Da King Kong a Jurassic World: l'evoluzione dei film sui dinosauri

Il blockbuster del 1993 di Steven Spielberg Jurassic Park –che ha zoppicato nel suo quarto sequel tramite Jurassic World: Fallen Kingdom – è stato il primo film a fare di tutto per portare teorie scientifiche aggiornate su come si comportavano e si muovevano i dinosauri, cosa mangiavano e di che colore erano. In precedenza, i registi tendevano ad avvicinarsi ai dinosauri nello stesso modo in cui si avvicinavano a qualsiasi mostro gigante o creatura mitica. E a volte i risultati potrebbero essere piuttosto sciocchi. A parte il punto di vista scientifico e la trovata di ingegneria genetica di Michael Crichton, tuttavia, il film stava ancora essenzialmente raccontando la stessa storia che era stata raccontata innumerevoli volte per oltre un secolo prima della sua uscita.

Non è stato fino all'inizio del 1800 che le persone hanno iniziato a riconoscere le ossa di dinosauro per quello che erano. Prima di ciò, è del tutto plausibile che interpretazioni errate di quelle stesse ossa abbiano dato origine alle varie leggende sui draghi del mondo. Ma finalmente nel 1822, lo studio scientifico delle ossa di dinosauro divenne un legittimo campo di ricerca noto come paleontologia.

Non sorprende quindi che man mano che i paleontologi capissero meglio cosa fossero questi dinosauri e come si comportassero alcuni di loro, più le loro scoperte stimolarono l'immaginazione del pubblico. ('Quindi... stai dicendo che c'erano queste vere lucertole giganti vive che calpestavano tutto il pianeta qualche tempo fa? Come forse prima di Noè o qualcosa del genere? Che sia dannato.') Hanno anche ispirato scrittori come Jules Verne, Sir Arthur Conan Doyle , e Edgar Rice Burroughs, i quali, in libri come Viaggio al centro della terra, il mondo perduto , e La terra dimenticata dal tempo , farebbe ipotesi su cosa potrebbe accadere se gli uomini moderni e civilizzati scoprissero dinosauri viventi. Il consenso generale era che un simile incontro non sarebbe finito bene.



L'avvento del cinema all'inizio del XX secolo ha aperto un mondo completamente nuovo per la narrazione creativa. Quando i primi registi giocavano con le telecamere solo per vedere cosa potevano fare questi nuovi gadget, i risultati tendevano ad essere più sperimentali che di natura narrativa.

Non ci volle molto, tuttavia, perché un altro sperimentatore di nome Winsor McCay trovasse l'idea di un 'cartone animato in movimento'. McCay, il fumettista del giornale che aveva creato il popolare Piccolo Nemo striscia, ha visto le possibilità del film e ha iniziato a condurre alcuni test.

Ha prodotto una pila di disegni, ognuno solo leggermente diverso da quello che lo precedeva, e li ha girati tutti in sequenza, un fotogramma ciascuno. Nel 1911, ha presentato in anteprima il primo cartone animato al mondo, che forse non a caso era basato su Piccolo Nemo . Non succede molto nel film, ma ha dimostrato che un disegno (o in questo caso 4.000 disegni) può essere realizzato per muoversi in modo realistico sullo schermo.

Così un giorno nel 1913, come narra la storia, McCay e alcuni amici erano a New York quando la loro macchina si è rotta davanti al Museo di Storia Naturale. Le riparazioni avrebbero richiesto del tempo, quindi il gruppo ha deciso di esplorare un po' il museo mentre aspettavano.

Mentre ammirava lo scheletro montato di un apatosauro (o brontosauro), McCay, un scommettitore, suggerì di poter dare vita al dinosauro. Uno dei suoi amici ha accettato quella scommessa (per una cena elegante) e McCay è andato a lavorare sui 10.000 disegni che sarebbero stati necessari per il lavoro.

