Elogio del corridoio fantascientifico

C'è un momento nella vita di ogni geek in cui uno va per l''abbraccio comune' su un animale domestico e si trova inaspettatamente fuori al freddo.

Il pianista smette di suonare. Il padrone di casa scuote la testa mentre i suoi occhi si dirigono verso il cielo, e si allontana di soppiatto per risistemare le patatine. Il suono solitario di un dardo mal indirizzato è tutto ciò che infesta il pub altrimenti silenzioso. Ed è decisamente ora di prendere la tua giacca a vento.

'Ti piace che cosa …?”



Corridoi nei film di fantascienza. Li amo.

Ho sprecato troppo della mia infanzia e giovinezza imitando e sviluppando i superbi schizzi di produzione di Ron Cobb, Syd Mead, Ralph McQuarrie e molti altri. Ho camminato per gli studi di Elstree raccogliendo preziose sezioni formate sotto vuoto del corridoio della città delle nuvole da L'impero colpisce ancora , alcuni mesi dopo l'interruzione delle riprese principali. avevo risme di corridoi fantascientifici elaborati.

I corridoi rendono credibile la fantascienza, perché sono così utilitaristici per natura – in realtà sono solo un condotto per passare da un set (spesso esagerato) a un altro. Quindi, se si mette un pensiero o un amore in uno, se lo scenografo è abbastanza intelligente da rendersi conto che i corridoi sono le fondamenta su cui i set più grandi vengono 'venduti' agli spettatori, la magia del film è a portata di mano.

Ecco cosa mi ha fatto partire...

I progetti che Roger Christian ha sintetizzato dai prolifici e straordinari schizzi concettuali di Ron Cobb per alieno (1979) sono soffermati amorevolmente all'inizio del film. Ridley Scott sa che i corridoi sono importanti in un film dell'orrore (o 'casa stregata'), ma questi meravigliosi set vengono anche messi in mostra per vendere anche la realtà grintosa e sudicia, commerciale e industriale della Nostromo. Le sezioni superiori relative al ponte di comando sono state sporche di vernice dorata e nera dopo un rimpasto di sezioni per trasmettere il mondo più grintoso abitato e Parker e Brett a livello di ingegneria.

C'è un aspetto decisamente diverso nelle diverse sezioni della nave. Il corridoio che conduce alla sezione dell'ipersonno rimane orribilmente inquietante, nonostante sia letteralmente imbottito da una parete all'altra in materiale simile a un cuscino, presumibilmente per ridurre al minimo il rischio di incidenti durante la turbolenza o di persone assonnate che inciampano sulla strada per la mensa.

Queste sezioni vengono riutilizzate per il corridoio esterno al med-lab, e poiché il laboratorio stesso è un altro set antisetticamente bianco, un design Ron Cobb davvero spettacolare e reso fedelmente, anche qui le linee pulite del corridoio hanno senso. Il contesto medico, come per la camera dell'ipersonno, suggerisce in modo disarmante il comfort e i bordi morbidi del corridoio.

Che contrasto sta per arrivare, mentre entriamo nell'immaginazione raccapricciante e piena di ossa di H.R. Giger, e nel corridoio scheletrico che conduce al fantino spaziale all'interno del relitto alieno. Umido, scuro e decisamente gocciolante, c'è qualcosa di abbastanza vittoriano in questa sezione del set; con gli archi a sbalzo che terminano in sporgenze ossee, è come essere all'interno di uno strumento musicale umido e marcio...

Comunque, tornando alla tecnologia umana di alieno design di produzione, ha certamente avuto un'influenza su molti dei suoi imitatori...

Cosa c'è di sbagliato nei corridoi di Stanley Donen? Saturno 3 (1980) è che le superfici del pavimento assomigliano al piano terra di uno studio cinematografico, cosa che aveva afflitto i corridoi nel medio budget Guerre stellari tre anni prima (più su Guerre stellari corridoi in un attimo).

I colori sgargianti dei tubi in realtà hanno molto senso, esattamente come il tipo di codifica troppo assicurata che si verifica per assicurarsi di non attingere a un tubo per un colpo d'aria solo per essere colpito dal freon.

L'altra cosa impressionante di Stuart Craig's Saturno 3 corridoi è la curvatura completa. Le curve costano denaro nella terra dei corridoi - un sacco di soldi. Chiunque abbia familiarità con i set di corridoi angolari di Buck Rogers nel 25° secolo o classico Dottor chi (in entrambi i casi c'era sempre una grande quantità di 'affari di corridoio') può quasi individuare i chippies che eliminano quei bordi duri con un puzzle. Ma curve come queste lo sono classe ...

E se Saturno 3 ha preso spunto da alieno (o semplicemente strappato via), c'è un interessante pezzo di fertilizzazione visiva incrociata tra questo fallimento al botteghino e uno dei più grandi successi cinematografici degli anni '80 ...

alieno ha iniziato il tipo di feticismo da corridoio nella fantascienza cinematografica con cui Kubrick non era riuscito a iniziare 2001: Odissea nello spazio , poiché quest'ultimo film era così visionario e costoso che praticamente nessuno poteva nemmeno tentare di imitarlo.

Invece Roger Christian ha avuto inventiva con il suo budget più basso e ha minato un cimitero di aerei, spargendo... alieno 's Nostromo con sezioni e dettagli dei bombardieri della seconda guerra mondiale. Questo utilizzo di 'nurnie' a grandezza naturale ha seguito la pratica consolidata degli effetti visivi di cannibalizzazione di parti da kit di modelli (soprattutto carri armati e cacciatorpediniere della seconda guerra mondiale) al fine di fornire dettagli già pronti senza ricorrere a lavorazioni personalizzate e formatura sottovuoto ogni ultima valvola e tubo. All'inizio degli anni '80, alieno la tecnologia smantellata era praticamente rigore per lo schermo di fantascienza...

