Diablo: la vera mitologia dietro i grandi mali

Mentre alcuni di noi sfrecciano attraverso il diavolo franchise che cavalca una tempesta di clic del mouse evocato per sconfiggere i nostri nemici e ottenere il dolce bottino, c'è una razza di giocatori più paziente che sceglie di esplorare le ragioni dietro il caos del gioco. Analizzano ogni tomo e momento di balbettio apparentemente insensato. In tal modo, sono venuti a sapere che il diavolo i giochi sono ricchi di storia e mitologia. Al centro di quella mitologia ci sono i Grandi Mali.

diavolo I Grandi Maligni sono gli esseri responsabili di ogni nuvola oscura che incombe sui tetri paesaggi dei giochi. Alcuni personaggi li adorano, ma quasi tutti li temono. Verrai anche a temerli una volta che osserverai le loro forme mostruose in una stanza angusta carica di servitori disposti a morire per i loro signori.

L'aspetto veramente spaventoso di questi Grandi Mali, tuttavia, è che molti di loro hanno radici nella nostra stessa mitologia. Il loro aspetto, tradizioni e manierismi possono essere ricondotti a esseri che le antiche civiltà temevano tanto quanto gli abitanti di diavolo fare. Queste sono le loro origini.



Azmodan

Nel diavolo tradizione, Azmodan è il Signore del peccato e un rinomato comandante di orde demoniache. Ha personalmente messo in scena assalti contro gli angeli e il regno mortale.

Le sue influenze mitologiche sono difficili da identificare con assoluta certezza. Il nome di Azmodan quasi certamente deriva dal demone ebraico Asmodai, che manipola i desideri sessuali delle persone nel Libro di Tobia . Asmodai, tuttavia, è quasi esclusivamente raffigurato come un demone della lussuria, mentre Azmodan è un generale Signore del peccato. Sebbene Satana sia a volte indicato come un Signore del Peccato, non c'è davvero nessun demone mitologico in particolare che detenga quel titolo. Molte mitologie religiose sostengono l'idea che ogni peccato abbia il proprio signore e rappresentante.

Articolo correlato: La serie animata di Diablo potrebbe arrivare su Netflix

La figura demoniaca che più si avvicina ad eguagliare Azmodan in questo senso è il diavolo islamico Shaitan (noto anche come Iblis). Anche lui comanda un esercito di demoni noti per la loro capacità di persuadere gli uomini a peccare. Il Ma Grimorio (un 18questolibro di testo del secolo) nomina anche il demone Agaliarept come il gran generale dell'esercito dell'Inferno.

Anche la corporatura obesa di Azmodan e le sei zampe da insetto non hanno un rigoroso eguale mitologico, ma il design del demone assomiglia alla creatura Keralith del Scorso serie. Anche il demone Buer aveva più gambe, ma quelle erano le gambe di una capra.

Belial

Belial è allegramente indicato come il Signore delle bugie. Non è solo un maestro nell'estendere la verità, è in realtà capace di usare le bugie per distorcere la verità così tanto che una nuova realtà sembra formarsi nel processo.

Ha anche un equivalente molto chiaro nella mitologia del mondo reale. Beliall (noto anche come Belhor, Baalial o Beliel) era una volta raffigurato nell'Antico Testamento come il signore di tutti i mali. Questo era prima che a Satana fosse dato un nome proprio. I Rotoli del Mar Morto fanno anche riferimento a Beliall come a un 'angelo dell'ostilità' che governa il lato oscuro dell'esistenza. La Bibbia allude anche al fatto che Beliall sia un maestro di bugie.

Articolo correlato: Diablo Creator sulla realizzazione del gioco

Il design di Belial in Diavolo o sembra essere stato influenzato da una fonte diversa. Il demone cristiano Belzebù (un altro alias del diavolo) è tipicamente raffigurato come un demone costantemente circondato da mosche e insetti proprio come Belial. I due condividono persino un design fisico approssimativamente simile se stai andando fuori dalla descrizione di Belzebù in Il progresso del pellegrino . In John Milton's Paradiso perduto , Milton notò che Belzebù era secondo solo a Satana nella gerarchia dei demoni.

Andariel

Come unico membro femminile di diavolo Sono i sette mali, Andariel si fa subito notare. Viene comunemente chiamata la Fanciulla dell'Angoscia ed è specializzata nel distruggere emotivamente le sue vittime.

La sua eredità è difficile da far risalire a un demone storico. Il suo design fisico ricorda sicuramente il Astronave personaggio Sarah Kerrigan, che divenne la regina delle lame. Per quanto riguarda le influenze del mondo reale, è probabilmente ispirata, in parte, dal demone ebreo Lilith, che è uno dei primi demoni femminili conosciuti. C'è persino un riferimento a Lilith nei Rotoli del Mar Morto, che la identificano come una creatura che depreda i desideri dell'uomo per portarli fuori strada.

Articolo correlato: Come Diablo ha trasformato i giochi di ruolo in una dipendenza

Ci sono anche alcuni demoni femminili nella mitologia giapponese, ma ce ne sono pochi che sembrano tradursi direttamente nel personaggio di Andariel. Nella mitologia di Bali, tuttavia, c'è un riferimento a una regina demone di nome Rangda che guida un esercito di streghe. Rangda, tuttavia, amava depredare il regno degli uomini, mentre Andariel sentiva che la vera guerra era con il paradiso. Entrambi sono stati disprezzati da un ex maestro.

Duriel

Duriel è il fratello gemello di Andariel e il famigerato Signore del Dolore. Governa il regno del dolore dell'inferno ed è un maestro della tortura.

Penseresti che ci sarebbero molti demoni mitologici che si adatterebbero a una simile fattura. La verità non è così semplice. Ci sono stati molti demoni che infliggono dolore, ma pochi famosi che si occupano specificamente della tortura. L'idea della tortura demoniaca è stata resa popolare dai moderni creatori di fantasia più di quanto non fosse necessariamente nei testi antichi. Certo, era L'inferno di Dante che ha contribuito a diffondere il concetto di un cerchio dell'Inferno dedicato al dolore.

Articolo correlato: Blizzard al lavoro su più giochi di Diablo

A questo proposito, Duriel è influenzato tanto dalle creazioni di Clive Barker quanto da qualsiasi antico tomo che descrive la tortura demoniaca all'Inferno. Allo stesso modo, la struttura fisica da verme di Duriel è stata chiaramente un'influenza per gli Zerg in Astronave .

Il nome di Duriel è piuttosto degno di nota, storicamente parlando. In ebraico significa 'Dio è la mia casa'. Questo può essere visto come beffardo (Duriel era un sostenitore dell'attacco al Cielo e non all'uomo) o un gioco sull'idea che Duriel fosse la progenie di un angelo caduto.

Mefisto

Mephisto, il Signore dell'Odio, è spesso descritto da coloro che lo temono come un demone malvagio più consumante di qualsiasi altro. Il suo desiderio di carneficina diffusa ha certamente pochi eguali. Questo lo rende molto amato dai suoi compagni demoni.

Le origini del nome di Mephisto sono abbastanza facili da identificare. C'era un demone tedesco di nome Mefistofele (a volte abbreviato in Mefisto) che era un demone nelle avventure di Faust (un popolare personaggio letterario tedesco). Il suo design era classicamente diabolico, ma è chiaramente descritto come un servitore del Diavolo in contrasto con l'articolo autentico. Il soprannome di Lord of Hatred è quasi certamente un riferimento a Sonneillon, che viene regolarmente descritto come un demone dell'odio. È anche probabile che diavolo gli sviluppatori di Sonneillon hanno conosciuto Sonneillon dalle sue apparizioni in D&D campagne.

Articolo correlato: I migliori personaggi di Overwatch per principianti

Per quanto riguarda l'altro titolo di Mefisto (Odium), quella parola significa odio o disgusto. È anche usato nella frase Odium Theologicum, che si riferisce all'odio derivato da disaccordi teologici.

Baal

Il Signore della Distruzione Baal è uno diavolo Il male le cui origini non richiedono molte indagini.

