Confrontando The Amazing Spider-Man con Spider-Man

La risposta a L'incredibile Spider-Man è stato ampiamente positivo, considerando come le aspettative non fossero esattamente alle stelle nel periodo precedente alla sua uscita. Venendo tra I Vendicatori e Il Cavaliere Oscuro risorge, il marketing era ansioso di presentare il film come un parente più stretto di quest'ultimo che del superlativo divertimento che abbiamo ottenuto dal grande team di supereroi della Marvel.

Se dovessimo speculare su una ragione per questo, è che il riavvio è essenzialmente un aggiornamento per l'accordo della Marvel con Sony sui diritti dei personaggi. Proprio come Fox deve continuare a fare X-Men film se vuole mantenere i diritti su quella proprietà, Sony ha dovuto farne un altro Uomo Ragno film per evitare la situazione in cui torna alla scuderia della Marvel e si unisce alla formazione in I Vendicatori 2.

Dopo essersi separato da Sam Raimi, che aveva intenzione di fare Spider-Man 4 allo stesso modo della sua precedente versione retrò della serie, lo studio ha deciso di tornare all'inizio e riavviare, ma sono passati solo poco più di dieci anni dall'ultima volta che abbiamo visto una versione della storia delle origini di Spider-Man, nel 2002 Uomo Ragno .



Personalmente, ho visto il film senza il bagaglio dei film precedenti, cosa che mi è piaciuta, ma è interessante confrontare come le diverse troupe abbiano adottato approcci diversi alla storia delle origini. Quanto sono diversi in sostanza? Alcuni dei cambiamenti nel riavvio sono semplicemente per il gusto del cambiamento? E, naturalmente, quale fa un lavoro migliore?

Peter Parker

Qualunque Uomo Ragno il film ha questo giovane al centro, ed è merito di Andrew Garfield se fa un lavoro così spettacolare in un ruolo che è già stato affermato da Tobey Maguire. I due attori interpretano il personaggio in modo molto diverso, ma la sensazione prevalente che ne deriva L'incredibile Spider-Man è che vuoi che Garfield continui a interpretare Peter per il prossimo futuro.

Tuttavia, è un caso quasi unico in cui la performance di un attore è così piacevole da superare qualsiasi problema percepito con il personaggio. Il Peter di Maguire è un cretino, in tutto e per tutto. È nerd, forse separato dai suoi compagni di classe dal fatto che vive con parenti molto più anziani. I suoi genitori non sono nemmeno menzionati. Il Peter di Garfield è, al contrario, un emarginato, che ha connotazioni più cool che coinvolgono skateboard e capelli grandi.

Il Peter di Garfield è in qualche modo simile a Edward Cullen di crepuscolo , sebbene sia molto più interessante per la virtù dei poteri del ragno e delle espressioni facciali. Molti hanno sostenuto che si comporta come Spider-Man anche prima di essere imbevuto di superpoteri, passando per la scena in cui difende un compagno di classe, provocando un pestaggio da parte di Flash Thompson.

Qualunque siano i problemi con la sceneggiatura, di cui parleremo più approfonditamente in seguito, il talento e il grande carisma di Garfield traspaiono a prescindere. È abbastanza diverso da Maguire che possiamo apprezzare entrambi in modi diversi: l'originale Peter lascia il liceo circa mezz'ora in Uomo Ragno, mentre L'incredibile Spider-Man sembra essersi adagiato lì per tutta la durata della sua trilogia pianificata, e forse è ora che questa interpretazione più popolare di Peter arrivi sul grande schermo.

La storia delle origini

Ecco dove il riavvio cade un po'. Mentre Spider-Man ha analizzato i perché e i come dell'avventura di Peter con un ragno geneticamente modificato nei primi dieci minuti circa, L'incredibile Spider-Man espande l'origine al lungometraggio e all'indietro nell'infanzia di Peter. Gran parte della 'storia non raccontata', minacciosamente promessa nel marketing del film, non viene comunque alla luce in questa prima puntata.

Nella fase precedente all'uscita del film, non era raro vedere messaggi sulla Twittersphere che andavano sulla falsariga di 'Non mi interessa davvero dei genitori di Spider-Man', ed è difficile non essere d'accordo, dato quello che hanno arrugginito. C'è qualcosa da dire per l'implicazione che Peter abbia ottenuto i superpoteri solo dal suo morso, piuttosto che, diciamo, una trasfusione potenzialmente letale di veleno di ragno perché il lavoro di suo padre lo ha portato a immischiarsi con il DNA di Peter, ma non l'abbiamo sentito prima da qualche parte ?

Guarda come l'ultimo grande riavvio di una proprietà Marvel ha gestito la sua rivisitazione della storia delle origini. L'incredibile Hulk mostra Bruce Banner di Edward Norton sottoposto a radiazioni gamma durante un montaggio nei titoli di testa, con alcuni dialoghi successivi che legano la sua ricerca al siero del super-soldato che ha creato Capitan America. L'incredibile Spider-Man prende così l'iniziativa dal torto Hulk film – del 2003 Hulk ha anche collegato la sua storia di origine agli esperimenti di un padre scienziato.

Se consideriamo la morte di zio Ben come parte della storia delle origini, e dovremmo, allora il primo film fa di nuovo un lavoro migliore, escludendo il ridicolo retcon eseguito in L'Uomo Ragno 3. Anche se Martin Sheen è superbo nei panni dello zio di Peter, puoi vedere i realizzatori che girano in punta di piedi intorno alla storia come la conosciamo - la versione di questo film della linea classica, 'Da un grande potere, derivano grandi responsabilità' non passa l'appello, proprio perché il gli sceneggiatori stanno ovviamente cercando di dirlo senza usare quelle parole.

Strutturalmente parlando, puoi allineare il film del 2002 con Superman: il film, ma il reboot del 2012 prende spunto, in più di un modo, da Batman ha inizio. È un racconto molto più oscuro, per lo più serio, di una storia che già conosciamo, e non è che ci fosse qualcosa di sbagliato nell'interpretazione più vivace e colorata di dieci anni fa. E ancora più problematico è che non c'è un singolo supereroe che sembra meno a suo agio in un adattamento di Nolan rispetto a Spider-Man.

Uomo Ragno

Sebbene Peter Parker sia Spider-Man, ci sono ancora motivi per confrontare separatamente le rappresentazioni del film di lui mascherato, specialmente quando si può sostenere che il film precedente ha un Spider-Man migliore, anche se Garfield è un Peter migliore di Maguire. Non dipende molto dagli attori, visto che il design di Spidey sostanzialmente preclude le espressioni facciali, non importa quanto tu sia bravo a recitare.

Questo riguarda più il design, la direzione e la sceneggiatura e le differenze che rendono l'originale molto migliore. Il costume in L'incredibile Spider-Man è semplicemente brutto e, francamente, è diverso per amore della differenza. Forse è un po' più pratico, e forse è leggermente più credibile che un adolescente con poco reddito disponibile possa assemblarlo, ma è una versione inferiore della variante più colorata vista nella trilogia originale.

I problemi non si fermano al costume, però. Gran parte del riavvio si concentra sul servizio di fan e sulle presunte correzioni delle decisioni creative negli adattamenti precedenti: visto che gli spara-ragnatela meccanici sono ben gestiti in questo, è difficile dichiarare una preferenza per quel tipo o per il web organico visto nei film di Raimi, ma ci sono altre difficoltà.

Ciò include la tendenza di Spider-Man a fare battute, un aspetto molto celebrato dei fumetti che spesso ha i suoi cattivi spinti alla distrazione (e alla sconfitta) da quanto sia fastidioso. Sul grande schermo, il pubblico potrebbe simpatizzare con loro, invece di godersi quanto irriti i suoi nemici alla sottomissione.

