Come Harry Potter ha plasmato il fandom su Internet moderno

In questa seconda era dei contenuti di Harry Potter, può essere difficile dimenticare un tempo prima che il maghetto e il suo mondo magico dominassero Internet.

Harry Potter e Internet sono così inestricabilmente intrecciati. Star Trek Il fandom potrebbe aver scritto molte delle regole della moderna fanfiction slash. Gli X-Files Il fandom ci ha dato il termine 'spedizione'. Ma è stato il fandom di Harry Potter a definire gran parte della cultura del fandom di Internet basata sulla comunità che conosciamo e (soprattutto) amiamo oggi.

Mentre il fandom di Harry Potter continua a lottare, modellare e definire il modo in cui interagiamo con le storie più popolari al mondo e con le altre persone che le amano, diamo uno sguardo indietro al fandom che ha contribuito a plasmare il modo in cui usiamo Internet oggi …



(Immagine sopra via Dorkly .)

Harry Potter e la nascita di Internet

Il primo libro di Harry Potter, Harry Potter e la Pietra Filosofale , è stato pubblicato nel 1998 negli Stati Uniti, da qualche parte nel mezzo del processo che ha visto Internet passare da una risorsa utilizzata principalmente nelle università e da super-nerd privilegiati all'uso mainstream. A metà del 1999, Internet era presente in un terzo delle famiglie statunitensi. Nel 2001, aveva raggiunto il 50 per cento.

Dov'era il fandom di Harry Potter nel 2001? È stato l'anno in cui è uscito il primo film di Harry Potter. È trascorso anche un anno dalla cosiddetta 'Estate di tre anni', il periodo più lungo tra la pubblicazione di due libri qualsiasi di Harry Potter (dopo Il calice di fuoco e prima L'Ordine della Fenice .)

L'estate di tre anni è conosciuta all'interno del fandom di Harry Potter come un periodo di intensa creazione, discussione e collaborazione. È stato quando il Potterverse ha davvero preso il suo posto, ed è stato perfettamente allineato con la diffusione della tecnologia di Internet negli Stati Uniti.

Leggi l'ultima rivista Den of Geek in edizione speciale qui!

Quindi Harry Potter era proprio nel posto giusto al momento giusto? Sicuramente, ma questo non nega la forza di J.K. I personaggi di Rowling, la struttura della trama e la costruzione del mondo . Inoltre, non nega la natura serializzata della storia di Harry Potter, una caratteristica che secondo Francesca Coppa ha reso Harry Potter foraggio perfetto per il fandom. Nel Il lettore di studi di fanfiction , Coppa scrive:

Harry Potter si presenta come il protagonista incarnato di una serie di storie che raccontano le avventure di Harry durante una serie di anni scolastici... La serie di romanzi in corso è stata poi trasformata in una serie di film in corso. In tutti questi modi, il Harry Potter i libri resistono allo status di 'testo letterario finito' composto da parole particolari in un ordine particolare, e invece si costruiscono come ispirazione a tempo indeterminato per futuri supplementi performativi che consentiranno al suo pubblico di ricostituirsi regolarmente.

Il palco era pronto.

Harry Potter e la Fanfiction

La fanfiction è sempre stata una cosa. A partire dal Il Grande Gioco per Ampio Mar dei Sargassi per Spockanalia , i fan sono stati a lungo ispirati a diventare creatori nei mondi immaginari che amano. Il fandom come lo conosciamo oggi, tuttavia, è uno sviluppo più moderno. È diventato molto più facile creare una comunità attorno alle emozioni dei fan dallo sviluppo dei mass media e, anche più recentemente, di Internet.

Come abbiamo già stabilito, Harry Potter è nato in un momento in cui al fandom moderno è stata data la prima possibilità di esistere. Una parte enorme di questa rivoluzione dei fan è stata nella scrittura, nella lettura e nella condivisione di fanfiction. Siti web come Fanfiction.net, FictionAlley e LiveJournal hanno offerto agli scrittori e ai lettori di fanfiction di Harry Potter un posto dove incontrarsi con fan che la pensano allo stesso modo, per trovare altre persone a cui piaceva fare il nerd e diventare creatori nel mondo della loro storia preferita in un modo che , in precedenza, potrebbe averti reso un estraneo. Internet ha creato una comunità accessibile come mai prima d'ora. Questo è stato il primo passo verso l'integrazione delle attività e dei comportamenti dei fan.

Il 4 settembre 1999, la prima fanfiction di Harry Potter è stata caricata su Fanfiction.net. Quello stesso mese, il Harry Potter per adulti viene avviata la mailing list. Il mese successivo, nell'ottobre 1999, viene lanciato MuggleNet. Entrambi erano siti in cui le fanfiction venivano condivise e accolte, anche se questo era tutt'altro che il loro unico scopo. L'agosto 2000 ha visto Cassandra Clare (che avrebbe continuato a scrivere la popolarissima serie YA Gli strumenti mortali , materiale sorgente per le attuali serie TV Freeform Shadowhunters ) pubblicano il primo capitolo di “The Draco Trilogy”. La serie avrebbe continuato ad essere aggiornata nei successivi sei anni e includeva quasi un milione di parole che abbracciavano tre storie di lunghezza romanzo.

Per molti giovani fan, la fanfiction era (ed è) più di un modo per impegnarsi nella loro storia preferita; è un modo per comprendere meglio il mondo e la propria identità. È un modo per rompere gli stretti confini della maggior parte della cultura canonica e normalizzare qualcosa di diverso dall'esperienza etero, bianca, maschile e finanziariamente sicura che domina le storie con il sostegno aziendale. La fanfiction è un modo per dire: chiunque tu sia, va bene.

Non è un segreto che gran parte delle fanfiction (anche se sicuramente non tutte) coinvolgano accoppiamenti queer. Slash fanfiction è il nome di una fanfiction scritta su due personaggi dello stesso sesso in una coppia romantica e/o sessuale. Il termine 'slash' si riferisce alla '/' tra i due personaggi in questione e deriva dal fandom di Star Trek, in particolare dalla relazione Kirk/Spock.

Jameson scrive dell'influenza di megafandom come Harry Potter e Twilight sull'educazione sessuale delle giovani generazioni nel suo libro Fic: Perché la Fanfiction sta conquistando il mondo? , detto:

Lo slash di Harry Potter ha contribuito a plasmare e sfidare gli atteggiamenti verso la diversità sessuale tra la generazione che è cresciuta leggendolo e discutendone (molto) online … Dove le generazioni precedenti potrebbero aver guardato alle scorte di porno dei genitori e alle pagine di Cosmopolita , gli adolescenti di oggi trovano sempre più queste informazioni nelle fanfiction.

Essi Scrivi nelle fanfiction — e in una versione o nell'altra, lo hanno sempre fatto. Lo scrivevano sui quaderni e ora lo scrivono e lo condividono online. Piaccia o no, questo è diventato normale e pubblico, una parte della crescita per milioni . Se crepuscolo e Harry Potter ci hanno insegnato qualcosa, è che l'intento autoriale non ha nulla a che fare con l'aldilà dei personaggi.

La rappresentazione dei personaggi queer ha fatto molta strada negli ultimi 15 anni, e penso che sia giusto attribuire parte di questa progressione al mainstreaming di una cultura fandom che è stata a lungo più a suo agio nel concentrarsi sulle relazioni queer.

Avvocato per la proprietà intellettuale, co-fondatore di FictionAlley e scrittrice di fanfictionHeidi Tandy scrive dei primi giorni del fandom di Harry Potter in Fic , detto:

Dieci anni fa, sono stato accusato di immorale per aver lasciato che gli adolescenti discutessero sull'esistenza di maghi gay; nel 2007, J.K. Rowling ci ha detto di sì. I ragazzi che avevano tredici anni nel 1999, nel 2002 e nel 2004 ora hanno vent'anni, e quelli che erano studenti universitari poi hanno figli propri. Se dicessi loro che è immorale lasciare che ragazzini di tredici anni leggano storie di adolescenti maghi gay, probabilmente riderebbero e ti direbbero che sarebbe immorale vietare loro di leggere quelle storie. O qualsiasi altra cosa.

Oggi, i lettori non hanno solo fanfiction per storie di maghi gay adolescenti. Nel 2015, Rainbow Rowell ha pubblicato fangirl , un romanzo per giovani adulti su una ragazza in età da college e scrittrice di fanfiction. Il suo romanzo successivo, Proseguire , si concentra sul Harry Potter personaggi simili a quelli introdotti per la prima volta come personaggi di fanfiction in fangirl . (Sì, Simon e Baz sono maghi adolescenti. E, sì, si innamorano.)

Proseguire potrebbe non in realtà essere fanfiction, ma utilizza molti dei tropi più amati della fanfiction e svolge funzioni simili, sfidando, espandendo e smantellando molti dei costrutti narrativi utilizzati nel canone di Harry Potter, in particolare il tropo del 'Prescelto'.