Baal è un nome che è apparso nel corso della storia in diverse culture. Fu usato per la prima volta come titolo proprio (Ba'al), che era regolarmente usato dalla gente comune di quell'epoca per descrivere molti dei. Tuttavia, il titolo era apparentemente usato più spesso per fare riferimento ad Hadad, il dio mesopotamico delle tempeste. Era noto che Hadad portava occasionalmente distruzione attraverso il tempo.

Articolo correlato: Perché Warcraft è il franchise di giochi più influente di tutti i tempi?

Sembra molto più probabile che il nome Baal usato nel gioco sia un riferimento al demone Baal, che è apparso per la prima volta negli scritti occulti di Goetia qualche volta nel 17questosecolo. A quel tempo, Baal era descritto come un principe dell'inferno e talvolta il suo sovrano. Infatti, vediamo che molte delle influenze dietro diavolo 's Evils ha portato quel titolo. Nel corso del tempo, alla fine è stato visto più come un assistente demoniaco.

Baal ha anche un'associazione con Belzebù, storicamente parlando, sebbene le caratteristiche di quel demone sembrino essere state trasferite a Belial.

diavolo

Ah sì. Arriviamo finalmente al Signore del Terrore in persona.

Certamente non dovrai cercare troppo per trovare le origini del nome Diablo. Come puoi immaginare, deriva dalla parola spagnola per diavolo. Tuttavia, Diablo, come viene raffigurato nel gioco, non è necessariamente un riferimento diretto a 'The Devil'. Il co-fondatore di Blizzard North David Brevik una volta ha caricato una copia del copy passo originale per diavolo che fa riferimento al personaggio Diablo che è il diavolo, ma si ritiene che l'idea sia stata modificata prima del lancio.

Articolo correlato: 25 migliori momenti di World of Warcraft

Tuttavia, il modo più semplice per classificare Diablo è come una rappresentazione generale dei mali demoniaci e del male stesso. Molti elementi del suo design (come la sua capacità di assumere la forma di un uomo e la sua testa cornuta) possono essere riferimenti a diversi demoni famosi, il più ovvio è la classica rappresentazione di Satana come lo vediamo comunemente.

Un riferimento chiaramente cristiano che il personaggio di Diablo fa è il suo famoso proclama, 'I am Legion'. Questo è tratto da Marco 5:9 nel Nuovo Testamento in cui un demonio afferma a Gesù: 'Il mio nome è Legione, perché siamo molti'.

Tathamet

Il posto di Tathamet in diavolo la tradizione è peculiare. Non ha davvero un ruolo pratico nei giochi, eppure è la creatura che ha generato tutti e sette i Grandi Maligni.

Il primo male è un'idea che molte culture hanno esplorato. In effetti, di solito è più un'idea che una presenza fisica. È possibile che il design simile a un drago di Tathamet sia un riferimento al demone bulgaro Ala, che controllava il tempo, ma la teoria più popolare è che il nome di Tathamet derivi dal demone babilonese Tiamat. La leggenda afferma che Tiamat si accoppiò con il dio dell'acqua per produrre la prima linea di dei. Proprio come Tathamet, anche la morte di Tiamat ha creato l'inferno (o una sua versione).

Articolo correlato: I 15 migliori brani musicali di World of Warcraft

C'è anche una sorprendente somiglianza tra la leggenda di Tathamet e quella di Angra Mainyu. Angra Mainyu era una divinità della religione dello zoroastrismo (una religione pre-islamica) che nacque dalla prima creazione (Ahura) proprio come Tathamet nacque da Anu. Sia Anu che il dio dello zoroastrismo Ahura si sono purificati dal male e hanno creato un essere attraverso i loro sforzi. Angra e Tathamet sono entrambi spesso descritti come i precursori di molti mali e maestri del caos.

Matthew Byrd è uno scrittore di personale per Den of Geek . Trascorre la maggior parte delle sue giornate cercando di proporre pezzi analitici profondi su Killer Klowns From Outer Space a una serie di editori sempre più turbati. Puoi leggi di più del suo lavoro qui o trovalo su Twitter su @SilverTuna014 .