Recensione di Animali fantastici e dove trovarli

C'è un vecchio adagio che dice che non puoi tornare a casa. Il passato è un deserto di orrori, dopotutto, e guardarlo indietro può solo portare alla delusione. Questo è il tipo di saggezza convenzionale che J.K. Rowling e il regista David Yates dovranno inevitabilmente combattere con Animali fantastici e dove trovarli , una sorta di prequel dell'amato franchise di Harry Potter. I romanzi di Rowling e i film della Warner Bros. che hanno generato (di cui Yates ha diretto le ultime quattro puntate), hanno toccato più generazioni di genitori e figli, molti dei quali di quest'ultimo gruppo ora stanno avendo figli propri.

Eppure con Animali fantastici , Rowling sta allungando l'occhio del suo dio creativo ben oltre il Ragazzo che è sopravvissuto o persino la sua scuola incantata. In effetti, Yates e Rowling sono stati all'altezza della loro parola sul fare qualcosa di diverso guardando gli anni '20, ea New York per di più. Questo non è affatto un prequel o un film di Harry Potter; è un'avventura unica in una regione inesplorata del suo mondo, con i suoi vantaggi e, sì, anche svantaggi.

Per essere sicuro, Animali fantastici e dove trovarli è un film incommensurabilmente divertente che, nonostante una serie di difetti, riuscirà assolutamente ad ammaliare la maggior parte del pubblico, in particolare quelli più anziani a cui non dispiacerà rimanere impantanati nelle mostruosità politiche dell'America del primo Novecento (e come in qualche modo sia poco diverso dagli Stati Uniti di quasi cento anni dopo). Ma comunque, dovresti essere avvertito, questo non è Harry Potter.



Animali fantastici gode di un solo grande personaggio inglese: il suo protagonista, Newt Scamander (Eddie Redmayne). È un curioso scarto accademico della società magica inglese. Nonostante fosse imminentemente intellettuale e godesse di una storia di distinto servizio durante la Grande Guerra (ha combattuto contro i draghi nelle schermaglie apparentemente meno conosciute della prima guerra mondiale), oltre ad essere un contemporaneo preferito di Albus Silente, Newt è stato cacciato da Hogwarts e è generalmente un uomo senza amici. Chiaramente introverso ed eccessivamente asociale, Newt preferisce invece la compagnia di creature magiche. Questo è il motivo per cui vuole documentarli mentre cerca di scrivere il libro di testo definitivo.

Sfortunatamente, gli animali incantati sono considerati sospetti nel mondo magico del 1926, in particolare dal Congresso magico degli Stati Uniti, dove la politica comune è di sterminare queste bestie ogni volta che è possibile. Ciò rende l'arrivo di Newt a New York ancora più urgente dal momento che sta inseguendo un adorabile roditore noto come Niffler, un ornitorinco-incontra-marmotta che brama oro, gioielli e altre cose scintillanti come se fosse un cattivo di Bond dell'era di Sean Connery .

Ma in verità, gli animali fantastici titolari di questo film, sebbene onnipresenti, sono in definitiva più una sottotrama lontana dai veri interessi mostrati dalla Rowling, che assume il ruolo di sceneggiatore per la prima volta. Molto rapidamente, Newt si ritrova coinvolto in una storia di segregazione magica, eugenetica e bigottismo represso che si verificano nella vita americana. Viene quindi aiutato ad aggirare questi problemi incontrando un adorabile e corpulento babbano (o 'No-Mag', come vengono chiamati negli Stati Uniti) di nome Jacob (Dan Fogler). I destini di Newt e Jacob si intrecciano scambiandosi accidentalmente delle valigette. E poiché la valigetta di Newt è classicamente britannica, il che significa che è più grande all'interno, ed è anche il luogo in cui Newt conserva tutti dei suoi animali in una specie di riserva biologica, questo diventa il problema.

La nascente amicizia di Newt e Jacob è anche un punto di interesse per Tina Goldstein (Katherine Waterston), una lavoratrice trascurata nella burocrazia del Magical Congress che è convinta che la valigetta di Newt violi la dogana. Allo stesso modo, catturano l'attenzione della sorella chiaroveggente di Tina, Queenie (Alison Sudol), una ragazza di buon cuore e allegra nello stampo di Clara Bow. Tuttavia, una volta che Jacob ha involontariamente liberato alcune delle rare bestie di Newt, Percival Graves (Colin Farrell), un losco investigatore del Congresso, si interessa a loro anche quando non sta studiando diversi No-Mag a lato. Di particolare interesse in quella sottotrama è Credence (Ezra Miller), il figlio abusato di una società eugenetica simile a un culto, che sta disperatamente lavorando per dimostrare che le streghe esistono nell'America degli anni '20 e che ci deve essere un revival 'New Salem' da eseguire loro.