Con la prima del 1914 di Gertie il dinosauro a Chicago, McCay ha vinto la scommessa. Il cortometraggio, che è diventato parte del vaudeville itinerante di McCay, è stato anche incredibilmente popolare, nonostante il primo scetticismo di alcuni membri del pubblico. Non avendo mai visto un film d'animazione prima, pensavano che fosse una specie di burattini o un trucco di magia.

Come nel caso di Piccolo Nemo , non succede molto in Gertie . Cammina verso lo schermo, si guarda intorno, alza una gamba e poi l'altra (al comando di McCay durante il suo atto), mangia alcune piante, si gratta con la coda, e questo è tutto. Ma era abbastanza.

Una delle cose più interessanti di Gertie era che, fino a quel momento, i dinosauri nella cultura popolare erano stati descritti come mostri ringhiosi e feroci che inseguivano le persone, proprio come i draghi che erano venuti prima di loro. Il ritratto di McCay di una creatura carina, un po' goffa, lenta e gentile ha contribuito a cambiare la percezione pubblica di cosa fossero i dinosauri. Gertie era più simile a un golden retriever che a un drago. Abbastanza interessante, in Gertie in tour —un sequel prodotto da McCay tra il 1918 e il 1921—Gertie vaga per le strade di una piccola città e minaccia un tram di passaggio, anche se in modo innocente e giocoso. È una scena che si ripeterebbe anche se con risultati meno giocosi, in entrambi gli anni '3333 King Kong e del 1954 Gojira .

leggi di più: Perché King Kong non può mai sfuggire al suo passato

Nel 1924 e nel '25, quattro film sono stati rilasciati nelle sale cinematografiche che hanno caratterizzato dinosauri o draghi in ruoli chiave. In Fritz Lang's Sigfrido , il leggendario eroe nordico Siegfried in persona combatte contro un drago piuttosto goffo, Fafner. Douglas Fairbanks combatte il suo stesso drago in Il ladro di Baghdad . Anche il grande Buster Keaton cerca di venire a patti con alcuni dinosauri mentre interpreta un uomo delle caverne in Tre Età . Il più significativo dei quattro film, dato comunque il soggetto in questione, è Il mondo perduto , diretto da William Dowling e Harry Hoyt, e liberamente tratto dalla storia di Arthur Conan Doyle.

La storia di una spedizione in un altopiano dimenticato di un'isola sudamericana popolata da dinosauri viventi si è rivelata incredibilmente popolare tra il pubblico. La sua popolarità, tuttavia, non aveva nulla a che fare con la recitazione, la sceneggiatura o la regia: il pubblico era invece stupito dagli effetti speciali.

Willis O'Brien, che come Winsor McCay era stato un fumettista di giornali, decise di prendere McCay's Gertie un passo avanti. Invece di animare disegni bidimensionali, utilizzando lo stesso processo ha iniziato a sperimentare modelli tridimensionali. Invece di disegnare decine di migliaia di immagini e fotografarle ciascuna una volta, O'Brien ha costruito sculture articolate, spostandole di una frazione di pollice per ogni fotogramma del film.

Il processo è stato laborioso quanto quello di McCay, ma alla fine ha dovuto costruire solo un modello, non ha sprecato tanta carta e quello che è apparso sullo schermo sembrava una creatura vivente e non solo uno schizzo in movimento.

leggi di più: Le migliori morti di dinosauri in Jurassic Park

O'Brien stava creando dei cortometraggi comici in stop-motion sull'età della pietra quando i suoi dinosauri attirarono l'attenzione dei produttori di Il mondo perduto , che gli ha chiesto di creare i dinosauri per il loro film. I risultati all'epoca furono sorprendenti: nessuno aveva mai visto niente di simile prima. McCay potrebbe aver dato vita a un dinosauro, ma O'Brien li ha fatti respirare.