Che si tratti della scrittura o dell'incapacità di cui sopra per le espressioni facciali, le battute di Spidey non escono come dovrebbero nel riavvio. Non ho mai capito perché la gente sosteneva che fosse assente nella versione di Raimi; fa alcune battute durante tutti e tre i film, ma non arriva nemmeno a sembrare che stia facendo una brutta routine in piedi.

New Spidey ha alcuni momenti stellari, però, con la scena in cui salva un bambino da un'auto in fiamme sospesa a un ponte che è un punto culminante particolare. Una delle decisioni davvero buone nel film è mostrare questo momento come il punto in cui Peter realizza il potere di Spider-Man come simbolo di speranza, e la sua interazione con il ragazzo è adorabile.

Allo stesso modo, l'idea di avere Peter con sé lo zaino mentre combatte il crimine è un bel tocco che conferisce davvero un'autenticità alla sua geek che potrebbe non essere presente attraverso il suo supereroismo non così saggio e generale. Ci aiuta a ricordarci che è sotto la maschera. Ma onestamente, non ho mai perso quella sensazione quando guardavo i film originali, anche se Garfield va senza maschera molto più spesso di Maguire. Questo è un problema con la rappresentazione dell'eroe, se non con Peter.

Il cattivo

Se non altro, Dylan Baker può trarre conforto dal fatto che la sua Lizard probabilmente sarebbe stata migliore, se fosse stata annullata Spider-Man 4 venire a passare. Avendo interpretato il dottor Curt Connors in Spider-Man 2 e Spider-Man 3, c'erano un po' più di basi per la sua relazione con Peter prima che si trasformasse accidentalmente in una lucertola gigante rispetto a quanto previsto dal riavvio.

Rhys Ifans fa un buon lavoro, ma ha sorprendentemente poco da masticare nel suo ruolo di Connors. A parte vaghe allusioni alla sua amicizia con il padre di Peter, che sembra essere tutto ciò che resta della 'storia non raccontata' altrimenti implicita dopo le riprese e le modifiche, non c'è molto di lui. Certamente, non c'è alcuna ragione fattibile fornita nelle sue brevi scene pre-Lizard con Peter per il suo desiderio immediato di trasformare tutti gli altri in una lucertola non appena avviene la sua trasformazione.

Confronta questo con il cattivo di Raimi's Uomo Ragno. Sebbene i problemi con il casting dell'attore più espressivo del mondo e poi metterlo sotto una maschera statica in fibra di vetro dovrebbero parlare da soli, Willem Dafoe ha molto lavoro da fare come nemico più iconico di Spidey, Norman Osborn, noto anche come Green Goblin. Il suo arco narrativo crea una sottotrama che alimenterebbe l'intera trilogia, in un modo che l'eventuale impegno di Connors in un manicomio semplicemente non lo fa.

Ancora più importante, il suo rapporto con Peter è meglio stabilito. Sebbene i film abbiano tendenzialmente escogitato connessioni tra Peter e l'antagonista, a volte, da qui l'orribile retcon con Sandman e Zio Ben, Raimi lo ha sempre fatto meglio di quanto Webb riesca a fare. A Norman piace Peter, Peter ammira Norman, e quindi i loro scontri con i superpoteri in realtà significano qualcosa in seguito, specialmente quando Norman cerca di perorare la sua personalità fratturata per conto di Peter.

C'è un tentativo ridicolo di fare la stessa cosa in L'incredibile Spider-Man, che si concentra su Connors che ha un accordo con se stesso. Non un argomento, ma semplicemente una discussione interiorizzata con la sua doppia personalità sul tema dell'uccisione di Spider-Man. Sono entrambi per l'idea. Tutto questo per non parlare della terribile CGI usata per rendere l'alter ego della lucertola di Connors, il che si aggiunge a uno schieramento di uno dei nemici più interessanti di Spider-Man che è sottodimensionato, oltre che in ritardo.

Romanza

Per il meglio o il peggio, crepuscolo è emerso molto nelle analisi delle persone di L'incredibile Spider-Man . Visto che Gwen Stacy è una ragazza con un padre poliziotto, che si innamora di un solitario dai capelli grandi e superpotenti, non puoi negare del tutto i paralleli. È una scossa rispetto alla dinamica in corso tra Peter e Mary Jane nei film di Raimi.

Per quanto riguarda la storia delle origini, la chimica tra Tobey Maguire e Kirsten Dunst vende la storia d'amore tra Peter e Mary Jane. La adora da lontano e, alla fine del film, siamo gratificati nello scoprire che si è innamorata di Peter, non del suo alter-ego, nonostante un iconico clinch sotto la pioggia. È solo nei sequel che la Dunst inizia a infastidire un po' lo spettatore, con i suoi problemi che diventano meno significativi rispetto ai problemi che Peter affronta ogni giorno.

Gwen non è il tipo da essere rapita alla fine di ogni film e nemmeno urlare a squarciagola. E francamente, la interpretazione di Emma Stone è ciò che ti farà perdere la testa innamorata dell'attrice, se non eri già lì, dopo i suoi simpaticissimi turni in Zombieland e Facile un.

Rendendo Gwen l'intellettuale pari a Peter, c'è una connessione che non abbiamo visto quando corteggiava goffamente l'ape regina Mary Jane nei film precedenti. Sebbene la scena sul tetto in cui Peter trascina Gwen nel loro primo bacio non è iconica come il vicolo sotto la pioggia – e probabilmente, nient'altro in questo film è così iconico – l'attrazione fumante tra loro è una delle cose migliori riguardo al riavvio. Aspettatevi lacrime, se i sequel traggono ispirazione dalla saga dei fumetti di Gwen Stacy.

E il resto…

L'incredibile Spider-Man non solo compensa la mancanza di JK Simmons omettendo J Jonah Jameson dalla storia, ma avendo un paio di personaggi il cui casting è ugualmente perfetto. Oltre ad avere un Peter Parker migliore, il reboot sostituisce l'originale scegliendo Martin Sheen come zio Ben e Denis Leary come George Stacy.

Il Capitano Stacy di James Cromwell è apparso solo in Spider-Man 3, ma tenendo conto di quanto sia fantastico Leary nel ruolo, non è difficile concludere che Cromwell sembri peggio. Il superbo tempismo comico di Leary ravviva i momenti più lenti del film, anche se la fissazione del suo personaggio nell'arrestare Spider-Man piuttosto che fermare la lucertola gigante, anche dopo che ha lanciato un attacco biologico sul suo territorio, fa parte dello sfortunato debito di questa versione nei confronti di Christopher Nolan Batman film.

Se Uomo Ragno è equivalente a uno Spider-Man: The Movie alla Richard Donner, quindi L'incredibile Spider-Man è Spider-Man Begins, ma la versione oscura e spigolosa di Spider-Man non si adatta affatto al webslinger. Altri valutano il riavvio più in alto di noi, ma alla fine è un tentativo piuttosto vuoto di differenza per amore della differenza, con alcuni colpi di genio del casting per renderlo guardabile.

Tenendo conto dell'inflazione e tenendo conto del sovrapprezzo 3D, il risultato al botteghino del film lo rende l'attore più debole di tutti i film di Sony Uomo Ragno caratteristiche, quindi forse il pubblico non era così interessato all'idea di uno Spidey più oscuro rispetto ai critici, che in gran parte sembrano averlo apprezzato. Possiamo almeno essere d'accordo sul fatto che Andrew Garfield dovrebbe interpretare di nuovo Spider-Man. Preferiremmo solo vedere Sony fare un accordo con la Marvel, in modo che possa presentarsi in I Vendicatori 2.

In definitiva, il principale difetto di L'incredibile Spider-Man non è che sia arrivato dopo una corsa ampiamente acclamata con il personaggio di Sam Raimi, ma che sarebbe ancora il film più debole se cambiasse posizione con la versione del 2002 della storia delle origini, e fosse uscito per primo. Uomo Ragno è diventato immediatamente iconico quando è stato rilasciato, ma non c'è molto da ricordare in questo giro della storia ormai familiare.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .