Entra nella zona: i molti adattamenti di Roadside Picnic

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

Molestatore è stato l'ultimo film realizzato da Andrei Tarkovsky in Unione Sovietica, ed è un'esperienza ipnotica e seducente che rifiuta di arrendersi a qualsiasi interpretazione. Ciò non ha impedito a critici e fan di tentare di applicare le proprie letture, ovviamente; è un'allegoria religiosa, un commento sulla vita in Unione Sovietica, un saggio sul cinema o si tratta di tre miserabili russi che si muovono un po' senza meta? Potrebbe essere tutto quanto sopra, o nessuno: spetta a ogni spettatore decidere da solo.

Il film è un libero adattamento del romanzo di fantascienza russo Picnic lungo la strada di Boris e Arkady Strugatsky, e mentre in superficie condividono personaggi e temi simili, si svolgono in modo molto diverso. Ancora più interessante è come Picnic lungo la strada ha dato il via a una sorta di franchise non ufficiale, adattato in quasi tutti i mezzi immaginabili. Il concetto centrale del libro si è dimostrato notevolmente flessibile in modi che altre storie potrebbero non avere; A proposito di Schmidt potrebbe essere un toccante dramma di basso profilo, ma è difficile vedere qualcuno realizzare un videogioco al cardiopalmo o una colonna sonora sperimentale da esso.



Quindi entriamo in The Zone ed esploriamo le diverse versioni di Picnic lungo la strada .

Il libro

Pubblicato nel 1971, Picnic lungo la strada è ambientato all'indomani di The Visitation, un evento in cui gli alieni sono atterrati in diversi punti del mondo. Questi viaggiatori invisibili non entrarono in contatto con l'umanità e lasciarono ogni sito disseminato di manufatti bizzarri, a volte pericolosi. Il mondo ha imparato rapidamente che queste zone sono incredibilmente pericolose, dove le leggi della fisica si rompono e trappole ultraterrene sono ovunque. I governi di tutto il mondo sigillano queste zone, ma poiché i manufatti sono di alto valore, una cultura di ladri - soprannominata 'Stalker' - si intrufola per acquisirli e venderli sul mercato nero.

Picnic lungo la strada si svolge nell'arco di otto anni, seguendo le sorti di Red Schuhart, uno degli Stalker più esperti (alias fortunati). Red opera nella zona del Canada e, dove la maggior parte dei suoi simili alla fine fa una fine raccapricciante, riesce sempre a tornare tutto intero. Riconosce anche una dipendenza da The Zone; potrebbe licenziarsi e trovare un lavoro normale, ma il brivido del posto lo attira sempre a tornare. Anche dopo essersi sposato, avere un figlio e un breve periodo in prigione, Red ritorna sempre perché The Zone e i suoi misteri sono più eccitanti del mondo reale.

Il libro è un viaggio breve e intenso attraverso un mondo fantascientifico incredibilmente ben realizzato. Bilancia la storia di Red con concetti inebrianti, con il titolo stesso proveniente da una teoria che circonda la visita aliena. In breve, non hanno preso contatto perché non hanno nemmeno registrato l'esistenza dell'umanità, con la Terra che è stata una breve tappa in qualunque viaggio cosmico stessero facendo. Nel modo in cui le formiche strisciano sulla spazzatura lasciata dopo un picnic, l'umanità ora sta lottando contro spazzatura aliena di cui non hanno comprensione.

Il libro funziona come un'avventura - con le avventure di Red in The Zone che sono esperienze tese e spaventose - e un'esplorazione di idee filosofiche. L'ultimo viaggio di Red lo trova sulle tracce della Sfera d'Oro, un oggetto mitico che si dice esaudisca il suo desiderio più sincero. Lo cerca nella speranza di curare sua figlia, che è stata afflitta dal tempo trascorso da Red nella zona e sta perdendo la sua umanità. Quando finalmente trova la sfera che ha terrorizzato, il suo desiderio più sincero sarà invece qualcosa di egoistico, quindi cerca di forzarne uno pieno di speranza nella sua mente. Il libro termina con una nota ambigua, ma la domanda che pone rimarrà ai lettori.

La pellicola

La versione di Tarkovsky Picnic lungo la strada getta a mare la maggior parte del libro, sebbene restino frammenti. C'è ancora uno Stalker, anche se è molto diverso da Red, che si presenta più come un fanatico religioso. Si parla di varie trappole e pericoli nascosti in The Zone, tra cui il famoso Meat Grinder, ma nessuno di questi viene fatto esplodere e i pericoli rimangono psicologici. Il regista ha essenzialmente usato il libro come uno scheletro e ha costruito la sua storia attorno ad esso.

Boris e Arkady Strugatsky non sembravano avere problemi con questo da quando hanno scritto Molestatore la sceneggiatura di Detto questo, le riprese sono state tutt'altro che fluide. Per farla breve, il regista ha licenziato il direttore della fotografia originale dopo numerosi scontri, e in seguito ha scoperto che la maggior parte del filmato che aveva girato nel corso di un anno era inutilizzabile a causa di uno sviluppo improprio. Ha dovuto ripetere le riprese da zero, ma ha sfruttato l'opportunità per riscrivere la sceneggiatura, con il film risultante che assomigliava poco al suo primo tentativo.

Il risultato finale è probabilmente il suo capolavoro: un film pulsante di atmosfera, terrore, emozione e sottotesto. Il ritmo misurato e la lunga durata hanno messo alla prova la pazienza di molti spettatori, ma è fondamentale arrendersi al suo ritmo. L'installazione è semplice; lo Stalker conduce due uomini - lo scrittore e il professore - nella Zona in modo che possano raggiungere la Stanza, che si dice esaudisca i desideri. Anche se il viaggio è molto diverso da Picnic lungo la strada il film rimane teso, con un senso di presentimento che perseguita ogni scena. La grafica e il sound design giocano un ruolo importante in questo, e le performance dei tre protagonisti sono uniformemente fantastiche. C'è anche il simbolismo che ha portato a tanti saggi, dalla presenza costante dell'acqua corrente al cane nero che compare nei momenti significativi.

Nonostante le differenze rispetto al libro, il finale è costruito su un concetto simile. Quando i tre finalmente raggiungono The Room, iniziano a temere i propri desideri più intimi. Come Red nel libro, vivono piuttosto con un senso di mistero e speranza piuttosto che vedere realizzati i loro desideri o desideri.

In una nota a margine, i fratelli Strugatsky hanno scritto un romanzo di Molestatore , che in linea con la produzione caotica, era basato su una sceneggiatura iniziale e assomiglia a malapena al film.

L'album

Oh sì, chi è per un po' di atmosfera buia per alleggerire le cose?

Se ti piacciono i tuoi paesaggi sonori lunatici, oscuri, minacciosi e vagamente minacciosi, allora Molestatore dei musicisti Robert Rich e Brian Williams è per te. Come suggerisce il titolo, l'album è fortemente ispirato al film di Tarkovsky, e non sarebbe difficile immaginare la musica inquietante che presenta essere riprodotta durante il film stesso. Naturalmente, l'album non è un affare molto mainstream e contiene brani con titoli allegri come Innesco Elementale , Confine onnipresente, e Terreno Ondulato .

L'album è ben considerato dai fan di questo genere di musica ed è un ascolto davvero oscuro e atmosferico, con il suono costante dell'acqua che gocciola che sicuramente evoca il film. Tuttavia, probabilmente è meglio non ascoltarlo mentre si va al lavoro il lunedì mattina.

La serie di videogiochi

I critici guardano indietro a Tarkovsky's Molestatore e vedere una serie di inquietanti paralleli tra esso e Chernobyl, che presenta anche un paesaggio in cui la natura sta reclamando la terra in assenza dell'umanità. Video gioco S.T.A.L.K.E.R: Shadow Of Chernobyl ha fatto il passo naturale e ha invece spostato The Zone a Chernobyl, mescolando insieme elementi del libro e del film. Il gioco è uno sparatutto in prima persona/RPG ambientato nella Zona di esclusione all'indomani di un secondo disastro, che ha prodotto mutanti assetati di sangue, creato anormalità letali e ora nasconde artefatti che i giocatori possono recuperare.

Il gioco è stato a lungo ritardato, essendo stato annunciato sei anni prima del rilascio. Era anche pieno di bug e glitch, anche se nel corso degli anni una community di modder dedicata ha aggiunto patch che hanno notevolmente migliorato l'esperienza. MOLESTATORE non è un adattamento ufficiale del libro o del film - da qui l'acronimo - ma l'ispirazione è evidente. La storia non è molto avvincente, ma il mondo e l'atmosfera sono fantastici. Esplorare il vasto paesaggio e difendersi dagli attacchi di fazioni rivali e mutanti inquietanti è un'esperienza davvero tesa, e l'A.I. Il sistema crea la sensazione che il mondo esisterebbe anche senza di te.

La maggior parte dei giochi è guidata dal giocatore, creando l'impressione che tu stia guidando gli eventi in ogni momento. Ad esempio, durante il gioco un giocatore può incontrare un gruppo di stalker in un'area e tornare ore dopo per trovarli tutti morti con prove di un enorme scontro a fuoco. Come il libro e il film, questo crea la sensazione che l'ambiente stesso sia una cosa vivente, e i giocatori devono anche essere alla ricerca di trappole letali come getti di fuoco. L'ombra di Chernobyl sembra un titolo survival horror per molti versi, in cui le risorse e le munizioni devono essere gestite e gli attacchi delle creature possono avvenire in qualsiasi momento.

Il gioco genererebbe due follow-up: Cielo sereno e Richiamo di Pripyat - ma S.T.A.L.K.E.R 2 stesso è stato purtroppo cancellato nel 2012. Per i fan più accaniti della serie, ci sono anche alcuni romanzi tie-in.

Il gioco di ruolo

Boris Strugatsky ha dato la sua benedizione a Stalker: il gioco di ruolo di Burger Games, un acclamato e approfondito adattamento di Picnic lungo la strada . Nell'interesse della piena divulgazione non l'ho giocato, ma a detta di tutti, fa un ottimo lavoro nel dare vita al mondo del libro. Ci sono numerose zone che i giocatori possono esplorare, come la Francia e il Giappone, ognuna con ambienti, trappole e manufatti unici. La profondità assoluta della tradizione e della costruzione del mondo è un'altra cosa di cui i giocatori amano Molestatore e l'attenzione sui giocatori che guidano la storia attraverso i loro personaggi.

Per maggiori informazioni sul gioco, dai un'occhiata questa recensione video dettagliata .

Lo show televisivo

https://www.youtube.com/watch?v=Cqlzs7O_T8A

Questa voce è qui per motivi di completamento, poiché con ogni probabilità questo spettacolo probabilmente non vedrà la luce del giorno. Nel 2016 è stato annunciato che un episodio pilota sarebbe stato prodotto per a Picnic lungo la strada serie televisiva, con Alan Taylor ( Thor: Il Mondo Oscuro ) alla regia e Matthew Goode nel ruolo di Red. Non si è saputo molto di questo pilot fino all'inizio del 2017, quando è stato annunciato che WGN America – la rete via cavo che lo ha commissionato – ha deciso di non andare avanti con una serie.

Da allora è stato trovato online un trailer dello spettacolo, che sembra seguire ampiamente i ritmi chiave del romanzo. Apparentemente, Sony Pictures sta acquistando la serie su altre reti, ma finora nessuno sembra mordere. Alexey Andreyev – il concept artist per l'episodio pilota – ha parlato con il sito web russo Meduza del suo lavoro, e sembra sentire che il motivo principale per cui non è riuscito ad arrivare alla serie è stato l'alto costo coinvolto. Assicurati di dare un'occhiata ad alcune di queste opere d'arte Qui .

Sarebbe bello vedere il mondo del libro esplorato in una serie ad alto budget, ma le probabilità che un'altra rete paghi il conto sembrano sempre più ridotte di giorno in giorno. Un peccato, ma come si vede dalle voci sopra, sembra una questione di tempo prima che qualcuno prenda il concetto di Strugatsky e lo svilupperà in un modo completamente unico.

Leggi tutto Den of Geek Rivista in edizione speciale NYCC proprio qui!