Come Star Wars Infinities ha trasformato Leia nell'ultimo Jedi

Questo Guerre stellari l'articolo contiene spoiler.

Quando i titoli di coda sono finiti Star Wars: Gli ultimi Jedi , eravamo sicuri di una cosa: Leia è incredibilmente forte nella Forza! Non vogliamo spoilerare nulla qui, ma ci sono una o due cose che impariamo su Leia in Episodio VIII che cambiano completamente la nostra percezione del personaggio.

La storia di Leia nella trilogia sequel è stata di transizione, determinata da un'evoluzione nel suo ruolo di leader. Per prima cosa, non si chiama più 'Principessa'. Ora è il Generale della Resistenza. Non è la prima volta che assume un nuovo ruolo nella storia di Guerre stellari o. Nella linea temporale di Legends, è stata anche Capo di Stato diverse volte durante l'era della Nuova Repubblica e ha persino preso una spada laser una o due volte e si è unita all'Ordine Jedi di Luke Skywalker.



Il suo ruolo nel nuovo film, oltre alla miniserie, mi ha ispirato a dare uno sguardo indietro a uno dei miei momenti preferiti nella lunga storia dei fumetti della Principessa Leia. Mentre molti richiameranno alla tua attenzione le sue apparizioni originali nei classici fumetti Marvel o il suo post- Il ritorno dello Jedi avventure nella leggendaria corsa di Dark Horse, vi indirizzo a una serie che ha immaginato la Leia che tutti noi meritavamo: Leia, la madre del Nuovo Ordine Jedi. La cosa migliore è che la miniserie non era nemmeno canonica PRIMA del rebranding di Legends...

Star Wars: Infiniti era una serie in tre parti pubblicata tra il 2001 e il 2004. Nella stessa vena di Come serie, che si è svolta più o meno contemporaneamente dal 1999 al 2005, Infiniti le storie non sono mai state ritenute canoniche. Pensa alla Marvel Cosa succede se? serie o DC Altri mondi . Racconti di Star Wars e Star Wars: Visionari aveva premesse simili e conteneva di tutto, dalle storie canoniche di Legends alle parodie autentiche, ma il Infiniti serie si è attenuta specificamente alla trilogia originale e raccontava storie di universi alternativi più lunghi.

Acquista qui tutti i tuoi film, libri, giochi, fumetti e merchandising di Star Wars!

Nel Star Wars Infinities: L'Impero colpisce ancora , scritto da Dave Land e disegnato da Davide Fabbri, riceviamo la galassia più grave molto, molto lontana di tutte: Luke muore congelato su Hoth e Leia si reca a Dagobah per addestrarsi come Jedi. E credici quando ti dico che le cose vanno davvero fuori controllo. Questo è il tipo di svolta che Infiniti usa come tesi. Qual è il modo più ridicolo in assoluto per capovolgere queste storie?

(Ad esempio, in Infiniti: una nuova speranza , Leia diventa un Signore dei Sith dopo che i ribelli sono stati sconfitti nella battaglia di Yavin...)

Poiché Luke muore nel ghiaccio dopo aver sentito la voce di Obi-Wan Kenobi, un nuovo potenziale Jedi deve intraprendere la missione del giovane Ribelle per ripristinare l'Ordine Jedi. Prima che Luke muoia, riesce a dire ad Han di allenarsi come Jedi e riportare l'equilibrio nella Forza. A Han, che soffre di un brutto caso di manie di grandezza, piace l'idea. In effetti, Han gestisce praticamente la prima metà della miniserie, dal momento che, esilarante e perfettamente nel personaggio, pensa di essere quello con i poteri Jedi.

Altre cose che accadono perché Luke è morto:

– Wedge Antilles e Wes Janson, membri del Rogue Squadron, muoiono durante l'assalto a Hoth;

– Han non va nel campo di asteroidi, e invece viaggia direttamente a Bespin;

– Lando impedisce la cattura di Han su Bespin, quindi Vader lo fa esplodere insieme al resto di Cloud City;

– Han, Chewie, Leia, 3PO e R2 si recano a Dagobah per incontrare Yoda, che dice senza mezzi termini a Han che Leia è la nuova prescelta;

– Han e i suoi amici lasciano Leia con Yoda per iniziare il suo addestramento.

