Previsioni e teorie di Game of Thrones Stagione 8 Episodio 5

Questo articolo contiene importanti spoiler da tutti Game of Thrones .

La lunga notte potrebbe essere evitata nella serie, ma da allora è primavera per tutti gli spettatori Game of Thrones tornato con nuovi episodi. Le prime tre ore sono finite, e con il Re della Notte sconfitto in 'La lunga notte', la domanda su chi vincerà il vero finale di partita è solo all'inizio. Curiosamente, questo finora sta andando più o meno come avevamo previsto. Di seguito è riportato un articolo che abbiamo originariamente pubblicato subito dopo la fine della stagione 7. Anche se è stato un anno divertente, è sembrato un placesetter prima di un endgame che si stava sviluppando su due binari molto diversi: quelli che coinvolgono gli Estranei e quelli che coinvolgono Cersei Lannister. Avevamo le nostre teorie su come si sarebbero intersecate (o meno) e sotto puoi trovare che la nostra speculazione inalterata è stata più o meno abbastanza solida finora.

Non sono rimaste vere sottotrame. Ora è il momento solo di una trama singolare, che frantumerà molti personaggi che amiamo e distruggerà definitivamente le nostre emozioni. Quindi, mentre ci avviciniamo a quella fine amara, ecco le nostre previsioni su come svanirà.



Game of Thrones Stagione 8 - Gli Estranei

Una guerra per porre fine a tutte le guerre... ma non lo fa

Fin dall'inizio - si tratta del prologo che ha preceduto il primo episodio - Game of Thrones sta costruendo una battaglia decisiva tra i vivi e i morti. Tra gli Stark e gli Estranei. E mentre il Re della Notte cavalca Ice Viserion sopra le rovine della Barriera, quell'inevitabile scontro non è mai apparso così vicino.

Questa lotta sarà senza dubbio ciò di cui si occupa la maggior parte degli ultimi sei episodi. Tuttavia, sono già felice di riferire che ora è evidente che questa non è la vera fine della serie. Jon Snow ha definito l'Esercito dei Morti l'unico nemico che conta, ed ha ragione a temere gli zombi rispetto ai semplici umani. Eppure il mondo di George R.R. Martin non è mai stato la Terra di Mezzo. Ecco perché non potrebbe mai riguardare solo le forze del bene che sconfiggono le forze del male in un'epica battaglia al confine di Mordor. Mentre J.R.R. Tolkien ha incluso la 'Pulizia della Contea' come uno dei suoi numerosi epiloghi in Signore degli Anelli (che è forse il solo cosa di sostanza che Peter Jackson ha tagliato dai suoi adattamenti cinematografici), è ora ovvio che Martin, Benioff e Weiss, stanno facendo delle schermaglie e dei vuoti di potere del dopoguerra una parte fondamentale della storia principale.

leggi di più: Dire addio a Game of Thrones, The Avengers e Star Wars nel 2019

Mentre Jon Snow, Daenerys Targaryen e persino Jaime Lannister sono uniti nella lotta contro gli Estranei, Cersei costruirà il suo esercito e sarà pronta a sferrare un terribile colpo a coloro che sopravviveranno a quella che dovrebbe essere la guerra che pone fine al conflitto per una generazione.

Per quanto riguarda quella stessa guerra, Benioff e Weiss hanno forse prefigurato troppo pesantemente come andrà a finire. Sospetto che Jon e Daenerys riceveranno notizie a White Harbour che il Muro è caduto e che i Morti stanno marciando verso sud. La domanda più grande sarà quindi se Jon e Dany sceglieranno di ingaggiare immediatamente l'esercito o tornare a Winterfell. Inevitabilmente ci sarà una grande battaglia che perderanno contro il Re della Notte prima di quella che probabilmente sarà l'ultima resistenza a Grande Inverno. E il ruolo dei draghi potrebbe definire in quale ordine ciò avviene.

