I clown raccapriccianti non sono una novità: una storia breve ma inquietante

Nonostante ciò che i media ci hanno detto ogni volta che il fenomeno è emerso, i pagliacci raccapriccianti sono in agguato tra noi da molto tempo.

Nel settembre 2014, i residenti di Northampton, in Inghilterra, hanno iniziato a segnalare uno sconosciuto profondamente inquietante in mezzo a loro. Il Clown di Northampton, come venne conosciuto , si diceva che assomigliasse a Pennywise del romanzo di Stephen King del 1986 è , completo di ampio abito intero, viso bianco, grande naso rosso e parrucca rosso fuoco. Non si divertiva o creava animali con palloncini. Non aveva una bottiglia di seltz né faceva gag di torte. Allo stesso tempo non ha ferito le persone, non ha mai detto una parola, e questo potrebbe essere stato parte del problema. Tutto ciò che faceva durante le sue apparizioni sporadiche e inaspettate era stare agli angoli delle strade e guardare torvo i passanti. Se me lo chiedi, è molto più spaventoso che se avesse una motosega.

Sospettavo da quell'apparizione iniziale che ci fosse qualcosa di più sinistro in corso, che il Northampton Clown fosse solo un presagio dei tempi bui a venire, e gli ultimi cinque anni mi hanno dato ragione. Dopo che il Clown di Northampton è scomparso (presumibilmente rivelando la sua identità di attore e artista locale), altri hanno iniziato ad apparire. Nel maggio 2014, un altro clown (questo con una complice in una maschera da scimmia) rapinato un'altra banca in West Virginia. All'inizio di ottobre 2014, un certo numero di residenti di Bakersfield, California ha riferito di aver visto diversi pagliacci aggirarsi per le strade notturne . Quei pagliacci erano armati... Uno è apparso a Staten Island, New York. Come il Clown di Northampton, non faceva altro che fissare gli estranei in un freddo silenzio. Ma poi un clown si è presentato in un parcheggio dell'Alabama , e questo ha iniziato a terrorizzare le famiglie intrappolate nelle loro auto.



Dal 2015, pagliacci raccapriccianti sono stati avvistati nella Carolina del Nord e del Sud, in Georgia, in Florida, nel Wisconsin, a nord dello stato di New York, nel New Jersey e in una mezza dozzina di altri stati. Alcuni sono armati , alcuni avrebbero cercato di attirare i bambini nei boschi, e sono stati effettuati diversi arresti . Quelle persone, che non molto tempo fa stavano agitando le braccia sull'apocalisse zombie, hanno finalmente riconosciuto (come ho avvertito negli ultimi trent'anni) che la vera minaccia non deriva dai non morti barcollanti, ma dalla popolazione dei clown.

E credimi: questa recente ondata di avvistamenti non è una novità.

Non è una sorpresa, davvero, che l'immagine dei clown sia arrivata a questo, perché in un certo senso è lì che è iniziata. Ci sono prove geroglifiche che una forma di clown esisteva nell'antico Egitto. Sappiamo che sia i greci che i romani avevano i loro pagliacci. I clown lavoravano nelle corti del Medioevo. La cosa interessante è che fino al Medioevo, il clown e il maniaco dello spettacolo erano essenzialmente la stessa cosa. I giullari e gli sciocchi che intrattenevano i re, oltre a indossare costumi bizzarri, che facevano presagire gli abiti sgargianti indossati dai pagliacci di oggi, erano spesso nani o coloro che erano in qualche modo deformi.

Fu solo dopo il Medioevo che il clown e il mostro si separarono - il burlone, il burlone, quello con l'abito buffo che andava da una parte, il mostro umano contorto che andava dall'altra, finendo entrambi nei circhi itineranti - uno in mostra in gabbie e sul palco.

Il primo clown moderno, ovvero il primo dei clown come li abbiamo accettati, è stato Joseph Grimaldi, un intrattenitore britannico estremamente popolare alla fine del XVIII secolo. E questo, immagino, è dove sono iniziati i problemi.