Al culmine del film, gli esploratori tornano a Londra con un Brontosauro al seguito, sperando di dimostrare al mondo la loro scoperta. Non sorprende che il Brontosauro si liberi e si scatena prima di tornare a casa. Così Il mondo perduto è diventato il primo film di 'mostro gigante a piede libero in una grande città'.

O'Brien poi si mise al lavoro Creazione , un ambizioso film epico animato di dinosauri. Non l'ha mai finito, ma le scene che ha completato sono state riprese dal produttore e regista Merion C. Cooper per l'uso nel suo nuovo film, King Kong . Ha anche assunto O'Brien per disegnare e animare il suo protagonista.

Le somiglianze tra il 1933 King Kong e Il mondo perduto sono difficilmente casuali. Entrambi coinvolgono una squadra di avventurieri che navigano verso un'isola remota e misteriosa che risulta essere abitata da creature preistoriche. Decidono di riportarne uno alla civiltà come prova di ciò che hanno visto, ma non passa molto tempo prima che la creatura si liberi e inizi a rovinare i giorni. Entrambi i film presentano anche un enorme tronco d'albero che attraversa un burrone, e alcuni esploratori vengono abbattuti dal tronco da un enorme mostro preistorico.

Questa è solo una nota a margine, ma mi è sempre sembrata divertente in King Kong che quando il gruppo inizia ad esplorare per la prima volta l'Isola del Teschio, sono così fissati nel trovare il leggendario Kong che rimangono completamente impassibili quando un Brontosauro vaga oltre, o uno Stegosauro li carica. Il primo impulso del gruppo è uccidere queste bestie.

Quando uno Stegosauro carica, visto che non è Kong, gli sparano e vanno avanti con un'alzata di spalle. Dove avevano visto queste creature prima che avrebbero reagito in quel modo? Lo Stegosaurus era un luogo comune negli Stati Uniti negli anni '30?

Guarda King Kong (1933) su Amazon

Nonostante l'insensato massacro di dinosauri innocenti, in fondo King Kong era una semplice rivisitazione della favola della bella e della bestia, un punto senza mezzi termini per tutto il film. Dopo la reazione del pubblico alle prime proiezioni, tuttavia, alcune scene sono state tagliate per rendere Kong meno bestiale. Nella successiva ampia uscita del film, non mangia più né calpesta le persone, e non strappa il vestito di Fay Wray e non si annusa il dito.

Anche se la star di King Kong era alto solo 18 pollici e fatto di acciaio, gomma e capelli, Kong trasudava più personalità e più umanità di tutti gli attori sullo schermo con lui. Quei dinosauri, però, ragazzo, sono rimasti una minaccia irredimibile per tutti noi.

Il film ha avuto un enorme successo. Un successo monumentale, addirittura. Tanto che un seguito ( Figlio di Kong ) è stato frustato insieme e rilasciato lo stesso anno.

Una delle persone che videro il film nel 1933 fu il giovane Ray Harryhausen, che all'età di otto anni uscì dal Grauman's Chinese Theatre di Los Angeles sapendo esattamente cosa voleva fare della sua vita. A differenza della maggior parte di noi che si sentiva così una o due volte da bambini, Harryhausen è rimasto fedele al suo sogno iniziale post-Kong.

Come O'Brien, Harryhausen ha iniziato a costruire modelli di dinosauri e a realizzare brevi film in stop-motion. Da adolescente che girava film sui dinosauri nel garage dei suoi genitori, è stato persino in grado di organizzare un pubblico con lo stesso O'Brien, dove ha mostrato alcuni dei suoi modelli e ha proiettato una bobina del suo lavoro.

Harryhausen ricorderà anni dopo che O'Brien era schietto nelle sue critiche, ma sosteneva il lavoro del giovane animatore. Apparentemente O'Brien fu più che moderatamente impressionato da ciò che vide dato che nel 1947 assunse Harryhausen come suo assistente per la prossima delle immagini della 'scimmia gigante con un cuore d'oro' di O'Brien, Il potente Joe Young .

