Film di Bong Joon Ho: dove guardare in streaming

Quindi hai appena visto fare la storia la notte degli Oscar quando Parassita ha vinto come miglior film , battendo l'atteso capolista 1917 e diventando il primo film non inglese a vincere quel premio. Forse eri già un fan di Bong o forse questa è la tua prima introduzione al regista sempre più leggendario. Ad ogni modo, vuoi fare un viaggio nella memoria ed esplorare il suo lavoro precedente. E ora?

Ecco dove entriamo noi! Di seguito abbiamo raccolto i posti migliori per lo streaming dei suoi lungometraggi, coreani e inglesi, cinematografici e prodotti da Netflix. Quindi sali su quel caldo treno proiettile e abbraccia vicino il tuo super-maiale, perché lo stiamo facendo.

I cani che abbaiano non mordono mai (2000)

I cani che abbaiano non mordono mai (2000)

Ecco il lungometraggio d'esordio teatrale di Bong. Un film scoppiettante di stile e visione fin dall'inizio, I cani che abbaiano non mordono mai è un dramma soddisfacente che inizia la critica permanente del regista al capitalismo e ai guai che produce, è anche un film decisamente non per gli amanti dei cani.



Nel film, uno studente universitario svogliato e disoccupato (Lee Sung-jae) sogna di diventare un professore, ma è principalmente solo il marito senza ispirazione della moglie incinta (Kim Ho-jung). Vivono in un complesso di appartamenti dove i vicini mettono alla prova la sua pazienza fino a quando un giorno scatta e rapisce il cane di un vicino, convinto che il suo abbaiare lo stia facendo impazzire. Eppure, quando lo seppellisce effettivamente vivo, scopre una cosa divertente... in realtà non era il cane ad abbaiare. Le cose vanno di lato da lì.

Disponibile su: Amazon

L

L'ospite (2006)

Il film che ha portato Bong alla ribalta internazionale, Il padrone di casa è la versione più bizzarra e dolorosamente umana di un film kaiju che abbiamo mai visto. Il film ha segnato la seconda collaborazione di Bong con Song Kang-ho (la loro prima purtroppo non è disponibile per lo streaming). Nel film, Song interpreta Park Gang-doo, un lento ma affabile padre di una bancarella di cibo in un parco affacciato sul fiume. Alcuni anni prima, l'esercito degli Stati Uniti aveva scaricato grottesche sostanze chimiche in uno scarico che si riversava nel fiume Han, e ora quelle stesse sostanze chimiche tornano di nuovo sotto forma di un mostro gigante nato da un'infezione!

leggi di più: I migliori film horror in streaming su Netflix

Nell'attacco della creatura, la figlia di Gang-doo (Ko Asung) viene rapita dalla bestia e si presume che sia morta. Peggio ancora, Gang-doo è tenuto in quarantena e isolamento perché la creatura presumibilmente ha una malattia contagiosa. Tuttavia, quando il padre riceve una chiamata dal cellulare di sua figlia, scopre che è viva ma spaventata nelle fogne, e con il mostro che la tiene prigioniera. Così una storia sulla distruzione diventa quella su una famiglia distrutta in cerca di salvezza.

Disponibile su: Amazon

Tokio! (2008)

Tokio! (2008)

Un po' un trucco per includere questo, Tokio! sono in realtà tre cortometraggi intrecciati insieme, o meglio un 'trittico sulle storie ambientate a Tokyo', come dice la trama. Curiosamente, nessuno dei tre segmenti è stato girato da registi giapponesi. Piuttosto vengono raccontati dai punti di vista unici di Bong, Michael Gondry e Leos Carax.

leggi di più: I migliori film horror su Amazon Prime

La parte dell'antologia di Bong, 'Shaking Tokyo', studia il recente fenomeno di 'hikikomori', che si riferisce a persone che per nessuna ragione fisica o psicologica si rifiutano di interagire con la società, piuttosto si rintanano in una stanza tutto il giorno, ogni giorno. Una di queste persone è il personaggio centrale di Teruyuki Kagawa, che non ha lasciato il suo appartamento per un decennio. Ma quando incontra una bellissima ragazza che consegna la pizza, che cade nel suo appartamento a causa di un terremoto, potrebbe finalmente essere ispirato a interagire con il mondo esterno. Può essere.

Disponibile su: Amazon Prime

Madre (2009)

Madre (2009)

L'amore di una madre è una cosa profonda. È anche qualcosa che è pieno di possibilità per narratori come Bong e il suo co-sceneggiatore di questo film, Park Eun-kyo. Più intimo di Il padrone di casa , Madre è la storia di una madre (Kim Hye-ja) e di suo figlio adolescente Do-joon (Won Bin). Do-joon è un po' lento ma non è stupido. Eppure la polizia lo tratta così quando viene accusato di aver ucciso una ragazza del posto il cui corpo viene scoperto su un tetto.

Con l'intera comunità convinta della colpevolezza di Do-joon, sua madre è l'unica a provare a provare l'innocenza di Do-joon e ad aggirare l'incompetente polizia cittadina che è sicura che suo figlio sia un assassino. Ma più approfondisce i fatti del caso, più comincia a dubitare anche della virtù del suo unico figlio.

Disponibile su: Amazon

Tilda Swinton in Snowpiercer

Picchianeve (2013)

Il primo film in lingua inglese di Bong, Snowpiercer è probabilmente il suo lavoro più famoso dopo Parassita . Qualcosa di simile a quel premio Oscar, questo ibrido fantascienza / azione ha in mente la disuguaglianza di reddito con la sua rappresentazione del capitalismo al suo estremo più fiabesco: dopo che un'apocalisse fa congelare il mondo, l'ultimo dell'umanità sopravvive solo vivendo su un treno in giro per il mondo. Ma anche qui c'è un sistema di classi con i ricchi che vivono nella lussuosa parte anteriore del treno e i poveri che sopravvivono nella parte posteriore indigente. Eppure sono loro che alimentano il carburante del motore.

leggi di più: Discutere di Snowpiercer con Bong Joon Ho

Snowpiercer è un film affascinante pieno di idee sull'uso del potere, del denaro e persino del capitale politico. Ad esempio, Gilliam di John Hurt tenta sia di mediare che di progettare una rivoluzione voluta dai giovani piloti posteriori, incluso l'eroico Curtis (Chris Evans). Ma le cose vanno in pezzi quando Curtis e la parte posteriore delle richieste di uguaglianza del treno diventano troppo forti e minacciano di rovesciare la felice tranquillità dei ricchi al vertice. È una favola deliziosa.

Disponibile su: Netflix

Super Maiale a Okja

Okja (2017)

Più che uno sforzo internazionale, questa produzione originale di Netflix è purtroppo troppo sottovalutata. Piace Snowpiercer , Va bene è una fiaba con un significato molto più sfumato e adulto di un tipico libro di fiabe. Al centro c'è Mija (Seo Hyun), una bambina il cui migliore amico in tutto il mondo è Okja, un super-maiale geneticamente modificato. Per cinque anni, Okja è stata la sua compagna di giochi, ma arriva il giorno in cui arriva la società che l'ha creata per essere un tipo di maiale più delizioso.

leggi di più: Okja e come Bong Joon Ho è andato nel West

Con Tilda Swinton che interpreta i due volti della vita aziendale, della pubblicità e del management, e Jake Gyllenhaal che dà una svolta di merda che attraversa Geraldo Rivera con Steve Irwin, il film ha ampi elementi campy che possono essere deliziosi. Ma mentre Mija lotta e si meraviglia nel suo viaggio per riavere Okja, sai che sta andando in un posto oscuro e scomodo: una fabbrica di carne.

Disponibile su: Netflix

Cast in Parasite I migliori film del 2019

Parassita (2019)

Come il film che ha fatto la storia quando ha vinto l'Oscar come miglior film nonostante fosse quasi completamente in coreano, Parassita abbattuto le barriere. Poi di nuovo il suo messaggio è abbastanza universale. Dispensando dagli elementi allegorici e dall'artificio degli altri suoi film, Bong tratta la disuguaglianza di reddito al centro del Parassita con inquietante naturalismo, anche se il suo film si snoda come un thriller.

I brividi nascono dal conflitto che nasce tra due famiglie, i Kim e i Parks. I primi vivono in letterali grondaie con il loro appartamento nel seminterrato, e il secondo vive in una casa sontuosa su una collina. I Kim sono anche truffatori che si fanno strada per diventare ogni servitore occupabile che i Parks possano mai desiderare. Tuttavia, resta la domanda: chi sta usando chi?

Disponibile su: Amazon

David Crow è l'editor della sezione cinematografica di Den of Geek. È anche membro della Critics Choice Association e della Online Film Critics Society. Leggi di più sul suo lavoro qui . Puoi seguirlo su Twitter @DCrowsNest .