Die Hard 2: realizzare il sequel del film di Natale più bello di tutti

È il periodo più bello dell'anno - per Il duro fan.

Anche se potrebbe esserci un po' meno di allegria festiva per questo dicembre, una cosa rimane costante durante le festività natalizie: il dibattito se Il duro è un Natale film.

E un uomo che probabilmente lo sa meglio di molti altri è lo sceneggiatore Doug Richardson. Oltre allo stesso Bruce Willis, Richardson ha dato una mano in più Il duro film di quasi chiunque là fuori, a partire dal seguito altrettanto festoso Il Difficile 2: Il Più Difficile .



Mentre Willis è fermamente contrario alla questione se Il duro e il suo seguito sono i film di Natale, Richardson non è d'accordo.

'È un film di Natale', dice Den of Geek .

'In questo periodo dell'anno, Internet inizia a parlare di se si tratta di un film di Natale. È molto divertente. Ma penso che si adatti al film e se le persone si riuniscono per guardarlo in questo periodo dell'anno è un film di Natale che sia Il duro o Predatore . L'argomento che emerge è 'Cosa rende un film di Natale? Un film di Natale deve avere? Babbo Natale in esso?' Improvvisamente stai definendo cos'è un film di Natale. Se riguarda il Natale e se viene proiettato come perenne ogni anno dai servizi di streaming e dalle emittenti, è un film di Natale'.

Richardson indica i fan che gli hanno detto specificamente come i film Die Hard siano diventati parte delle loro celebrazioni natalizie.

'La gente mi dice che è diventata la loro tradizione natalizia guardare entrambi Il duro o Il Difficile 2 o entrambi con un pasto nel mezzo', dice. 'È terrificante. Forse ci proverò prima o poi.'

Tuttavia, Richardson riconosce che il primo film 'non è stato scritto come un film di Natale' ma piuttosto 'scritto pensando che è il periodo natalizio'.

In caso di Il Difficile 2 , il sequel basato sull'aeroporto innevato dell'originale basato sulla Nakatomi Tower, non è stato nemmeno scritto come Il Difficile 2 iniziare con.

58 minuti

Richardson ha fatto la storia nel 1990 come il primo scrittore di Hollywood a vendere una sceneggiatura specifica per un milione di dollari e avrebbe continuato a lavorare alla sceneggiatura per il grande successo Cattivi ragazzi .

Ma alla fine degli anni '80, quando Il duro primo multisala di successo, aveva appena iniziato come sceneggiatore.

“Ero, quello che chiameresti a Hollywood all'epoca uno scrittore bambino, come in non prodotto, economico ma ricevendo molta attenzione”, spiega. “ Il duro era uscito da circa tre settimane e l'avevo già visto due volte. Ho ricevuto una chiamata da [ Il duro produttore] Lawrence Gordon, e lui e un altro produttore Lloyd Levin mi hanno invitato per quello che pensavo fosse solo un incontro generale. Volevano sapere cosa ne pensavo Il duro . Quindi, ho detto un sacco di cose carine al riguardo e loro hanno detto 'Beh, ecco la cosa...'”

Richardson descrive ciò che seguì come 'una delle cose più intelligenti che avessi mai visto fare a qualcuno a Hollywood' mentre Gordon espose il suo schema.

'Leonard Goldberg, che era il presidente della produzione alla Fox, non era ancora pronto a mettere Il Difficile 2 nello sviluppo. Era cauto', dice Richardson. “Ma Lawrence insisteva sul fatto che avrebbero voluto Il Difficile 2 e in qualche modo mi ha spiegato il processo per fare il sequel. È un processo che può essere travolgente per i produttori perché non appena annunci che ci sarà un sequel, ogni agenzia in città inizia a chiederti di incontrare i loro scrittori o assumere questo ragazzo o assumere quel ragazzo e ... Non volevano avere a che fare con tutto questo”.

C'era un'altra ragione per cui i produttori erano desiderosi di evitare tale fanfara: Joel Silver, il famigerato produttore che, secondo Richardson, qualcuno paragonava il lavoro con un 'infarto'.