La storia dà la priorità all'interiorità e all'emotività, in un modo molto più comune nella fanfiction che nella fiction canon, come spiega Elizabeth Minkel nel suo articolo su Medium 'Harry Potter e il lavoro di follow-up sanzionato (o, Fanfiction contro il patriarcato).'

Il privilegio del carattere, dell'emotività, dell'interiorità, è normale nel fandom trasformativo dominato dalle donne, e piuttosto raro nelle opere di origine in gran parte di autori maschili che governano il mondo dei fan, in particolare i franchise di successo ad alto budget. È al centro degli scontri di spedizione tra creatori e fan, quando i creatori alzano le mani e dicono 'smettila di parlare di romanticismo e/o sesso!!' I creatori creano prima mondi orientati alla trama, poi pensano a cosa faranno i personaggi; Il fandom dominato dalle donne sta pensando a chi sono i personaggi e, in una data situazione, a cosa provano.

In particolare, l'interesse per l'interiorità e l'emotività sono tratti comuni nella narrativa per giovani adulti contemporanea. Si potrebbe sostenere che la narrativa YA trae in parte questo tratto dalla tradizione delle fanfiction da cui provengono molti dei suoi scrittori (e molti dei suoi lettori).

Harry Potter e i poteri forti

Abbiamo scritto un po' su Den of Geek di le tensioni in corso tra i creatori sanzionati e il fandom . Con l'avvento dei social media, le conversazioni tra The Powers That Be e il fandom sono più facili che mai. Ciò significa che è più facile che mai elogiare i creator e porre domande sulle storie che hanno creato, ma è anche più facile che mai criticare direttamente i contenuti per i suoi creatori, sostenitori aziendali e titolari dei diritti. Sebbene questo possa sembrare un fenomeno più moderno, ha le sue basi nei primi anni del fandom di Internet.

Quando è nato il fandom di Harry Potter, le definizioni legali di 'fair use' e 'opere trasformative' non erano state testate in questo nuovo pioniere del fandom su Internet. Vorrebbero essere. Nel 2000, la Warner Bros. ha acquistato i diritti di merchandising su tutto ciò che riguarda Harry Potter, a parte i libri stessi. Hanno iniziato a inviare lettere di diffida che erano, nelle parole di Tandy, 'lettere minatorie alla Umbridge agli adolescenti di tutto il mondo, insistendo affinché consegnassero nomi di dominio che includevano termini della serie di Harry Potter'.

Tandy elabora:

Quello che io, come nuovo arrivato nel fandom online, non sapevo in quel momento era che alcuni fan che erano venuti su HP da altri fandom pensavano che l'unica risposta adeguata, se The Powers That Be te lo chiedesse nulla , era chiudere il tuo sito, tirare giù le tue fic e le tue discussioni e andartene, magari anche cambiare il tuo nome online, che sicuramente non aveva alcun collegamento con te stesso nel mondo reale. Ma come puoi essere un fan di un libro il cui presupposto è quello di opporsi al male e dire no all'esagerazione da parte delle Autorità, e farlo?

Henry Jenkins scrive di questo periodo della storia dei fandom, noto come The Potter War, in Cultura della convergenza: dove vecchi e nuovi media si scontrano .Jenkins racconta la storia di come Heather Lawver, l'allora fan adolescente che gestiva il sito web La Gazzetta del Profeta, lanciò la campagna Difesa contro le Arti Oscure, coordinando la diffusione dei media e l'attivismo contro lo studio con altri fan di Harry Potter e siti runner in tutto il mondo. Lawver ha detto a Jenkins:

La Warner è stata molto intelligente su chi hanno attaccato... Hanno attaccato un intero gruppo di ragazzini in Polonia. Quanto è un rischio? Hanno inseguito i ragazzini di 12 e 15 anni con i siti ridicoli. Hanno sottovalutato quanto fosse interconnesso il nostro fandom. Hanno sottovalutato il fatto che conoscevamo quei ragazzi in Polonia e conoscevamo i siti di dink piccanti e ci tenevamo a loro.

La Warner Bros. non era preparata affinché il fandom di Harry Potter fosse così ben organizzato, o forse per essere affatto una comunità. A differenza del fandom prima dell'avvento di Internet, questi gruppi di fan potevano comunicare e coordinarsi come mai prima d'ora.

