Come Darth Maul avrebbe completamente cambiato la trilogia del sequel di Star Wars

Darth Maul è uno dei personaggi più riconoscibili e visivamente impressionanti emersi dalla trilogia post-Original Guerre stellari film, nonostante sia stato affrontato un dubbio destino nella sua prima apparizione in Star Wars: La minaccia fantasma . Tuttavia, sembra che il padre del franchise, George Lucas, avesse in origine piani per la spada laser a doppia lama Signore dei Sith che erano molto più grandiosi di essere tagliati a metà e mandati a precipitare in un pozzo d'aria di Naboo.

Mentre sappiamo già varie curiosità su I piani originali di Lucas per il Guerre stellari Sequel Trilogy, sono arrivate alcune importanti nuove informazioni Gli archivi di Star Wars 1999-2005 di Paul Duncan, un tomo dietro le quinte di 600 pagine in cui lo stesso Lucas alza il velo su dettagli cruciali della trama per i suoi piani mai realizzati per completare la sua visione del franchise. La più grande rivelazione del libro, attraverso Poligono , è che Darth Maul era destinato non solo a tornare nella trilogia sequel di Lucas, ma a fungere da grande cattivo generale. Curiosamente, il principale avversario di Light Side di Maul sarebbe stata Leia stessa, più su quell'aspetto in un secondo.

Trasmetti in streaming il tuo Guerre stellari preferiti proprio qui!



'Maul alla fine diventa il padrino del crimine nell'universo perché, quando l'Impero cade, prende il sopravvento', spiega Lucas. In effetti, il modo in cui il creatore originariamente intendeva riportare Maul sul grande schermo è una rivelazione profonda in più di un modo, in primo luogo perché ci dice che l'eventuale riemergere cinematografico di Maul in Solo: una storia di Star Wars -in cui si è rivelato essere la mente nascosta dietro il sindacato criminale Crimson Dawn e grande capo all'ombrosa Qi'ra . di Emilia Clarke -era sempre il piano generale per il personaggio.

Certo, il viaggio di Maul nel post-Disney Guerre stellari canon continuò con grande successo. È stato doppiato dall'attore Sam Witwer nella serie animata Guerre Stellari la battaglia dei cloni e Ribelli di Star Wars , che ha portato al successivo cameo sullo schermo in Solo . Si potrebbe quindi dare per scontata l'idea del ritorno di Maul, tanto più che la sua sopravvivenza di un destino apparentemente definitivo è stata adottata in vari modi anche in numerose opere non canoniche. In particolare, i vari pre-era Disney di Dark Horse Comics Guerre stellari i titoli hanno introdotto l'idea generale che Maul sia sopravvissuto all'essere tagliato a metà (e, non per niente, alla caduta stessa), ma è stato reso pazzo dalla prova, lasciato a correre causando il caos con gambe robotiche, che lo hanno reso simile a una specie di Sith satiro.

Quei fumetti di Dark Horse sarebbero stati ulteriormente estratti per i film, dal momento che il Sequel Trilogy Maul di Lucas sarebbe stato servito da un apprendista in Darth Talon, una Twi'lek femmina (un 'Lethan' con la pelle rossa che è raro per la sua specie) il cui corpo è ricoperto di tatuaggi Sith simili a quelli di Maul. Tuttavia, il personaggio (nella foto sotto) avrebbe probabilmente avuto un retroscena diverso rispetto ai fumetti.

Introdotto per la prima volta nel non canonico Star Wars: Legacy fumetti, Darth Talon esiste più di un secolo dopo gli eventi della Trilogia Originale, un laureato di un'accademia Sith guidata da Darth Krayt e a cui è stato affidato il sinistro compito (alla fine senza successo) di cercare di trasformare il discendente della famiglia Jedi Cade Skywalker nel lato oscuro. Nel 2011, un videogioco LucasArts alla fine annullato, intitolato Battaglia dei Signori dei Sith , apparentemente portava piani approvati da Lucas per far collaborare Darth Maul con Darth Talon, un'idea che potrebbe essere stata una manifestazione di questi piani della trilogia sequel.

Star Wars Darth Talon

Sembra che i sequel di Lucas avrebbero potuto culminare con Maul in qualche modo ingarbugliato La principessa Leia Organa di Carrie Fisher , che sarebbe stato messo a fuoco come eroe principale del mito e figura centrale nel dopo- Il ritorno dello Jedi sforzo di ricostruire la civiltà galattica. I dettagli della trama del sequel di Lucas descrivono una storia ambientata all'indomani di una grande guerra (piuttosto che la ricostruzione di una). Pertanto, si sarebbe incentrato sul concetto di ricostruzione, che, come ha affermato, è 'più difficile che iniziare una ribellione o combattere una guerra'.

Il compito di Leia sarebbe stato sempre più pericoloso, dal momento che la caduta dell'Impero aveva lasciato un considerevole vuoto di potere, che sarebbe stato riempito dal sindacato criminale gestito dal riemergente Maul e dal malvagio apprendista Talon. Secondo Lucas, questa trama sarebbe stata parallela agli eventi mondiali dell'epoca: la guerra in Iraq, la caduta di Saddam Hussein e il successivo emergere di fazioni radicalizzate per riempire il vuoto. Così, mentre Luke Skywalker di Mark Hamill sarebbe stato impegnato a ricostruire l'Ordine Jedi, Leia avrebbe seguito un percorso diverso ricostruendo la Repubblica Galattica mentre combatteva l'organizzazione criminale di Maul, e alla fine sarebbe emersa come Cancelliere Supremo. Come ha detto chiaramente Lucas, 'ha finito per essere la prescelta'.

Mentre un momento chiave su Ribelli apparentemente impostare il punto finale (presumibilmente permanente) del piuttosto tortuoso post- Fantasma arco, la popolarità del personaggio continua a permeare, e sembra dubbio che abbiamo visto l'ultimo di lui, in forma animata o live-action. Questo sembra particolarmente vero con Disney+ che ha preso con successo il Guerre stellari franchising sul piccolo schermo con Il mandaloriano e future offerte seriali ambientate in vari punti della timeline come il senza titolo Obi-Wan Kenobi , un possibile Boba Fett serie, e a Cassiano Andor spettacolo di spionaggio. Potrebbe non essere proprio quello che Lucas aveva in mente, ma è comunque profondo.

Iscrizione a Disney+