Recensione finale della serie Black Sails: Stagione 4 Episodio 10 – XXXVIII

'Vengo da Nassau.'

Nassau. L'isola che ha portato la follia a tutti, da Jack Rackham a Max a Mad Billy a Mad Flint.

Sì, sapevamo che Thomas sarebbe stato in questo episodio. Era un'inevitabilità, creata abbastanza tempo fa. È la cosa che ha incuriosito le persone che amano Flint, proprio come il disordine tra Madi e Silver incuriosisce il resto di noi. Toby Stephens ha la possibilità di mostrare le sue doti di attore – grazie agli dei le ha ancora dopo alcune delle sciocchezze all'inizio di questa stagione.



Jack Rackham indossa di nuovo il cappotto giallo che ha indossato per la prima volta per sedersi in consiglio con Barbanera. Poi fu ignorato e umiliato. Ora, non così tanto. Il cappotto è logoro e sporco, un vero cappotto da pirata. Ora Flint deve chiedere il permesso, per ricordare a Silver dei coltelli nella schiena.

Possiamo vedere gli incroci che volevamo. Billy contro Flint. Non importa come ci sono entrati: questa lotta, come la maggior parte di loro, non ha molto senso. La loro lotta nel sartiame è una cosa bellissima, piena di rabbia, sangue e occhi sbarrati. Buon spettacolo ai coreografi, che si sono sicuramente guadagnati da vivere questo episodio!

Per quanto riguarda la rabbia e la confusione, Silver va sottocoperta per il tipo di atmosfera cupa e lunatica che è stata la parte migliore di questo spettacolo. Incontra se stesso: 'Sono solo il cuoco'. Trova la sua amata. I raggi dorati del sole penetrante sono l'amore un dono degli angeli.

I pirati prendono Rogers - è notevole che questo sia uno sforzo congiunto tra Flint e Rackham. Poi la trattativa... Chi ha la cassa, chi recupererà la cassa, chi porterà la cassa? Israele Mani che guardano Flint, Argento che guarda la montagna.

E Silver si trasforma in filosofo. Perché, per una volta, gli uomini che guidano la guerra sono gli uomini che muoiono in guerra, e Silver non vuole pagarne il prezzo.

Flint ottiene il suo discorso. Trovare la salvezza nell'oscurità, andare nel cuore della perdita, il luogo dove non c'è più nulla da perdere, e trasformarlo in una causa gloriosa. Flint vuole che le sue perdite abbiano un significato. Ma, per la prima volta, sono in totale simpatia per Flint. Perché le persone che hanno l'oro sono in effetti quelle che ci dicono di non deviare dal sentiero. Ci stanno ancora dicendo. E la mia simpatia è ancora con quelli che vanno nel luogo oscuro e trovano i tesori che quelli con l'oro non vogliono che abbiamo.

Quindi è così. La guerra – la guerra per la quale abbiamo lavorato per quattro stagioni – non accade. I Maroons - la gente che aveva davvero bisogno di una rivolta, e che ne avrebbe davvero beneficiato - accetta di dimettersi.

Madi ha una rabbia appropriata. Ma porta a chiacchiere, spiegazioni e storie. La storia di Thomas diventa non una guarigione per Flint, ma un tutto esaurito. Che Flint possa rinunciare ai suoi sogni pur di avere un futuro con Thomas Hamilton. Flint si vende per una vita di relativa comodità in quella che equivale a una prigione da country club.

Non è esattamente quello che avremmo pensato dei temibili pirati. Ma la testa rasata che ha sfoggiato improvvisamente ha un senso. È la testa rasata di un prigioniero. Almeno possiamo vedere la sua riunione con Thomas. Avevo molta paura, mentre Flint attraversava porta dopo porta, che ci sarebbe stata negata anche questa riunione. Grazie a Dio per l'ultima stretta di mani alla testa. Valeva qualcosa.

Ma lo stesso Silver è colui che ha sconfitto la guerra dei pirati. E dall'aspetto delle cose, non gli è costato nemmeno Madi. Non penso che sia giusto. Non ho mai saputo che l'uomo avesse perso le palle, così come la gamba.

Ci sono alcune soddisfazioni qui. Woodes Rogers, totalmente umiliato e giudicato dalla storia. Il signor Featherstone, ex pirata, ex recinto di pirati, ex puttaniere, come governatore di Nassau. Max come il potere dietro il trono. Sì, la corruzione continuerà. La corruzione fa ricchezza, ed è quasi necessario... sostenuta dalla famiglia Guthrie, ovviamente.

Finiamo con Jack Rackham, che racconta le sue storie. Jack ha sempre avuto un orecchio per la storia, un occhio per il teatro. Da solo, non poteva creare un impero pirata, ma poteva creare l'inferno per Rogers, molto peggio che essere trascinato sotto una nave. E potrebbe rimanere sul conto fino alla fine.

Ha ragione lui. Le storie che raccontiamo fanno la storia. Per secoli, la storia dei pirati è stata scritta dalle corporazioni e dalle compagnie di assicurazione che hanno derubato, non dalla gente comune che ha beneficiato dell'autentico 'riflusso' dell'oro causato dalle rapine dei pirati. Il fatto che i pirati fossero all'avanguardia su cose come il risarcimento del lavoratore o l'assicurazione sulla vita, e votassero su questioni che li riguardassero e dividessero il loro bottino in un piano basato sull'equità piuttosto che sulla gerarchia era perso.

Ma il mondo sta cambiando e la storia dei pirati ha ancora un significato. Mi è piaciuto molto che l'ultimo episodio di Black Sails ce lo ricordi. Proprio come finisce con Rackham ancora in navigazione, finisce anche con l'inizio di un'altra storia. Mary Read verrà scoperta presto, e poi si aprirà un intero nuovo capitolo della storia dei pirati.

E sì, il teschio e le spade incrociate erano la vera bandiera di Rackham. A lungo possa volare.