Joker: 6 attori che hanno interpretato il clown principe del crimine

Che ti piaccia o meno Jared Leto nei panni del Joker in Squadra Suicida , non puoi discutere con $ 746 milioni al botteghino mondiale. Quel film del 2015 ha ricordato ancora una volta alla Warner Bros. che il Clown Prince of Crime è il loro cattivo sullo schermo più bancabile, e nemmeno le recensioni anemiche potrebbero tenere lontano il pubblico. Per questo motivo, non sorprende che siamo sul punto di ottenere il nostro primo film su Joker da solista, questa volta con Joaquin Phoenix in un concetto completamente originale dal regista Todd Phillips e dal produttore Martin Scorseese.

Il Joker è un personaggio storicamente famigerato per la sua teatralità; è un rampollo del caos, il maestro della malevolenza e un tortuoso yin dello yang di Batman. È un'icona del fumetto che è stato lui stesso nato dalle visioni inquietanti delle prime glorie del cinema, poiché Bill Finger è stato in parte ispirato a co-creare il supercriminale dopo aver visto l'inquietante trasformazione di Conrad Veidt in il classico espressionista del 1928, L'uomo che ride . Forse è per questo che ogni ritorno sul grande schermo è annunciato tanto quanto qualsiasi supereroe incappucciato o incappucciato.

Sia nella stampa che nella celluloide, il Joker ha lasciato un'impronta indimenticabile sulla cultura pop grottesca come una boccata di Smilex. Quindi unisciti a noi ora mentre rivisitiamo tutte le volte che il Joker ha avuto l'ultima risata dopo che le luci del cinema si sono spente.



Cesar Romero come Joker

Cesare Romero

Mentre il Caped Crusader ha fatto il salto sul grande schermo (in un certo senso) con i serial negli anni '40, il Joker non ha seguito dal manicomio stampato fino a quando non era già apparso in TV. Sì, Batman: il film potrebbe essere stato originariamente concepito da William Dozier come un modo per suscitare interesse in una serie TV in arrivo, ma a causa della riluttanza finanziaria della 20th Century Fox a pagare per l'intera produzione, i fan di Bat non sono stati in grado di ottenere il loro Bat-fix a Bat-teatri fino al dopo che la prima Bat-season fu completata nel 1966 .

E sul grande schermo per riprendere il suo ruolo televisivo come Joker è stato il popolare attore caratterista e performer Cesar Romero, che aveva già indossato il trucco in diversi episodi della prima stagione dello show. Proveniente dall'età d'oro di Hollywood, Romero era figlio di benestanti personaggi dell'alta società di New York di origine cubana (suo nonno materno era il patriota cubano José Marti). Quindi per Tinseltown, questo era abbastanza buono per il soprannome auto-assegnato di 'il latino di Manhattan'.

Iniziando nei primi anni '30, Romero ha spesso interpretato ruoli secondari esotici, come la sua svolta da malvagio nell'originale del 1934 L'uomo magro . O, più gentilmente, ha interpretato il saggio vicino londinese di Shirley Temple che proveniva dall'India in La piccola principessa (1939). Era famoso per le sue routine di danza con Carmen Miranda in diversivi degli anni '40 come Week-end all'Avana (1941), almeno fino a quando non si arruolò volontario per la Guardia Costiera nel 1942: avrebbe continuato a prestare servizio nella seconda guerra mondiale sia nella battaglia di Tinian che a Saipan nel 1944.

Come Joker, Romero ha mantenuto i suoi baffi da amante latino anche nel trucco bianco, apparentemente insistendo sul fatto che nessuna quantità di risatine avrebbe impedito il suo aspetto caratteristico. Tuttavia, il suo Joker era un adattamento abbastanza perfetto dell'età d'oro / argento dell'imbonitore vestito viola del fumetto. Più un innocuo truffatore con un feticcio da clown che una vera minaccia per Gotham City, in entrambe le Batman Serie TV e il suo spin-off cinematografico, Romero trasudava un senso infantile di malizia. I puristi del fumetto direbbero che tali imbrogli esagerati sono stati più ispirati dall'opera d'arte di Dick Sprang, perché il Joker di Romero era sicuramente un cartone animato dal vivo.

Nel contesto del film, il Joker di Romero sembra essere sullo stesso piano del Pinguino di Burgess Meredith. I due demoni hanno convinto la maggior parte dei ladri di Batman, inclusi l'Enigmista e Catwoman, a unire le forze con loro per rapire i leader mondiali presso il Consiglio di sicurezza dell'Organizzazione mondiale delle Nazioni Unite (leggi: Nazioni Unite). Lo fanno disidratandoli in mucchi di polvere colorati. Batman e Robin alla fine reidratano i diplomatici, ma finiscono per mischiare personalità e corpi, nessuno se ne accorge.

Cue il rullante del Joker.

Guarda Batman '66 su Amazon.

Jack Nicholson come Joker

Jack Nicholson

Il casting più perfetto che si possa immaginare per la generazione Boomer da questo lato di Harrison Ford nei panni del presidente James Badass, Jack Nicholson è stato notoriamente scelto per il Joker nella rivisitazione oscura del mito di Batman di Tim Burton. Per il suo tempo, Batman era uno spettacolo di successo ambizioso , e ancora oggi ha un'identità individuale unica grazie al suo regista, che lo rende un'aberrazione nel suo genere allora nascente. Presumibilmente, scegliere la scelta preferita di tutti per il ruolo ha contribuito notevolmente a dare a Burton un po' di libertà.

C'erano molti nomi che circondavano il ruolo del Joker nella corsa al casting di Nicholson, tra cui Brad Dourif (presumibilmente la scelta preferita di Burton), Tim Curry, David Bowie , Willem Dafoe e, soprattutto, Robin Williams. In effetti, Williams ha affermato che WB lo ha usato come merce di scambio per abbassare il prezzo di Nicholson, che deve essere stato notevole dal momento che Jack è stato pagato $ 6 milioni per aver interpretato il Joker (e questo è il denaro del 1988, gente), oltre a un pesante backend non solo Batman ma i suoi sequel diretti.

Tuttavia, il co-creatore di Batman Bob Kane voleva Nicholson, così come il produttore originale del progetto, Michael Uslan (che ha acquisito i diritti del film per Batman nel 1979). Quindi probabilmente doveva essere così. Il truccatore Nick Dudman ha persino avuto l'imperativo di creare più design per il sorriso maniacale del Joker con l'obiettivo di ottenere uno che nascondesse la tazza riconoscibile di Nicholson.

Una delle stelle del cinema più cool della sua generazione (anche se è nato prima del vero boom del dopoguerra), Nicholson è esploso sia come attore che come produttore alla fine degli anni '60 con successi della controcultura come Easy Rider (ha anche co-scritto e prodotto Testa , il film sfortunato dei Monkees). Quando si è scontrato con un Michael Keaton rivestito di gomma, Nicholson era già stato nominato per nove Oscar, vincendone due. Più famoso allora per aver interpretato un investigatore privato hardboiled, e in definitiva sfortunato, nel neo noir di Roman Polanski, Chinatown (1974), e l'unico uomo sano di mente in un mondo impazzito negli anni '75 Qualcuno volò sul nido del cuculo , Nicholson ha salutato gli anni '80 con una serie di cattivi di alto profilo. Questi inclusi di Stanley Kubrick Il brillante dove Nicholson interpretava un autore alcolizzato con tanta depravazione prima ne va matto Stephen King ha rinunciato all'intero adattamento. E quando era il Joker, aveva già interpretato il diavolo in persona in Le streghe di Eastwick (1986).

Per il Joker, Nicholson, Burton e lo sceneggiatore Sam Hamm si sono ispirati a quello di Alan Moore Lo scherzo dell'uccisione dove il colorato truffatore era stato un piccolo teppista che aveva la pelle sbiancata da un bagno chimico. Ma mentre nei fumetti questa era forse una storia tragica (il Joker ammette liberamente di ricordare ogni volta la sua origine in modo diverso), il film vira definitivamente il Joker nella direzione di Chinatown , indossando il grande cattivo in fedora e trench anche prima di nuotare nell'acido.