Il film fu un altro grande successo e pochi anni dopo, nel 1953, ad Harryhausen fu data la possibilità di occuparsi di tutti gli effetti speciali su La Bestia da 20.000 braccia .

Guarda The Beast da 20.000 braccia su Amazon

Come avrebbe voluto la provvidenza, non solo questa sarebbe stata la grande occasione di Harryhausen, ma gli avrebbe anche dato l'opportunità di lavorare con un vecchio amico, lo scrittore Ray Bradbury. I due si erano conosciuti a scuola e erano diventati amici per tutta la vita. La prima cosa che avevano imparato l'uno dell'altro era che erano entrambi... King Kong fanatici, ed entrambi amavano i dinosauri.

Basato sul racconto di Bradbury 'The Fog Horn', e diretto dallo scenografo Eugene Lourie, la trama di La Bestia da 20.000 braccia è semplice. Un'esplosione atomica nel circolo polare artico risveglia una gigantesca creatura preistorica che si fa strada prontamente lungo la costa orientale, distruggendo barche e città costiere lungo il percorso. Una volta che colpisce New York, fa cadere alcuni edifici e spuntini sui poliziotti fino a raggiungere finalmente Coney Island. Lì, un tiratore scelto alloggia un arpione che trasporta un isotopo radioattivo nella gola della bestia, che muore convulsamente sul Boardwalk.

Il film è stato un altro grande successo. Pochi mesi prima della sua uscita, King Kong è stato ripubblicato per la seconda volta e ha continuato a guadagnare più soldi di quanto non avesse fatto nel 1933.

Nello stesso periodo, il produttore di Toho Tomoyuki Tanaka era su un volo di ritorno dall'Indonesia, cercando di capire come colmare un'improvvisa lacuna inaspettata nel programma di rilascio di Toho.

leggi di più: King Kong vs. Godzilla – Un film di mostri per i secoli

Non è irrilevante che entrambi King Kong e La Bestia da 20.000 braccia erano stati entrambi nei cinema nell'ultimo anno ed entrambi avevano fatto un sacco di soldi. Nonostante La Bestia da 20.000 braccia non era ancora uscito in Giappone, bisogna immaginare che Tanaka ne fosse a conoscenza, visto il titolo originale che ha dato al progetto che ne è scaturito è stato 'The Giant Monster from 20.000 Miles Beneath the Sea'.

Devi anche capire che anche Shigeru Kayama, lo scrittore che Tanaka ha ingaggiato per inventare una storia, conosceva bene il film (o almeno la storia di Ray Bradbury), dato che il suo scenario iniziale includeva una scena in cui la creatura attacca un faro , facendo eco a una scena sia nella storia originale di Bradbury che nel film successivo.

In un altro parallelo interessante, il dinosauro in La Bestia da 20.000 braccia , oltre a schiacciare tutto sul suo cammino, portava anche una malattia preistorica sconosciuta, quindi anche quelle persone che hanno attraversato il percorso del mostro senza essere schiacciate sono finite con un'orribile infezione batterica preistorica. Godzilla, come sarebbe stato ovviamente chiamato il mostro giapponese, era nel frattempo radioattivo, quindi quelle persone che hanno attraversato il suo cammino senza essere schiacciate o bruciate sono comunque finite con l'avvelenamento da radiazioni.

In effetti, in modi troppo numerosi per essere elencati; si potrebbe dire che l'originale Gojira la sceneggiatura era un amalgama di punti della trama sollevati da entrambi King Kong e La Bestia da 20.000 braccia . Hai una creatura preistorica risvegliata da un'esplosione atomica, hai nativi superstiziosi su un'isola isolata che offrono sacrifici umani e hai impronte giganti e una furia in una grande area metropolitana.