Il superbo set carcerario di Philip Harrison tratto da Peter Hyams Outland (1981) sarà difficile da battere nel remake in attesa, e diversamente da Saturno 3, l'illuminazione fa davvero risaltare la qualità del lavoro.

A metà degli anni '80, l'aspetto hackerato e post-industriale di alieno stava iniziando a sembrare un budget un po' troppo basso, e i film di fantascienza hanno iniziato a dimostrare che erano disposti a fabbricare artefatti alla vecchia maniera, da zero, e anche a pagare per il privilegio...

Lo straordinario lavoro di Anthony Masters su House Atreides in David Lynch's Duna (1984) possono utilizzare modelli ripetuti, ma nessuno ha trovato questi meravigliosi dettagli in legno in una discarica. L'atavico palazzo del clan Atreides mette davvero in risalto l'atmosfera feudale dello scenario e condivide più DNA con Salvador Dalì rispetto a personaggi del calibro di alieno .

Le sezioni ripetute sono l'essenza dei corridoi e fanno parte dell'iconografia del cinema di fantascienza pre-CGI. Per alieno , Roger Christian avrebbe chiesto al reparto di produzione di simulare diverse sezioni del corridoio per l'esame di Ridley Scott, e qualunque cosa avesse ottenuto il via libera veniva fabbricata più volte per creare il corridoio finale, spesso con il classico trucco di posizionare uno specchio angolato alla fine del lungo impostato per suggerire ulteriore recessione e profondità.

È un trucco impiegato amorevolmente da Duncan Jones in quest'anno Luna , in cui sono state posate sezioni piuttosto sottili di supporto del puntone per fornire geometria su un corridoio piuttosto a basso budget...

Nota l'uso del carattere tipografico 'Eurostile' che praticamente caratterizzava la tipografia di fantascienza di film e TV negli anni '60 e '70 una volta che tutti avevano superato i terribili caratteri per computer che erano tristemente usati in Spazio:1999 (in effetti questo era il carattere usato in precedenza UFO , e nella maggior parte dei programmi TV di fantascienza di Gerry Anderson della fine degli anni Sessanta). Luna è una festa retrò per il dado del corridoio di SF!

Il classico della fantascienza Pianeta Proibito (1956) utilizza la stessa tecnica 'a strati' dei puntoni per ottenere profondità nei corridoi del Krell...

Tornando al corridoio fantascientifico più opulento e lussuoso, il lavoro dai colori vivaci di Danilo Donati in Flash Gordon (1980), prefigurava la grandezza della Casa Atreides in un'opulenza tipicamente italiana...

Più tardi Donati stempera i colori, ma non il budget, per questo superbo anti-corridoio al laboratorio mentale di Klytus – ha persino una passerella mobile (e illuminata!)

Questi sono concetti fantastici e fantasiosi per i corridoi a 5 stelle, ma è molto probabile che un vero corridore apprezzi la lucentezza della verosimiglianza della NASA in mostra come Moonraker (1979) ...

Ken Adam ha appena fatto di tutto per dare credito a 'Canaveral' a questa sciatta uscita di 007 che coinvolge il genocidio dallo spazio, combinando quelle curve lussuose e costose con una prosaica sensibilità che tutto ciò che stai guardando è stato spedito in sezioni per forza ...

Un altro grande esempio di porno NASA si trova in prima classe mis-en-scene del remake di Steven Soderbergh di Tarkovsky's Solaris (2002) ...

Che lusso: una parete piatta con una leggera curva . È antisettico, ostile e davvero abbastanza repellente, ma una proiezione molto convincente nel prossimo futuro dall'attuale stato dell'arte nelle stazioni spaziali.

Un utilitarismo altrettanto impressionante è stato trovato nell'aspetto dei corridoi nella gita cult eco-SF di Douglas Trumbull corsa silenziosa (1972) ...

The Valley Forge in corsa silenziosa era in realtà un cacciatorpediniere navale dismesso chiamato Valley Forge, e i suoi confini angusti fornivano un'atmosfera adeguatamente spigolosa e piuttosto simile a un sottomarino agli alloggi dell'equipaggio.

È difficile lasciar andare l'argomento dei corridoi senza menzionare il giro in tram in stile steampunk che l'equipaggio del Palomino fa nei Disney's Il buco nero (1979) ...

Non si può fare a meno di pensare che la Disney fosse forse un po' troppo ispirata dalle sue numerose e famose giostre. Questo sarebbe stato un doozy...

Anche il corridoio in stile metropolitana ha avuto una bella gita come sistema di trasporto interurbano di La corsa di Logan (1976) ...

…anche se il film ha avuto qualche problema a vedere oltre gli anni '70 in alcune parti:

Il corridoio della fantascienza è in continua evoluzione, ma nel 1986, all'insaputa della maggior parte di noi, stava per evolversi completamente lontano dai film e nei videogiochi...

di James Cameron alieni praticamente impostare un modello per i corridoi nel genere sparatutto in prima persona dei videogiochi. Nei primi giochi i corridoi erano ancora più importanti di quanto non lo siano nei film, poiché le istanze ripetibili delle sezioni di corridoio potevano fare un notevole risparmio sul sovraccarico del processore delle console precedenti. I corridoi oscuri, industriali e oscuri di LV-426 avrebbero infestato molte sere di terrore schiacciamento dei pulsanti ...


Altro da questo autore: