Recensione di Dark Souls II: Scholar Of The First Sin PS4

Adorali o odiali, i remaster sono apparentemente qui per restare, con alcune degne riedizioni che abbelliscono il nuovo hardware e altri che guadagnano a malapena la loro seconda corsa sugli scaffali dei negozi. Con Bloodborne facendo molto bene per se stesso su PS4, From Software è il prossimo sviluppatore che prova a spremere ogni goccia da una versione precedente, portando Dark Souls II all'attuale generazione di console. È più di un semplice guadagno o questo remaster merita un'altra occhiata? Vediamo.

Pericolosamente dettagliato

Dark Souls II: Studioso del primo peccato è un remaster completo del gioco originale e ha la risoluzione più alta prevista, un frame rate più veloce e trame ritoccate ed effetti di luce. Fondamentalmente, sembra molto meglio dell'ultima generazione, molto più in linea con la versione PC di fascia alta. Anche il gioco funziona molto bene, eliminando anime ' fastidiosi rallentamenti per la maggior parte e il frame rate più fluido migliora davvero l'intera esperienza, anche se la grafica sembra già un po' datata, nonostante il ritocco del remaster. Metti questo accanto a Insanguinato, e la differenza è come la notte e il giorno. Detto ciò, DSII è ancora un titolo di bell'aspetto, con alcune location meravigliose, e gli effetti fulminei aggiunti e le trame ad alta risoluzione aiutano a farli risaltare ancora di più.

Ovviamente, ci aspettiamo ritocchi visivi su remaster/re-release, quindi cosa fa diversamente questa versione? Bene, il vantaggio principale qui, soprattutto per chi deve ancora provarlo, è l'inclusione di tutte e tre le espansioni DLC. Il Corona del Re Sommerso , Corona del Vecchio Re di Ferro , e Corona del re d'avorio sono tutti presenti qui, già parte del gioco. Molti considerano questo DLC uno dei migliori anime contenuti disponibili, ed è anche piuttosto dannatamente complicato, estendendo la vita del gioco di un bel margine. Ogni titolo DLC ha la sua ambientazione e sfide uniche e c'è una serie di nuovi e potenti boss da dominare.



Anime remix

La grafica migliorata e i contenuti DLC aggiunti sono probabilmente una ragione sufficiente per la maggior parte di giustificare un altro acquisto, soprattutto se non hai ancora giocato al gioco e/o al DLC, ma se sei un veterano anime giocatore, c'è un'altra caratteristica che potrebbe essere più attraente, ed è il nuovo nemico e il posizionamento degli oggetti.

From Software ha passato del tempo a tornare indietro nel gioco e ha rielaborato molte aree, spostando i nemici, aggiungendo nuove selezioni di nemici in alcune aree e persino spostando oggetti. Il risultato è un gioco che lancerà molti, poiché non possono più utilizzare lo stesso approccio in molte aree. Pensi di sapere dove puoi trovare presto l'Anello di rilegatura? Pensa di nuovo. Ti chiedi cosa è successo a quell'utile spada di Heide Knight che hai afferrato proprio all'inizio? Dovrai continuare a giocare senza di essa ancora per un po'.

Molte aree ora ospitano selezioni totalmente nuove di nemici, con alcuni oggetti importanti ed essenziali che non sono più nello stesso posto, il che significa che avrai una sfida completamente nuova davanti a te. Alcuni di questi cambiamenti sono relativamente minori, mentre altri cambiano totalmente intere aree. La Torre delle Fiamme di Heide, ad esempio, ora è un'area molto più impegnativa, con un nuovo nemico in particolare che mescola un po' le cose e nemici che si aggrottano istantaneamente dopo un certo punto. Aggiunge molte nuove sfide e in alcune aree è come giocare per la prima volta, quindi non sei sicuro di cosa ti attaccherà dopo.

Insieme alla disposizione alterata del nemico e alle posizioni degli oggetti, c'è anche il Forlorn Invader, un nuovo invasore fantasma oscuro che ti insegue e offre un bel combattimento. Sì, l'aumento della difficoltà del nemico, le aree di partenza più difficili e il rimescolamento degli oggetti non erano sufficienti, a quanto pare.

Questi cambiamenti significano che non saprai più cosa sta arrivando, e quindi mantiene il gioco fresco, anche se lo hai giocato fino alla morte su console di ultima generazione. Alcuni dei nuovi posizionamenti sono interessanti, mentre altri sono semplicemente meschini (abituati alle imboscate dei mob), rendendo persino alcune delle sezioni di apertura precedentemente facili del gioco una sfida molto più difficile. Più avanti nel gioco, alcune modifiche non hanno lo stesso effetto, tuttavia, rendendo alcune aree successive più facili di prima, ma nel complesso, la difficoltà remixata è probabilmente il momento clou del remaster, quindi lo consiglierei i possessori del gioco last-gen comprano questo. L'unica cosa che manca secondo me è l'opzione per giocare con il suo nemico originale e il layout degli oggetti, ma questo non è un rompicapo.

Ritorno a Drangleic

Sulla faccia di esso, Dark Souls II: Studioso del primo peccato non è poi così impressionante rispetto ad altri remaster. Visivamente, è un passo avanti, ma non è uno sciogliocchi della generazione attuale, e se hai già giocato al DLC, ti verrebbe perdonato il pensiero che ci siano poche ragioni per ottenerlo. Tuttavia, la grafica migliorata, il frame rate molto più fluido, tutti i DLC e i nemici e gli oggetti remixati creano un remaster eccezionale, anche se sottile, e se sei un incallito anime fan, o devi ancora giocare, questo è essenziale.

Per favore, se puoi, sostieni il nostro ebook di storie dell'orrore di beneficenza, Den Of Eek!, per raccogliere fondi per Geeks Vs Cancer. Dettagli Qui .