Game of Thrones Stagione 7 Episodio 2: Recensione: Stormborn

Questo Game of Thrones la recensione contiene spoiler.

Game of Thrones Stagione 7 Episodio 2

Bene, questo ha preso piede, vero?



La scorsa settimana, ho ipotizzato che la premiere della stagione fosse l'ultimo respiro del vecchio modello: un addio alle armi per il ritmo più tranquillo e francamente romanzesco Game of Thrones è famoso per. Stasera, sembra che non stessi fischiettando 'La moglie del dorniano'. In soli 60 minuti, abbiamo visto la fine concepibile della sottotrama dorniana (lodate i Sette!), Il crollo dei buoni Greyjoy e un sacco di corse verso battaglie epiche e alleanze ancora più epiche. Seriamente, i loro spedizionieri sono già per Jon/Dany? Forse si chiamano Jany o Donaerys? In ogni caso, il drago e il metalupo si incontreranno. (Oh e i metalupi!)

Quindi sì, stasera Game of Thrones aveva molto da fare. E nel complesso, è sembrato audace e fresco mentre lo stile tonale è cambiato ... anche se non sembrano aver trovato il loro punto d'appoggio completo in esso. Durante l'episodio fiducioso ma veloce, a questo scrittore si è lentamente reso conto che ha percorso la sua traccia narrativa meno di un'ora di televisione che di un'ora di un terzo atto in un film. Se questo fosse un tradizionale film di Hollywood tradizionale, 'Stormborn' suona come l'impostazione rapida del tavolo che di solito si verifica dopo che Harvey Dent è stato tostato o l'agente Coulson è stato messo sul ghiaccio. È una curiosità quindi se il resto della stagione 7 giocherà in quel modo, e se la stagione 8 sarà quindi sei settimane in cui il proverbiale Hulk prende Tom Hiddleston e lo oscilla come il generatore di meme intenzionale che è?

In ogni caso, c'erano un sacco di cose fantastiche nell'episodio di stasera, e ancora di più da disfare, iniziando da dove ci eravamo interrotti la scorsa settimana: Daenerys e tutti gli uomini (e le donne) della regina in piedi intorno al più epico Dungeons & Dragons bordo mai concepito.

E come punta di cappello per gli scrittori e gli attori, questa sequenza è così buona che è facile dimenticare che questa è una o due conversazioni che probabilmente sarebbero dovute avvenire molto prima che lasciassero Meereen. Certamente, potrebbe essere stato condotto durante la traversata di settimane del Mare Stretto, ma suppongo che Dany e il suo entourage abbiano appena trascorso l'intero viaggio marittimo fissando drammaticamente l'orizzonte.

Quindi eccoci qui ed è piacevole vedere Varys cantare per la sua cena. Mi è sempre piaciuto Varys, se non altro per il fatto che Conleth Hill e Peter Dinklage hanno il tipo di chimica che la maggior parte delle commedie di amici brama. Sinceramente, il finale più felice che questa serie potrebbe avere sono questi due tizi che camminano su una pista nebbiosa (drago), parlando di evocare alcuni passaporti fasulli per iniziare la loro prossima avventura combattendo contro i nazisti. Anche così, Varys ha tecnicamente tradito due re a questo punto e ha svolto un ruolo utile nell'attentato alla vita di Daenerys.

Ecco perché è stato così soddisfacente vederlo messo sul sedile caldo. Queste sono le scene in cui Emilia Clarke dà il meglio di sé. Può recitare in un ruolo regale, autoritario e addolorato, ma attraverso i suoi occhi spesso umidi, c'è una proiezione di compassione ed empatia che affascina sempre. È per questo che dopo tutti questi anni, lei rimane l'unica vera buona scelta per governare i Sette Regni una volta che questo business del fuoco e del ghiaccio è finito. Ma l'aspetto intrigante della scena è che sto iniziando a sentirmi abbastanza certo che stiano prefigurando che la fine di questa serie non sarà un sovrano sul Trono di Spade.