C'era sempre qualcosa di insidioso nei clown, e i bambini molto più degli adulti sembravano riconoscerlo istintivamente. Non sapevi mai cosa stava succedendo dietro il cerone e quegli occhi nascosti, quelle bocche scolpite in sorrisi artificiali. Sembravano felici e si comportavano felici, ma era una felicità che danzava sull'orlo dell'isteria, una gioia maniacale che minacciava, in un secondo, di scivolare in una rabbia omicida o in un odio freddo senza perdere un battito di cuore.

Quindi ecco una breve e tristemente incompleta infarinatura di alcuni dei pagliacci più famosi della storia, sia di fantasia che di altro tipo.

Storia dei Clown Raccapriccianti - Pagliacci (1892)

Pagliacci (1892)

Quindi pensi che i pagliacci assassini con i coltelli da macellaio siano qualcosa di nuovo? Qualche recente invenzione di un mondo postmoderno freddo e cinico? Quindi torna indietro e ascolta la breve opera di Leoncavallo... o la versione successiva e ancora più breve di Spike Jones, che termina con un clown ossessivo, paranoico e follemente geloso che si scatena su tutte le furie shakespeariane, pugnalando sua moglie, il suo amante e se stesso per Morte. Come Spike Jones ha sottolineato nel suo adattamento, 'Non è molto igienico'.

leggi di più: Le più grandi trasformazioni nella storia del cinema

Leoncavallo ha sempre affermato che Pagliacci era vagamente basato su un vero caso di omicidio della sua infanzia, ma è stato citato in giudizio da un altro compositore, Pietro Mascagni, che ha affermato che la storia era stata rubata dalla sua stessa opera del 1890. Leoncavallo ribatté affermando che l'opera precedente era stata rubata da un'altra commedia francese ancora precedente su un clown armato di coltello. Il punto è che sicuramente non ci volle molto dopo l'emergere di Grimaldi come intrattenitore estremamente popolare prima che la gente riconoscesse il potenziale omicida di questi orrori dalla faccia bianca negli abiti larghi e nei cappelli divertenti.

Storia dei clown raccapriccianti - Colui che viene schiaffeggiato (1924)

Colui che viene schiaffeggiato (1924)

Il film muto altamente stilizzato e profondamente inquietante su un clown del circo parigino masochista e vendicativo era basato su un romanzo russo dell'inizio del XX secolo di Leonid Andreyev, che è stato trasformato in uno spettacolo teatrale e in un film del 1916 prima di essere tradotto in inglese nel 1922. Due anni in seguito divenne il primissimo film girato presso i neo-formati MGM Studios. Il che di per sé è un po' strano e inquietante, se ci pensi.

Lon Chaney, ovviamente, interpreta un giovane scienziato la cui vita è rovinata quando il suo ricco mecenate ruba tutte le sue ricerche prima di umiliarlo in pubblico e scappare con sua moglie. Chaney, non vedendo altra alternativa, diventa un clown in un piccolo circo francese il cui atto consiste nel ricreare la sua umiliazione pubblica notte dopo notte per la gioia della folla ruggente. Ma camuffato dietro la vernice per il viso, è libero di ordire un piano di vendetta diabolico, folle e sanguinoso contro l'uomo che lo ha tradito.

leggi di più – Joker: 6 attori che hanno interpretato il clown principe del crimine

Sebbene la storia sia un melodramma abbastanza standard, lo stile del regista Victor Sjöström che spinge il film in un territorio da incubo, trasformando il circo solitamente luminoso e felice in un oscuro inferno psicologico brulicante di demoni tormentosi. Anche se le nostre simpatie sono per Chaney qui, rimane la rappresentazione cinematografica più efficace di un clown spinto ben oltre il punto di rottura.

Abbiamo scritto di più su Colui che viene schiaffeggiato giusto qui.

Storia dei clown raccapriccianti - L

L'uomo che ride (1928)

Basato sul romanzo di Victor Hugo del 1869, L'uomo che ride potrebbe non essere esattamente un vero film sui clown come li conosciamo, ma dannazione è abbastanza vicino considerando da dove vengono i clown. Quando un nobile del XVII secolo diventa un po' arrogante con il re, il re non solo lo fa uccidere, ma ordina anche che il volto del figlio del nobile sia scolpito in un sorriso malvagio permanente.

Crescendo, il ragazzo (Conrad Veidt) è tormentato da pensieri di vendetta, ma chi può dirlo, giusto, visto che sorride sempre così? Diventa un artista popolare con un piccolo carnevale itinerante, si innamora di una ragazza cieca e trama vendetta contro il re.

È stato a lungo creduto che il trucco di Veit qui sarebbe diventato un'influenza centrale su Bill Finger, Jerry Robinson e Bob Kane quando stavano abbozzando per la prima volta il leggendario cattivo di Batman, The Joker. Alcune persone affermano anche L'uomo che ride è stata una diretta ispirazione per l'iconico logo sorridente dello Steeplechase Park di Coney Island. Molto tempo dopo la scomparsa di Siepi, Funny Face, come è talvolta noto, rimane la mascotte non ufficiale di Coney. L'unico problema con quest'ultima teoria era che il logo di Steeplechase era stato presentato per la prima volta nel 1897. Ma Steeplechase presentava anche un nano clown malvagio che inseguiva i visitatori con un pungolo per bestiame, quindi forse vale la pena notare comunque.

Leggi di più sui nostri pensieri e studio di L'uomo che ride giusto qui .

Storia dei pagliacci raccapriccianti - Risata del pagliaccio della risata (1928)

ridere pagliaccio ridere (1928)

Lo stesso anno di Paul Leni L'uomo che ride , Lon Chaney ha indossato di nuovo il trucco da clown per un altro turno come Arlecchino comprensivo ma profondamente turbato in Ridi, Clown, Ridi . Per molti versi contorto quasi quanto il suo precedente film sui clown, qui Chaney interpreta un uomo che soffre di attacchi di pianto imprevedibili e incontrollabili. Dopo aver incontrato un conte locale che soffre di risate imprevedibili e incontrollabili, i due decidono di collaborare come un popolare atto di clown. Ma poi si innamorano entrambi della stessa ragazza e, beh, le cose non finiscono bene.

Anche se non così elegante o preoccupante come Colui che viene schiaffeggiato , Ridi, Clown, Ridi (che ha generato una canzone di successo del giorno) rimane un ritratto raro e onesto della violenza da clown su clown.

Storia dei clown raccapriccianti - Il giorno in cui il pagliaccio pianse (1972)

Il giorno in cui il pagliaccio pianse (1972)

Le voci circolano da oltre 40 anni sul film più famoso di tutti i tempi. Alcuni dicono che non è mai stato completato ed esiste solo come scarto. Altri dicono che è solo un primo montaggio molto approssimativo, e altri ancora insistono che è stato davvero completato e rifinito prima che lo scrittore/produttore/regista/star Jerry Lewis lo rinchiudesse nel suo caveau. A parte alcuni filmati trapelati, dovremo tutti aspettare un altro quarto di secolo per scoprirlo da soli, secondo le regole stabilite da Lewis quando ha consegnato le lattine del film alla Biblioteca del Congresso.

Ma dopo aver letto la sceneggiatura, quello che so è questo: Lewis interpreta Helmut Doork, un clown in un campo di concentramento incaricato di far ballare gruppi di bambini nella camera a gas, e si sente male per questo. Harry Shearer, una delle poche persone che ha visto il film, secondo quanto riferito, si è rivolto a Lewis nella sala di proiezione in seguito e ha chiesto: 'A cosa diavolo stavi pensando?' Personalmente non so più quale sia il problema, visto che il film è già stato rifatto due volte (una con Robin Williams e una con Roberto Benigni), e nessuno se ne è accorto.

