Attenzione alla Creepypasta: narrazione spaventosa nell'era di Internet

Il fumettista e scrittore Kris Straub ricorda un'esperienza importante di confusione e paura infantile, tutto grazie alla televisione.

'C'è una stazione a L.A., KLCS, che è la televisione pubblica, ma allora era come lo zio rotto di 'Actual Public Television'', ha detto.

“Non mostravano cose moderne, solo vecchie pellicole e spettacoli educativi degli anni '70. E la produzione era così rudimentale rispetto a quella che abbiamo oggi. Ricordo le strane tracce che i vecchi video magnetici lasciavano sugli oggetti in movimento, e le marionette con cappi di filo metallico al posto della bocca, aperte da fili.



'C'era una serie di filmine in particolare, Alla rovescia , che durava circa 15 minuti e offriva un po' di drammatizzazione con attori bambini per dare una lezione. Ma ora credo che fosse destinato all'uso in classe – per dare il via a discussioni con un insegnante – perché gli episodi tendevano a concludersi in luoghi incerti. Un ragazzo che sta per essere picchiato, un imbarazzo davanti a una classe, un incidente in bicicletta - e poi i titoli di coda sarebbero rotolati. Nessuna risoluzione, solo uno sguardo onirico e semi-ricordato su una scelta difficile o un po' di infelicità'.

Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento: inizia subito la prova gratuita

Straub ha trasformato quella sensazione di disorientamento con i media in una storia sul suo sito web chiamata Baia delle candele. La storia assume la formattazione di una serie di post sul forum televisivo di un sito chiamato “NetNostalgia”. Il poster originale descrive un bizzarro programma della sua infanzia chiamato Candle Cove e altri commentatori intervengono, discutendo ulteriori e sempre più inquietanti dettagli.

È una decostruzione affascinante e davvero terrificante di uno dei passatempi preferiti di Internet: ricordare quando. Candle Cove cattura la sensazione che invece del tuo migliore amico, gli anni '90 fosse davvero un cane rabbioso pronto a morderti in qualsiasi momento. La storia era abbastanza convincente e terrificante che ora Candle Cove è stata adattata nella prima stagione di Syfy's Canale Zero .

La vita reale è sempre stata un'esperienza confusa e spesso terrificante per i giovani. Le generazioni cresciute ai tempi nascenti di Internet o senza di esso hanno trascorso anni consumando media che non sempre comprendevano appieno o affrontando misteri della vita reale che non riuscivano a contestualizzare del tutto. Ora quelle generazioni hanno il Wi-Fi e ci stanno regalando una rinascita nella narrazione spaventosa.

La tecnologia ha cambiato l'horror in modi sofisticati. Chi è interessato all'horror visivo deve solo rivolgersi a canali YouTube come Calabroni di marmo per trovare una serie di filmati spaventosi trovati. Anche il programma radiofonico dei primi anni del 1900 è essenzialmente tornato alla ribalta attraverso podcast horror come I nastri neri , che racconta la storia di un giornalista che scopre misteri soprannaturali come una versione contorta di Seriale .

Ma il vero impatto di Internet sull'horror è arrivato sotto forma di buone storie spaventose vecchio stile. Il cyberspazio ospita milioni di storie spaventose che vengono lette dal bagliore dello schermo di un computer piuttosto che dalle fiamme scoppiettanti di un falò.

La terminologia per il fenomeno può essere un po' difficile da definire. di nuovo dentro 2010, Il New York Times ha pubblicato una storia su 'creepypastas' confrontando storie come quella di Uomo snello e L'esperimento russo del sonno alle moderne catene di Sant'Antonio. Creepypasta sono storie spaventose o leggende metropolitane che vengono copiate e incollate da un forum all'altro. Il termine deriva dal termine originale per copiare e incollare storie, 'copypasta', per gentile concessione di (dove altro?) 4chan.

Nessuno è incaricato di vigilare su tali termini, ovviamente, ma per quanto si possa spiegare una creepypasta è qualcosa come Slender Man – una storia destinata, per design o destino, a diventare una leggenda metropolitana. Ai giorni nostri, non dobbiamo aspettare centinaia di anni prima che una storia relativamente semplice venga corrotta fino a diventare qualcosa come un lupo mannaro o un mito di vampiri. Abbiamo solo bisogno di una storia ben raccontata di un mostro convincente e terrificante e poi lasciarlo prendere piede.