“Una volta si chiamava Il duro , una volta che l'hanno usato nel sequel, è stato allora che il contratto di Silver per entrare e produrre è entrato in vigore ', spiega Richardson. 'Lavorare con Silver allo sviluppo di questo grande sequel non sarebbe stato divertente.'

Il piano era ingegnoso nella sua semplicità. Lo studio aveva recentemente acquisito i diritti del romanzo thriller del 1987 di Walter Wager 58 minuti , e volevano che questo costituisse la base per Il Difficile 2 , proprio come quello di Roderick Thorp Niente dura per sempre è stato adattato nel primo film.

'Il punto era che non l'avrebbero chiamato Il Difficile 2 . Perché se lo chiamassero così, tutto ciò che è appena descritto sarebbe una valanga su tutti', dice Richardson.

58 minuti ha raccontato la storia di Frank Malone, un poliziotto divorziato della polizia di New York che, mentre aspetta sua figlia all'aeroporto JFK, deve sventare un complotto che coinvolge un uomo misterioso che si fa chiamare 'Numero 1'. La minaccia minaccia di interrompere l'alimentazione alle luci della pista a meno che le sue richieste non vengano soddisfatte.

“In realtà l'ho letto solo una volta, al giorno, e ne ho colto la deriva. Suo Il duro in un aeroporto', dice Richardson. “Sarà John McClane in un aeroporto. Quello era l'accordo. Quindi dal momento in cui l'ho letto lo stavo leggendo come Il duro . L'ho adattato nella mia testa per tutto il tempo. È stato molto infedele. Senza mancare di rispetto a Walter Wager, ma il lavoro era... Il duro quindi dovevi tenerlo per Die Hard.

Mentre l'idea di scrivere un seguito di uno dei film d'azione più iconici di tutti i tempi potrebbe essere scoraggiante oggi, il tempismo e la segretezza del lavoro di Richardson hanno fatto sì che la pressione fosse diminuita.

' Il duro era solo un film che stava attirando l'attenzione', dice. “Non è stato ancora un grande successo. A quei tempi, i film venivano proiettati nei cinema molto più a lungo, quindi ci voleva un po' di tempo con il passaparola per trasformarlo in un successo. La mia preoccupazione principale era che non avevo mai scritto un film d'azione prima. Avevano letto un copione che avevo scritto chiamato Onore luminoso che è stato quasi fatto come quattro volte diverse. A loro è piaciuto molto. C'era dell'azione, ma non era un film d'azione, ma avevano fiducia che avrei potuto farcela. Ero ancora uno scrittore sconosciuto e sono stato fortunato a lavorare e felice di lavorare. Venivo pagato per scrivere un altro film. È stato incredibile.'

Duro a morire in un aeroporto

Sebbene la sceneggiatura di Richardson sia stata adattata dal libro di Wager, ha comunque fatto i compiti sui dadi e bulloni di un importante aeroporto internazionale.

'Mi sono seduto nella torre al JFK per tre giorni imparando come volano gli aerei', dice. 'Ho chiesto alcuni scenari diversi: uno che coinvolge il terrorismo e un altro che implica se alcuni aerei volano effettivamente con relativamente poco carburante ad un certo punto'.

Richardson ha presentato la sua sceneggiatura a Gordon e Levin che sono rimasti colpiti. Il suo tempismo era perfetto.

“Più o meno fino al giorno, non sto scherzando, Joe Roth prende il posto di Goldberg alla Fox e dice ‘Ho bisogno Il Difficile 2 . Dov 'è Il Difficile 2 ?' e Lawrence dice 'strano che dovresti chiedere...' E poi, naturalmente, è successo il resto.

Sebbene fosse stato avvertito di cosa aspettarsi una volta che Silver fosse stato coinvolto, era ancora difficile da accettare.