Gran parte del resto di questa miniserie potrebbe essere classificata come una fan fiction davvero pessima che per fortuna non è mai arrivata sul grande schermo. Dopotutto, chi poteva vedere L'impero colpisce ancora succedendo in altro modo? Ma è uno sforzo nobile cercare di creare qualcosa di nuovo da un film già perfetto. Ed è con il viaggio di Leia che si svela il vero dono di questa serie.

Alcune scene del suo addestramento Jedi sono bellissime. Dipingono Leia come una Jedi scintillante e potente priva solo di un po' di buon senso. Guadagna elogi da Yoda, e poi diventa disordinata quando il suo colpo con la spada laser fa esplodere una lumaca di palude attaccante. Le scene del suo addestramento Jedi funzionano - e lo fanno, anche se sono brevi - perché Leia si dedica all'addestramento come era destinata a fare, con una combinazione dell'intelligenza e della pazienza di Padme Amidala e della ferocia e del coraggio di Anakin Skywalker.

Leia impara velocemente e inizi a vedere la differenza tra lei e il suo defunto fratello. È più obbediente, più aperta alle vie della Forza e, in definitiva, ha più successo nel suo addestramento perché è paziente. Mentre Luke desidera ardentemente l'avventura, Leia ha visto abbastanza morte da renderla saggia a tali impulsi. Questa è forse la vera essenza del suo carattere.

Luke era preso dalla sua fanciullezza in L'impero colpisce ancora in una sconfitta che gli è costata la mano e il morale (per un breve momento), ma Leia è già una vera leader quando inizia il suo addestramento Jedi. Si adatta abbastanza bene. Viene quasi da chiedersi se questo avrebbe dovuto essere il vero risultato della trilogia.

Il fumetto contiene uno dei grandi momenti di Leia: fresca dall'acquisizione di un cristallo di spada laser, affronta Darth Vader su Dagobah, che è diventato un campo di battaglia. Leia indossa una lama viola e combatte valorosamente. Lei non vince, ovviamente. Proprio come Luke, ci vuole l'assistenza di qualcun altro per uccidere Vader. In effetti, personaggi che non appartengono nemmeno alla stessa trilogia si fanno avanti per salvarla.

Gli spiriti di Qui-Gon Jinn, Obi-Wan e Mace Windu attaccano tutti Vader e Han, che riesce a tornare a Dagobah sul Falcon dopo molti problemi nel palazzo di Jabba, spara un colpo mortale con il suo blaster. Con il suo ultimo respiro, Vader riconosce di avere una figlia.

E così, il Guerre stellari saga è giunta a una fine improvvisa e meno soddisfacente. Ma è davvero ciò che impariamo su Leia in questa versione alternativa del racconto che è il più vero. Anche se Luke non fosse morto e Leia avesse imparato a usare la Forza, sarebbe stata comunque una studentessa e una leader più efficace di suo fratello. Sicuramente non avrebbe passato così tanto tempo a rincorrere Han in giro...

Yoda morente dice a Leia di trovare altri Jedi. 'Insegna loro come ti ho insegnato io', dice Yoda, e questo, forse, è il risultato più potente del Infiniti storia – che Leia è stata incaricata direttamente di diventare un'insegnante. Forse potrebbe continuare a creare un'Accademia Jedi come quella di Luke. Uno migliore, in effetti.

Leia è presentata come una guerriera leggendaria nella trilogia sequel. È rispettosa, indurita e forse un po' arrabbiata e frustrata per il risultato delle sue battaglie con l'Impero e per quanto poco sia cambiata la galassia dalla caduta dell'Imperatore. Ma nonostante i suoi dubbi, rimane coraggiosa, decisa e intelligente. Leia può essere una leader ben caratterizzata, come la fine di Infiniti versione di L'impero colpisce ancora implica la storia, anche se non è una Jedi. È un peccato che Episodio IX non sarà in grado di esplorare ulteriormente i poteri della Forza di Leia, poiché Carrie Fisher è morta inaspettatamente nel 2016, ma almeno abbiamo potuto vedere un meraviglioso tributo degno del personaggio prima di salutare in lacrime il grande leader di Alderaan.

*Una versione di questo articolo è stata pubblicata il 2 marzo 2015.

Megan Crouse è una scrittrice personale.