man franchising. Segue Cheung Tin Chi (Max Zhang), un rivale sconfitto da Ip Man in Ip Man 3 . Per accelerare le cose, Maestro Z aggiunge Dave Bautista nei panni di un subdolo ristoratore e Michelle Yeoh che torna alle sue radici marziali dopo i suoi ruoli da ruba scena in Pazzi e ricchi asiatici e Star Trek: Scoperta .

È diretto da Yuen Woo-Ping, il famoso coreografo di lotta dietro tigre chinata Dragone nascosto e il Matrice film . Ha assunto il ruolo di coreografo di lotta in Ip Man 3 , in sostituzione del marziale fratello maggiore di Jackie Chan, Sammo Hung. Maestro Z aspira a creare il proprio franchise, ed è stato annunciato l'anno scorso che Zhang è a bordo per un sequel.

Ziyi Zhang ne Il Gran Maestro

Il Gran Maestro (2013)

Altri film di Ip Man dovevano distinguersi dall'ombra di Donnie Yen. Mentre Herman Yau's La leggenda è nata: Ip Man e Ip Man: Lo scontro finale aggiunti cameo del figlio reale di Ip Man, Ip Chun, Il Gran Maestro ha elevato Ip Man a film d'autore acclamato dalla critica. Il Gran Maestro è dell'autore di fama internazionale, Wong Kar-wai, e ha ottenuto una dozzina di vittorie agli Hong Kong Film Awards, oltre a due nomination all'Oscar.

Tony Leung interpreta Ip Man al fianco di Zhang Ziyi e molti autentici maestri di Kung Fu, tra cui Yuen Woo-Ping che funge da coreografo e appare come insegnante di Ip Man. Al di là dell'arte coreografica, Il Gran Maestro è uno spettacolo sontuoso. Wong sa di avere due splendidi attori principali e incornicia i loro volti come un dipinto di Rembrandt. Questo è uno dei più bei film di arti marziali mai realizzati.

Scott Adkins in Tripla minaccia

Tripla minaccia (2019)

La 'Triple Threat' è costituita da tre delle stelle più in voga delle arti marziali che stanno attraversando il Pacifico: Iko Uwais, Tony Jaa e Tiger Chen. Jaa è apparso di recente in Furioso 7 e xXx: Il ritorno di Xander Cage (è anche nel suddetto Maestro Z ); Chen era uno stuntman su tigre chinata Dragone nascosto e il Matrice sequel, e ha fatto un lavoro non accreditato per John Wick: Capitolo 3 Parabellum ; Iko è discusso nella prossima raccomandazione.

Tripla minaccia impilato il mazzo aggiungendo ancora più potenza di fuoco marziale con Scott Adkins , Jeeja Yanin, Michael Jai White e Michael Bisping. È un tributo al passato dei vecchi tempi dei film di combattimento grindhouse come quello che Cannon Films stava pubblicando nei primi anni '80, aggiornato per il nuovo millennio. Per chi non ha familiarità con nessuna di queste star d'azione, ecco un punto di partenza.

Colpo alla testa (2016)

Colpo alla testa (2016)

Colpo alla testa è un esempio ultraviolento sottovalutato di ciò che i film di lotta indonesiani stanno facendo ultimamente. È come se le arti marziali affrontassero il porno della tortura. I set sono sotterranei oscuri e squallidi. C'è salasso gratuito, rottura di ossa, taglio di coltello, taglio di carne e calci in culo, con così tanti sputi di sangue al rallentatore che punteggiano tutti i combattimenti come colpi di denaro.

Questo è interpretato da Iko Uwais, che sta irrompendo a Hollywood con apparizioni in film come miglio 22 e Stuber , un piccolo cameo in Il Risveglio della Forza e, in particolare, il ruolo principale nella serie originale di Netflix Wu Assassini . Inoltre, è stato scelto come 'Hard Master' nell'imminente in Snake Eyes: G.I. Joe Origins .

Scott Adkins in Cane selvaggio

Cane selvaggio (2017)

Solo noi

Il 'torneo sotterraneo senza esclusione di colpi' è un dispositivo di trama marziale banale, ma questo mette i migliori combattenti del cinema di oggi l'uno contro l'altro. Il protagonista è Scott Adkins, che ha recitato in dozzine di film d'azione indipendenti come questo, oltre ad essere apparso in Dottor Strange e Ip Man 4 . Marko Zaror, alias il drago latino, viene dal Cile ed è più riconoscibile per aver interpretato più assassini cloni in Il machete uccide . E Cung Le è un vero campione di MMA che ha interpretato un cattivo in Il Gran Maestro .

