Ip Man: Kung Fu Master non è Ip Man 5

Ip Man: Maestro di Kung Fu è l'ultimo film che ritrae il leggendario gran maestro di Wing Chun Kung Fu, Ip Man, il vero maestro di vita di Bruce Lee che visse dal 1983 al 1972. Tutti i film sono stati pesantemente romanzati e il franchise cinematografico di Ip Man è tutt'altro che unificato. Ci sono stati più attori, registi e registi con Ip Man, e questo nuovo film è indipendente da tutti questi, anche se abbastanza confuso, è molto connesso.

Il più importante franchise di Ip Man è interpretato da Donnie Yen. È iniziato nel 2008 con Ip Man e ha mantenuto lo stesso core team per quattro puntate: diretto da Wilson Yip, prodotto da Raymond Wong e scritto da Edmond Wong.

Yip e Yen hanno collaborato in alcuni precedenti film di arti marziali acclamati dalla critica come Zona di uccisione (aka SPL: Sha Po Lang ), Porta Drago Tigre , e Punto d'infiammabilità – tutti molto apprezzati per la loro azione ad alto numero di ottani e la coreografia di combattimento brutalmente soddisfacente. Quelle collaborazioni hanno determinato il successo del loro primo film di Ip Man, ed è degno di nota il fatto che Yip e Ip siano diverse romanizzazioni dello stesso carattere cinese, il che significa che sebbene non siano direttamente correlati, Wilson Yip condivide i cognomi con Ip Man.



I quattro film sono stati grandi successi al botteghino in Asia, portando alla produzione di molti altri film di Ip Man che hanno cavalcato le falde del suo successo. Poiché Ip Man è una figura storica, il suo personaggio è in qualche modo di dominio pubblico. E mentre è meglio avere la benedizione della tenuta di famiglia, come si è visto con Tarantino's C'era una volta...a Hollywood , non è necessario. Dopo quello che è stato percepito come un ritratto negativo di Bruce Lee , la figlia di Lee, Shannon, ha protestato con la stampa, il che ha solo portato il film di Tarantino a ottenere più pubblicità. Bruce Lee è anche raffigurato in molti dei film di Ip Man perché le loro leggende sono intimamente collegate e non è chiaro se quelle caratterizzazioni siano state condonate dalla proprietà di Lee.

I film di Wilson Yip Ip Man raccontano una storia lineare in quattro capitoli. Dopo il primo film, ogni sequel successivo vedeva Donnie Yen affrontare avversari marziali eccezionali: Sammo Hung in Ip Man 2 , Mike Tyson in Ip Man 3 e Scott Adkins in Ip Man 4 . I film seguono la vita di Ip Man molto liberamente fino al film finale in cui Ip Man si reca a San Francisco per visitare Bruce Lee, un evento che non è mai accaduto. L'ultima puntata è uscita l'anno scorso ed è stato l'ultimo film di questo core team, che si è concluso con Lee che ha partecipato al funerale di Ip Man (un altro evento che non è mai accaduto).

C'è stato uno spin-off per questa serie, Master Z: Ip Man Legacy , che si inserisce tra i 3rde 4questofilm. Ha interpretato Max Zhang che riprende il suo ruolo di rivale di Ip Man da Ip Man 3 , Cheung Tin-chi e ha caratterizzato Michelle Yeoh in un trionfante ritorno al genere Kung Fu, e Dave Bautista come il cattivo. Sapendo che il quarto sarebbe stato l'ultimo, è stato un tentativo di mantenere in vita l'oca d'oro. Prodotto da Raymond Wong e Donnie Yen e scritto da Edmond Wong, Wilson Yip si è dimesso da regista, passando la sedia alla coreografia del re del Kung Fu, Yuen Woo-Ping. Master Z: Ip Man Legacy era un buon film, quindi c'è qualche speranza lì.

Nell'ultima voce, Ip Man: Maestro di Kung Fu , il ruolo principale è interpretato da Dennis To. Avere ruoli minori in Donnie Yen's Ip Man e Ip Man 2 interpretando due diversi personaggi, rispettivamente Hu Wei e Cheng Wai-Kei. Successivamente, è stato scelto come Ip Man in La leggenda è nata – Ip Man perché somigliava a Donnie Yen. Questo film non era collegato alle produzioni di Wilson Yip. È stato diretto da Herman Yau, scritto da Erica Lee e prodotto da Sin Kwok-Lam. Tuttavia, diversi membri del cast del franchise di Yip dei suoi film appaiono nel film oltre To. Sammo Hung, Louis Fan e Chen Zhihui hanno ruoli in La leggenda è nata – Ip Man , anche se come personaggi diversi da quelli che interpretavano nei film di Yip. Inoltre, il figlio nella vita reale di Ip Man, Ip Chun, appare nel film.

Dopo La leggenda è nata – Ip Man , Yau lo ha seguito tre anni dopo con Ip Man: Lo scontro finale . Erica Lee è stata di nuovo scrittrice, ma aveva produttori diversi. L'attore veterano di Hong Kong Anthony Wong ha interpretato il ruolo di un anziano Ip Man, e appare anche Timmy Hung, il figlio di Sammo. Ip Chun fa un altro cameo in un ruolo diverso dal film precedente. Questo è un modo sicuro per ottenere la benedizione della tenuta di famiglia.

C'era un altro film degno di nota di Ip Man, Il Gran Maestro , dal regista di fama internazionale Wong Kar-wai. Tony Leung interpreta Ip Man, e questo film è stato il candidato di Hong Kong per il miglior film in lingua straniera all'86questoPremi dell'Accademia. È stato inserito nella rosa dei candidati per quella categoria, ma alla fine non è riuscito a raggiungere il taglio finale. Tuttavia, ha ottenuto nomination all'Oscar per la migliore fotografia e i migliori costumi e ha ricevuto numerosi altri premi cinematografici internazionali illustri.

Il Gran Maestro è stato un sontuoso film del miglior regista del Festival di Cannes che ha elevato Ip Man da tipico cibo per film di Kung Fu a piatto d'autore globale. Al fianco di Leung c'era la diva globale cinese Zhang Ziyi in un ritorno al genere marziale dopo aver recitato in film come tigre chinata Dragone nascosto , Ora di punta 2 , e Casa dei pugnali volanti quasi un decennio prima.

Al di là del sontuoso stile meditabondo che è una tale firma dei film di Wong Kar-wai, la coreografia di combattimento è stata portata a nuovi livelli. Leung, miglior attore a Cannes, si è rotto un braccio a causa del rigoroso addestramento all'inizio della produzione. La formazione era iniziata un anno e mezzo prima delle riprese. Il maestro coreografo Yuen Woo-Ping ha dettato legge.

La scena del combattimento di apertura ha visto Leung contro il vero campione di MMA Cung Le in uno splendido combattimento al rallentatore sotto la pioggia. La scena ha richiesto 40 notti per essere girata ed è stata emulata ripetutamente nei film di arti marziali da allora. C'è anche un cenno del capo in una lotta contro la pioggia in omaggio Ip Man: Maestro di Kung Fu . Wong Kar-wai, sempre l'autore, ha pubblicato tre diversi tagli di Il Gran Maestro .

Donnie Yen contro Dennis To

Donnie Yen è un A-lister di Hong Kong con quasi 80 crediti cinematografici a suo nome, inclusi diversi film di Hollywood come Rogue One e xXx: Il ritorno di Xander Cage . Fa film dagli anni '80 ed è cresciuto a Boston, quindi il suo inglese è perfetto.

Dennis To è nato e cresciuto a Hong Kong e ha al suo attivo poco più di una dozzina di film. Tuttavia, il suo record competitivo marziale è eccezionale avendo vinto diversi titoli mondiali.

Sia Donnie Yen che Dennis To hanno iniziato come praticanti di Wushu. Il Wushu è una versione sportiva del Kung Fu che la Cina sperava di aggiungere ai Giochi Olimpici di Pechino nel 2008. È lo stile ginnico praticato da Jet Li. Ip Man era un esponente di spicco del Wing Chun, uno stile tradizionale di Kung Fu.