Il genio degli effetti speciali di Toho, Eiji Tsuburaya, che Tanaka aveva immediatamente ingaggiato per il progetto, ha ammesso liberamente che, come Harryhausen, era stato originariamente ispirato a diventare un artista degli effetti speciali dopo aver visto il lavoro di Willis O'Brien in King Kong . I primissimi schizzi di come sarebbe stato il mostro, infatti, erano decisamente di natura scimmiesca, ma furono presto scartati a favore di un design più sauro.

Tsuburaya disse anni dopo che prima di essere assunto per Gojira che aveva in programma di realizzare un suo film di mostri in stop-motion. Purtroppo facendo Gojira come film in stop-motion, come inizialmente proposto da Tsuburaya, ci sarebbero voluti anni per essere completato, mentre avevano solo pochi mesi per girare, e così ha deciso di andare con un ragazzo con una grande tuta di gomma.

leggi di più: Dove Godzilla 1998 è andato storto?

È sorprendente che, nonostante un budget limitato e un programma di produzione più ristretto, il film finale, uscito nel novembre del 1954, fosse il capolavoro che era. Era molto più di un semplice film di mostri. Il regista Ishiro Honda ha creato un'allegoria oscura e cupa sugli orrori della guerra nucleare. Non c'era niente da ridere. Il film si è concluso con un suicidio sacrificale, Tokyo in rovina e le strade disseminate di morti o morenti.

E il ragazzo, secondo alcuni, era incazzato Ray Harryhausen.

Guarda Godzilla su Amazon

Dopo il grande successo di King Kong, la bestia da 20.000 braccia , e Godzilla (anche se non sarebbe uscito negli Stati Uniti per altri due anni), un giovane regista nato nel Wisconsin di nome Bert I. Gordon è entrato nel mondo del cinema per davvero saltando sul gigantesco carro dei mostri nel 1955 con il suo film indipendente senza budget , Re dinosauro .

Quando un nuovo pianeta, giustamente soprannominato 'Nova', appare improvvisamente nel sistema solare in un'orbita da qualche parte tra la Terra e la luna, una corsa frenetica è in corso per essere la prima nazione a portare un equipaggio di astronauti lassù per vedere cosa è cosa . Le due coppie che compongono la squadra americana arrivano per prime ovviamente e scoprono che Nova è un pianeta perfettamente abitabile e lussureggiante (con una strana somiglianza con il Griffith Park di Los Angeles), completo di uccelli, alberi, acqua e scimpanzé, proprio come a casa. L'unico neo è quel dinosauro sull'isola in mezzo al lago.

Dato che non aveva grandi soldi in studio dietro di sé, Gordon è stato costretto a fare affidamento sulla sua ingegnosità e pura faccia tosta per realizzare un film la cui sceneggiatura ovviamente richiedeva effetti elaborati tra cui astronavi, pianeti alieni e dinosauri vivi. Il primo terzo del film è composto da filmati di repertorio e le scene su Nova sono state girate, sì, a Griffith Park (il che spiega la somiglianza).

Quando è arrivato il momento per il dinosauro titolare di fare finalmente la sua apparizione verso la fine del film, Gordon sapeva che la stop-motion era fuori discussione. Costava un sacco di soldi, ci voleva molto tempo e lui non aveva né l'uno né l'altro. Ma perché perdere tempo con i modelli quando potrebbe semplicemente riprendere una serie di primi piani di un mostro di Gila e utilizzare la retroproiezione per trasmettere l'illusione di dimensioni gigantesche? I mostri di Gila erano comunque solo piccoli dinosauri, giusto? E si muovono in modo più realistico di quei modelli usati da Harryhausen.

Non c'era niente di nuovo nella retroproiezione in sé, ma usare primi piani retroproiettati di animali reali per trasformarli in mostri giganteschi era ancora una mossa abbastanza nuova. Nell'anno precedente Assassini dallo spazio , W. Lee Wilder ha utilizzato il processo per creare alcuni ragni e lucertole giganti. Senza soldi a disposizione, era uno strumento economico ed efficace. Abbastanza efficace, comunque.

