Hellboy 3 di Guillermo del Toro: cosa è successo?

Pochi progetti cinematografici hanno giocato con le nostre emozioni così brutalmente come quelle di Guillermo del Toro Hellboy 3 . Sin dal 2008 Hellboy II: L'esercito d'oro lasciato la storia di Big Red aperta a tutti i tipi di possibilità, sembrava naturale che del Toro e Ron Perlman tornassero per fare almeno un altro film. Invece, ciò che seguì fu una lunga saga on-again, off-again che generò molti titoli e pettegolezzi sui social media, ma niente di più sostanziale di quello.

Certamente, Hellboy II ' L'incasso al botteghino medio-discreto – ha guadagnato circa 160 milioni di dollari in tutto il mondo con un investimento di 85 milioni di dollari – potrebbe aver spiegato perché i produttori dietro il franchise non si sono fatti strada per dare il via libera al sequel. Eppure i fan che seguono per il Ragazzo infernale fumetti, creati da Mike Mignola, il successo dell'incarnazione del personaggio principale da parte di Perlman e l'affetto per lo stile cinematografico unico di Del Toro hanno creato un insolito tipo di slancio: un crescente seguito di culto per un film che non esisteva ancora. Sicuramente sembrava esserci entusiasmo per un terzo Ragazzo infernale da del Toro e Perlman – quindi cosa è successo esattamente?

Il primo ostacolo è stato probabilmente il programma sorprendentemente fitto di del Toro alla fine degli anni 2000. Più o meno nel periodo in cui aveva finito Hellboy II , il regista messicano aveva una serie di progetti in corso, tra cui la possibilità di realizzare un Thor film per la Marvel, un adattamento di Tarzan e una versione per il grande schermo dello sparatutto di Microsoft, Ciao .



Il grande, grande progetto che occupava il tempo di del Toro, però, era Lo Hobbit . Dopo aver firmato per dirigere un adattamento del libro di Tolkien nel 2008, con Signore degli Anelli il regista Peter Jackson collaborando come produttore, del Toro ha trascorso mesi a sviluppare la fantasia per lo schermo. Quando i problemi finanziari della MGM, che stava cofinanziando il progetto, hanno provocato molteplici ritardi, del Toro se ne è andato educatamente.

Lo Hobbit avrebbe, ovviamente, continuato con Peter Jackson al timone come regista. Per del Toro, tuttavia, la partenza significava aver lavorato per due anni a un film con poco da mostrare, almeno pubblicamente; purtroppo lo stesso valeva anche per Alle montagne della follia , un adattamento dal suono promettente della novella cult di HP Lovecraft. Anche questo si è rivelato un progetto destinato a rimanere nell'inferno dello sviluppo.

Un effetto collaterale deludente è stato che, nonostante tutte le promesse contenute in questi progetti, del Toro non avrebbe fatto un altro film fino al 2013: il suo effervescente film kaiju-versus-monsters, margine Pacifico . L'effetto a catena, inevitabilmente, è che Hellboy 3 è rimasto costantemente in secondo piano, menzione che ne emerge occasionalmente nelle interviste – sia da del Toro, da Perlman o da Mike Mignola – prima che tutto si plachi di nuovo.

Nel 2010, per esempio, del Toro poteva solo dire che Hellboy 3 sarebbe arrivato ad un certo punto nei prossimi due anni, e che una sceneggiatura non era ancora stata scritta. L'eccitazione si riaccese brevemente nel 2012, quando Ron Perlman - in modo affascinante - indossò il suo abito da Hellboy per partecipare a un evento Make-A-Wish. Allo stesso tempo, ha detto Intrattenimento settimanale quanto fosse entusiasta di fare un terzo film per completare la trilogia:

“Tutto ciò che è stato fatto in entrambi i film ha portato a questo destino, scritto nella pietra, di ciò che Hellboy è stato chiamato a fare sulla Terra. Non farlo, soprattutto alla luce dell'ambito a cui Guillermo sta pensando per la risoluzione, sarebbe nella mia mente un po' un peccato'.

Se la società di produzione Relativity Media – e il distributore Universal Pictures – fossero riluttanti a finanziare Hellboy 3 , poi il progetto sembrava aver trovato una nuova casa un anno dopo. Legendary Pictures, con cui ha realizzato del Toro margine Pacifico , sono stati suggeriti come un valido partner nella realizzazione del Ragazzo infernale sequel una realtà, qualcosa che Perlman sembrava felice di vedere.

'Ho adorato lavorare per Legendary e so che ci sta lavorando Guillermo margine Pacifico è stata una delle sue più grandi esperienze”, ha detto Perlman Shock fino allo sfinimento nel 2013. “Il motivo per cui amavo lavorare per loro è perché Guillermo era così felice. Sono arrivato in sei mesi all'inizio delle riprese e sembrava fresco come una margherita, semplicemente perché stava lavorando per qualcuno che apprezzava e supportava le sue stravaganti visioni di ciò che voleva mettere sullo schermo. Il mio desiderio immediato e silenzioso era: non sarebbe bello se questi ragazzi entrassero e aiutassero a risolvere la serie di Hellboy.

Il problema, tuttavia, era che agli studios era rimasto un appetito decrescente per investire in un'altra fantasia a fumetti oscura e carica di effetti. Ragazzo infernale e Hellboy II avevano entrambi goduto di una sana seconda vita in DVD, ma l'intera industria cinematografica stava lentamente cambiando all'inizio degli anni 2010. La recente crisi finanziaria ha lasciato gli studios cauti nell'investire in progetti che potrebbero solo andare in pari nei cinema; come se non bastasse, non si poteva più fare affidamento sul mercato dell'home video per aumentare i profitti di un film.

Come ha spiegato Simon Brew all'inizio di quest'anno, il mercato di DVD e Blu-ray ha raggiunto il suo picco nel 2013, quando film come Hotel Transilvania e Cattivissimo Me 2 si poteva contare per vendere milioni di copie. Negli anni successivi, questi numeri sono costantemente diminuiti, poiché la comodità dei servizi di streaming come Netflix e Amazon Prime ha intaccato le vendite.

Questi erano tutti fattori che hanno contribuito a Hellboy 3 ' s morte definitiva; del Toro e Perlman potrebbero essere stati entusiasti, ma mettere insieme le finanze si è rivelato perennemente difficile. Come del Toro mettilo nel 2015, “Il fatto duro è che il film avrà bisogno di circa 120 milioni di dollari e non c'è nessuno che butti giù le porte per darcelo. Sarebbe fantastico completare la trilogia, ma in un certo senso non vedo il mondo, l'industria, sostenere l'idea'.

Il lancio finale dei dadi sembrava arrivare all'inizio del 2017, quando del Toro ha twittato che, se avesse ottenuto 100.000 voti su Twitter, avrebbe organizzato un incontro con Mike Mignola e Ron Perlman per discutere Ragazzo infernale 3 il futuro. Non sorprende che il tweet di del Toro abbia attirato molta attenzione, non da ultimo su Den Of Geek . Un mese dopo, però, del Toro ha finalmente messo a tacere quelle speranze.

'Mi dispiace segnalare', ha scritto in un febbraio tweet . “Ho parlato con tutte le parti. Devo segnalare che al 100% il sequel non accadrà'.

Che cos'è doppiamente frustrazione per la morte di Ragazzo infernale 3 è che gran parte di esso è dovuto al cattivo tempismo. Ho avuto i progetti di del Toro dopo Hellboy II non lo ha trattenuto per così tanto tempo, è possibile che abbia trovato il tempo per sviluppare un sequel. Aveva i successi con classificazione R Piscina morta e Logan atterrato un po' prima, forse uno studio sarebbe stato più desideroso di investire nella fantasia del supereroe oscuro di Del Toro.

Ad oggi, non sappiamo esattamente cosa sia emerso in quell'intervista dell'ultimo febbraio tra del Toro, Perlman e Mignola; pubblicamente, del Toro e Perlman sembravano entusiasti di chiudere il franchise. Del Toro aveva chiaramente delle idee che gli frullavano per la testa, dal momento che ne ha parlato apertamente durante un Sessione di Reddit nel 2014, dove ha parlato di “ Ragazzo infernale finalmente venire a patti con il suo destino” e diventare la bestia dell'Apocalisse.

Qualunque sia stato il colpo mortale – difficoltà finanziarie o programmi contrastanti tra attore e regista – la notizia che il franchise di Hellboy è stato riavviato traccia una linea solida sotto quasi dieci anni di speranza e delusione. Secondo Mike Mignola, il Ragazzo infernale serie deve essere rivivere al Millennium, lo studio dietro La caduta degli dei ; Cose più strane ' David Harbour sarà il nuovo protagonista Ragazzo infernale , mentre La discesa e Game of Thrones ' Neil Marshall è stato corteggiato per dirigere.

Il risultato del nuovo progetto potrebbe rivelarsi fruttuoso; Harbour è un grande attore, Marshall è un regista di genere abile e sottovalutato e il team di sceneggiatori – Christopher Golden, Andrew Cosby e Mignola – è rassicurantemente immerso nei fumetti. Ma per quanto siamo desiderosi di vedere Hellboy: L'ascesa della regina del sangue , come viene chiamato il reboot, non possiamo fare a meno di provare una fitta di rammarico per il fatto che Hellboy di Del Toro e Perlman non riappariranno mai. Così com'è, possiamo solo riguardare Hellboy II ' s finale pieno di speranza, pieno di possibilità e mi chiedo cosa avrebbe potuto essere.