Slender Man è un interessante caso di studio sul potere delle creepypasta. Slender Man, il mostro umanoide incredibilmente alto, senza volto e snello (ovviamente) visto di solito in un bel vestito ha preso d'assalto Internet. È onnipresente e una specie di mascotte creepypasta non ufficiale per Internet.

Il potere di un tale mito è innegabile e in un caso ha avuto conseguenze tragiche. Nel maggio 2014, due ragazze di 12 anni ha attirato un'altra ragazza nel bosco e l'ha pugnalata 19 volte , presumibilmente per impressionare Slender Man. Slender Man è chiaramente un personaggio immaginario con un semplice creatore compatibile con Google, Qualcosa di terribile l'utente del forum Eric Knudsen. Tuttavia, la 'leggenda' si è rivelata più forte della storia originale.

Anche le storie spaventose progettate puramente come finzione possono essere trasformate in creepypasta attraverso la pura condivisione di tutto su Internet moderno.

'Nel bene e nel male, Internet è straordinario nel non fornire l'attribuzione ai contenuti', ha affermato Straub. “Quindi le cose possono essere diffuse sul serio, senza alcuna comprensione da parte del condivisore o del consumatore da dove provengano. Non ho mai voluto che 'Candle Cove' fosse una bufala: è una storia epistolare in formato forum. Aveva il mio nome sopra e tutto il resto, ma quando le persone lo condividevano, tutto veniva cancellato. Quindi, come creatore, sono fuori forma per questo, ma come consumatore, vedo il potere che ha avuto nel far crescere la leggenda. La gente non sapeva se fosse reale o no. Non lo fanno ancora'.

La stragrande maggioranza della narrazione spaventosa su Internet, tuttavia, non rientra in quella categoria di creazione di miti 'creepypasta', che sia deliberata o meno. La storia spaventosa più comune sul web è diventata una storia ben raccontata in prima persona progettata per spaventarci. Se non sono creeypasta, quale sarebbe il termine appropriato per loro?

'Non credo che ci sia un termine ampiamente accettato, ma il termine che uso è storia del fuoco da campo', afferma David Cummings, narratore del Podcast NoSleep .

Il podcast NoSleep è uno spin off audio del popolare forum reddit r/NoSleep. r/NoSleep è attivo dalla primavera del 2010 e presenta migliaia di storie spaventose in prima persona.

Cummings, che ha iniziato la sua carriera come musicista a tempo pieno negli anni '90 e da allora è passato al lavoro di doppiaggio, è stato coinvolto nella versione podcast del forum come narratore sin dal suo inizio. Ha iniziato il podcast come volontario, ma quando nessun altro è intervenuto ha assunto le funzioni di narratore a tempo pieno. Ha descritto lo stile della 'storia del falò' di Internet in questo modo:

“Molte storie sono davvero ben realizzate e ben raccontate, ma non sono necessariamente letterarie. Non ottieni queste descrizioni grandiose. Sono senza fiato. 'Oh mio Dio, sono appena scappato da casa del mio amico e devo dirti cosa è successo'. C'è un'immediatezza e una credibilità.

L'obiettivo di ogni storia sul podcast e sul subreddit è quello di essere spaventoso, personale e, soprattutto, credibile.

C'è una devozione quasi fanatica alla sospensione dell'incredulità su r/NoSleep che ha apparentemente creato il prototipo per quasi tutti gli storytelling spaventosi di Internet. Tra le ampie regole e linee guida per il sito c'è la frase: 'La sospensione dell'incredulità è la chiave qui. Tutto è vero Qui, anche se non lo è. Non fare lo stronzo al cinema, perché le scimmie non volano'.

“Con il sudreddit NoSleep, c'è una sorta di dibattito in corso sul fatto che siano reali? Questa è finzione? Importa?' ha detto Cummings. “Devi ancora portare autenticità alla storia anche se è finzione. Penso che gran parte di esso sia che le persone sono... devi tenerle per mano e guidarle in una storia e in un'ambientazione in cui possono relazionarsi. Se inizi una storia con 'Ero un marinaio in un sottomarino e stavamo entrando nel circolo degli articoli' ... è più difficile per le persone relazionarsi. Immagino che la maggior parte delle persone non creda davvero nei fantasmi o nei demoni, ma una volta che interrompono l'incredulità ci arrivano'.

Questo nuovo modello NoSleep di sospensione perpetua dell'incredulità ha in molti modi sostituito la creazione di miti creepypasta. Dopo anni e anni di messa a punto dell'arte della storia dell'orrore su Internet, le cose sembravano essersi sistemate sulle vecchie storie di falò in prima persona. Da allora il formato ha prodotto contenuti avvincenti e inquietanti. Il genere ha ricevuto il suo Cittadino Kane da r/NoSleep stesso. L'utente di Reddit 1000Vultures, in realtà Dathan Auerbach, ha scritto la sua opera horror Penpal come una serie di sei post sequenziali r/NoSleep.

Amico di penna, iniziando con “Passi” e termina con 'Amici' , è la storia spaventosa ma anche commovente di un giovane che rievoca storie d'infanzia in cui diventa sempre più chiaro che uno stalker ossessivo lo insegue, invisibile, per molti anni. È raccontato in modo brillante e inchioda un senso di nostalgia infantile che blocca i ricordi di qualcosa di veramente sinistro.

Penpal non solo condivide l'appropriazione della nostalgia da parte di Candle Cove come dispositivo narrativo, ma condivide un incredibile livello di successo. Mentre Candle Cove è impostato per la televisione, Penpal è già stato adattato per un libro e ci sono voci in corso su un eventuale film.

Auerbach e Straub utilizzano entrambi la tecnologia moderna con risultati perfetti, sia come mezzo per far ascoltare le loro storie sia come dispositivo per raccontare storie. Candle Cove assume la formattazione di un forum e Penpal è stato inviato direttamente a un forum più che disposto a sospendere l'incredulità. È comprensibile quindi che altre storie di successo utilizzino la tecnologia come dispositivo di narrazione in modo simile.

La storia più votata su r/NoSleep è intitolata in modo convincente ' La mia ragazza morta continua a scrivermi su Facebook. Ho gli screenshot. Io non so cosa fare. Non sorprende che la storia parli esattamente di questo. L'utente di Reddit natesw racconta le sue conversazioni in corso con la sua ragazza morta tramite la chat di Facebook. La storia conclude anche le foto spontanee di natesw seduto al suo computer che si presume siano state scattate dalla sua ragazza morta.

Se l'incredulità facilmente sospesa è un segno distintivo della moderna narrazione spaventosa di Internet, non c'è da meravigliarsi se la storia di natesw ha così tanto successo. Non ci sono praticamente crepe nella narrativa che rivelano che potrebbe essere falso... a parte l'aspetto soprannaturale davvero impossibile della sua narrativa, ovviamente. L'account di natesw è rimasto in silenzio per oltre un anno e nessuno si è fatto avanti per rivendicare la paternità della storia. La narrazione era persino abbastanza convincente da necessitano di una pagina di Snopes . Snopes, da parte sua, lo classifica come 'Leggenda'.

Questa è la cosa di queste storie. Per le capacità di condivisione intrinseche di Internet, qualsiasi narrativa in prima persona ben raccontata può essere classificata come 'Leggenda' da Snopes. E qualcosa in questo è confortante, come se chiunque fosse a una buona storia dal diventare una leggenda.

Come evidenziato dal loro crescente successo, creepypastas/storie di falò/qualsiasi-voglia-chiamarli-rappresentano in molti modi la promessa di Internet. Internet, come è stato spesso osservato, significa democratizzazione dell'arte e dello spettacolo. Come abbiamo visto da molti insulsi video di YouTube o post di Facebook autoindulgenti, tuttavia, non tutti hanno avuto qualcosa da dire. Non tutti possono avere successo nelle arti drammatiche o comiche.

Ma storie spaventose? Tutti ne abbiamo uno. Abbiamo tutti quella leggenda o un'esperienza personale inspiegabile nella tasca posteriore per la prossima volta che ci sarà un raduno di falò. Ora non abbiamo nemmeno bisogno di aspettare per questo.

Quando è stata presentata la mia teoria secondo cui tutti hanno almeno una buona storia di fantasmi, Kris Straub ha condiviso la sua.

'Questa non è una gran storia di fantasmi, ma è quello che ho ottenuto', ha detto. “Avevo circa 9 anni quando è morto il mio adorato nonno. La camera da letto della mia infanzia aveva due porte: una per il corridoio e una per la camera dei miei genitori. Se ne aprissi uno, l'altro si aprirebbe da solo. Mio fratello minore ha detto che forse era nostro nonno che si assicurava che avessimo sempre una porta aperta in modo da poter lasciare la stanza.

“Ora, anche a quell'età, sapevamo entrambi che era a causa del cambiamento della pressione dell'aria nella stanza, se aprivi una delle porte abbastanza velocemente. Allora perché, quando è successo, ho ancora avuto una sensazione un po' inquietante? L'idea di un fantasma indugiava ancora nella mia testa. La scienza non ha aiutato. Penso che sia una cosa molto umana, l'incertezza. È per questo che esiste l'orrore'.

Altre Creepypastas e Storie spaventose

Ecco alcune altre storie del genere creepypasta / falò su Internet per spaventarti a morte:

1999 - Molto simile nello spirito a Candle Cove, 1999 è stato originariamente pubblicato su Creepypasta Wiki e tratta di un giovane canadese che indaga su un misterioso canale via cavo locale della sua infanzia.

Ted lo Speleologo – Questa è forse la creepypasta più antica, che risale a un blog angelfire del 2001. Lo scrittore, Ted, descrive in dettaglio la sua esplorazione di una misteriosa grotta con il suo amico.

Corrispondenza – La corrispondenza è una serie in corso su r/NoSleep da quattro anni. L'utente di macchie di sangue pubblica storie senza alcuna spiegazione che sembrano provenire da un bot o da un'entità soprannaturale. Assicurati di controllare le sezioni dei commenti per ogni storia, poiché iniziano a diventare molto meta.

Il suicidio di Squiddi – Il suicidio di Squiddi ha un indice di credibilità molto basso ma è adeguatamente agghiacciante. È una narrazione in prima persona di una persona che sostiene di essere stata una volta stagista alla Nickelodeon e scopre un episodio perduto di Spongebob Squarepants creato da uno psicopatico sconosciuto.

Jeff Il killer - Jeff the Killer è uno dei pochi spauracchi di Internet lontanamente vicino per statura a Slender Man. La narrazione è un po' debole e una chiara mossa per creare una leggenda. Ma la foto che accompagna sempre le storie di Jeff the Killer è sinonimo del concetto di tutte le creepypasta. Ci sono anche alcune fan art di Slender Man vs. Jeff the Killer là fuori.

La Casa Dionea – The Dionaea House è un altro dei primi creepypasta, risalente al 2004, scritto da Eric Heisserer, che da allora ha effettivamente riscontrato un certo successo nell'industria cinematografica. Quella conoscenza può rovinare la verosimiglianza della storia in una certa misura, ma è ancora profondamente inquietante. Ed è scritto nello stesso formato epistolare di molti creepypasta.

La storia di lei che tiene in mano un'arancia – Molte storie su r/NoSleep possono avere un po' di problemi con il finale... in quanto non lo fanno. La storia di lei che tiene un'arancia è altrettanto prolissa, ma almeno diventa più spaventosa man mano che va avanti. È piuttosto terrificante nella sua semplicità.

(´ ・ ω ・ `) – Ok, il titolo della storia completa è in realtà '[Aiuto!] La ragazza che mi piace non risponde alle mie email (´・ω・`)' ma è più frequentemente identificata come il simbolo simile a quello di Prince '(´・ω ・`)” Di tutte le storie su Internet mai pubblicate, questa avrebbe il mio voto come molto probabilmente reale al 100%. La storia è apparsa originariamente sul forum giapponese 2channel nel 2011 e presenta il poster originale sempre più disperato che chiede consiglio alla sua ragazza 'Denko'. Il terrore nasce dal poster senza nome, che finisce ogni post con '(´・ω・`)' e sembra essere l'unica persona sul sito che non si rende conto di essere uno stalker terrificante.

Autopilota - Corto. Dolce. Devastante.

le docce – Quando si descrive l'ideale platonico di ciò che dovrebbe essere una storia di un falò su Internet, è così. Potrebbe non essere il massimo, ma esemplifica perfettamente il formato. L'autore racconta una storia personale su un luogo infestato abbandonato che gli è stato raccontato, quindi lo indaga e fornisce al lettore ampi 'aggiornamenti' e foto. Per tutto il tempo, avendo un forte senso della narrativa e ciò che è veramente spaventoso.

Una versione di questa storia è stata originariamente pubblicata il 27 ottobre 2015.