È per questo motivo che penso che torneranno a Winterfell per primi. Ciò fornisce un dramma divertente mentre Sansa e Arya incontrano Daenerys e misurano la loro presunta nuova regina. Anche Arya stessa ha una riunione attesa da tempo con il Mastino. Eppure lo scopo principale per andare prima a Winterfell sarà che Jon si riconnette finalmente con i suoi fratelli più piccoli, Bran e Arya. Arya è la preferita di Jon, ma tutta quell'emozione sarà soppiantata da Bran Stark e Samwell Tarly che inevitabilmente rivelano che Jon Snow è in realtà Aegon Targaryen.

leggi di più: Chi è il Re della Notte?

Questa rivelazione deve arrivare prima o poi, perché sarà l'inevitabile muro di ghiaccio costruito durante la notte tra Jon e Daenerys. Se il libro di Sam (così come forse il padre di Meera Reed?) può confermare a Dany che Jon è suo nipote, creerà un'ondata di conflitto tra di loro. All'improvviso dovrebbe essere obbligata a piegare il ginocchio verso di lui. Anche se non credo che Jon voglia il Trono di Spade né glielo chiederà - e potrebbe anche non rivelare ai signori del Nord di essere un Targaryen - questo roderà Dany. E dopo alcune probabili accuse tempestose, sarà anche ciò che la costringerà finalmente a permettere a qualcun altro di far volare un drago in battaglia. Jon cavalcherà l'omonimo di suo padre, Rhaegal, al fianco di Daenerys su Drogon, nel loro primo impegno della stagione 8 con gli Estranei.

Eppure, l'inclusione del Re della Notte in sella a Viserion probabilmente farà sì che questo sia un massacro. Forse anche Drogon cadrà in una battaglia contro il cadavere rianimato di suo fratello, poiché sospetto che il destino di Dany sia quello di lasciare andare la sua eredità di drago. In questo senso, Dany ha detto durante il finale della stagione 7 che i Targaryen hanno iniziato a perdere il loro potere quando hanno messo i loro draghi in una gabbia proverbiale - la Fossa del Drago - proprio come aveva fatto in Meereen a Rhaegal e Viserion. Il suo arco narrativo della stagione 8 riguarderà in parte la realizzazione che Jon Snow diventare re potrebbe anche ingabbiarla... e che dovrà lasciare andare il passato e il suo senso di diritto.

Game of Thrones Stagione 8 - Gli Immacolati

Questa è tutta teoria, ma sono assolutamente certo che la battaglia finale con gli Estranei avverrà all'interno delle mura di Winterfell. Tutti i nostri personaggi preferiti stanno convergendo nella casa ancestrale degli Stark, lo stesso luogo che serviva da secondo scena nel primo episodio della serie. Oltre ai bambini Stark viventi che ora risiedono a Winterfell, Sam, Gilly, Davos, The Hound, Brienne, Jaime, Tyrion, Varys, Jorah e persino i draghi di Daenerys sono tutti diretti in questo posto. Sarà l'ultima resistenza per i vivi.

La battaglia finale tra le due forze potrebbe svolgersi in molti modi e con qualsiasi numero di vittime (l'ultima sottosezione di questo articolo include le mie previsioni su chi vive e chi muore). Ma alcune cose sicuramente bisogno accadere. Bran ha bisogno di mantenere la promessa del suo predecessore a tre occhi che 'volerà'. Questo potrebbe riferirsi ai corvi e ai corvi di cui prende già il comando, ma sappiamo tutti che deve davvero significare che requisirà un drago. Se Daenerys e Jon sono alleati, anche un po' amaramente dopo aver appreso che è un Targaryen, allora l'unico drago di cui Bran dovrà prendere il controllo è Viserion.

È vero, non abbiamo mai visto Bran trasformarsi in un White Walker prima, né un Wight. Eppure Viserion era una creatura magica prima di essere trasformata e, in parole povere, penso che sia l'unico modo per i buoni di sopravvivere a un drago di ghiaccio che respira l'inferno empio nel loro ultimo rifugio.

Inoltre, durante questa epica resa dei conti, Jon Snow ucciderà il Re della Notte con Longclaw. La battaglia contro gli Estranei si è sempre appoggiata pesantemente ai tropi fantasy epici. È Martin che si crogiola nel tipo di fantasia alla Tolkien che altrimenti sarebbe infilzato. Quindi sospetto che questo sia il modo in cui Benioff e Weiss razionalizzeranno perseguendo il finale più prevedibile e supereroico: il bravo ragazzo (Jon Snow) uccide il cattivo (Night King) in un duello, e di conseguenza tutti i suoi subalterni White Walkers e wights. svaniscono, svanendo come la neve davanti ai primi respiri di una primavera nascente.

Potrebbero anche essere in grado di farla franca con questo po 'di formule Vendicatori trama in stile, perché la lotta contro i morti non è il vero finale di Game of Thrones .

Il Trono di Spade Stagione 8 - Cersei Lannister

Guerra delle due regine, parte II

In realtà, la vita non è mai finita felicemente per una generazione con un grande trionfo sul campo di battaglia. La prima guerra mondiale si concluse con un fragile armistizio che in qualche modo portò ancora a un seguito ancora più catastrofico e sanguinoso solo due decenni dopo. Gli americani pensavano di aver guadagnato la pace per una generazione dopo che le bombe nucleari erano cadute su Hiroshima e Nagasaki. Nemmeno cinque anni dopo, il nostro paese fu assediato nella penisola coreana.

Il conflitto genererà sempre conflitto, e inevitabilmente ci saranno parti che cercano il vantaggio anche in presunte lotte tra bianco e nero, il bene contro il male. Quella brutta verità sull'umanità, e il suo intricato bilancio emotivo, è ciò che Martin cerca sinceramente di infondere in Westeros e nell'alta fantasia, e sarà di nuovo cristallizzata quando le forze di Cersei Lannister attaccheranno una Grande Inverno devastata dalla guerra con l'obiettivo di spazzare via i sopravvissuti assediati. La settima stagione prevede che Cersei assuma un esercito di mercenari nella Compagnia Dorata (che ironicamente nutrono un lungo odio controverso per i tradizionali Targaryen in 'Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco'), e li userà per spazzarla via nemici percepiti.

Se Jon Snow o Daenerys dovessero morire, o probabilmente qualsiasi altro personaggio importante di Stark o Lannister, non accadrà mentre combattono gli zombi. Sarà durante questa cupa continuazione di una guerra che Cersei ha mentito sulla pausa. Tuttavia, non credo che Daenerys possa morire... almeno non a questo punto.

leggi di più: La vera storia di Game of Thrones – The War

Come Martin o il Mastino, tendo a roteare gli occhi alle profezie di questo mondo. Stannis Baratheon credeva di essere il Principe che era stato promesso, e guarda cosa gli è successo. Cersei, tuttavia, ne ha creata una che si autoavvera. Inseguita dai sussurri di Maggy the Frog, Cersei ha trasformato in realtà la presunzione dei suoi figli che indossano tutti sudari d'oro invitando i Passeri al potere in modo da deporre Margaery Tyrell. Di conseguenza, alla fine ha ucciso Margaery e si è costata la vita a Tommen nel processo.

La scelta di Cersei di fare la guerra con Daenerys e Jon dopo la battaglia finale della Lunga Notte sarà anche la disfatta di Cersei, portando il frutto grottesco della visione di Maggy.

“Sì. Regina tu sarai. Fino a quando non ne arriva un altro, più giovane e più bello, a buttarti giù e a prendere tutto ciò che ti è caro... E quando le tue lacrime ti avranno annegato, il valonqar avvolgerà le sue mani intorno alla tua gola bianca e pallida e ti soffocherà la vita”.

Dopo che la Compagnia d'Oro, e forse Euron Greyjoy, massacrerà alcuni importanti personaggi eroici per ordine di Cersei Lannister, questa profezia giungerà alla sua fine più shakespeariana. C'era una volta, Cersei temeva che la regina più giovane potesse essere Sansa Stark fino a quando non si convinse che fosse Margaery Tyrell. Eppure, no, erano entrambi innocenti. Quella regina più giovane è Daenerys, e anche senza draghi a questo punto, è il Khaleesi che assedierà l'ultimo assedio per il potere ad Approdo del Re con ciò che resta delle sue forze. Con il campo di gioco in pareggio, o addirittura favorendo Cersei dato il numero ridotto delle forze di Dany che potrebbero rimanere, Cersei vedrà le sue ultime vestigia di controllo infrante non dai draghi, ma da due 'valonqar'.

Il Trono di Spade Stagione 8 - Jaime Lannister

Il termine 'valonqar' significa fratellino. Per tutta la vita, Cersei ha pensato che il fratellino che l'avrebbe strangolata a morte sarebbe stato Tyrion Lannsiter. Ma è così ovvio che sia davvero Jaime Lannister, che è nato appena un momento dopo che Cersei ha lasciato l'utero. Lui e Tyrion saranno la rovina di Cersei, guidando '10 bravi uomini' attraverso uno dei passaggi nascosti che conoscono vicino alla Fortezza Rossa (abbiamo visto Tyrion usare uno di questi ingressi nella stagione 7).

Inoltre, deve essere Jaime a prendere la vita di Cersei. Che sia ancora incinta o che a questo punto abbia avuto un aborto spontaneo, Jaime non può permetterle di vivere. Non quando completa il suo possesso dell'anima del Re Folle Aerys II. Rendendosi conto che Tyrion e i suoi 'bravi uomini' hanno aperto le porte di Approdo del Re, seguirà le orme di Aerys e cercherà di bruciare l'intera città per mandarla in rovina e portare il mondo con sé. Jaime non le permetterà di farlo. Avvolgendo le sue braccia intorno a lei come ha fatto nella prima stagione, promettendo che uccideranno tutti 'fino a quando non saremo gli unici rimasti', saranno davvero gli unici rimasti nella sala del trono. In piedi davanti al Trono di Spade, bruceranno con il potere che Cersei brama.

Che si tratti del fuoco del drago o (più probabilmente) Cersei ordina a Qyburn di accendere il fuoco selvaggio sotto la Fortezza Rossa e spera che si diffonda, Cersei soffocherà il suo ultimo respiro nelle mani d'oro di Jaime mentre vengono inceneriti, prendendo la sedia che fa impazzire uomini e donne con loro.

Quando Daenerys finalmente metterà piede ad Approdo del Re, sarà il culmine della visione che ha avuto all'interno di The House of the Undying nella stagione 2, con il Trono di Spade e tutti i suoi resti di potere lasciati come fumosa rovina. Anche se Tyrion, Jaime e i suoi uomini salveranno i cittadini della capitale oltre la Fortezza Rossa, Daenerys sarà comunque la regina delle macerie. Autorizzato a costruire il suo nuovo mondo da zero.

Il Trono di Spade Stagione 8 - Jon Snow

Il destino del re del nord

Eppure la domanda più dibattuta su cui molti fan continueranno a discutere è il destino di Jon Snow, un Targaryen di nome ma sempre uno Stark di personalità. Dove atterrerà quando tutte queste trame saranno terminate? Rimane al Nord, come avrebbe dovuto fare Ned, e governa da Grande Inverno come un leale guardiano? Va in guerra con Daenerys e rivendica il Trono di Spade come suo? O semplicemente si sposano e cavalcano verso quel proverbiale tramonto, regnando in alto ad Approdo del Re, a la Aragorn e Arwen in Il ritorno del re ?

Tecnicamente, la precedenza storica è dalla parte dell'ultima e più gradita ai fan. Come abbiamo dettagliato qui , Daenerys Targaryen è fortemente ispirato da Enrico VII, il primo re Tudor d'Inghilterra che pose fine alla Guerra delle Rose, in parte, sposando sua cugina di terzo grado dalla parte opposta, Elisabetta di York. La soluzione più semplice all'imminente insicurezza che Dany proverà dopo aver scoperto l'eredità di Jon sarà sposarlo come un buon Targaryen incestuoso e portarlo con sé ad Approdo del Re per l'inevitabile fine del gioco.

Tuttavia, Io non penso che il lieto fine di Jon si trovi ad Approdo del Re, se non altro. Nonostante la precedenza, è difficile immaginare che Martin dia a Benioff e Weiss il lieto fine tra Jon e Daenerys. Inoltre, la settima stagione ha ripetutamente sottolineato quanto di Ned Stark ci sia ancora in Jon Snow. Gli manca il tatto di un politico quando piega le ginocchia a Daenerys Targaryen nonostante non ne abbia bisogno, poiché lei era già pronta a sostenere la sua lotta contro i Morti.

Quindi raddoppia e ripete lo sciocco errore di Ned Stark dicendo a Cersei Lannister la verità. Se Ned non avesse avvertito Cersei che sapeva che i suoi figli erano bastardi nati dall'incesto, non avrebbe affrettato la morte di Robert, e Ned avrebbe ancora la sua testa. Jon Snow, nel frattempo, dire a Cersei che è impegnato con Daenerys è il tipo di idiozia che rafforza ciò di cui Tyrion ha anche avvertito Jon nella stagione 7: gli Stark non se la passano bene ogni volta che vanno a sud. Jon come Re dei Sette Regni finirà nel tipo di caos e incompetenza che ha seguito Robert che ha ottenuto il Trono di Spade dopo la sua ribellione, o Ned Stark che persegue l'affermazione di Stannis senza vedere il vantaggio di usare Renly per tenere sotto controllo Cersei.

leggi di più: Quali sono le prospettive per Sansa e Tyrion?

No, non credo che Jon vorrà sposare sua zia e vivere ad Approdo del Re durante un progetto di ricostruzione decennale. Allora cosa succede a Jon? Ho ipotizzato a lungo che rimarrà il Re del Nord quando tutto sarà stato detto e fatto, ma l'ho riconsiderato nella stagione 7, perché la serie ha prefigurato così pesantemente Jon e Daenerys che fanno un bambino umano.

Poi di nuovo, Jon chiedersi apertamente se Dany possa rimanere incinta potrebbe suggerire agli showrunner di rendersi conto che si tratta di un complotto del servizio di fan e che non è destinato a esserlo. Credo che Daenerys quando dice di essere sterile, ecco perché i Khaleesi non sono mai rimasti incinta nonostante molti tentativi involontari con Daario. Tuttavia, Jon Snow non è un uomo normale, poiché è come Dany in quanto è stato toccato dalla magia del sangue, che Melisandre ha usato per resuscitarlo dai morti. Avendo un cuore da wight del fuoco, potrebbe essere in grado di dare a Daenerys qualcosa che lei pensava impossibile: un bambino.

Ad ogni modo, l'arco narrativo di Dany riguarderà in qualche modo il lasciarsi alle spalle la storia della sua famiglia. Se tutti i suoi draghi sono morti entro la fine della stagione 8, ma ha un bambino umano, ora ha un futuro che in precedenza pensava fosse impossibile. La Madre dei Draghi dovrà rinunciare alla sua mistica mistica e abbracciare una realtà carnosa. Ma se ciò accade, perché Jon Snow? non andare a sud e essere infelice ad Approdo del Re? Dopo essere stato lui stesso un bastardo, non avrebbe mai permesso che suo figlio fosse cresciuto come tale dalla Regina dei Draghi.

Il Trono di Spade - Daenerys Targaryen e Jon Snow

Il che ci porta alla mia previsione: Jon Snow non sopravvive alla stagione 8. Il bastardo di Winterfell morirà e sarà ancora noto al mondo come il figlio di Ned Stark. Come Jon ha detto a Theon nel finale della stagione 7, Ned è il vero padre dei Greyjoy, proprio come Ned è anche il vero padre di Jon. Non importa se ha sangue Targaryen. Come il resto della sua vera famiglia, Jon può fiorire solo nel freddo dell'inverno.

Sospetto che Jon non cavalcherà con Daenerys, anche se lei sta portando in grembo suo figlio, perché sarà uno dei primi a cadere quando le forze di Euron Greyjoy scenderanno su Grande Inverno. Perdere Jon, dopo aver probabilmente dubitato della sua lealtà per diversi episodi, manderà Daenerys su tutte le furie e un luogo oscuro quando porterà le sue forze ad Approdo del Re. Sarà un'oscurità da cui gli altri personaggi saranno costretti a salvarla (di cui parlerò nella prossima sezione). E anche se Melisandre tornerà inevitabilmente a Winterfell, che ha preso in giro con Varys nella settima stagione, non credo che crescerà di nuovo Jon Snow. Non lo vuole, e il suo ruolo sarà stato completato uccidendo il Re della Notte.

Forse morirà anche prima che i signori del Nord sapessero che era davvero in parte Targaryen. Questo costringerebbe Sansa a fare la scelta affettuosa ma malinconica di non far sapere a nessuno che Jon non era uno Stark ufficiale. Dopo aver lottato con lui come suo re, lo seppellirà come Jon Stark nelle cripte, accanto a Ned.

Com'è questo per il tuo finale 'agrodolce'?

Tuttavia, poiché questa è tutta una congettura, aggiungerò uno scenario alternativo. Jon e Daenerys sono uniti. È la rosa ghiacciata che aveva previsto nella Casa degli Immortali. Forse Jon non è quello che dovrà lasciare la loro unione. E se fosse Dany a morire? Potrebbe avere senso. Potrebbero entrambi vivere per marciare su Approdo del Re, e forse lei è ferita con il suo ultimo drago, cadendo e morendo per le ferite riportate. In questo contesto, è difficile immaginare che avrebbe avuto un figlio, ma nella tradizione fantasy classica, il re ragazzo, Jon Snow, ha una grandezza che gli viene addosso. Nonostante non volesse essere il Re dei Sette Regni, dopo la morte di Daenerys non avrebbe avuto altra scelta che prendere la corona.

leggi di più: La vera storia di Game of Thrones – Daenerys Targaryen

C'è anche la lunga teoria secondo cui potrebbe anche essere destinato a sposare Sansa Stark. In 'Le cronache del ghiaccio e del fuoco' e nella serie di romanzi complementari 'Dunk and Egg', viene discretamente suggerito che sarà almeno corteggiata da un corteggiatore Targaryen. Tuttavia, personalmente credo che questo si riferisca a un personaggio non presente Game of Thrones (un impostore Aegon Targaryen). Tuttavia, ho notato che Benioff e Weiss hanno decisamente enfatizzato l'iconografia e gli echi narrativi di Jon che canalizza Ned Stark e Sansa che canalizza Catelyn. Come cugini tecnici, potrebbero essere la coppia Stark che sceglie di non andare a sud? Imparare dagli errori di Ned e Cat?

Mentre questo è del tutto ancora possibile, suppongo che la risposta sia no a questo punto, quella linea di pensiero scomodo sembra messa in discussione. Certo, lo schema originale di George R.R. Martin per 'Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco' includeva una storia d'amore tra Jon e Arya (molto schifosa, in effetti), ma questo po' di fastidio è stato chiaramente trasferito a Jon e Daenerys. Non credo che ci saranno due serie di accoppiamenti di incesto di Jon Snow, e il destino di Jon è sempre stato avvolto intorno a quello di Dany. Nella remota possibilità che lei muoia, Jon probabilmente governerà un solitario Bastardo ad Approdo del Re mentre Sansa prenderà Grande Inverno come sua lontana guardiana.

Ma dal momento che Jon sarebbe solo un altro livello di incompetenza in stile Robert/Ned, non credo che questo sia destinato a essere. Jon ha avuto tutta la sua vita per prepararlo al martirio. Dany l'ha preparata come una delle regine filosofiche. Quindi lascia che la sua regola abbia inizio. Costruisci quel mondo migliore.

Game of Thrones - Il mastino e Brienne di Tarth

Il finale per tutti

Quindi, quando il fumo si dirada e la regola di Cersei va come quella del Re della Notte, chi rimane in vita e cosa ne è di loro? È qui che dobbiamo uccidere i nostri cari e dire addio ai loro viaggi mentre tutto si dirige verso la notte.

Anche se sembra improbabile che gli Estranei riescano a uccidere qualsiasi pista importante se la guerra contro Cersei segue in rapida successione, sarà il momento di ripulire il mazzo da molte piste secondarie. Basandomi esclusivamente sull'istinto, penso che coloro che potrebbero e cadranno durante queste guerre siano Davos, Beric Dondarrion, Tormund Giantsbane, la maggior parte dei Guardiani della Notte, Podrick e persino Brienne di Tarth. Se stanno lavando via Jaime alla fine con Cersei, come è la mia previsione finale, allora Brienne potrebbe anche morire per lui per fornire quell'opportunità durante la battaglia finale di Approdo del Re.

Ciò che è quasi disgustoso è se Bronn ha un ruolo nella morte di Brienne. Si è schierato permanentemente con Cersei, quindi è immaginabile che Bronn possa combattere con la Golden Company contro i nordici. Ergo, Tyrion o Jaime dovranno liberare il mondo da Bronn, concludendo dolorosamente la loro relazione a tre.

Per quanto riguarda Tormund e Beric, è improbabile che siano morti nel finale della stagione 7 in virtù del fatto che non hanno visto i loro corpi. In tal caso, forse sono bloccati in cima all'Eastwatch in rovina. La stagione 8 potrebbe benissimo iniziare con loro che corrono fino a Castle Black e fanno capire ai Brothers in Black che hanno mancato ai loro giuramenti, e devono marciare verso sud e combattere (e morire) mentre cercano di schiacciare gli Ice Zombies contro il forze di Grande Inverno. Un'altra idea divertente è se si presentano abbastanza tardi per salvare Winterfell dall'essere spazzati via dalla mappa dalla Golden Company di Cersei.

In ogni caso, il Mastino non sarà tra quelle prime vittime, dal momento che dovrà far parte dell'incursione di Daenerys contro Cersei Lannister ad Approdo del Re. La serie non ha mai dovuto dare ai fan 'Cleganebowl', con Sandor contro Gregor, fino a quando non lo hanno promesso nel finale della stagione 7. Quindi è del tutto plausibile che il Mastino ucciderà Gregor e Qyburn prima che possa bruciare Approdo del Re per ordine di Cersei. Ma in una tragedia perversa, Sandor affrontando la sua paura e sfidando Gregor potrebbe comunque finire con la morte di entrambi se Gregor è in grado di avviare l'esplosione a macchia d'olio che inghiotte l'intera Fortezza Rossa. Sandor può vincere il duello ma essere comunque preso dalle fiamme che ha sempre temuto.

leggi di più: La vera storia di Game of Thrones – Tyrion Lannister

In ogni caso, quando il fumo si sarà diradato, ci saranno solo una manciata di sopravvissuti che mi metterò in discussione e dirò che saranno i bambini Stark viventi, Dany, Tyrion, Varys e forse Grey Worm e Missandei. Se gli showrunner lasciano davvero Dany e Jon come prevedo, oltre a rifiutarsi di dare ai fan Brienne/Tormund o Jaime/Brienne, allora lasciare questi due ragazzi pazzi insieme per gli amanti e i sognatori là fuori sarà una concessione disperatamente necessaria.

