Come la versione americana di Pokemon: il primo film ha cambiato il suo significato

Qual è il film anime con il maggior incasso di tutti i tempi al botteghino americano? L'acclamato Hayao Miyazaki La città incantata ? No. Capolavoro cyberpunk inquietante Fantasma nella conchiglia ? Neanche vicino. Il seminale di Katsuhiro Otomo Akira ? Non ha nemmeno rotto il primi 20.

Come probabilmente avrai dedotto dal titolo sopra, l'esportazione animata di maggior successo finanziario del Giappone è stata Pokemon: il primo film , uscito nel 1999 per un enorme weekend di apertura. Eppure a differenza La città incantata , Fantasma nella conchiglia , Akira o la maggior parte delle altre storie di successo di anime incrociate dall'estremo oriente, il Pokemon il film non è stato accolto con grande favore dalla critica; la maggior parte degli scrittori l'ha liquidata come una sciocchezza dimenticabile volta a vendere merce ai minori di 10 anni.

Il Pokemon Il film era, per essere onesti, un film d'avventura rivolto direttamente ai fan della legione che avevano già giocato ai videogiochi, raccolto le carte collezionabili e visto la serie animata in TV. A chi è meno immerso in Pokemon lore, il film probabilmente sembrava sconcertante. Ma c'era una critica che è apparsa ripetutamente nelle recensioni più ostili del film: il suo tema principale che il combattimento è futile e immorale.



Per un franchise che si basa quasi interamente sulla cattura di animali selvatici, sull'addestramento e sul farli combattere l'un l'altro, quel messaggio è stato certamente un po' contraddittorio. La cosa ironica, tuttavia, è che questo tema non era nemmeno presente nella versione originale giapponese del Pokemon film – piuttosto, è stata una delle numerose modifiche apportate prima della sua uscita in America.

La trama di base dietro Pokemon rimane lo stesso tra la versione giapponese e quella americana: è uno strano mix di quello di Mary Shelley Frankenstein e veicolo Bruce Lee Entra il drago . Un mostro tascabile geneticamente modificato di nome Mewtwo fugge dalle grinfie dei suoi creatori, costruisce un nuovo laboratorio su un'isola remota e decide di organizzare il proprio torneo di Pokemon. Ash, Pikachu e i suoi amici - oltre a una selezione di allenatori di Pokemon - arrivano sull'isola pronti per la competizione, dove Mewtwo rivela che vuole clonare i Pokemon degli allenatori e conquistare il mondo.

Nella versione originale giapponese del film pubblicata nel 1998, nel frattempo, Mewtwo è un personaggio molto meno malvagio; infatti, il taglio giapponese conteneva un'intera sequenza di apertura che spiegava meglio la storia e la motivazione di Mewtwo. Secondo il Pokemon il produttore del film Kubo Masakazu – come citato sopra Youchew.net – Il distributore americano Warner Bros era preoccupato per la mancanza di un cattivo distinto nel film giapponese.

'Le persone della Warner ci hanno anche dato qualche fastidio sulla sceneggiatura', ha scritto Masakazu. “Secondo loro, l'originale giapponese non distingue abbastanza chiaramente tra i buoni e i cattivi. Un film del genere non avrebbe avuto successo in un paese multietnico come gli Stati Uniti, insistevano, perché gli spettatori non avrebbero saputo con chi identificarsi e con chi tifare. In altre parole, gli eroi e i cattivi dovevano essere identificati chiaramente'.

A tal fine, il Pokemon il film è stato ampiamente riscritto per lanciare Mewtwo come un cattivo più generico che vuole conquistare il pianeta. L'apertura originale - un prologo originariamente destinato a introdurre il retroscena di Mewtwo nella serie TV, ma aggiunto al film giapponese quando la serie è stata messa in pausa - è stata anche eliminata dal taglio teatrale negli Stati Uniti, forse in modo che la storia potesse arrivare agli eroi del franchise Ash e Pikachu più rapidamente. (Il cortometraggio Le vacanze di Pikachu , mostrato prima delle edizioni giapponese e statunitense, ha anche dato ai bambini impazienti una prima apparizione del roditore elettrico.)

Questa è stata una mossa molto sfortunata, dal momento che la versione giapponese di Pokemon in realtà risolve alcune delle cose che i suoi critici statunitensi gli hanno criticato – non ultima la semplicità un po' blanda della sua storia e il suo confuso moralismo. Quindi cosa è successo nell'originale? Sono contento che tu abbia chiesto...

Se hai giocato molto Pokemon , saprai chi è Mew: un Pokemon mitico felino, di tipo psichico, aggiunto segretamente alla coppia di giochi originale - Pokémon Rosso e verde – e una sorta di celebrità tra i fan. Nel film, uno scienziato, il dottor Fuji nella versione giapponese, guida una spedizione nella giungla per saperne di più sulla misteriosa creatura. Dopo un po' di caccia, scoprono un campione fossilizzato del DNA di Mew che, dopo un po' di... Jurassic Park armeggiare in stile, si trasformano in Mewtwo, un clone geneticamente superiore dell'originale.

