Harry Potter e la camera dei segreti: cosa funziona e cosa no

Questo Harry Potter articolo originariamente pubblicato su Den of Geek UK.

Tre giorni dopo Harry Potter e la Pietra Filosofale è stato distribuito in tutto il mondo e ha battuto record al botteghino qui, là e ovunque nel suo weekend di apertura, la produzione ha portato avanti il ​​primo sequel.

La Warner Bros. ha assunto tutto il cast per i primi quattro film e ha immediatamente esercitato l'opzione per la seconda parte, con l'obiettivo di una data di uscita del novembre 2002. Dietro le quinte, Steve Kloves ha ripreso il suo ruolo di sceneggiatore e Chris Columbus è tornato alla sedia del regista.



Riprendendo poche settimane dopo il lieto fine del primo film, Harry Potter è piuttosto infelice. Non ha sentito i suoi amici maghi per tutta l'estate e vive ancora una volta con i Dursley, che mettono in scena una classica sitcom, con il capo di zio Vernon che viene a cena nei primi dieci minuti del film.

Ma uh-oh! Un elfo domestico chiamato Dobby si materializza nella camera da letto di Harry! A parte le buffonate da sitcom, Dobby è qui per far andare avanti la storia, insistendo sul fatto che Harry non torni a Hogwarts per il suo secondo anno, per paura di cadere preda di un terribile male. Tramite la Ford Anglia volante, Harry viene presto salvato dai suoi parenti dai Weasley.

leggi di più: Ripensando a Harry Potter e la pietra filosofale

Tuttavia, non manca molto all'inizio dell'anno scolastico quando quel terribile male alza la testa. Secondo un messaggio macchiato di sangue, la Camera dei Segreti è stata aperta dall'erede del co-fondatore di Hogwarts, Salazar Serpeverde. E ora l'orrore dall'interno della camera è libero nel castello, cercando di uccidere gli studenti.

Ecco una storia che si presta a discussioni sulla logica di tenere aperto Serpeverde a Hogwarts. La professoressa McGranitt di Maggie Smith menziona sempre Serpeverde per ultimo quando elenca le case della scuola, e con una tale inflessione che avrebbe potuto anche dire 'Evil House'. È un capriccio della serie di film, che non spiega mai del tutto la saggezza di dirottare un quarto degli studenti della scuola in una casa con la reputazione di sventare maghi malvagi. Tuttavia, questo approfondisce la storia di Hogwarts e introduce uno dei temi centrali della serie, quello del pregiudizio.

Nella genealogia magica, avere due genitori magici, che hanno solo un'eredità magica, ti rende 'puro sangue'. Tuttavia, è anche possibile entrare nel potere magico anche se i tuoi genitori sono Babbani non magici, il che ti rende 'nato Babbano'. I 'Mezzosangue', che compaiono più avanti nella serie, sono il risultato di un'unione tra un purosangue e un Nato Babbano o un Babbano.

leggi di più: Animali fantastici 3 — Tutto quello che sappiamo

Con me finora? Bene, ci sono naturalmente alcune lotte interne tra i diversi tipi di maghi, in gran parte alimentate dai purosangue, e la profonda ignoranza degli alunni Serpeverde sui nati Babbani. Hermione, nata Babbana, probabilmente la studentessa più talentuosa del gruppo, è vittima dell'odio razziale con l'insulto fittizio 'Mezzosangue'.

Questo sviluppo dà una marcia in più al bullo del cortile della scuola Draco Malfoy, interpretato da Tom Felton, e al suo imperioso padre, Lucius, interpretato da Jason Isaacs. Loro due sono condiscendenti e crudeli, e la loro famiglia è stata Serpeverde purosangue per secoli. Ciò rende Draco il primo sospettato come erede di Serpeverde, per quanto riguarda il nostro trio di investigatori maghi dilettanti.

Se non hai indovinato, quella deviazione sostituisce il loro sospetto su Snape nel primo film e, ancora una volta, si scopre che Lord Voldemort è la radice del problema. Il metodo del suo ritorno attraverso il diario di se stesso di 16 anni diventa intrinsecamente importante verso la fine della serie, ma questo è un collegamento per un'altra volta.

leggi di più: Guida allo streaming di Harry Potter — Dove eseguire lo streaming online

Per quanto riguarda le trame B del film, è presente e corretta la consueta riverenza cieca al materiale originale. Le deviazioni spuntano a sinistra, a destra e al centro, tenuemente collegate da una scena all'altra nel tentativo di tenere i bruschi cambiamenti tonali come parte di un'unica storia.

Con centosessantuno minuti, questo film è il più lungo della serie, basato sulle duecentocinquantasei pagine del romanzo di JK Rowling. Allo stesso tempo, pochi dei Harry Potter i film hanno più successo nel preservare le complessità della storia misteriosa alla Christie che la Rowling intreccia nei suoi romanzi. Poi di nuovo, non è meno improvviso quando il cattivo si rivela essere Lord Voldemort, nascosto sotto un anagramma.