Storia dei clown raccapriccianti - The Groove Tube (1974)

Il tubo della scanalatura (1974)

La satira mediatica rauca e spesso insipida dello sceneggiatore-regista Ken Shapiro ha segnato una nuova era nella commedia americana, aprendo la strada a Film fritto del Kentucky , Sabato sera in diretta , SCTV , casa degli animali , Aereo , e praticamente ogni commedia lowbrow che ne è seguita. Tra gli innumerevoli e ancora attuali sketch del film, pochi sono più famosi di Lo spettacolo di Koko . Mentre l'ospite dello spettacolo per bambini in stile Bozo non era terrificante nel senso tradizionale - non c'erano asce o coltelli coinvolti - Koko ha rivelato una perversione profondamente radicata che molti di noi hanno sempre sospettato fosse lì sotto il naso rosso e la parrucca spaventosa.

In un certo senso, guardare un pagliaccio impassibile e sobrio leggere passaggi da passage Fanny Hill per un presunto pubblico di bambini di nove anni arrapati è molto più inquietante che guardarne uno sventrare un agente immobiliare con una spada da samurai.

Storia dei clown raccapriccianti - John Wayne Gacy (1978)

John Wayne Gacy (1978)

Nessun singolo personaggio storico ha fatto di più per cementare la paura e la sfiducia del pubblico nei confronti dei clown dell'appaltatore dell'area di Chicago, mago e pittore dilettante, poliziotto groupie e prostituta di fama John Wayne Gacy, che trascorreva i fine settimana intrattenendosi alle feste di compleanno dei bambini come Pogo il Clown. Gacy era attivo nella locale Camera di Commercio, era ben noto nella comunità, è stato fotografato con diverse celebrità e nel suo tempo libero ha violentato e ucciso circa 33 ragazzini, molti dei quali seppelliti nel vespaio sotto casa sua.

Dopo che i suoi crimini furono scoperti e fu arrestato nel 1978, i media si sono concentrati sia sui dipinti luminosi, persino sgargianti di Pogo che di Gacy, molti dei quali erano autoritratti come il clown della festa (uno dei quali ho acquisito alla fine degli anni '80 ). La grande domanda che molte persone si facevano allora era: 'Come può un clown fare cose così terribili?' Sì, beh, diciamo solo che alcuni di noi lo hanno semplicemente visto come un dato di fatto. Cristo, anche il suo trucco era un regalo.

leggi di più: Charles Manson nei film e nella cultura pop

Certo, Gacy potrebbe essere stata una brutta notizia per l'industria dei clown delle feste, ma almeno ha ispirato un decennio di film horror, che immagino valga qualcosa.

Storia dei clown raccapriccianti - Carny (1980)

Carny (1980)

Carny non era affatto un film horror. È stata una sbirciatina onesta e perspicace nella vita in un carnevale itinerante contemporaneo. Tende ad essere una sottocultura segreta e insulare, e se sei interessato alla vita carny a volte squallida, il film (con Jodie Foster ed Elisha Cook) è piuttosto meraviglioso. Ma la sequenza di apertura, in cui Gary Busey applica il suo trucco da clown prima di salire nella cabina delle inzuppature, mi fa ancora venire i brividi. Diavolo, solo il pensiero di Gary Busey con il trucco da clown mi fa venire i brividi.

Il Frankie di Busey non è il tipo di pagliaccio che vorresti a una festa per bambini o in qualsiasi luogo vicino all'anello centrale di un circo. No, è un Bozo professionista, il termine tecnico per un clown schiacciatore, il cui compito è insultare, pungolare e rimproverare i passanti abbastanza brutalmente da fargli desiderare di sborsare un paio di dollari per avere la possibilità di buttarlo giù dal suo trespolo in un pozza d'acqua fredda.

leggi di più: Il Joker e la Teoria dei Giochi

Vale la pena notare qui che il ritratto di Busey si basa direttamente su un vero Bozo che ho avuto la sfortuna di incontrare alcune volte. Essere un Bozo non è facile; richiede la capacità di riconoscere il punto debole di uno sconosciuto di passaggio in un istante e sapere esattamente dove e come infilare il coltello. No, non possono prelevare sangue, ma il danno che fanno può persistere a lungo. Attraverso l'ampio spettro del clown professionale serio, i Bozos rimangono l'unico sottosettore il cui compito è far piangere le persone, cosa che Frankie di Busey qui fa con gusto.

Storia dei clown raccapriccianti - Poltergeist (1982)

Poltergeist (1982)

Di tutti i legittimi shock ultraterreni nel film sulla casa infestata di periferia di Tobe Hooper (beh, okay, Steven Spielberg), niente mi ha colpito più profondamente o è rimasto più a lungo dopo di quella fottuta bambola da clown ai piedi del letto. Per qualche ragione (e questo è stato riconosciuto da molti altri registi), le bambole pagliaccio tendono ad essere molto più spaventose per natura rispetto alla varietà carne e sangue (freddo).

Dentro e in mezzo a tutti gli altri caos e terrori, l'attacco della bambola clown era una scena semplice ma magistrale che utilizzava l'illuminazione, una leggera alterazione nel design del trucco delle bambole e alcune risatine soffocate per dragare la sepolta paura dei clown di tutti, se se ne rendevano conto c'era o no. Quanto diffusa mi è stata dimostrata la paura la prima volta che l'ho visto nell'82. Quando Robbie (Oliver Robbins) getta il cappotto sul clown ora restaurato e apparentemente innocuo, l'intero pubblico ha esultato.

Storia dei clown raccapriccianti - La grande avventura di Pee-Wee (1985)

La grande avventura di Pee-Wee (1985)

Sia Tim Burton che Paul Reubens avevano una comprensione innata di come i bambini pensano e percepiscono il mondo, e in particolare di cosa li spaventa a morte. Questo è il motivo per cui non è stata una sorpresa vedere le immagini dei clown (sia sinistre che non) farsi strada serpeggiando per tutto il film. La cosa più memorabile in termini coulrofobici, otteniamo il felice, innocuo pagliaccio ondeggiante meccanico a cui Pee-Wee incatena la sua bicicletta trasformato in un pagliaccio ghignante, malevolo e ridacchiante dopo che la bicicletta è stata rubata. Nel suo incubo successivo, quell'unico e malvagio clown meccanico prende vita e si moltiplica, diventando un esercito di sinistri clown che saltellano su una musica minacciosa mentre distruggono metodicamente la bicicletta.

Per me, il capper, l'immagine che ha rivelato che Burton e Reubens hanno preso sul serio la loro paura del clown, ovviamente arriva quando Francis, travestito da dottore in bicicletta in quello stesso incubo, si strappa la maschera chirurgica per rivelare un teschio da clown. E non è questo il fulcro di tutto questo? La pittura per il viso di un clown è semplicemente una maschera mortuaria altamente stilizzata e colorata.

Storia dei clown raccapriccianti - Fuori dall

Fuori dal buio (1988)

Le maschere indossate da Michael Meyers e Jason Voorhees potrebbero essere diventate iconiche, ma dal punto di vista di un regista a basso budget, i clown erano facili e sempre spaventosi. Tra la sfilza di film di clown slasher ispirati a Gacy usciti negli anni '80, Fuori dal buio si distingue per un motivo molto semplice. La trama era rigorosamente basata sui numeri, poiché un pagliaccio di nome Bobo insegue, tormenta e alla fine massacra una sfilza di giovani donne che lavorano come operatrici a una linea telefonica per sesso.

Ma a differenza della maggior parte dei film slasher a basso budget dell'epoca, in particolare dei clown slasher, Fuori dal buio presenta un cast stellare di luminari del cinema di serie B, tra cui Karen Black, Geoffrey Lewis e Tracey Walter. La vera pretesa di fama del film, tuttavia, rimane il fatto che è stata l'ultima apparizione sullo schermo di Divine, questa volta nei panni di un burbero detective! No, potrebbe non essere stato il suo momento più orgoglioso come attore, ma data l'attuale clownpocalypse, si potrebbe dire che, come al solito, era in anticipo sulla curva.