Tutti e tre gli attori vendono i loro colpi colpendosi davvero a vicenda, non con una forza da knockout ma abbastanza da ferire una persona normale. Ci sono combattimenti in fosse di fango, enormi coltelli pieghevoli, machete da taglio, fucili a pompa, mitragliatrici, granate e alcuni eccellenti corpo a corpo. Non è un film da guardare per la trama. Riguarda i combattimenti.

Gina Carano e Michael Fassbender in Haywire

Filo di paglia (2011)

Solo noi

Un'altra vera campionessa di MMA diventata attrice, Gina Carano, è tornata sotto i riflettori nei panni di Cara Dune in Il mandaloriano . Haywire è stato il suo primo ruolo da protagonista in un lungometraggio, diretto da Steven Soderbergh. È inaudito per un regista di fama scegliere un'attrice non testata come protagonista in un film d'azione come questo. E nonostante i conflitti tra il regista e il distributore, così come l'alterazione digitale per approfondire la voce di Carano, il suo talento nascente per l'azione e la presenza sullo schermo sono in piena mostra. Carano ha realizzato molti altri film d'azione indipendenti, oltre ad apparire in Fast and Furious 6 e Piscina morta , tuttavia Haywire rimane il suo lavoro più interessante.

Furia (2019)

Furia (2019)

I film di Female Strong sono sempre stati un punto fermo nel genere delle arti marziali. Rabbia è stato il più grande successo al botteghino del Vietnam e l'Oscar International Feature entrée e giustamente. È un film bellissimo – il Vietnam offre una tale consistenza, villaggi lussureggianti, comunità di barche, ghetti aspri, grandi città, così colorate esacerbate da schemi di illuminazione brillanti – e tutto è espresso in rosso, blu, verde e viola.

Ma è Veronica Ngo che lo rende eccezionale. Ngo interpreta una mamma single di un esattore la cui figlia viene rapita da dei raccoglitori di organi. Mentre i combattimenti aumentano di intensità (come dovrebbero in qualsiasi film decente di arti marziali), Ngo tira fuori alcune sequenze complesse, anche se non plausibili, lunghe che sono una buona dozzina di mosse profonde, riaffermandosi come la principale diva d'azione del Vietnam. Appare anche in La Vecchia Guardia su Netflix.

BuyBust (2018)

BuyBust (2018)

Anne Curtis, una star televisiva filippina, ha stupito i suoi fan con questo selvaggio attore d'azione. Interpreta un membro di una squadra della DEA che viene attirato nella trappola di un boss della droga in una baraccopoli labirintica e deve combattere per uscirne. Dopo pochi minuti di setup, il resto sono solo scene di combattimento. La povera gente che vive nella baraccopoli li attacca a frotte, come un'orda di zombi.

La maggior parte di questo è girato al buio, sotto la pioggia, con una strana luce al neon. È un sacco di shanking, non una coreografia nitida ma che rotola nel fango, grintosa e brutale. C'è una straordinaria sequenza d'azione verso la fine che fa guadagnare a Curtis il suo credito di lotta. Per i fan dei film di arti marziali, si tratta di scene di combattimento lunghe, perché una coreografia sofisticata richiede una vera abilità per essere sostenuta.

Ombra (2018)

Ombra (2018)

Ombra è di uno dei registi cinesi più famosi, Zhang Yimou. È un film d'autore che è stato proiettato in noti festival cinematografici internazionali a Londra, Toronto e Venezia, ed è un cinema opulento. Tutti i set, le location e i costumi sono inondati di filtri monocromatici come una parabola yin-yang, un dispositivo simbolico che funziona visivamente e drammaticamente.

I toni della carne e la luce delle candele appaiono particolarmente luminosi e caldi in contrasto. Così fa il sangue. È un po' prolisso per coloro che cercano solo l'azione, ma i combattimenti sono fantasiosi e artistici e la produzione complessiva è mozzafiato. Questo è wuxia –il genere romantico cinese di spade e stregoneria che è alla base di gran parte del cinema di Kung Fu.

Jackie Chan in Lo straniero

Lo straniero (2017)

A Hollywood, Jackie Chan è stereotipato per le sue commedie d'azione nonostante diversi attori seri provenienti dall'Asia. Questo è il primo film di Hollywood che mostra la capacità di Jackie di fare un thriller non comico. Nel Lo straniero , Jackie interpreta un ex agente speciale che si riattiva dopo che sua figlia è stata uccisa in un attentato terroristico dell'IRA. Pierce Brosnan interpreta una caricatura traslucida del politico irlandese Gerry Adams.

Questi non sono i tipici combattimenti acrobatici di Jackie. Invece si tratta di combattimenti di strada duri mentre Jackie distribuisce il danno sulla strada della vendetta. Ricorda i suoi film come Storia della polizia: blocco e Incidente di Shinjuku , questo è Jackie che interpreta ruoli tragici, che è difficile da digerire per molti dei suoi fan occidentali.

Arti marziali di Bollywood a Baaghi (2016)

Baaghi (2016)

Bollywood sta guadagnando costantemente nel genere delle arti marziali e Tiger Shroff è un ottimo esempio. Baaghi mette in mostra l'arte marziale indigena indiana di Kalari, e sì, ci sono sontuosi numeri di canti e danze tipici dei film indiani. Anche Tiger è un grande ballerino. Se non ti piace Bollywood, supera la prima ora in cui si scatenano le scene di combattimento.

La coreografia di Bollywood tende a un'inquadratura, un'azione in movimento con un sacco di fili e inquadrature al rallentatore volanti esagerate, tuttavia Tiger è glorioso da vedere in queste inquadrature. Si appropria di scene di altri film di arti marziali, anche l'acrobazia dei titoli di coda di Jackie Chan fallisce, chiamata NGs (nessuna merce) in Asia. Tuttavia, i combattimenti di Tiger sono un delizioso mix masala di arti marziali, degno di un gusto per i non iniziati.

Baahubali: l

Baahubali: L'inizio (2015)

Non c'è niente come Baahubali . È stato il film indiano più costoso e il maggior incasso, generando un sequel, Baahubali: la conclusione , così come una prossima serie originale Netflix Baahubali: prima dell'inizio . È un film fantasy senza precedenti, così visivamente ostentato con effetti CGI strabilianti e colpi di scena assurdi che è sorprendentemente divertente. Le sequenze di battaglia sono ridicolmente banali e creative. Ci sono canti e balli, e stupide storie d'amore e alcune delle guerre di carri più oltraggiose, combattimenti con la spada e armi folli di sempre. Netflix ha entrambi Baahubali film nella versione originale in lingua tamil e nella versione hindi con sottotitoli.

Wira Hairul Azreen

Wira (2019)

Hairul Azreen è un brillante nuovo arrivato marziale dalla Malesia che ha recitato in diversi importanti film d'azione, ma questo è il suo primo lungometraggio strettamente marziale. È un altro 'torneo clandestino senza esclusione di colpi' con Azreen mentre il riluttante campione viene ricattato per competere. Tuttavia, Azreen è un vero campione di Taekwondo e offre uno straordinario combattimento di lunga durata (i combattimenti di magazzino sono un altro cliché logoro dal tempo, ma soddisfacenti come il cibo di conforto).

Fify Asmi brilla anche come sorella combattente di Azreen e Yayan Ruhian ( John Wick: Capitolo 3 Parabellum ) interpreta un classico sicario destro con dialoghi minimi e massimo impatto. Il filmato con il drone a ripresa singola è rivoluzionario.

Stephen Chow

Amore alla consegna (1994)

Stephen Chow è noto per un'irriverente commedia farsesca sul terzo muro, chiamata Mo Lei Tau . La maggior parte conosce la sua parodia basata sulla CGI Kung Fu Hustle (anche su Netflix), e Calcio Shaolin . Amore alla consegna è un lavoro precedente con la stessa sensibilità comica che gioca sui classici tropi del Kung Fu. Chow interpreta un codardo che cerca di corteggiare la sempre carina Christy Chung, la studentessa più sexy del suo dojo di Judo. È Chow al suo meglio Mo Lei Tau umorismo con tornanti comici e omaggi cinematografici sulle uova di Pasqua. Inoltre, come un film pre-CGI, gli effetti speciali di formaggio si aggiungono al suo campiness. Se ti piace Chow, questo è assolutamente da vedere.

Ralph Macchio ed Elisabeth Shue in Karate Kid (1984)

Il ragazzo del karate (1984)

Il bambino del karate ha lanciato un franchise di quattro film, un cartone animato del sabato mattina, un redux con Jackie Chan e Jaden Smith e la serie YouTube Cobra Kai , che ora è alla sua terza stagione. Netflix ha tutti e tre i film originali di Daniel-san (Ralph Macchio) e Mr. Miyagi (Pat Morita) (il quarto era uno spin-off– Il prossimo Karate Kid –con protagonista una giovane Hilary Swank come nuova studentessa di Miyagi). Niente batte l'originale 'Wax on, wax off' nei panni di Daniel-san, il pionieristico secchione delle arti marziali che supera i suoi rivali e conquista la ragazza, Ali (Elizabeth Shue), che è fuori dalla sua portata. I film di Daniel-san sono tutti buoni e seguono un arco narrativo continuo, ma niente batte l'originale.

Michael Cera con la spada in Scott Pilgrim vs the World (2010)

Scott Pellegrino contro il mondo (2010)

Solo noi

Se Daniel-san era il secchione pionieristico delle arti marziali, Scott Pilgrim è l'epitome. Scott Pilgrim contro il mondo è basato su una graphic novel e il suo nuovo stile cinematografico strappa i pannelli direttamente da un fumetto. Michael Cera interpreta Scott, un perdente che deve combattere le sette X malvagie per conquistare il suo amore. Il film, che ha appena festeggiato il suo decimo anniversario a metà agosto, ha avuto un flop nelle sale perché era molto in anticipo sui tempi, ma da allora è diventato un grande cult.

Il film presenta le prime esibizioni di Anna Kendrick , Brandon Routh , Chris Evans , e Brie Larson , più canzoni di Beck. Ma sono le arti marziali qui perché trasformare Cera in un combattente convincente richiede molti effetti speciali magici e un coreografo di prim'ordine. Quella magia è venuta da Brad Allen, un ex membro del Jackie Chan's Stunt Team, che ha anche lavorato sul Kingsman franchising e dirigerà l'unità di combattimento per Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli .

Doppio Mondo (2020)

Doppio Mondo (2020)

Il regista Teddy Chan porta questo nuovo visionario wuxia film basato su un popolare MMORPG cinese che vanta milioni di giocatori. È l'ennesimo torneo senza esclusione di colpi, ma non clandestino. È per volere dell'Imperatore, ambientato in un mondo medievale fantasy con draghi, scorpioni giganti e armi e armature fantasiose.

Doppio Mondo è un pezzo abbagliante di piacere per gli occhi con combattimenti ad alta quota con i cavi coreografati dal veterano di Hong Kong Stephen Tung. È come un anime che arriva in live-action, il tipo di esperienza sensazionale che sarebbe stata grandiosa sul grande schermo, ma la pandemia lo ha mandato direttamente in streaming. Netflix l'ha astutamente raccolto per il mercato internazionale.

Sub Zero nel film Mortal Kombat (1995)

Combattimento mortale (1995)

Solo noi

Quando si tratta di film sui videogiochi, questo classico è stato un punto di svolta. Celebrando il suo 25° anniversario questo agosto, Combattimento mortale ha lanciato due sequel animati e un sequel live-action con un altro live-action in arrivo per il 2021. Il film originale è più scadente che mai, ma conserva ancora il suo fascino.

La coreografia del combattimento è nella migliore delle ipotesi mediocre. Mentre l'eroe (Robin Shou) e il cattivo (Cary-Hiroyuki Tagawa) hanno avuto un addestramento marziale come molti degli stuntman, gli altri attori principali no, e si vede. Pat E. Johnson, che è un vero maestro di Tang Soo Do e ha coreografato l'originale Karate Kid , fa del suo meglio, ma la coreografia del combattimento rimane datata. Le scene di combattimento hanno fatto molta strada da allora. Tuttavia, c'è quella colonna sonora che combina la techno con strumenti tradizionali giapponesi, didgeridoo e canto di gola tuvano che rende tutti i combattimenti in qualche modo migliori. Finiscilo!

Jean-Claude Van Damme in Bloodsport (1988)

Bloodsport (1988)

La battaglia alimentata dal testosterone tra Jean-Claude Van Damme e il gigantesco Bolo Yeung è diventata foraggio per così tanti meme su Internet che ha creato Sport sanguinoso un 'must-see'. Questo è l'ennesimo film di 'torneo clandestino senza esclusione di colpi', ma questa volta si basa sulle affermazioni altamente controverse di un presunto combattente di nome Frank Dux. Tuttavia, nonostante i cliché, è un classico di culto. Van Damme è all'apice della sua fisicità e le sue divisioni distintive rimangono il suo dono. E Bolo è al suo meglio da malvagio, infuriando come una bestia psicopatica steroidea.