Tom Marvolo Riddle, il vero nome di Voldemort, è stato quasi decodificato dalla Rowling da 'I Am Lord Voldemort', qualcosa che Columbus sillaba letteralmente a lettere fiammeggianti sullo schermo. Gli anagrammi sono una strada pericolosa da prendere, perché porta i fan alla ricerca di schemi che non esistono. Le fazioni di fan dei libri erano convinte che il nome del negozio di bacchette Ollivander fosse il codice per 'Ronald lives' o 'Ronald's evil'.

Sul tema di Ronald, la performance di Rupert Grint riassume molto di ciò che viene giudicato male in questa puntata. Diretto per squittire e strillare per un effetto comico nelle scene d'azione, in realtà rinuncia al naturale tempismo comico dell'attore e rende invece il personaggio insopportabile da guardare. Inoltre, è gravato da dialoghi maturi come: 'Il potenziatore dell'invisibilità deve essere difettoso!'

leggi di più: Cos'altro ha J.K. Rowling ha scritto oltre a Harry Potter?

Ma non è più facile per Daniel Radcliffe, il cui particolare tipo di meraviglia assume la forma di ripetere semplicemente certe parole in modo interrogativo. Le voci di entrambi gli attori si erano rotte durante l'anno da quando hanno girato il primo, quindi forse è per questo che sembra che si stiano adattando di nuovo ai loro ruoli.

Come al solito, i grandi se la passano meglio. Le nuove aggiunte al cast, insieme al già citato e brillante Isaacs, includono Kenneth Branagh nei panni del vanaglorioso insegnante di Difesa contro le Arti Oscure Gilderoy Lockhart. È un personaggio che alla fine è stato trascinato in una sottotrama, nonostante sia presente per parte del climax, ma Branagh giustifica la sua inclusione con una divertente svolta comica. Rimani anche dopo i titoli di coda.

Una menzione speciale va a Richard Harris, scomparso una settimana prima della premiere di questo film. Nei suoi due turni come Professor Silente, trasuda saggezza, e nella sua seconda manche in particolare, ha inchiodato l'umorismo gentile e la presenza rassicurante del personaggio. Inoltre, il personaggio sembra ubriacarsi e annullare tutti gli esami alla fine, probabilmente rovinando le possibilità accademiche degli studenti più grandi. Quindi, almeno finisce con stile.

leggi di più: 9 film dei fan di Harry Potter da provare

È bello vedere la performance di Toby Jones arrivare attraverso il CGI Dobby, sebbene WETA Digital abbia anche creato un personaggio digitale molto più lodato attraverso la resa di Gollum di Andy Serkis in Il Signore degli Anelli: Le Due Torri , pubblicato un mese dopo questo. In effetti, tutta la CGI è molto migliorata da Pietra filosofale , il più grande risultato è il Basilisco, un serpente gigante che appare nell'atto finale.

Ma, in realtà, la star di questo film è Stuart Craig per le sue scenografie. Questo film contiene probabilmente alcuni dei suoi lavori più riusciti nella serie, con grandi set come la fattoria dei Weasley, la Tana e la Camera dei Segreti titolare che sembrano assolutamente sbalorditive sullo schermo. Non c'è da criticare la grafica in questo, anche se l'esecuzione della storia avrebbe potuto essere migliore.

Ma ciascuno dei diversi registi sul Vasaio le serie tendevano a enfatizzare aspetti diversi, lasciando una propria impronta e raccontando la storia con mezzi diversi. Chris Columbus ha essenzialmente realizzato due film che erano molto simili al suo film precedente, Il giovane Sherlock Holmes , sebbene i romanzi di origine siano molto vicini a quel modello stesso, storie misteriose del collegio.

leggi di più: Come Harry Potter ha plasmato il fandom su Internet moderno

Ma se Pietra filosofale era caratteristico, Camera dei segreti si sente leggermente di formaggio. L'umorismo è incostante e alcuni battiti emotivi sembrano sdolcinati e sentimentali. La scena finale, in particolare, è puro Camembert. Non è il tono che vorresti per una storia in cui un serpente gigante tenta una furia genocida contro gli scolari.

Terry Gilliam, che è stato picchiato fino al posto di regista su Pietra filosofale da Colombo, è stato meno favorevole nella sua valutazione. Credendo di essere la persona perfetta per la serie, Gilliam ha detto una volta al New York Post che “…le versioni di Cristoforo Colombo sono terribili. Solo noioso. Pedone.' Certamente, il pensiero di Gilliam's Camera dei segreti è allettante, ed è un peccato che non sia mai riuscito a dirigere uno dei film.

leggi di più: 8 libri di Harry Potter nell'universo da adattare

Molto più del suo predecessore, Harry Potter e la Camera dei Segreti sembra che sia composto da tentativi di passaggio in un nuovo mondo. È leggermente ostacolato dall'incrollabile riverenza per il materiale originale, che alla fine lo rende meno creativo del suo stesso design di produzione. Come ha detto Gilliam, è più banale, il tipo di adattamento che la Warner Bros. voleva in quella fase.

Non è un brutto film, in ogni caso, e parti di esso sono molto buone. Ma quando vedi cosa sarebbe successo dopo Colombo, ti sembra una specie di occasione mancata. Dopo la rapida svolta di questo sequel, la serie sarebbe andata avanti con un ciclo regolare di un film ogni diciotto mesi, e così del 2004 Harry Potter e il prigioniero di Azkaban porterebbe un grande cambiamento di mare .