Storia dei clown raccapriccianti - Killer Klowns dallo spazio esterno (1988)

Killer Klowns dallo spazio esterno (1988)

Verso la fine di quella serie di metà degli anni '80 di commedie punk rock bizzarre ma influenti che includevano artisti del calibro di Autostrada umana , Repo Man , Il ritorno dei morti viventi , e Dritto all'inferno , è arrivato quello di Stephen Chiodo Killer Klown dallo spazio esterno . Dopo i film punk sulla cospirazione aliena, i film sugli zombi e gli spaghetti western, questo sembrava quasi inevitabile. Nonostante tutti i loro strani capelli e vestiti, i punk degli anni '80 su tutta la linea sembravano riconoscere e celebrare il male intrinseco dei clown.

Scritto da Chiodo e dai suoi due fratelli, il film è strutturato in sostanza come un classico film di invasione aliena degli anni '50: un gruppo di alieni assetati di sangue atterra in una piccola città e inizia a respingere la gente del posto. Gli unici che si rendono conto di cosa sta realmente accadendo sono un gruppo di adolescenti, e chi diavolo li ascolterà? La svolta qui è che i ragazzini sono ragazzi punk rock e le orde di alieni predoni sembrano proprio pagliacci da circo. Impugnano persino armi aliene buffonesche ma mortali, che soffocano le persone con zucchero filato e simili.

Nonostante il cast sia composto per lo più da sconosciuti, casa degli animali anche John Vernon, il leggendario attore caratterista Royal Dano (che ha interpretato molti agricoltori di film di sfruttamento nella sua carriera successiva) e il comico Christopher Titus. Purtroppo, per quanto brillante e stravagante, è uno di quei film in cui l'idea centrale certamente brillante e ispirata (e una colonna sonora fornita da The Dickies!) Eclissa di gran lunga il film finito, ma che importa? Data la nostra situazione attuale, rimane il film più attuale del lotto.

Storia dei clown raccapriccianti - Shakes the Clown (1991)

Scuote il pagliaccio (1991)

In qualche modo sembrava giusto che il debutto alla regia di Bobcat Goldthwait si sarebbe rivelato un'epopea su un pagliaccio alcolizzato da festa perdente. E devo ammettere che la prima metà del film è piuttosto bella, dalla scena iniziale, in cui un ragazzino piscia su uno svenuto Shakes (che ha appena avuto un'avventura di una notte con Florence Henderson), fino alla nostra introduzione a Palookaville , una città popolata esclusivamente da clown, è un ritratto tortuoso, esilarante, stupido, oscuro e del tutto originale di un personaggio e di un'ambientazione.

Sfortunatamente, come spesso accade, da qualche parte lungo la linea qualcuno ha deciso che quella dannata cosa aveva bisogno di una trama, ed è qui che le cose vanno male. Ma allo stesso tempo, è anche lì che incontriamo i pagliacci onestamente malvagi, che incastrano Shakes per omicidio.

È interessante notare che, per quanto stupido e sciocco, Goldthwait ha chiaramente fatto le sue ricerche sulla cultura dei clown. La sua decisione di rendere il cattivo del film un pagliaccio di Auguste (lo si capisce dal trucco e dal costume) è eloquente. All'interno della gerarchia dei clown (e sono serio su questo), in cui i clown del circo dalla faccia bianca sono in cima, i clown di Auguste sono nella fogna, la razza più vituperata e respinta che ci sia. Quindi ha senso solo che uno di loro lasci che la sua amarezza abbia la meglio su di lui. Dopo aver passato una vita a essere sputato addosso da quei fottuti pagliacci vagabondi e con la faccia bianca, che altra scelta ha un pagliaccio di Auguste se non diventare un killer feroce anche se piagnucoloso, giusto? Ecco un pagliaccio che non ce la farebbe più! In questo, il film esiste anche come un altro raro esempio cinematografico di violenza da clown su clown.