Come vanno gli stili di arti marziali cinesi, il Wing Chun è compatto. La maggior parte degli stili di Kung Fu ha dozzine di forme a mani nude e dozzine di forme di armi. Il Wing Chun ha solo tre forme a mani nude, due armi e il suo caratteristico manichino di legno. Robert Downey Jr. è un appassionato praticante di Wing Chun, tanto che un manichino di legno appare in primo piano nelle scene iniziali di Uomo di ferro 3 .

A parte La leggenda è nata – Ip Man e Ip Man: Maestro di Kung Fu , Dennis To ha interpretato Ip Man in un altro film, Lega di Kung Fu . Questa era un'assurda rom com d'azione di Hong Kong in cui un artista di fumetti incontra quattro icone delle arti marziali: Ip Man, Wong Fei-Hung, Huo Yunjia e Chen Zhen.

Wong Fei-Hung è il personaggio più rappresentato nel film. ci sono bene oltre cento film di Wong Fei-Hung , di cui circa ottanta di un attore, Kwan Tak Hing. Come Ip Man, Wong Fei-Hung era un vero eroe marziale popolare, ma proveniva da una generazione precedente avendo vissuto dal 1847 al 1925. In Lega di Kung Fu , è interpretato da Vincent Zhao, che lo ha interpretato in diverse puntate successive del C'era una volta in Cina franchise dopo che Jet Li ha abbandonato il ruolo.

Huo Yunjia era il maestro defunto il cui funerale riporta il personaggio di Bruce Lee Chen Zhen a Shanghai nel Pugno di Furia . Huo era un altro eroe popolare marziale della vita reale che visse dal 1868 al 1910 ed è stato interpretato da Jet Li in Impavido . Nel Lega di Kung Fu , è interpretato da Andy On. Chen Zhen era completamente immaginario, ma è interpretato da Danny Chan, che riprende la sua imitazione di Bruce Lee da Calcio Shaolin . Chan ha anche interpretato Lee in Yip's Ip Man 3 , Ip Man 4 , e la serie TV prodotta in Cina La leggenda di Bruce Lee .

È Ip Man: Maestro di Kung Fu l'Unificatore o un imitatore?


Il titolo cinese di questo film è Ip Man Jung Si , che si traduce vagamente come 'Ip Man Lineage Master'. Ironia della sorte, il cognome 'Ip' può significare 'armonizzare' o 'unire' ma Ip Man: Maestro di Kung Fu non unisce affatto i franchise di Ip Man. Semmai, si appropria pesantemente dei suoi predecessori in un altro tentativo artificioso di cavalcare i loro successi. Regia di Li Liming, Ip Man: Maestro di Kung Fu è stato precedentemente rilasciato online a causa della chiusura del coronavirus in Cina e si sta facendo strada solo ora attraverso il Pacifico.

Inoltre, Li ha già rilasciato un prequel, Young Ip Man: tempo di crisi , con l'esordiente Zhao Wenhao nei panni di un Ip Man collegiale. Il tempo ci dirà se quello prenderà mai la distribuzione occidentale per arrivare anche oltre lo stagno.

Ip Man: Maestro di Kung Fu è ambientato durante il periodo in cui la vita reale Ip Man prestava servizio come ufficiale di polizia a Foshan. Nel film, Ip Man è raffigurato come un retto capitano di polizia alle prese con il contrabbando di droga Tongs mentre l'occupazione giapponese invade la Cina. Il film inizia con una scena di combattimento oltraggiosa in cui Ip Man affronta dozzine di uomini ascia di Tong che lo attaccano convenientemente uno alla volta.

La Tong è la banda dell'ascia, e mentre l'origine del termine 'uomini con l'ascia' può essere fatta risalire al 1874 come riferimento alle pinze cinesi a San Francisco che usavano le asce, questa banda dell'ascia sembra derivata dalla banda dell'ascia in Kung Fu Hustle , fino all'incredibile grandezza della folla brulicante di ascia di guerra che Ip Man deve affrontare da solo. C'è un tentativo di arte metaforica mentre il leader di Tong gioca con calma a scacchi cinesi mentre Ip Man si fa strada su per le rampe di scale per raggiungerlo. La lotta di apertura imposta il tono del film.