'Mi è stato detto che nel momento in cui è stato annunciato come Il Difficile 2 e il contratto di Joel sarebbe entrato in vigore e lui avrebbe fatto quello che ha fatto Il duro che era licenziare Jeb Stuart [lo scrittore originale] e assumere Steven E. de Souza ed è anche esattamente quello che è successo.

Un prolifico sceneggiatore e sceneggiatore chiamato a riscrivere e iniettare più azione e umorismo in sceneggiature preesistenti, inclusi gli altri crediti di De Souza Commando , 48 ore , e Il corridore .

Era, ed è tuttora, grande quanto loro, ma questo non ha reso le cose più facili per Richardson.

'È stata una cosa difficile accettare di aver ottenuto il via libera a un film e la tua ricompensa per aver fatto un buon lavoro è essere licenziato', dice. “La battuta di Joel nei miei confronti, che è stata piuttosto profetica, è stata ‘Di cosa ti lamenti? Hai appena scritto un film di successo. Non lamentarti, lasciami fare quello che faccio.'”

Uno dei contributi più importanti di de Souza alla sceneggiatura è arrivato con il generale Ramon Esperanza di Franco Nero, il dittatore militare della Val Verde, un paese immaginario del centro o sudamericano creato per gli scopi del film. Non si poteva negare l'ovvio sottotesto del retroscena del generale Esperanza, sebbene de Souza prendesse in prestito pesantemente dal coinvolgimento nella vita reale dell'America nel controverso affare Iran-Contra.

Ma mentre quel cambiamento è servito efficacemente al sequel, anche altre modifiche non sono invecchiate.

Nel film, il malvagio colonnello Stuart di William Sadler ricalibra il sistema di atterraggio strumentale a Dulles, impersonando un controllore del traffico aereo per far schiantare deliberatamente un aereo di linea britannico, uccidendo tutte le 235 persone a bordo.

Secondo Richardson c'è stato 'un po 'di schiaffo' sulla sequenza quando è uscito il film e anche lui riconosce che va contro 'il tenore e il tono papavero, iper-azione del film'.

La sceneggiatura originale di Richardson presentava un'alternativa molto più appetibile.

'Non volevo uccidere un aereo carico di persone, quindi ho fatto schiantare un aereo FedEx o UPS dove sono morti solo i piloti e l'equipaggio', dice. “Non mi sentivo a mio agio con quel livello di terrorismo. Il punto era dimostrare cosa possono fare come terroristi. Doveva essere come 'questo è quello che possiamo fare, non scherzare con noi o il prossimo sarà pieno di gente'. Penso che de Souza e Silver o chiunque abbia preso quelle decisioni a quel punto. '

L'incidente avrebbe potuto avere conseguenze ancora più gravi per 20questoAnche Century Fox dopo un grosso errore dietro le quinte.

“Ed Trudeau era il manager della torre al JFK quando ho visitato. Era un veterano dell'aeronautica ben considerato che ha trascorso molto tempo con me durante le mie ricerche', afferma Richardson. “Ho inserito il suo nome nella sceneggiatura come segnaposto per il gestore della torre di controllo del traffico aeroportuale, ma in qualche modo hanno finito per mantenere il suo vero nome nel film. L'ho scoperto solo tre mesi prima che uscisse. A quel punto mi avevano bloccato fuori dal processo, il che non era divertente. Alla fine ho ricevuto una copia della sceneggiatura finale delle riprese e ho visto che avevano usato il nome di Trudeau. Ho dovuto chiamarlo e dirgli che il gestore della torre nel film aveva il suo stesso nome e che un aereo si schianta e muoiono oltre 200 persone. Non ero sicuro che fosse qualcosa a cui avrebbe voluto essere associato. Lo studio avrebbe dovuto rilevarlo prima, ma poiché ero stato bloccato fuori dal processo, non avevano verificato con me.

Fortunatamente, Trudeau era un buon sportivo e voleva solo sapere se il film sarebbe stato 'buono'.