Il maestro ne Il maestro della ghigliottina volante (1975)

La ghigliottina volante (1975)

La ghigliottina volante è l'ultima arma dell'assassino medievale, un cappello da frisbee su una corda che quando viene lanciato su una vittima, gli mozza la testa che può essere recuperata per un trofeo con un rapido strattone. È un'arma totalmente inventata, ma per quanto ridicola possa essere, aveva le gambe. La ghigliottina volante ha lanciato una serie di sequel e imitazioni , incluso un redux imbevuto di CGI del 2012.

Diretto da Ho Menghua, che ha diretto molti film horror splatter, e interpretato da Chen Kuan Tai, una venerata star del Kung Fu con quasi 150 crediti, è un altro wuxia classico che è diventato un film di culto preferito, tanto che le ghigliottine volanti appaiono in molti altri film successivi non correlati come Il trio eroico e La Ragazza Macchina .

Scena di combattimento in Opium e il maestro di Kung Fu

L'oppio e il maestro di Kung Fu (1984)

Un film di propaganda anti-droga degli Shaw Brothers Studios, con Ti Lung nei panni di Tit Kiu Sam, un maestro di Kung Fu nella vita reale, sebbene questa storia sia completamente fittizia. Ti Lung di solito interpreta gentiluomini spadaccini, ma qui offre una commovente performance drammatica come un maestro compromesso dalla tossicodipendenza. Porta anche alcuni combattimenti incredibili, affrontando da solo più bande di avversari, mostrando la sua incredibile padronanza sia del dramma che dell'azione. Ti Lung ha oltre un centinaio di film al suo attivo, per lo più di arti marziali ma alcuni strettamente drammatici. Questo è interpretato anche dal potente Chen Kuan Tai e dal comico strabico Yue Tau Wan.

Gordon Liu in La 36a Camera di Shaolin

La 36a Camera di Shaolin (1978)

Uno dei dispositivi di trama più comuni nei film di Kung Fu è l'allenamento esoterico. L'eroe viene violato in qualche modo, quindi deve trovare un maestro nascosto che alleni il Kung Fu usando i metodi più strani in modo che l'eroe possa vendicarsi per il finale. Anche Il bambino del karate segue questa trama, ma La 36a Camera di Shaolin è il re papà.

Gordon Liu interpreta San Te, uno studioso confuciano che fugge al Tempio Shaolin quando la sua scuola viene dichiarata ribelle dai malvagi Manchu. Lì affronta una serie di prove oltraggiose per imparare il Kung Fu, inventa una nuova arma, il bastone a tre sezioni, e ritorna per vendicarsi. Ma si tratta di metodi di allenamento che costituiscono la sezione centrale di questo classico. Il film ha generato due sequel Ritorno alla 36a Camera di Shaolin , e Discepoli della 36a Camera , entrambi anche su Netflix.

Armi leggendarie della Cina (1982)

Armi leggendarie della Cina (1982)

Per gli appassionati di armi, questo è un capolavoro, un'epica vetrina di coreografie a braccio freddo e wuxia cinema. Armi leggendarie della Cina le stelle sono i fratelli di sangue Lau Kar-Leung e Lau Kar-Wing, due dei più importanti coreografi di combattimento del gioco, che mostrano il loro incredibile virtuosismo con una vasta gamma di armi tradizionali del Kung Fu in una parata di duelli. Sostenuto dagli attori stabili della Shaw Brothers Gordon Liu, Alexander Fu Sheng e Kara Hui, questo film è stato la base di molti dei campioni per l'album compilation del Wu-Tang Clan 'Legendary Weapons'.

Posizione di combattimento in I cinque veleni (1978)

I cinque veleni (1978)

Questo classico wuxia diretto da Chang Cheh ha lanciato il 'Venom Mob', una celebre squadra di registi marziali. Le stelle originali di I cinque veleni (alias I cinque veleni mortali ), Chiang Sheng, Phillip Kwok, Lo Meng, Lu Feng, Sun Chien e Wei Pai, hanno tutti realizzato dozzine di film ciascuno, molti insieme, plasmando l'industria per generazioni (Lo Meng ha ottenuto il massimo con oltre 90, il più recente è Ip Man 4: il Finale ).

È una storia di intrighi e maestri mascherati degli stili velenosi di millepiedi, lucertola, scorpione, serpente e rospo. Tra i coreografi c'era il Gran Maestro Leung Ting, l'ultimo studente della vita reale Ip Man. Considerato uno dei migliori cult del Kung Fu, la colonna sonora di Monty Python e il Santo Graal . Poison Clan scuote il mondo!