Le cose si complicano un po' quando Mewtwo fa amicizia con una bambina di nome Aitwo. Come Mewtwo, è un clone della defunta figlia del dottor Fuji. Comunicando psichicamente, la coppia stringe un'amicizia, prima che una complicazione con l'esperimento del dottor Fuji faccia sparire Aitwo dall'esistenza. Questo spiega perché, quando Mewtwo si sveglia come un Pokemon adulto, non è del miglior umore. Ma anche dopo aver distrutto il laboratorio e ucciso il dottor Fuji, non è esattamente un despota dalle orecchie a punta nella versione giapponese, piuttosto, è un essere confuso nella morsa di una crisi esistenziale conclamata.

Infuriato nell'apprendere che è un semplice esperimento, Mewtwo si convince rapidamente che il suo allevamento lo ha reso superiore a tutte le normali forme di Pokemon - e tutto ciò che fa nel resto del film, dall'organizzazione del torneo alla creazione del suo esercito di cloni modificati , riflette la sua visione distorta del mondo.

Mentre tutto questo accade, Mew, il Pokemon originale, fluttua intorno come uno spettro, osservando in silenzio tutto lo svolgersi. L'edizione americana del film dipinge Mew come una creatura semplicemente eroica nel terzo atto, un personaggio intento a difendere gli altri Pokemon (e Ash) dal male di Mewtwo. Di nuovo, le cose sono un po' più complesse nella sceneggiatura giapponese. Mew ha osservato tutte le buffonate di clonazione e giunge alla conclusione che tutti i Pokemon geneticamente modificati sono malvagi e dovrebbero essere distrutti.

L'imponente battle royale di Mew alla fine del film non è, quindi, un enorme atto di valore da parte di Mew, ma nasce da un dogma simile alla sua nemesi più imponente. Mentre la coppia combatte, vediamo tutta una serie di altri Pokemon – Charizard, Bulbasaur, Pikachu e così via – combattere i loro cloni (quasi) identici sullo sfondo. Ash, rendendosi conto che i Pokemon sono così alla pari che combatteranno fino alla morte, si mette tra Mew e Mewtwo in lotta per fermare il caos. Ash viene colpito da un'esplosione di energia e si trasforma prontamente in pietra.

Nella versione americana, questo momento di sacrificio spinge tutti gli spettatori - i Pokemon, i loro allenatori e persino il malvagio Team Rocket - che la violenza è sbagliata. Nella versione giapponese, Mew e Mewtwo concludono entrambi che tutte le forme di vita sono preziose, siano esse umane, Pokemon, nate naturalmente o cresciute in un laboratorio.

È un sentimento molto più compatibile con l'etica di Pokemon, dal momento che i mostri tascabili non combattono mai fino alla morte nei videogiochi: è stato chiarito fin dall'inizio che 'svengono' piuttosto che scadere. Nella serie animata, i combattimenti tra Pokemon sono rappresentati come affari relativamente ventilati che le creature stesse sembrano apprezzare in gran parte, più simili a un gioco di conkers che a un brutale gioco di sangue. Lo scontro finale del film, al contrario, riempie di tristezza gli spettatori: questa non è una competizione amichevole, ma una brutta guerra.

certo, Pokemon: il primo film non è ancora nella stessa lega degli altri anime di prim'ordine che hanno trovato successo al di fuori del Giappone - La città incantata , Akira e simili, ma non è nemmeno la pubblicità di giocattoli senza valore che è stata dipinta da alcuni critici. Come speriamo di aver dimostrato, la versione giapponese è il taglio che vale la pena vedere se riesci a rintracciarlo, dal momento che l'ambiguità dei suoi personaggi lo rende un orologio molto più avvincente - è ancora un film rivolto ai bambini, senza dubbio, ma la sceneggiatura originale ha anche dato al film un aspetto sorprendentemente filosofico da masticare per gli adulti.

(Persino 4Kids, la società dietro la produzione statunitense, alla fine sembrava rendersi conto del valore del prologo giapponese - è stato fornito come extra sul Pokemon: Il ritorno di Mewtwo DVD.)

Ci sono anche alcune idee di design fantasiose, come la tana dell'isola stranamente organica di Mewtwo: dai un'occhiata alla camera di clonazione, in particolare, che sembra un gigantesco nautilus dall'aspetto malvagio. Oh, e la versione giapponese manca anche della ballata rock spettacolarmente pacchiana, che entra in gioco quando tutti i Pokemon si stanno picchiando a vicenda – opta invece per alcuni archi lussureggianti e melodrammatici.

Per le migliaia di ragazzi che si sono precipitati nei cinema americani per vedere il film all'apice del of Pokemon mania, le varie modifiche apportate al suo dialogo e alla sua storia probabilmente non significavano molto. Ma come esempio di come alcuni cambiamenti motivazionali possono cambiare completamente la carnagione di un film, Pokemon: il primo film costituisce un affascinante caso di studio.