Ci saranno molti assurdi combattimenti di Kung Fu in questo film con uno stile pretenzioso. Ma va bene. È un film di arti marziali. Finché i registi stabiliscono il livello di sospensione della fede in modo coerente, i fan del genere amano i combattimenti stilizzati.

Più tardi, c'è una scena di combattimento ridicola durante una drammatizzazione della nascita di Ip Chun. È quasi comico in senso buono, portando l'ostetrica a commentare 'Combatte di nuovo. Non finiscono mai'. Questo riassume Ip Man: Maestro di Kung Fu in poche parole. Inoltre, data il film da quando Ip Chun è nato nel 1924, ma questa è una storia altamente romanzata, non un docudramma da alcun tratto dell'immaginazione, quindi non dovrebbe essere ritenuta responsabile per l'esatta accuratezza.

Oltre la banda dell'ascia, Ip Man: Maestro di Kung Fu contiene molti cliché sulle arti marziali. Ci sono un paio di assassini giapponesi in trench simili a Matrix. C'è un padrone ubriaco. È una caratterizzazione del maestro della vita reale Leung Bik, uno degli insegnanti di Ip Man. Ironia della sorte, Ip Chun ha interpretato Leung Bik in La leggenda è nata – Ip Man .

C'è un momento in cui Ip Man indossa una maschera e diventa il Cavaliere Nero. Che ricorda Jet Li's Maschera nera , ma poi diventa un simbolo della ribellione cinese contro i giapponesi, facendo eco alle maschere di Guy Fawkes inkes V for Vendetta , le maschere di Salvador Dalì in rapina di denaro , o anche le maschere da clown in Burlone .

Come terza uscita di Ip Man di To, possiede il ruolo, anche se non con la gravità che hanno portato Donnie Yen o Tony Leung. Si muove molto come Yen perché entrambi gli attori hanno radici nel Wushu. Solleva il disinvolto senso della moda di Leung con una tradizionale veste cheongsam cinese sormontata da un fedora bianco.

Ma questo non sarà un grande successo come il franchise di Yen, né ha alcuna speranza di un cenno all'Oscar. Questo è un film di Kung Fu ricco d'azione, un gioco con il cervello fuori per sedersi e godersi l'ultraviolenza. Ci sono alcuni combattimenti furiosamente divertenti e, come molti film cinesi ambientati nel periodo vicino all'occupazione giapponese, finisce con toni esagerati del nazionalismo cinese con le persone che cantano “Cina! Cina!' verso la conclusione del film.

In Cina, Ip Man è diventato un franchise come i Tre Moschettieri. Ci sono molte versioni e interpretazioni. Ci sono molti altri adattamenti che non arrivano nemmeno ai distributori occidentali. L'anno scorso, Ip Man e i quattro re era un lungometraggio VOD con Michael Tong nei panni di Ip Man che si apriva con un tiepido replay della famosa scena di apertura della lotta contro la pioggia di Il Gran Maestro e ha anche sollevato l'elegante fedora bianca di Leung.

C'era anche una serie TV cinese Ip Man con Kevin Cheng nel ruolo di Ip Man. Cheng ha interpretato il giovane Ip Man in Ip Man: Lo scontro finale . Questo programma televisivo è andato in onda per 50 episodi e Ip Chun e suo fratello Ip Ching (che purtroppo è morto nel gennaio 2020) sono stati entrambi invitati come consulenti. Ip Man è diventato l'erede del franchise di eroe popolare cinematografico di Wong Fei Hung, ma segue ancora Wong di almeno un centinaio di film. In ogni caso, e chiunque sia il regista, non abbiamo sentito l'ultimo di Ip Man, non per niente.

Ip Man: Maestro di Kung Fu è disponibile teatrale e su VOD l'11 dicembre. Visita