Di fronte a un sedile così caldo che era un soffio di drago dall'essere un vero fuoco, Varys ha rivelato che la sua vera lealtà non è con una corona o un monarca, ma con le persone su cui dominano. In sostanza, rivela a se stesso di avere gli ideali di un senatore del Vermont e l'etica del lavoro di un direttore dell'FBI tormentati da richieste di giuramenti di lealtà. Ed ha ragione che chi è al potere non dovrebbe premiare l'incompetenza con la lealtà. E fortunata per questo mondo immaginario, Dany è un tale leader in cui vede il valore nell'esperienza professionale rispetto al servile umiliazione (osare sognare, amirite?).

Tuttavia, ciò che Varys suggerisce è in realtà un anatema per la classe dirigente di qualsiasi modello feudale. Sospetto che questo indichi che il gioco finale di Daenerys sarà un po' diverso dal sedersi su un Trono di Spade. Anche se non esiste una versione di questa storia in cui rinuncia alla sua corona, l'ho vista fondare il primo parlamento della serie. Seven Hells, Varys sarebbe un ottimo Primo Ministro, anche se Daenerys sarebbe più Elisabetta I in questo scenario che Elisabetta II. E sospetto che solleverà proprio un punto del genere nella stagione 8, poiché questo episodio è già impostato che si aspetta che lui le dia un controllo della realtà quando se ne presenta la necessità. E lo farà.

In ogni caso, la sua ammissione di populismo gli salva il collo, e Dany sta pianificando presto la sua strategia di guerra già che avrebbe dovuto essere finita con tutta la sua squadra. E in tutta onestà, penso che Tyrion stia dando scarsi consigli alla Regina d'Argento. Sebbene Tyrion abbia ragione nello stabilire che il modo migliore per contrastare l'inevitabile campagna di sciovinismo di Cersei contro le 'orde straniere' è che i Tyrell e Dornish guidino l'assedio ad Approdo del Re, penso che stia tramando troppo come un Lannister che ha speso gran parte del suo vita ad Approdo del Re. Ha persino ideato una brillante difesa della città in uno degli episodi migliori della serie.

Il suo scopo di usare i Dothraki e gli Immacolati contro Castel Granito è espresso in una vendetta personale. Se papà si rifiutasse di darmi la Roccia, la porterò con quelli che riterrebbe paragonabili a nani, bastardi e cose rotte. È una buona strategia per affamare le finanze della capitale, e ferisce sua sorella nel modo più personale, ma incatenare i draghi è un grave difetto.

Avere famiglie Westeros che guidano l'aspetto più pubblico della guerra è saggio, ma prima si scatenano i draghi, prima la guerra finisce. Per citare il generale William Sherman mentre incendiava Atlanta e gran parte del Sud durante la guerra civile americana, 'La guerra è l'inferno'. Oh certo, fino ad oggi i georgiani e gli abitanti della Carolina del Sud potrebbero sputarti addosso se ti chiami Sherman, ma è perché ricordano la lezione.

Sherman si è assicurato che il Sud non risorgesse di nuovo, e scatenare il fuoco del drago sugli eserciti di Cersei (in particolare se non sono all'interno della città) sarebbe stata la via più rapida per la vittoria. Risparmiare gli innocenti all'interno delle mura è una cosa, ma l'ultima volta che abbiamo controllato, l'esercito dei Lannister è nelle Terre dei Fiumi. Anche se è inverno, scommetto che è ancora un bel periodo dell'anno per un barbecue. Daenerys si pentirà di aver incatenato i draghi all'inizio della guerra.

Ma per quanto tempo Dany tenga i draghi fuori dalla scacchiera, la mano di Cersei Lannister sembra essere stata inventata dagli showrunner David Benioff e D.B. Weiss qui. Il Game of Thrones i creatori hanno ragione a tenere Lena Headey in prima linea, ma sentire come stanno 'lavorando a una soluzione' per i draghi è come fingere che la prima esplosione nucleare su Hiroshima sia un colpo di fortuna. Continua a continuare.

Certo, c'è una scena in cui Qyburn svela a Cersei un'arma per fermare i draghi, ma se questi infernali sono le stesse creature di cui abbiamo sentito parlare di aver schiacciato interi eserciti in un pomeriggio e di aver arrostito centinaia di migliaia di uomini vivi durante il Grande Anno di Aegon il Conquistatore , non mi interessa quanto sia grande la tua balestra. In realtà non sembra molto diverso dalle armi medievali standard utilizzate per combattere le torri d'assedio.

leggi di più: Game of Thrones Stagione 8 – Tutto quello che sappiamo

Questa sottotrama ricorda per lo più una finzione degli scrittori, o un'illusione delle difese della capitale che stanno facendo un'offerta per un dramma migliore. Ricorda persino quando i pubblicitari della boxe facevano finta che gli sfidanti non Frazier o George Foreman avessero una possibilità di mettere fuori combattimento Muhammad Ali. Vieni a combattere la notte, anche Chuck Wepner è stato in grado di mettere il campione sulla schiena per mezzo secondo ... ma alla fine questo lo ha fatto arrabbiare ancora di più.

Nel complesso, la parte più intrigante di questa sequenza è stata vedere Jaime Lannister mettere Randyll Tarly contro il suo signore ad Alto Giardino. Randyll fa un grande discorso sul non volersi allineare con le menti delle Nozze Rosse, ma protesta troppo. È già nella Fortezza Rossa e risponde alla chiamata di Cersei anche se questa nuova Regina di Ferro ha appena cucinato il suo precedente signore Mace Tyrell (per non parlare della tanto perduta Regina Margaery Tyrell in quello che equivale anche a un atto di tradimento) in 50 sfumature di verde. Aveva già deciso prima di salire su quel cavallo di lasciare la Collina del Corno, dove si trova la sua lealtà.

E aveva ragione su un certo livello. Non sono le grida di patriottismo contro Dothraki o Gli Immacolati che lo influenzano (anche se potrebbe essere una propaganda molto utile per la 'piccola gente' che Daenerys e Varys sperano di salvare dall'incompetenza di Trump). Anzi, ciò che fa girare la testa a Randyll Tarly è la promessa del titolo 'Warden of the South' dopo la fine della guerra. Non troppo malandato, anche se indosserà quelle credenziali mentre arrostisce nel ventre di uno o tre draghi.

Il consiglio di Tyrion si dimostrò più prudente nel tentare un'alleanza con il re del Nord. Mentre l'opportunità con cui ciò sta accadendo potrebbe rasentare il servizio dei fan, capisco che se Benioff e Weiss vogliono davvero concludere questo in soli 11 episodi in più, ha senso passare a quello che ora chiamerò 'ritmo del terzo atto'. .” E in questa piega degli eventi, ha funzionato abbastanza bene.

Jon Snow riceve un corvo da Roccia del Drago che chiede un incontro. Questo dovrebbe essere considerato un po' sospetto, e Sansa ha ragione su un punto: Daenerys non permetterà che il Re del Nord se ne vada senza che lui pieghi le ginocchia. No, a meno che le sue suppliche sugli Estranei e sugli zombi di ghiaccio non la influenzino (dopotutto, lei cavalca i draghi).

Tuttavia, Jon Snow è ovviamente saggio almeno correre il rischio, non ultimo perché la logica televisiva impone che non lo uccideranno in questa stagione. Oltre a ciò, però, il Nord non ha le armi per vincere la guerra. I draghi possono fumare i Wight e una scorta abbondante di Dragonglass in celle frigorifere che possono massacrare gli Estranei. Questa è la loro unica e migliore speranza di vincere l'inevitabile battaglia che verrà con il Re della Notte.

E significativamente, l'unica ragione per cui Sansa ha smesso di discutere con lui su questo punto è quando ha rivelato che avrebbe lasciato Grande Inverno nelle sue mani. È anche illuminante il fatto che i signori del Nord si siano schierati con Sansa solo quando Jon ha avuto più senso sulla necessità delle armi su Dragonstone. Credono davvero nelle storie degli Estranei di Jon Snow? Dato che hanno piegato il ginocchio a lui, suppongo che lo facciano, ma poi di nuovo lo chiamano ancora Jon Snow. Se è il loro re, sicuramente è il momento di mettere uno Stark alla fine del suo nome? E si fanno beffe dell'idea di aver bisogno di Dragonglass. Non sono convinto che abbia il pieno sostegno delle Case del Nord per quanto riguarda i morti che camminano.