Sansa è destinata a governare Winterfell. Se lo merita, poiché sembra apprezzarlo più di Jon e, a differenza di Jon, ha i doni di un politico e di un amministratore. Anche così, sarà agrodolce, perché otterrà ciò che vuole solo dopo che tutti gli altri l'hanno lasciata. Se Jon muore, mantiene Winterfell a causa della tragedia. Anche Bran ha reso note le sue intenzioni: tornerà nell'imponente bosco-diga Oltre la Barriera e riprenderà il suo ruolo di Corvo con tre occhi. Penso anche che è improbabile che Arya resti a Grande Inverno dopo l'arrivo della primavera. Mentre l'inverno è un periodo per i lupi, tutte le cose devono passare.

Arya ha fatto pace con Sansa, ma non resterà nei paraggi di Winterfell per essere il muscolo e il carnefice di sua sorella, né diventerà una dama in un castello, sposata con un lord. Non è lei. Eppure, forse, anche Gendry vivrà, offrendo ai romantici un'altra ancora di salvezza. Se ciò accade, non cambierà il destino di Arya. Non resterà nei paraggi di Westeros e nemmeno Gendry. Li vedo salire su una nave e inseguire la fantasia di Arya: navigare verso ovest e scoprire qualunque sia l'equivalente dell'America in questo piccolo mondo pazzo. Possono remare insieme .

Il Trono di Spade - Sansa Stark

Quanto al motivo per cui insisto che Tyrion e Varys vivano? Devono essere in giro per parlare con Daenerys dal limite dopo la morte di Jon. La Madre dei Draghi ha chiesto a Varys di controllare se fosse mai diventata egoista o sorda ai bisogni del piccolo popolo. E lui e Tyrion saranno lì per impedirle di diventare completamente tiranno su Westeros dopo che Cersei sarà stata spazzata via.

Alcuni spettatori stanno già ipotizzando che Tyrion abbia tradito Daenerys fuori dallo schermo. Questo è il motivo per cui sembrava triste quando Jon e Dany stavano insieme. Questo è possibile e sarebbe un vero deformato colpo di scena ispirato a George Martin. Ma non lo vedo. Ha tradito Tommen per Daenerys quando ha cercato la Regina Drago nella stagione 5. Perché ora scommettere contro la suddetta regina che può costruire un mondo migliore nella speranza che il prossimo figlio di Cersei sarà più un Tommen o Myrcella, al contrario di un altro Joffrey ?

Onestamente non sono sicuro di cosa Benioff e Weiss stiano preparando per Tyrion in quella scena a parte il fatto che è solo, ma avrà bisogno di essere lì per accompagnare Dany dal limite e aiutarla a costruire il suo nuovo mondo. Sarà uno in cui regnerà da sola, senza Jon Snow o nessun altro marito. Assumerà invece la posa di Elisabetta I, offrendo un'età d'oro di pace per Westeros. E su sollecitazione di Tyrion e Varys, introdurrà nel regno una rudimentale forma di democrazia firmando l'equivalente della magna carta e costruendo il primo parlamento dei Sette Regni sopra le rovine del Grande Sept. Il potere religioso medievale sarà sostituito per ragione secolare.

leggi di più: Previsioni per la stagione 8 di Game of Thrones – Chi vive e chi muore

E chi meglio di Varys e Tyrion per diventare i primi leader politici di una legislatura? Ancora una volta, questo sarà un piccolo passo verso la democrazia. E il ragazzo lì per documentare tutto sarà Samwell Tarly. Il destino di Gilly potrebbe andare in entrambi i modi, ma Sam sopravviverà per scrivere 'A Song of Ice and Fire', una storia delle guerre tra la morte di Robert Baratheon e l'ascensione di Daenerys Targaryen, la First of Her Name.

È amaro, agrodolce, ma fedele all'estetica del mondo. Un Rinascimento occidentale fino alla fine.

... O almeno questa è la nostra ipotesi. Qual è il tuo?

David Crow è l'editor della sezione cinematografica di Den of Geek. È anche membro della Online Film Critics Society. Leggi di più sul suo lavoro qui . Puoi seguirlo su Twitter @DCrowsNest .

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.