A conti fatti, Richardson è contento del contributo che ha dato Il Difficile 2 anche se ci sono alcuni elementi del film finito e della sua esperienza su di esso che lo infastidiscono leggermente, come il fatto che de Souza abbia portato il film in arbitrato, rivendicando l'unico merito di scrittura.

'Direi che è stato più o meno il mio film fino alla sequenza della motoslitta, che era dove sembrava un James Bond film all'improvviso”, dice Richardson. “Era lì che si è trasformato di più in ciò che de Souza stava facendo con esso. Tuttavia, ci sono stati frammenti del mio lavoro fino in fondo. De Souza ha deciso che voleva il merito esclusivo, il che era ridicolo e gli ho detto che era ridicolo che ci provasse. Non posso lamentarmi però. Joel aveva ragione: dovevo scrivere un film di successo e sono molto grato a Lawrence Gordon e Lloyd Levin per essere stati così dannatamente intelligenti'.

Die Hard 3 NON è un film di Natale

Richardson sarebbe tornato qualche anno dopo per dare una mano nello sviluppo Duro a morire con una vendetta .

Anche se la sceneggiatura di Jonathan Hensleigh si intitolava Simone Sez ha costituito la base di Duro a morire con una vendetta , Richardson ha dato alcuni importanti contributi, incluso l'abbandono dell'ambientazione natalizia.

“La mia versione di Il Difficile 3 , di cui c'è ben poco nel film, sicuramente non era ambientato a Natale”, dice. ''Non rifaremo il Natale' Ricordo che era il mio lancio iniziale e Bruce era come 'mi suona bene'. Questo è stato quando eravamo al suo posto a Sun Valley nella neve d'inverno. Ho solo detto 'portiamolo in piena estate e facciamolo caldo''.

L'altro contributo principale di Richardson è arrivato con il punto della trama che ha visto Simon Gruber di Jeremy Irons derubare la Federal Reserve.

A quel punto Richardson aveva stretto un buon rapporto di lavoro con Willis, anche se dissipa l'idea che la star si sia fatta strada improvvisando Il duro nel modo in cui Eddie Murphy ha fatto con Poliziotto di Beverly Hills .

'So che ha improvvisato Yippee-ki-yay, ma il film non è stato improvvisato come ad alcune persone piace pensare', dice. “Poche righe di dialogo. A parte una digressione o uno slogan o due, in realtà non lo sono mai stati. Non credo che Bruce sia il più grande ad-libber del mondo. A volte ho dovuto entrare e dire 'non va bene, non facciamolo.'”

Il Difficile 4.0

Il buon rapporto di lavoro di Richardson con Willis si è rivelato una benedizione e una maledizione quando si trattava di Il Difficile 4.0 , un film in cui dice di essere stato coinvolto dopo aver commesso l'errore di leggere una sceneggiatura che Willis gli ha dato e offrendo feedback. All'improvviso c'è stato un incontro e all'improvviso stava scrivendo il film.

' Il Difficile 4 è stato duro', dice. 'C'era molta pressione sul lavoro Duro a morire con una vendetta ma Il Difficile 4.0 era ridicola stupidità. Hai finito per scrivere il film che giuravi che non avresti mai scritto con l'attore che giurava che comunque non ci sarebbe mai stato'.

La sequenza in cui McClane essenzialmente spara un'auto contro un elicottero è regolarmente citata come il momento in cui il franchise ha saltato lo squalo, ma è stato quasi molto peggio.

“In una versione della sceneggiatura gli ho fatto usare una motocicletta per saltare su un treno. Ricordo che quando l'ho scritto ho pensato 'ok, questo è un po' matto'. Alla fine me ne sono liberato”.

Con lo studio che ha fissato una data di uscita molto prima dell'inizio dei lavori per il film e Willis ancora lontano dall'essere convinto che qualcuno degli script gli sia stato inviato, Richardson ha attraversato un momento difficile per il progetto, ma non lo ha scoraggiato. Il duro film o Willis, con cui rimane in buoni rapporti.

'Amo il franchise', dice. “Quanti franchise vanno così lontano senza saltare un po' lo squalo? È difficile non farlo'.