E questo potrebbe essere a vantaggio di Ditocorto. Lo vediamo sussurrare all'orecchio di Jon al suo massimo luciferino. Devo ammettere che ho anche dovuto soffocare una risata quando Ditocorto ha sibilato che gli piaceva Ned Stark a modo suo. Sono sicuro che gli è piaciuto di più quando ha visto la sua testa marcire su uno spuntone. E che Ned sia o meno il padre legittimo di Jon, è un'eco ovviamente intenzionale che Jon Snow spinga Ditocorto contro il muro della cripta come fece Ned fuori da un bordello. In entrambi i casi, è perché presumevano che questo pervertito pervertito stesse pervertendo la loro donna dai capelli rossi, anche se nel caso di Jon è sua sorella. E ad essere onesti, non sono sicuro di quale gioco stesse giocando Ditocorto nel cercare di ingraziarsi Jon godendosi il suo ghigno alla sorellina di Jon.

Ma poi di nuovo, Ditocorto vuole Jon morto, anche se non l'ha detto. E ora che Jon sta andando a Roccia del Drago (e potenzialmente condannato), forse sta scommettendo che l'opinione di Jon su di lui è irrilevante. O più precisamente, era solo lui a testare se Jon fosse davvero il figlio di suo padre. Nel qual caso, come Ned prima di lui, il miglior uso che ha di Petyr Baelish è come un cadavere.

Quindi, mentre Jon si dirige a sud verso Roccia del Drago e l'ultimo incrocio di Fuoco e Ghiaccio, questo incontro è stato davvero inevitabile sin dal primo episodio di Game of Thrones —Ditocorto sembra pensare di avere Grande Inverno e Sansa per sé.

Tuttavia, Sansa sta per ottenere una compagnia inaspettata...

Davvero, quanto sarà bello quando Arya arriverà a Winterfell aspettandosi di trovare Jon e invece verrà nell'abbraccio di Sansa? Personalmente, spero che la serie non metta troppo in risalto la loro estraneità, perché ora hanno molto più in comune di quanto non abbiano mai fatto prima. Ad ogni modo, sarà probabilmente la scena da battere la prossima settimana.

Nel frattempo, Arya ha due affascinanti riunioni stasera. La prima è la rivelazione piuttosto scioccante che ha fatto di tutto sulla King's Road per incrociare ancora una volta la strada con Hot Pie. Lo scrivo perché all'inizio il suo sguardo avvilito a Hot Pie mentre faceva battute cupe e da segugio sulle sue abilità di fornaio, le faceva sembrare che non volesse la compagnia di Hot Pie. Ma lo fa; è solo che la Casa del Bianco e Nero, così come la sua follia omicida ai Gemelli, l'hanno indurita più di quanto probabilmente si rendesse conto.

Ha flirtato con il superamento dell'orlo dell'oblio dalla seconda stagione e dalla nascita della sua piccola 'preghiera'. Ma è stata la sua umanità a mantenere la sua anima abbastanza intatta da non uccidere il segugio, da non lasciare che gli uomini senza volto cancellassero la sua identità, che ha fatto sembrare che non sarebbe mai diventata una sociopatica pura.

Ma nella scena con Hot Pie, sembrava con gli occhi spenti come un soldato sotto shock della prima guerra mondiale a cui è stato chiesto di fare due chiacchiere al pub. È ancora Arya, o 'Arry' di Hot Pie, ma la ragazza che anche dopo le sue prime uccisioni potrebbe ancora guidare un Triumvirato di Badassery con Hot Pie e Gendry, non c'è più. Hot Pie finalmente si rende conto, forse per la prima volta, che Arya è davvero una ragazza. Ma è più vicina a non avere identità qui di quanto non sia mai apparsa alla Casa del Bianco e Nero.

È una medicina agrodolce che ha fatto di tutto per vedere un vecchio amico, ma solo per dargli una pacca sulla spalla mentre mangiava. Eppure quello che è successo dopo è stato infinitamente peggio. Hot Pie le dà una notizia meravigliosa. Jon Snow è vivo e re nel nord, e lei sta tornando a casa. Finalmente.

Tutto quello che le è successo dopo si è cristallizzato più di ogni altra scena del suo intero viaggio, e ha coinvolto Nymeria. Sì, il lungo, lungo, lungo attesa unione di Arya e il metalupo lei Zanna Bianca nel secondo episodio di Game of Thrones finalmente è arrivato, ma era decisamente poco simile alla Disney. Da sola nel bosco e nella neve, avrebbe fatto facili guadagni per il branco di lupi che Nymeria ha dominato per anni (e solo i lettori di libri erano a conoscenza dell'esistenza prima di stasera).

Non sorprende che, dopo un vago numero di anni da sola nei boschi e probabilmente a masticare alcuni diffidenti viaggiatori soli al mondo come Arya, Nymeria non desidera più essere un amato animale domestico. E terribilmente, Arya capisce. Quando dice 'Non sei tu', lo spettacolo ovviamente fa un cenno ad Arya che dice a suo padre nella prima stagione che una vita di castelli, matrimonio e bambini non fa per lei.

Non avrebbe mai dovuto esserlo se non era quello che voleva, ma anche la vita che ha adesso non è lei... o non avrebbe dovuto esserlo. Guardare Nymeria richiamare Arya ma poi invertire: Zanna Bianca, il suo proprietario ha appena portato a casa quanto sia stata schiacciante l'intera vita di Arya. Partono tutti. Prima c'erano Ned e la sua testa, ma poi anche Yoren se ne andò, e poi Hot Pie, poi Gendry, e infine Robb e Catelyn prima ancora che lei potesse rivedere le loro facce. Anche il Mastino se n'è andato facendosi prendere a calci in culo. Adesso anche Nymeria la lascia. L'ultima volta che abbiamo visto Arya viaggiare attraverso Westeros, ha sempre avuto una banda di sostenitori, o anche un protettore come il Mastino. Nella stagione 7 è autosufficiente e non ha bisogno di salvatore, ma quanto resta da salvare?

È sola nel bosco e si sente di nuovo completamente abbandonata, anche dal cane di famiglia. Questa scena è la vita di Arya in una vignetta, ed è schiacciante. Anche Maisie Williams lo schiaccia nella scena, mostrando tutto il dolore, l'angoscia e il vuoto commossi da qualcosa di profondo e rotto all'interno attraverso il resto del suo corpo. Il fatto che vedesse Hot Pie era il suo essere estatico, o almeno il modo più vicino a una tale emozione che potesse raccogliere. Ora quella parte di lei è morta solo un po' di più.

Lei potrebbe finalmente mettere piede di nuovo a Winterfell la prossima settimana, o la settimana dopo, ma rimane un mistero se tornerà mai a casa.

Anche dalla parte di quelli condannati a non ottenere mai ciò che vogliono dalla vita c'è Jorah Mormont. In effetti, questo è probabilmente un eufemismo quando torniamo a lui nella Cittadella che marcisce come un incrocio tra Edward Norton come Baldwin IV e Jeff Goldblum come La mosca . La scala di grigi è grave e il maestro Broadbent è pronto a lavarsene le mani.

Ma Samwell Tarly conosceva bene un Mormont, e più o meno salva il povero bastardo. Questo è un complotto televisivo tradizionale? Sì. George R.R. Martin ricorrerebbe mai a questo tipo di svolta? Improbabile. Mi è piaciuta la sequenza? Puoi scommetterci la tua mano in decomposizione.

leggi di più: Previsioni e teorie della stagione 8 di Game of Thrones

C'è qualcosa di così gratificante nel vedere Samwell Tarly precipitarsi nel suo campo di battaglia prescelto. Lo abbiamo visto uccidere alcuni tizi nella stagione 4, ma questa è davvero la timoneria di Sam e mostra quanto lontano sia arrivato davvero. Non esita un secondo quando scopre una procedura che potrebbe salvare la vita del figlio del defunto Lord Comandante Mormont. E per essere un uomo che una volta riusciva a malapena a sopportare la vista del sangue, non rifugge dal macabro lavoro di scuoiare praticamente viva Jorah Mormont.

Supponendo che Jorah non muoia per la perdita di sangue e che questa procedura sia ben miscelata con l'unguento Deus Ex Machina, questo pezzo di tortura porno avrà effettivamente un lieto fine per la sua vittima. E in una serie breve su così tanti colpi di scena, sarà ben meritato. Chissà che Jorah possa persino ottenere un nuovo fantastico costume come Norton in Regno del Paradiso che distrae dal fatto che è praticamente tutto legamenti strappati?

Tra Jon che va in rotta di collisione verso Dany, Arya che torna a casa e si riunisce brevemente con Nymeria, e Sam che salva Jorah, 'Stormborn' è già pieno di momenti importanti che alcuni fan dei libri aspettavano da più di 20 anni.

Ma non è finita! Quel ritmo all'inizio del terzo atto continua a funzionare, perché l'episodio si conclude in una 'grande' battaglia tra i buoni Greyjoy e i cattivi Greyjoy. Ma ho messo la parola 'maggiore' tra virgolette, perché la scena sembra piuttosto frettolosa e decisamente deludente quando è finita.

Piuttosto che essere un momento di euforia di quando i mondi si scontrano come 'Hardome', che era anche inaspettato dal momento che Jon non ha ancora mai affrontato il Re della Notte nei libri, la scena era abbastanza superficiale. Le battaglie navali hanno sempre messo alla prova i registi, e questa si è sentita debole come molte altre del passato. In sostanza suonando come una versione leggermente meno cruenta degli eccessi di Starz's Spartacus: Sangue e sabbia , le spade si scontrano e le teste crollano. Siamo anche fortunatamente liberi da due dei Sand Snakes (ci vediamo tra I difensori , signorina Henwick!). Ma anche se il finale dell'ora, comprensibilmente, affretta la sottotrama dorniana fuori dallo schermo, (si spera per sempre), manca ancora qualcosa.

Probabilmente non aiuta gli unici personaggi ben sviluppati nella sequenza sono Theon e Yara, quindi il resto è solo rumore, ma anche i fratelli Greyjoy hanno un finale che non si attiene al suo atterraggio sgargiante. Ho il cuore spezzato per Theon, che ovviamente soffre ancora di un estremo disturbo da stress post-traumatico quando vede suo zio tenere in ostaggio Yara. Sa che se non è riuscita a sconfiggere Euron, allora è quasi certamente condannato. E se le stagioni passate hanno mostrato qualcosa, è che Theon non è esattamente Robb o Jon quando si tratta dei grandi momenti di coraggio.

Eppure ha trovato il suo acciaio per Sansa e non poteva per Yara. Quello che dice su Theon, e forse spiegare dove risiedono veramente le sue lealtà tra Stark e Greyjoy, è profondo. Ma il momento stranamente aveva poche basi drammatiche. Mentre le scene di Nymeria e Jon hanno beneficiato del nuovo tono e ritmo, questo è sembrato inadeguato per un momento così grande. E quando Theon salta fuori bordo, è quasi come se tutto il lavoro sul personaggio per lui andasse con lui. Capisco perché è saltato, ma non mi sentivo lì con lui quando ha fatto il grande passo. Come Yara, l'abbiamo semplicemente guardato con disgustata pietà.

Questa non è la fine delle sottotrame di Theon o Yara, ma combinare le trame di Dornish e Greyjoy non ha portato esattamente a esplosioni a macchia d'olio. Ci sono immagini sorprendenti, come Nymeria Sand che pende dalla sua stessa frusta dalla prua di una nave in fiamme. Ma il finale è stato di per sé un po' una fiammata per un episodio altrimenti forte.

Alla fine, 'Stormborn' è ancora meglio di qualsiasi altra cosa attualmente in televisione, o più o meno per tutto il 2018 a questo ritmo. Ma rispetto alla scorsa settimana e Game of Thrones ' di alto livello, a volte era anche un po' traballante poiché trova le sue gambe di mare per la fase di 'finale di gioco'. Dato il numero notevolmente ridotto di nuovi episodi, però, spero che appianeranno presto i nodi, perché voglio perdermi in un mare di emozioni quando Arya raggiunge finalmente Grande Inverno, o Jon e Tyrion finalmente raggiungono, invece di fluttuare dentro le acque in cui il povero, povero Theon è ora sommerso.

Leggi e scarica l'intero Den of Geek SDCC Special EditionCC rivista qui!