Cercando solo di esporre le basi del primo atto per Animali fantastici , è evidente che c'è una (sovra)abbondanza di thread della trama. Infatti, mentre molto di Animali fantastici differisce dai romanzi di Harry Potter di Rowling, appare ancora molto romanzesco nel suo approccio alla costruzione del mondo. Gli eventi del film si svolgono in pochi giorni, anziché in un anno, e oltre a esistere come un pezzo d'epoca, tutti i personaggi principali di questo film (tranne Credence) sono adulti con prospettive molto più ciniche sulla vita della speranza adolescenziale dei primi film di Potter. Tuttavia, la Rowling stratifica così tanti di questi fili della trama nel film che a volte possono sentirsi come se stessero combattendo per il tempo sullo schermo.

Detto questo, molto di Bestie è una delizia quando Rowling e Yates trovano il loro equilibrio. Ciò è particolarmente vero per i quattro personaggi centrali di Newt, Jacob e le sorelle Goldstein che formano un quartetto di energia affascinante che ricorda gli accoppiamenti romantici delle commedie degli anni '30. È davvero un tipo speciale di magia quando la Rowling e le sue protagoniste riescono a fondere vaghi elementi di noir con le sorelle Haynes. Fogler e Sudol brillano in modo particolarmente brillante anche come aiutanti, entrambi disegnando ritratti di persone veramente dolci che affascineranno ogni artista con un'improvvisa legione di fan.

Anche Redmayne e Waterston sono ovviamente eccellenti, sebbene Newt sia ritratto come così scostante per la maggior parte del film, ci si chiede se Yates e Redmayne abbiano bevuto troppo profondamente dalla sua introversione a volte, perché solo in un raro caso in cui partecipa a un bizzarro accoppiamento ballare con un Erumpent, una mostruosità magica metà rinoceronte/metà ippopotamo, è permesso a Redmayne di mostrare Newt pienamente nel suo elemento e felicità.

Momenti come quel ballo sono i momenti in cui il film seduce con una meraviglia che dovrebbe stupire il pubblico più giovane e compiacere tutti gli altri. In diverse scene, Newt porta Jacob e le sorelle Goldstein nella sua valigetta dove l'immaginazione della Rowling e del pubblico può prendere il volo. Di sembrare uno spazio infinito, la valigetta include molteplici habitat che evocano il West americano, così come l'Artico, tutto ciò che sembra essere ciò che Yates vorrebbe che un palcoscenico potesse fare: offrire set che si collegano a micro-universi reali e pieni di respiro. Ecco perché il film offre ripetutamente scuse benvenute per fermare la trama in modo che Newt possa andare a caccia di solo 'un'altra' bestia fuggita. E ogni volta è magia.

Nel suo cuore, tuttavia, il film è davvero un mistero sulla scoperta dell'invisibile e omicida colpevole che si aggira per le strade di Manhattan e uccide allo stesso modo mago e No-Mag (mentre le bestie di Newt si prendono ingiustamente la colpa). È anche qui che Farrell e Miller guidano sempre più il secondo e il terzo atto con rivelazioni cupe che possono essere in contrasto con l'avventura naturalistica promessa nel titolo. Le loro scene possono anche essere piuttosto intense per gli spettatori più giovani.

Fortunatamente, Yates utilizza la sua migliore abilità nella costruzione del mondo in tutto il film. Animali fantastici è forse anche l'ultima vetrina per il suo comfort con i romanzi di Rowling, così come la sua propensione per la reinvenzione storica, come si è visto con quest'estate La leggenda di Tarzan . La passione dei registi di esplorare davvero il paradigma puritano e represso di una cultura statunitense presumibilmente liberata è una compagna costante, che mette in ombra l'estetica ruggente degli anni '20 che alcuni potrebbero aspettarsi (avrai comunque una interpretazione ottonata, simile a Gershwin di Harry Potter di John Williams loro, però). In questo senso, c'è un grande senso di attualità nell'immagine, che unisce il mondo magico all'ascesa dell'elemento più spaventoso del 20 ° secolo: il fascismo. Ecco perché è anche facile capire perché il franchise ora sarà composto da cinque film e dove si sta dirigendo mentre Newt e la compagnia tornano inevitabilmente verso l'Europa e gli anni '30.

La prima sceneggiatura della Rowling (e il primo film di Potter senza Harry) a volte può essere imbottita come il bagaglio di Newt. Ma c'è un'innegabile ambizione e serietà di intenti che è stata tristemente assente nel cinema di successo negli ultimi tempi, anche in altri recenti film di supereroi indotti dalla magia. Animali fantastici ha molto in mente e oscilla affinché le recinzioni diventino un nuovo classico. Potrebbe non raggiungere completamente questo status, ma i fan irriducibili probabilmente lo adoreranno e la sua familiare magia Rowling, che scorre dolcemente attraverso l'era del jazz degli anni '20 e verso il più oscuro dei tunnel più avanti.

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.