Il fandom ha attraversato i confini di età, nazione, lingua e cultura per respingere la campagna della Warner Bros. per mantenere saldamente questo universo immaginario nelle mani di The Powers That Be. E ha funzionato. Diane Nelson, all'epoca vicepresidente senior della Warner Bros. Family Entertainment, ha dichiarato a Jenkins:

Non sapevamo cosa avessimo tra le mani all'inizio nel trattare con Harry Potter. Abbiamo fatto ciò che normalmente faremmo nella protezione della nostra proprietà intellettuale. non appena ci siamo resi conto che stavamo causando costernazione ai bambini o ai loro genitori, l'abbiamo fermato ... [Ora] stiamo cercando di bilanciare le esigenze degli altri stakeholder creativi, così come i fan, così come i nostri obblighi legali, tutti all'interno di un'arena che è nuova e mutevole e non ci sono precedenti chiari su come le cose dovrebbero essere interpretate o su come sarebbero agite se mai arrivassero ai tribunali.

La reazione dei fandom di Internet dell'epoca, incluso il sempre crescente fandom online di Harry Potter, ha modellato le regole per l'attuale relazione tra The Powers That Be e The Fans. Se quei fan di Harry Potter fossero stati meno organizzati, chissà come sarebbe Internet oggi?

Harry Potter e la conclusione

Si potrebbero (e sarebbero stati) scritti libri sull'ampio fandom di Harry Potter. Dal mago rock all'Harry Potter Alliance fino a LeakyCon, il fandom di Harry Potter non è una cosa. È massiccio e diversificato. I fan partecipano per diversi motivi e in modi diversi e questo rende difficile trarre conclusioni radicali sulla sua natura, scopo o crescita. Tuttavia, sembra sicuro notare la sua importanza vitale come uno dei primi grandi fandom di Internet. Un fandom che si è sviluppato insieme a Internet e, in piccola parte, ha contribuito a plasmare ciò che sarebbe diventato.

Per molti, Il fandom di Harry Potter è come se non lo fosse Di più potente del canone stesso di Harry Potter . Perché non dovrebbe esserlo? Il fandom coinvolge milioni di creatori piuttosto che uno solo. Ovviamente è più ricco del libro, dello spettacolo teatrale e dei film prequel che, per definizione più ampia, includono migliaia di creatori.

Il fandom è una conversazione. Canon è una lezione, spesso articolata, ma comunque unilaterale. O, se preferisci, l'affermazione che avvia la più ampia discussione culturale a cui, attraverso il fandom, più persone che mai possono partecipare.

Come Alanna Bennett ha toccato nel suo recente Buzzfeed pezzo 'Il fandom di Harry Potter è a un bivio' l'attuale angoscia nella comunità di Harry Potter riguarda tanto il vedere canon non essere all'altezza dell'infinità del fandom quanto la qualità poco brillante di Animali fantastici e dove trovarli .

“Il fandom di Potter ha creato un retaggio di impegno e creatività che i moderni sforzi canonici della serie stanno lottando per essere all'altezza. Per così tanti fan... può essere difficile ottenere clamore su Bambino Maledetto quando riconoscono in esso così tanti dei tropi che hanno esplorato loro stessi un decennio fa - nei contenuti essi creato e sostenuto”.

A un'intera generazione di fan viene chiesto di rivalutare il presunto valore del canon rispetto al fandom e di trovare una risposta che potrebbe non piacere a The Powers That Be. La serie di libri di Harry Potter è spesso accreditata per aver fatto leggere un'intera generazione di bambini, ma, forse ancora più importante, ha dato un'intera generazione di fandom basati sulla comunità dei nerd.

A sua volta, il fandom di Harry Potter ci ha dato (con l'avvento di Internet) il mainstreaming della cultura nerd. Ha insegnato a un'intera generazione di nerd che non sono soli e che non devono aspettare che The Powers That Be scriva persone che sembrano, agiscono e si sentono come loro nelle storie che amano. Possono farlo da soli.

C'è nostalgia per questi primi giorni del fandom di Harry Potter tanto quanto c'è nostalgia per i libri di Harry Potter stessi, ma non sono sicuro di quante persone vorrebbero tornare a un'epoca in cui i diritti dei fan di agire come i creatori nelle storie che fungono da nostri miti moderni erano così incerti. Non quando, ora, questa forma comunitaria di amare, sfidare ed espandere le storie che compongono la nostra cultura popolare è diventata così normale.

Il canone di Harry Potter potrebbe essere invecchiato in qualcosa di meno rilevante e più problematico rispetto alle sue precedenti incarnazioni, ma il fandom moderno che ha contribuito a creare è più importante che mai.