Storia dei clown raccapriccianti - Festa della pietà delle pozzanghere

Pozzanghere Peccato Party

Dimentica il folle clown Posse. Come ha affermato il comico Eruk Bergstrom, 'il problema con Insane Clown Posse è che non esiste una cosa come una SANE Clown Posse'.

Circa un anno fa, dopo aver visto per la prima volta Puddles, un pagliaccio alto un metro e ottanta vestito di cerone bianco con solo il minimo degli accenti rossi, che cantava alcune delle canzoni più tristi del mondo, la mia immediata reazione istintiva è stata 'questo è così profondamente sbagliato su così tanti livelli.” Più lo vedevo. tuttavia, attratto ancora e ancora dal modo in cui non puoi fare a meno di rivisitare un incubo o un incidente d'auto, ho iniziato a riconsiderare quella risposta iniziale.

Mettendo da parte per il momento la mia inevitabile e paralizzante coulrofobia, c'è qualcosa di assolutamente perfetto in Puddles the Clown.

In superficie Puddles potrebbe essere solo un altro atto di commedia musicale con un gancio, ma in fondo è un Pagliacci del 21° secolo, un buffone più grande della vita che viene divorato dai suoi stessi demoni interiori. L'unica differenza è che Puddles deve ancora prendere in mano il coltello.

Pozzanghere non si diverte, non fa capriole o fa sciocchezze. Si trova in isolamento esistenziale sul palco e canta canzoni strazianti in un tono baritonale che ricorda Scott Walker. Ovviamente è un espediente, e in termini visivi semplici è profondamente e istericamente divertente (o lo sarebbe se non cantasse così bene), ma allo stesso tempo sta riesumando la tragedia al centro di tutto il clown del mondo e mettendolo a nudo.

Storia dei clown raccapriccianti - Stephen Kingâ????s It (1990)

It di Stephen King (1990)

Per tutti i film di clown malvagi che sono venuti prima e tutti quelli che sarebbero venuti dopo, nella coscienza pubblica, il turno di Tim Curry come Pennywise è diventato il gold standard rispetto al quale sono stati misurati tutti gli altri clown malvagi ... almeno fino a quando Bill Skarsgård non ha interpretato lo stesso ruolo insidioso nella rivisitazione del grande schermo del 2017, è . La sorta di miniserie all-star originale (con John Ritter, Harry Anderson, Tim Reid, Richard Thomas e altri tipi di TV familiari) era, come tante altre miniserie di King dell'epoca, piuttosto ridicolmente orribile. Voglio dire, ho ancora un grande spasso dal climax. L'eccezione alla stupidità, tuttavia, è Curry, che è perfetto nei panni del pagliaccio pieno di divertimento e capriole nel suo abito bianco sformato, grande naso rosso e parrucca spaventosa, che invita i bambini a giocare con lui nella fogna dove promette loro fluttuerà, ehm. Nel momento in cui ha scoperto per la prima volta quelle file di zanne affilate come rasoi, si è immediatamente affermato come il re dei clown demoniaci.

leggi di più: It Capitolo due – Andy Muschietti non può lasciare Derry

Il mio unico problema con il M.O. di Pennywise, almeno in termini demoniaci, è questo: nessun bambino da nessuna parte, in nessun momento della storia, tranne che in una piccola città del New England nell'immaginazione di Stephen King, si è mai fidato di un pagliaccio. I bambini lo sanno meglio.

Ci sono centinaia di altri esempi là fuori, dall'episodio pilota di Isola di fantasia a episodi assortiti di I Simpson per Koko il clown assassino che era in mostra in una gabbia al Coney Island Sideshow per anni a dozzine di a buon mercato straight-to-video con molti altri a venire. Inferno, è è stato rifatto con estrema eccellenza, che insieme alla svolta apparentemente sgradevole di Joaquin Phoenix come Clown Prince of Crime continuerà a innescare una nuova serie di articoli da torcere le mani.

Il punto è che chiunque provi a dirti che l'attuale clownpocalypse è un fenomeno nuovo e unico semplicemente non ha prestato attenzione. E mi chiedi, solo per questo motivo ottengono ciò che si meritano.