Storia delle vele nere: il vero Charles Vane

Sappiamo molto poco dei primi anni di vita di Charles Vane. La storia lo raccoglie per la prima volta nel 1715 o 1716 (anche questo non è sicuro) quando viveva a Port Royal, in Giamaica. Le note dell'epoca indicano che si era trasferito di recente lì, ma da dove, semplicemente non sappiamo.

Alcune persone credono che Charles non fosse nemmeno inglese, era francese (Vané). Se è così, probabilmente era un protestante (una distinzione importante quando si combattevano guerre di religione e i francesi continuavano a perseguitare i non cattolici).

Se così fosse, lo storico Charles Vane potrebbe effettivamente essere stato uno 'schiavo' in qualche momento. Dal 1686 al 1688, il re di Francia ordinò a tutti i protestanti francesi (gli ugonotti) di essere trasportati nell'isola di Martinica, lì per servire come... Ebbene, tra la differenza di tempo di 300 anni e la traduzione dal francese, la parola non è abbastanza chiara .



Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento: inizia subito la prova gratuita

La maggior parte degli storici moderni la chiama 'servitù a contratto' in cui una persona è sotto contratto per lavorare senza retribuzione per un certo numero di anni. Ma questi tipi di 'servi vincolati' erano spesso obbligati a lavorare molti anni oltre la loro effettiva aspettativa di vita. Inoltre, potevano essere comprati o venduti, senza voce in capitolo.

Altri storici guardano più da vicino al mondo francese e li chiamano 'servi della gleba' (è importante ricordare che, in questo periodo, gli antichi sistemi di governo medievali erano ancora parzialmente in vigore). Anche questa non è una parola molto piacevole. Un gruppo ancora più piccolo guarda ai fatti della servitù e li chiama semplicemente schiavi.

Comunque, se Vane fosse parte di questo gruppo, sarebbe stato trasportato dalla Francia alla Martinica. Lì avrebbe incontrato una situazione insolita. Vedete, quando altri paesi sequestravano gli indesiderabili e li mandavano fuori come - chiamiamoli schiavi - quelle persone non avevano molto in comune con le persone a cui erano vendute. Gli inglesi protestanti hanno reso schiavi gli irlandesi cattolici, gli spagnoli hanno reso schiavi i nativi americani e gli inglesi/olandesi che potevano catturare, e praticamente tutti hanno reso schiavi gli africani.

Ma la Martinica era popolata, non da cattolici francesi, ma da altri ugonotti, più ricchi e fortunati, che avevano visto quello che stava per succedere nella politica francese e avevano acquistato terreni nella nuova colonia della Martinica. Queste persone non si sentivano a proprio agio con la schiavitù di gente così simile a loro, quindi nel 1688 abbandonarono il sistema e lasciarono l'isola, rimuovendo circa 1/3 della sua popolazione in una rivolta pacifica.

La maggior parte di questi francesi protestanti si diresse verso le colonie inglesi, e sarebbero passati 17 anni prima che ottenessimo il nostro primo buon rapporto su Charles Vane, che viveva nell'antica città pirata di Port Royal. Questo avrebbe dato al giovane un sacco di tempo per anglicizzare se stesso, e molte ragioni per rispondere 'No!'

Nel 1715 o 1716, Vane si unì all'equipaggio corsaro di Henry Jennings. Jennings era legale (non ancora un pirata) ma faceva anche parte di un vasto movimento illegale per rovesciare il re inglese in carica Giorgio I e sostituirlo con lo Stuart (scozzese) Giacomo II. Jennings è stato uno dei fondatori della colonia pirata di Nassau. Si oppose a Ben Hornigold e arrivò persino a offrire a Giacomo II una marina completa, composta interamente da pirati, se James avesse riconosciuto Nassau come nazione indipendente.

Ma a questo punto, Jennings stava saccheggiando il relitto della flotta del Tesoro spagnolo del 1715 (incluso lo storico Salire ) lungo la costa della Florida. Gli spagnoli avevano inviato il loro esercito per recuperare e difendere l'oro, e Jennings guidò uno dei numerosi eserciti di pirati che combatterono gli spagnoli su e giù per la spiaggia per mesi.

Guarda Black Sails su Amazon

Jennings, Vane e l'equipaggio tornarono a Nassau con £ 87.000 in oro. Era tutto illegale: Spagna e Inghilterra non erano in guerra, ma per qualche ragione ($$$) le autorità non fecero alcuno sforzo per punire Jennings o il suo equipaggio. Jennings ha quindi deciso di saccheggiare illegalmente l'Avana.

Tutto ciò che riuscì a catturare fu una grande nave mercantile francese, e questo con l'aiuto del pirata in ascesa Sam Bellamy. Jennings ha poi litigato con Bellamy 9 probabilmente sulla parte del bottino di Bellamy) e Bellamy se ne è andato con la maggior parte del bottino. Bellamy ha poi unito le forze con Hornigold.

L'incidente causò una tempesta internazionale e, per placare i francesi, gli inglesi dichiararono Jennings un pirata.

Vane continuò con Jennings, saccheggiando navi e torturando le persone per trovare denaro nascosto o ottenere informazioni sugli orari delle spedizioni, fino al 1718, quando acquisì il proprio comando, un brigantino spagnolo che ribattezzò Ranger . Come molti pirati, Vane ha scambiato navi diverse volte durante la sua carriera, aumentando di dimensioni, velocità e armamento. Ma chiamava sempre qualunque nave stesse usando Ranger.

Sembra che Vane abbia racimolato Calico Jack Rackham come quartiermastro più o meno in questo periodo. Woods Rogers era sbarcato con successo a Nassau e offriva la grazia a qualsiasi pirata che promettesse di smettere di rubare roba. Vane, e in misura minore Rackham, furono alcuni degli irriducibili che si rifiutarono di accettare il perdono.

Il 6 luglio 1718, Vane entrò nel porto di Nassau nel tentativo di bruciare la flotta di Woods Rogers. Ci riuscì quasi, ma fu cacciato via, quando i pirati di Nassau non si sollevarono per unirsi a lui. Vane quindi andò a Charlestown, bloccò il porto e rubò tutte le vanterie che poteva farla franca. Apparentemente aveva intenzione di aumentare la propria marina e riprendere Nassau con la forza.

Forse con questo piano in mente, Vane cercò il semi-pensionato Barbanera sull'isola di Ocracoke nel settembre o nell'ottobre del 1718. I due equipaggi fecero festa insieme per diversi giorni, poi si separarono. Barbanera fu ucciso il 22 novembre dello stesso anno.

Vane aveva avuto molto successo finanziario, ma non era popolare tra il suo equipaggio. Sia che volessero andare a Nassau e arrendersi, o semplicemente stanchi di stare con un uomo a cui apparentemente piaceva ferire le persone per divertimento (i veri pirati non erano così assetati di sangue come venivano ritratti) l'equipaggio voleva sbarazzarsi di Vane.

La loro opportunità arrivò quando Vane si rifiutò di attaccare un mercante francese pesantemente armato. Non sapremo mai i dettagli di quello che è successo, ma il risultato è stato che Jack Rackham ha chiesto un voto di sfiducia al capitano Vane, accusandolo di codardia. Vane ha cercato di manovrare il voto, ma non è riuscito ed è stato rimandato a bordo di una delle navi più piccole catturate.

Rackham tornò a Nassau, incontrò Anne Bonny, ricevette il perdono e poi spese la maggior parte del suo tesoro piratesco per corteggiarla e persuaderla a sposarlo.

Vane, nel frattempo, iniziò subito a ricostruire la sua flotta pirata. Stava andando abbastanza bene, con una crescente collezione di barche, quando un uragano lo ha portato fuori. Si è arenato su una piccola isola, vivo ma con un solo membro dell'equipaggio. I due hanno vissuto sull'isola per mesi, mangiando frutta e tartarughe. Alla fine una nave capitanata da un vecchio amico di Vane li trovò.

Ma i tempi erano cambiati. Holford, il vecchio amico di Vane, era andato dritto. Tolse il membro dell'equipaggio, ma si rifiutò di prendere Vane, dicendo: 'Non mi fiderò di te a bordo della mia nave a meno che non ti porti un Prigioniero, perché ti farò cablare con i miei uomini, picchiami sulla testa e scappa via con la mia Nave un pirata”.

Vane è stato lasciato sull'isola da solo. Quando arrivò la nave successiva, Vane dichiarò di essere un marinaio onesto e firmò a bordo della nuova nave come marinaio. La sua fortuna, però, lo aveva abbandonato. Poco dopo, la nave su cui stava servendo si imbatté nella nave del capitano Holford, che riconobbe Vane e lo lasciò.

C'era una ricompensa sulla testa di Vane, e fu portato in Giamaica e processato come pirata. Sebbene questo genere di cose di solito accadesse rapidamente, impiegando al massimo poche settimane, Vane rimase in prigione per oltre un anno. Poi Charles Vane, pirata e rivoluzionario, uscì con un piagnucolio, non con la forte esplosione che avrebbe voluto. Fu impiccato il 29 marzo 1720.

TS Rhodes è l'autore di L'impero dei pirati serie . Lei blog sui pirati a thepirateempire.blogspot.com