Dinosauri a parte, il film aveva altri problemi. C'erano problemi di ritmo (vale a dire che qualsiasi ritmo sarebbe stato bello) e la sceneggiatura lasciava a desiderare. Non ho mai visto quattro scienziati scientifici in meno in un film di fantascienza. Arrivano su un pianeta alieno pieno di fauna selvatica e vegetazione, e cosa fanno? Testano campioni o esplorano? No, adottano uno scimpanzé e fanno un picnic. Trattano il tutto come un viaggio in campeggio.

Guarda Viaggio al centro della terra (1959) su Amazon

E quando incontrano qualcosa di straordinario e inaspettato sotto forma di un dinosauro (che erroneamente identificano come un T. Rex) cosa fanno adesso? L'hanno fatto esplodere con una bomba atomica che portavano con sé. Quindi non solo hanno reso inabitabile una grande porzione di un pianeta lussureggiante e simile alla terra, in semplici termini fantascientifici, potrebbero aver distrutto un mostro gigante ma hanno rilasciato la radiazione che ne creerà altre mille per prendere il suo posto.

Ma è meglio non soffermarsi su cose del genere quando stai cercando di goderti un dannato film.

Gordon potrebbe non essere stato il primo a utilizzare animali retroproiettati, ma pochi hanno usato la tecnica in modo così esteso o con un effetto così grande. Con Gordon, la tecnica sarebbe diventata un marchio di fabbrica, spingendo Forry Ackermann a soprannominarlo 'Mr. GRANDE.'

Re dinosauro potrebbe non essere stato un gran bel film, ma è stato girato al momento giusto. È stato anche realizzato con tale sicurezza dato che c'era così poco sullo schermo che devi ammirarlo. Le persone dell'AIP l'hanno fatto e hanno iscritto Gordon. Negli anni che seguirono, realizzò una dozzina di immagini di mostri giganti, ma purtroppo il suo debutto includeva il suo unico vero dinosauro.

Nel 1956, Harryhausen e O'Brien si unirono di nuovo brevemente per creare un segmento animato sui dinosauri per il film Il mondo animale . La sequenza di 20 minuti, una sorta di versione in miniatura dell'incompiuto di O'Brien Creazione , presentava tutti i dinosauri che puoi immaginare e molte epiche battaglie di dinosauri in quella che era l'unica cosa che valesse la pena ricordare del documentario sulla natura altrimenti triste.

Con diverse tecniche disponibili per mettere i dinosauri sullo schermo e con ogni bambino del mondo che passa attraverso un'ossessione per i dinosauri in un punto o nell'altro della loro vita, le porte erano abbastanza aperte. Harryhausen avrebbe continuato a realizzare alcune altre immagini di dinosauri, incluse quelle del 1966 Un milione di anni a.C. e l'epopea dei cowboy contro i dinosauri del 1969, La Valle di Gwangi . Ma questa sarebbe solo la seconda foto di cowboy contro dinosauri, la prima è del 1956 Bestia della Montagna Cava , basato ironicamente su un racconto di Willis O'Brien.

leggi di più: Western Kaiju Movies – Dal mondo perduto a Cloverfield

Oh, e poi c'era Fantasia, e tutti quelli Centro della Terra film, e La terra dimenticata dal tempo, e Le persone che il tempo ha dimenticato, e quasi tutti i film con 'Island' nel titolo, e quella stupida commedia di Ringo Starr, cavernicolo, e Terra dei Perduti, e innumerevoli altri.

A partire dalla fine degli anni '50, i dinosauri sono diventati le bestie pronte per i registi alla ricerca di un mostro gigante di qualche tipo. Erano riconoscibili, facilmente comprensibili, ogni specie aveva la sua personalità ben consolidata e, soprattutto, non potevi marchiarle.

Bene, poi è arrivata la CGI e Jurassic Park, e Steven Spielberg, e questo era più o meno quello.