Recensione dell'episodio 2 di Game Of Thrones stagione 6: Home

Questa recensione contiene spoiler.

6.2 Casa

Il motto di questo spettacolo è stato lo stesso fin dall'inizio. Quando giochi al gioco del trono, vinci o muori. A volte, proprio quando sembra che la vittoria sia dietro l'angolo, si rivela invece un brutto caso di morte. Westeros è una terra dove le persone buone e onorevoli muoiono terribilmente, e anche una terra dove anche le persone spregevoli muoiono terribilmente. Generalmente, tutti muoiono di una morte terribile. Valar morghulis.



C'era una volta, durante la Guerra dei Cinque Re, Balon Greyjoy (Patrick Malahyde) era considerato un vero re. Certo, ha governato solo le Isole di Ferro, e attraverso di loro i mari del nord, ma comunque, quello è un regno, anche se basato sulla nautica. Ora, i tre combattenti Baratheon sono morti e il Re del Nord è solo una testa su una picca da qualche parte. Balon Greyjoy rimane, anche se la sua ambiziosa campagna per conquistare il nord non ha avuto successo. Theon ha rovinato ogni possibile alleanza con gli Uomini del Nord 'uccidendo' Bran e Rickon, Ramsay ha rovinato Theon come merce di scambio e l'ultima delle roccaforti dell'Isola di Ferro è stata riconquistata dai legittimi proprietari. Ora, il Lord Reaver di Pyke è solo una macchia sulle rocce, lanciata da uno dei tanti precari ponti di corda di Pyke nientemeno che dal suo nuovo fratello, Euron (Pilou Asbaek).

Una delle cose che Game of Thrones fa durante questo episodio è creare tensione dal nulla. Un vecchio che cerca di attraversare un ponte traballante in una tempesta di pioggia battente non dovrebbe essere così teso, ma a volte sembra che possa effettivamente cadere per una morte naturale. Naturalmente, Euron si presenta e lo lancia oltre il lato del ponte dopo una breve scaramuccia, ma ehi, almeno sarebbe potuta andare in entrambi i modi.

Euron non è l'unico con le mani sporche di sangue. Durante le ultime due stagioni, c'è stata un'ascia a forma di bambino appesa sopra la testa di Ramsay Bolton. Potrebbe essere stato legittimato, e potrebbe essere l'erede di suo padre e l'unico membro della famiglia con un legittimo diritto al nord attraverso il matrimonio con Sansa Stark, ma è anche un pazzo furioso che ha un assassino a sangue freddo per padre . Roose mi sembra il tipo da uccidere prima che l'altra persona possa ucciderlo, quindi con l'annuncio del bambino sano di Walda Frey, il tempo stringe per i due di questi uomini. Certo, potrebbero sorridere e abbracciarlo, ma quando il coltello affonda in qualcuno, è un altro grande momento di tensione. Per cinque o dieci secondi buoni, non siamo sicuri quale dei due Bolton sia stato ucciso.

Non sorprende che sia Ramsay di Iwan Rheon che tiene il coltello alla fine. Ciò crea un'altra scena incredibilmente tesa in cui il nuovo Lord Bolton convoca Walda Frey e il nuovo bambino. Quando Ramsay prende il bambino da Walda, c'è una tensione palpabile. Sappiamo di cosa è capace Ramsay, e distruggere un bambino non è niente in confronto al parricidio. Anche Walda sembra saperlo, o sembra essere un po' sospettosa del modo in cui Ramsay tiene il bambino, ma suo marito Roose la proteggerà... o lo farebbe se non sanguinasse nella grande sala di Grande Inverno. Ramsay è un mostro e, dopo aver portato Walda al canile, è solo questione di tempo prima che anche il suo destino sia segnato.

Fortunatamente, Jeremy Podeswa racconta la storia della morte di Walda Frey attraverso il suono e l'osservazione di Ramsay; non guardiamo una donna e un bambino che vengono fatti a pezzi dai cani, in un tocco di moderazione tanto necessario. Guardarlo accadere non è così teso come aspettare che accada, e l'episodio aveva già riempito molto del suo quoziente sanguigno grazie a un paio di scene incredibili: FrankenMountain si vendica del flasher che racconta la sua proposta indecente a Cersei Lannister durante la sua passeggiata della vergogna sbattendogli la testa in un budino contro il muro, e Wun Wun prende un arciere e sostanzialmente fa lo stesso con lui, anche se con l'intero corpo dell'ex membro dei Guardiani della Notte invece della sola testa.

Molteplici scene di violenza, più signori morti e i momenti più forti sono in realtà i momenti della commedia. Il colpo alla testa di FrankenMountain mi ha fatto ridere forte, e ho riso di più quando l'arciere dei Guardiani della notte ha incontrato un destino simile. Le scene di Varys e Tyrion, come al solito, sono fantastiche, con il viaggio di Tyrion per vedere i draghi pieni di suspense quasi quanto consegnare un bambino a Ramsay. Finisce anche per far ridere, se non altro perché Tyrion diffonde ogni situazione possibile con umorismo, anche se tutti intorno a lui non ridono. Questo è un merito di Dave Hill, che ha scritto l'episodio di stasera. Teso quando è necessario e sorprendentemente divertente quando è il momento di alleviare un po' la crescente tensione.

Mette in moto molte cose, gettando il mondo di Westeros in subbuglio. Un principe morto a Dorne, il Nord nelle mani di un sociopatico e dei suoi leccatori seguaci di Karstark, un defunto Lord delle Isole di Ferro e alleanze infrante tutt'intorno; Walda potrebbe non essere stata la migliore Frey, ma è ancora una Frey morta, ed è stata massacrata da un Bolton. Di certo i Greyjoy non hanno del tutto superato i Bolton che si sono ripresi il nord e hanno distrutto Theon. Il Nord mantiene i vecchi Dei e ricorda i vecchi modi, e ci sono ancora alcuni Stark là fuori che potrebbero essere una minaccia, ma Ramsay riuscirà davvero a portare a termine il suo folle piano per attaccare il Castello Nero e uccidere l'unica forza in piedi tra gli Estranei e Westeros?

Bene, è Ramsay, quindi la risposta è probabilmente sì, ma non si tratta tanto della destinazione, ma di come ci arriviamo. La resurrezione di Jon Snow è in corso da quando Melisandre è tornata a Castle Black dal campo di Stannis, ma è comunque una scena molto efficace che dice molto su tutti i personaggi coinvolti, in particolare Melisandre e Davos (parlano di un'improbabile coppia di alleati). Che possiamo sapere cosa accadrà, ma goderci ancora quando accadrà è un buon segno; lo spettacolo sta facendo la cosa logica con i personaggi come li intendiamo noi, ma è ancora in grado di rendere divertenti le scelte logiche.

Westeros è sempre al suo meglio quando c'è il caos intorno. Con i nobili che muoiono come mosche, il caos è ciò che accadrà. Il gioco del trono è in pieno effetto e solo i forti, o quelli resuscitati dalla magia, sopravviveranno.

Leggi Ron's recensione dell'episodio precedente, The Red Woman, qui .

Il corrispondente statunitense Ron Hogan ha urlato alla sua televisione quando sono iniziati i titoli di coda. Ma questo significa solo che c'è più Game of Thrones da guardare la prossima settimana, e questo significa più persone da uccidere per i Sand Snakes. Scopri di più di Ron ogni giorno su Shaktronics e PopFi .