Con la sua performance, Nicholson è stato anacronistico tanto quanto Burton e lo scenografo Anton Furst hanno reinventato la Gotham City generica della DC Comics come un incubo urbano di Metropoli -esque Art Déco lasciato arrugginire per 50 anni. La primissima frase della sceneggiatura è che Gotham City sembrava 'come se l'inferno fosse esploso attraverso il marciapiede e continuasse a crescere'. Allo stesso modo, il personaggio pre-Joker di Nicholson, dato il nome Jack Napier, è un po' come i classici gangster saggi del passato, come James Cagney in Calore bianco con un po' di Edward G. Robinson in Largo chiave gettato in, mescolato con la vistosa rappresentazione di ambiguità di Nicholson prima padroneggiata in Il brillante . Dopo aver finalmente fatto il tuffo nelle sostanze chimiche, Nicholson ha interpretato il Joker come sfacciatamente crudele, ma mai meno che esilarante e persino seducentemente simpatico.

Per il pubblico moderno, il Joker di Jack potrebbe essere visto come lo showman come Romero, ma nel 1989 ha sbalordito gli spettatori e ha dato molti incubi ai bambini quando ha fulminato alcuni cappucci e ha pugnalato altri al collo con le penne. In effetti, Romero era piuttosto turbato dalla cattiveria dietro il perma-sorriso di Nicholson. Qualcosa di un artista performativo con una predilezione per la pittura (simile agli anni '66 Batman programma televisivo), questo Joker ha alimentato il senso di narcisismo degli anni '80. Ossessionato dal denaro, dalla fama e dalla moda, avrebbe continuato a uccidere i membri vani e vacui della società con i propri prodotti di bellezza (un futuro punto fermo del cinismo di Burton). E quando Batman vanifica quell'azione, il Joker continua ad invogliare Gothamites che è un uomo del popolo ostentando la sua ricchezza (così come il suo velenoso gas Smilex) a una parata.

La definizione stessa di un veicolo da star, Nicholson domina il film in una performance che non lo vede tanto sommerso in un ruolo, quanto piuttosto piegare un personaggio per adattarlo ai suoi manierismi e al suo stile. Tuttavia, si potrebbe sostenere che anche con la firma di Jack fiorisce - e la bizzarra scelta di rendere Joker l'assassino dei genitori di Bruce Wayne - questo è il più simile a un fumetto dei Joker dal vivo. È sadico, sociopatico e omicida, ma anche spensierato, ossessionato dalla commedia e legato a gag, come l'acido nascosto nel risvolto floreale o le pistole che sparano semplicemente 'BANG!' bandiere.

Era davvero un Jack per tutte le stagioni.

Guarda Batman di Tim Burton su Amazon.

Mark Hamill

Mark Hamill

Tuttavia, la quintessenza di quello che è considerato il 'comic book Joker' rimane nella performance vocale, e apparentemente infinita, di Mark Hamill come 'Mistah J.' A questo punto, Hamill interpreta il Joker da quasi quanto il suo altro personaggio iconico, un certo ragazzo di campagna di Tatooine. Apparso per la prima volta come Joker in Magistrale di Warner Bros. Animation Batman: la serie animata , che è andato in onda originariamente dal 1992 al 1995 e poi è stato ripreso nel 1997 al 1999, Hamill ha doppiato il Joker in diversi film d'animazione straight-to-video, il molto più maturo (e violento) Arkham videogiochi e, più recentemente, nell'adattamento animato del 2016 di Lo scherzo dell'uccisione .

Eppure solo una volta è stato in grado di portare la sua risata agghiacciante e contagiosa sul grande schermo con 1993's Batman: Maschera del Fantasma . Proprio come la precedente serie televisiva di Adam West, questo film è stato il sottoprodotto del successo a sorpresa sul piccolo schermo. E per alcuni puristi di Batman, rimane il punto di riferimento delle avventure cinematografiche del Cavaliere Oscuro, non da ultimo a causa di quella viola.

Hamill è entrato nel ruolo dopo quasi un decennio di frustrazione dopo il completamento della trilogia di Star Wars. Nonostante sia apparso in progetti come il dramma della seconda guerra mondiale, Il Grande Rosso , Hamill ha scoperto che Hollywood non era desiderosa di assumere l'attore di typecast. Ha avuto un successo migliore a Broadway, recitando in spettacoli come L'uomo elefante e Amadeus , ma non è mai apparso negli adattamenti cinematografici che seguirono. Ad esempio, ha perso il ruolo di Mozart in quest'ultimo a favore di Tom Hulce nel 1984. Nel 1990, è apparso in progetti come Il flash Serie TV in cui interpretava il Trickster in un costume poco lusinghiero come potresti immaginare. Eppure lo ha portato a trovare la sua strada come doppiatore con quella che è probabilmente la più grande serie animata americana di tutti i tempi.

Come il Joker su Batman: la serie animata , Hamill divenne immediatamente un celebre talento vocale, sviluppando una cadenza e una risata che sarebbero ancora irriconoscibili per Guerre stellari fan. Mentre nei primi episodi, il Joker era abbastanza poco minaccioso (la serie era pensata per i bambini), Hamill ha intriso la giocosità intrinseca del personaggio di una palpabile malizia, suggerendo cose più oscure di quanto gli script potessero consentire. Il suo Joker non ha mai ucciso nessuno nella corsa originale dello show, ma il suo intento sinistro è emerso attraverso tutti gli attributi buffo aggiunti al personaggio. Inoltre, è l'unico Joker in questa lista che in realtà può raccontare alcune barzellette piuttosto divertenti ... specialmente della varietà del patibolo!

Dopo la prima stagione, tuttavia, gli è stato permesso di aggiungere dimensione e pericolo al suo alter ego udibile quando il Joker è stato incluso in Maschera del Fantasma . Nonostante si concentri principalmente su un nuovo cattivo creato per il film, l'omonimo Phantasm, nonché sull'origine di come Bruce Wayne è diventato Batman (ricorda che Christopher Nolan non aveva offerto la sua interpretazione probabilmente definitiva sull'argomento ancora ), l'attrazione da baraccone del Joker ha ancora rubato il tuono di tutti gli altri. Influenzata da Gotham di Burton e Furst, la versione animata somigliava all'Esposizione Universale del Queens del 1939 dopo essere andata al contrario di forte per 50 anni. Allo stesso modo, questa versione del Joker era anche un gangster adorno di fedora che ha segnato la fabbrica chimica sbagliata, oh, tanti anni fa.

Ma a differenza del Joker di Nicholson, non ci sono manierismi evidenti associati a una star evidenziata nell'animazione (a quanto pare, gli animatori si sono ispirati alle gestazioni fisiche di Hamill nella cabina di registrazione). Infatti, nonostante sia un cartone animato, la sola voce di Hamill infonde al personaggio un senso di imprevedibile casualità e violenza spontanea. E con il film d'animazione, gli è stato permesso di agire su di esso, facendo impazzire i politici corrotti, uccidendo capi mafiosi e ridendo fino all'inferno nel suo finale ambiguo e infuocato.

Proprio come come La serie animata ha presentato al mondo Harley Quinn, Hamill ha presentato a più generazioni ora un Joker che è altrettanto presuntuoso e da cartone animato come il bizzarro rapimento di Nicholson. Ma il Joker di Hamill è molto più felicemente atroce e inconoscibile nel modo in cui può cantare o sibilare le sue battute, ognuna con una qualità dissonante dall'altra. Guarda il suo ultimo ululato nelle fiamme da Maschera del Fantasma e cerca di non sorridere insieme.

Guarda Batman: La serie animata su Amazon.

Heath Ledger come Joker

Heath Ledger

Tuttavia, non importa quanta scorta hai messo nella fedeltà dei fumetti, c'è poco dibattito sul fatto che Heath Ledger interpreti il ​​Joker nel 2008 Il Cavaliere Oscuro trascende il suo genere . Per quanto qualsiasi altra leggendaria svolta di malvagità nel cinema, l'interpretazione di Ledger sul clown è immortale e indugia ancora nella cultura fino ad oggi.

Essendo il cattivo principale della seconda, e in definitiva più amata, parte della trilogia di Christopher Nolan, il Joker avrebbe dovuto tornare sul grande schermo prima ancora che Ledger fosse scelto. Una parte che ha visto attori vari come Robin Williams (di nuovo) e Adrien Brody che hanno fatto apertamente una campagna per questo, apparentemente Nolan aveva sempre in mente Ledger, desideroso di lavorare con il giovane e dotato attore. Aveva persino corteggiato Ledger nel 2003 nel tentativo fallito di convincerlo a interpretare Batman in Batman inizia .

A soli 28 anni, quando si spalmò la polvere di pancake bianca sul viso, il Ledger di origine australiana era un classico caso di un artista di immenso talento che si divertiva (e soffriva) per avere il bell'aspetto di una star del cinema. Fare il salto negli Stati Uniti in tenera età in ruoli da rubacuori come 10 cose che odio di te (1999), Il patriota (2000), e Il racconto di un cavaliere (2001), Ledger è stato un idolo istantaneo per il pubblico di adolescenti. Era un cappello che indossava a disagio. Presto, tuttavia, è apparso nel tipo di ruoli che alimentavano le sue ambizioni con progetti come Palla del mostro (2001), Signori di Dogtown (2005), e la sua affinità piuttosto divertente con l'idiosincratico Terry Gilliam in I fratelli Grimm (2005) e 2008 L'immaginario del dottor Parnassus (l'ultimo dei quali sarebbe il suo ultimo ruolo). Inoltre, è stato uno dei tanti attori a interpretare Bob Dylan in Non sono lì.

Durante questo periodo, ha anche fatto irruzione nel circuito dei premi con una performance commovente e sorprendentemente cruda nei panni dell'uomo gay amaro e chiuso, Ennis Del Mar, nel duraturo La montagna spezzata . Quell'anno non vinse l'Oscar, ma attirò l'attenzione di Hollywood.

Ciò rende la sua accettazione del ruolo di Joker ancora più sconcertante dall'esterno, specialmente dopo che Ledger ha dichiarato pubblicamente di non essere un fan della maggior parte dei film di supereroi. Ma Nolan non stava realizzando un film di supereroi qualsiasi. Sulla scia di Batman inizia Ribattezzando il Cavaliere Oscuro come un benefattore mascherato per i nostri pericolosi tempi successivi all'11 settembre, Nolan potrebbe aver realizzato il film definitivo di Bush Years sulla paranoia e la disperazione che si sono insinuate nella vita americana durante l'inizio della Guerra al Terrore. E ha fatto tutto con un uomo vestito da pipistrello e un altro da clown.

Ledger's Joker è più che semplicemente tratto dai fumetti dall'ispirazione. Mentre Ledger, su raccomandazione di Nolan, leggi quello di Alan Moore e Brian Bolland Lo scherzo dell'uccisione e Grant Morrison e Dave McKean's Arkham Asylum: una casa seria su una terra seria , ha anche ammesso di aver preso ispirazione da artisti del calibro di Kubrick's Un'Arancia Meccanica e il punk rocker trasformatosi in assassino Sid Vicious (probabilmente ha anche preso alcuni spunti vocali da Tom Waits). Ma per sua stessa ammissione, è andato ben presto lontano, chiudendosi in una stanza d'albergo per un mese affinando sia una voce che non suonava come i precedenti Joker, sia una psicologia nichilista singolare da qualsiasi mostro mai messo su 35mm (o l'alternativa IMAX 70mm preferita da Nolan ). Ha tenuto un diario per quel mese scritto nella mano del Joker. Includeva aneddoti, come cose che avrebbero fatto ridere il suo Joker, come l'AIDS e i bambini ciechi.

Nel film finito, Ledger e Nolan hanno portato l'idea di Alan Moore del Joker deciso a dimostrare un punto di vista filosofico sull'insignificanza della vita fino al suo punto di rottura. Questo Joker è andato oltre il regno dei supercriminali dei fumetti; era un demone apparso dal nulla per mettere alla prova la morale di un'ambigua società americana che pretende di avere una virtù assoluta. E più che un pazzo, era un'estensione di Nolan che giocava con specifiche fobie occidentali. Nel Batman inizia , Ra's Al Ghul (Liam Neeson) era un uomo mascherato che viveva sulle montagne e che voleva distruggere una città americana. Più tardi in Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno , Bane di Tom Hardy era un demagogo militarista che cercava di destabilizzare la civiltà con esplosivi e giustiziando i militari americani in modi espliciti. Ma Joker... era qualcos'altro. Il pistolero solitario, lo psicopatico locale e non affiliato, che, come decanta così seccamente Michael Caine, 'vuole vedere il mondo bruciare'.

E ti riderà in faccia più forte lo colpirai per pensare diversamente.

Ledger lo ha incarnato con un effetto terrificante. A differenza di Nicholson, che ha reso il ruolo un'estensione del suo personaggio sul grande schermo, Ledger è scomparso nel personaggio. Il suo Joker non era segnato da sostanze chimiche, ma da un sorriso di Glasgow scolpito sul suo viso. E come Lo scherzo dell'uccisione , ha più storie su come si sono guadagnate quelle cicatrici, ognuna una bugia destinata a turbare le vittime che presto ha intenzione di ritagliare sorrisi altrettanto macabri. In cima a quello spettacolo dell'orrore, questo anarchico con un abito viola ha i capelli verdi che sono diventati filamentosi per il grasso accumulato di non essersi fatto la doccia per anni. I suoi denti sono gialli come gli scuolabus che ruba, e il suo trucco si è auto-applicato frettolosamente, seppellendo il bell'aspetto naturale dell'attore sotto il rosso, il bianco e il pazzo.

Dopo la sua morte, i registi sono stati zitti su come Ledger abbia creato interamente questa bestia, ma a quanto pare avrebbe interpretato ogni ripresa in modo diverso e ha filmato personalmente i video terroristici in cam traballanti che Joker ha inviato ai canali di notizie via cavo. Era così immerso nei movimenti nervosi e spastici del suo personaggio che Nolan ha scelto di non essere nemmeno nella stanza quando Ledger ha filmato l'ultima minaccia video del Joker alla 'folla del ponte e del tunnel'.

Con una voce cantilenante che sarebbe diventata inaspettatamente gutturale e una postura che si piegava in avanti come un uomo che ha il triplo della sua età, Ledger ha creato un ghoul cinematografico delle più grandi ansie americane del 21° secolo, che ha alimentato meglio la formula di un cattivo che ha cercato di distruggere il mondo non con un MacGuffin o una bomba, ma semplicemente prendendo un amato funzionario pubblico e spingendolo al punto di rottura fino a quando non è scoppiato. Ledger è irriconoscibile in questo risultato monumentale, sia nel suo genere che nel cinema stesso.

Tragicamente, Ledger non è sopravvissuto per vedere il film finito. Il 22 gennaio 2008, è morto per un'overdose accidentale di farmaci da prescrizione. L'attore, che soffriva di insonnia, ha tristemente mescolato troppi sonniferi. Padre e ancora solo 28 anni, non ha vissuto abbastanza per vedere l'Oscar vinto per la sua interpretazione. Ma se lo meritava. Ledger ha preso il più grande cattivo dei fumetti e lo ha reso altrettanto insidioso e inevitabile in un mezzo che ci ha dato Hannibal Lecter di Anthony Hopkins, Nurse Ratched di Louise Fletcher, Alex DeLarge di Malcolm McDowell, Norman Bates di Anthony Perkins, Anton Chigurh di Javier Bardem e Darth Vader. Il suo Joker è in quel pantheon.

Guarda Il cavaliere oscuro su Amazon.

Jared Leto come Joker

Jared Leto

Il Joker di Jared Leto è tanto diverso da Ledger quanto Ledger lo era da Nicholson. In ogni modo resistenti all'iconografia 'classica' del Clown Prince of Crime come la versione di Nolan - forse ancora di più nonostante la pelle sbiancata - il regista David Ayer e Leto hanno creato un Joker virile che è eccessivamente favoloso e ossessionato dall'abbracciare gli stereotipi della 'vita da delinquente'. .

Spesso descritto come un matrimonio di Tony Montana di Al Pacino da Scarface e lo stupido Alien di James Franco in Studenti che fanno le vacanze di primavera , È altrettanto probabile che il Joker di Leto venga trovato a far piovere al club in Squadra Suicida come lui è in una casa dei divertimenti. L'intera versione di Ayer riguarda il nichilismo color caramella mascherato nella formula della storia delle origini di un supereroe. Ma in verità, Joker è un attore di supporto in quanto il film segna il debutto tanto atteso e teatrale di Harley Quinn , perfettamente incarnata da Margot Robbie. Tuttavia, accaparrarsi Leto per il ruolo subito dopo aver vinto un Oscar per Dallas Buyers Club è stato un importante 'ottenere'.

Leto è stato sulla scena cinematografica e musicale per oltre 20 anni a questo punto. Prima venuta alla ribalta per il suo lavoro di supporto in TV La mia cosiddetta vita con Claire Danes, Leto si è rapidamente laureato in ruoli importanti in Terrence Malick'slick La sottile linea rossa (1998), di David Fincher Fight Club (1999), e il rovente di Darren Aronofsky Requiem per un sogno (2000). Ha anche una specie di resa dei conti umoristica con il futuro Batman Christian Bale negli anni 2000 psicopatico americano —Bale, in modo molto poco simile a Batman, pianta un'ascia nella testa di Leto. Poi di nuovo, il Batman di Ben Affleck potrebbe essere un gioco...

Leto alla fine si è allontanato dalla recitazione per concentrarsi sulla sua carriera musicale, ma durante l'ultimo decennio è apparso sporadicamente nei film prima di perdere 30 sterline per interpretare una donna transgender sieropositiva in Dallas Buyers Club , guadagnandosi quel summenzionato Academy Award.

Come Joker, Leto è andato più metodo di persino Ledger con dubbi effetti. I rapporti dal set molto segreto di Nolan suggeriscono che Ledger non era 'nel personaggio' tra le riprese, tuttavia Leto voleva più che essere il Joker in ogni momento; aveva bisogno che i suoi co-protagonisti lo trattassero come tale. Ad esempio, durante il suo primo giorno sul set, Viola Davis ha detto che a Leto è caduto un maiale morto sulla scrivania, il che l'ha spaventata a morte. Allo stesso modo, ha inviato Margot Robbie, che interpreta l'amante di Joker, un topo nero vivo in una scatola regalo. Avrebbe continuato a mandare lei e altri compagni di cast a usare preservativi e palline anali. Sai... per entrare nel personaggio? Suppongo…

Qualunque sia l'energia che potrebbe aver creato sul set, è in qualche modo attenuata nel film finale poiché il Joker è a malapena in esso. Per lo più una sottotrama estranea mentre insegue la squadra titolare per riavere Harley, il Joker ha poco tempo sullo schermo con nessuno dei suoi co-protagonisti oltre a Robbie. Infatti, nonostante sia molto più estremo del fumetto o La serie animata versioni con i suoi tatuaggi e griglie metalliche, il suo Mistah J è anche più amorevole e impegnato con Harley. Tradizionalmente nei fumetti, lui e Harley hanno una relazione violenta con lui, senza mai preoccuparsi di cosa le succede. Quando ha persino catturato Batman da sola, lui l'ha lanciata da una finestra e l'ha portata all'ospedale, perché solo... lui è stato permesso di uccidere Batman. Ma nel film, cerca disperatamente di riavere Harley. E quando non è in missione, esce in smoking con i mafiosi e va negli strip club per riscuotere il suo 10 percento. Onestamente, è il Joker più meschino mai girato, anche se è interpretato come il più ampio.

Se Leto avrà mai una seconda possibilità, si spera che rimuoverà quei tatuaggi e avrà altro da fare perché trasuda una certa energia animalesca, strisciando intorno agli altri attori come uno squalo che decide chi mordere. Tuttavia, questa potrebbe essere una metafora mista perché la sua performance è così ampia che manca del tutto di mordente.

Guarda Suicide Squad su Amazon.

Joaquin Phoenix come Joker

Joaquin Phoenix

Mentre Il Joker di Joaquin Phoenix sta per uscire nelle sale, ha già catturato l'immaginazione del pubblico. Essendo l'unico Joker ad avere un intero film per sé, senza bisogno di Batman o Suicide Squads, Phoenix recita in un pezzo decostruzionista ambientato nei primi anni '80 invece che nel 2019. Tornando all'aspetto amatoriale del trucco auto-applicato usato da Ledger, c'è qualcosa di ancora più insidioso nel volto di Phoenix che assomiglia tanto al serial killer John Wayne Gacy quanto al personaggio dei fumetti.

Il casting dei sogni dello sceneggiatore e regista Todd Phillips per il ruolo, Phoenix lo ha preso in gran parte a causa di quanto sia diverso da ciò che associamo ai film di fumetti. Esteticamente e anche narrativamente a causa di pezzi di personaggi di Martin Scorsese come Tassista (1976) e Il Re della Commedia (1982) rispetto ai moderni tropi dei film di supereroi, Burlone dipinge il suo personaggio centrale come un uomo malato di mente e isolato che soffre di una solitudine debilitante e di un rapporto malsano con sua madre. Lui, in breve, si sente come il profilo di molti serial killer e assassini di massa di lupi solitari, quale è. Burlone , quale abbiamo recensito approfonditamente qui , segue Arthur Fleck di Phoenix mentre esce dal suo guscio e abbraccia le sue idee misantropiche che si traducono in una serie di omicidi brutali che culminano con 'il Joker' che diventa una specie di uomo nero nazionale che porta Gotham City al limite.

Una performance che mescola tendenze introverse, Phoenix non interpreta Joker come showman. Piuttosto è un solitario della metà del 20 ° secolo che sta cercando di emulare quello che pensa sia lo stile. I suoi movimenti sono ispirati, letteralmente come si vede nel film, da artisti del calibro di Fred Astaire, Frank Sinatra e Johnny Carson, quest'ultimo reinventato da Robert De Niro, che interpreta Franklin Murray, un comico notturno in stile Carson. È anche un notevole tributo al lavoro di De Niro in Il Re della Commedia . Un raccapricciante ritratto della rabbia intitolata, il Joker di Phoenix è spaventosamente più vicino ai nostri mostri del mondo reale rispetto all'anarchico soprannaturalmente brillante di Nolan o alla tradizionale malvagità dei fumetti di Nicholson.

Per quanto riguarda lo stesso Phoenix, il fatto che interpreti il ​​Joker è un po' una sorpresa. I Marvel Studios hanno corteggiato duramente Phoenix per il ruolo di Dottor Strange nel 2015. Ma l'attore se ne andò, apparentemente diffidente nei confronti di un contratto multi-film. Da allora ha rilasciato commenti vagamente diplomatici sulla Marvel, dicendo che pensa 'in qualche modo mantengono la fottuta industria', ma rimane un po' lontano dall'estetica dei supereroi e dei blockbuster.

Forse perché la carriera di Phoenix assomiglia di più a quella di un carismatico attore caratterista che è diventato inaspettatamente una star del cinema. Il fratello minore del River Phoenix preso troppo presto, Joaquin è arrivato a Hollywood come attore bambino, apparendo in film come il film per bambini SpazioCampo e la serie tv Omicidio che ha scritto negli anni '80. La sua principale svolta da adulto fu in Morire per , il thriller oscuro e comico di Gus Van Sant del 1995 con Nicole Kidman nei panni di una femme fatale in una piccola città che sogna la fama... e la ottiene facendo il lavaggio del cervello a un'adolescente locale (Phoenix) per fargli uccidere il suo noioso marito. Il film è stato presentato in anteprima a Cannes e ha iniziato una carriera iniziale di ruoli secondari come individui solitamente sgradevoli. Questo è successo di nuovo in Joel Schumacher's 8mm , di Oliver Stone Inversione a U , e in modo più soddisfacente in Ridley Scott's Gladiatore . Nei panni di Commodo, un imperatore romano che, almeno nel film, è raffigurato mentre uccide suo padre e soffre di grande insicurezza e invidia per il generale preferito di suo padre, Massimo (Russell Crowe), Phoenix ha dato un tour de force nel piagnucolare auto-disprezzo e alto -aggressione alla telecamera concentrata.

Ha ricevuto una nomination all'Oscar per la sua interpretazione, che da allora ha portato a un lavoro da protagonista più popolare. Ha interpretato un co-protagonista molto più simpatico di Mel Gibson in M. Night Shyamalan's segni nel 2002 e presto è apparso come Johnny Cash in James Mangold's Cammina sulla linea , in cui Phoenix ha cantato da solo (abbassando la sua voce naturale di un'intera ottava) e ha ricevuto la sua seconda nomination all'Oscar. Ha anche ampliato le sue credenziali da protagonista concentrandosi sulla collaborazione con autori come Paul Thomas Anderson, per il quale ha diretto sia Il capo e inerente Vice . In questa epoca, si è spostato verso il lavoro d'autore, fingendo persino il proprio ritiro dall'industria quando ha finto di essere un attore alcolizzato fuori controllo che voleva iniziare una carriera musicale come rapper ... si è scoperto che era solo un attore leggermente sotto controllo che finge di essere ubriaco e si ritira per recitare nel bizzarro tentativo di Casey Affleck di un mockumentary, Sono ancora qui .

È sicuro dire che Phoenix ha condotto una carriera versatile ed eclettica, passando dal supporto pesante a star del cinema a un artista più abile a cui piace appoggiarsi al borbottio ghiaioso. E nel processo, ha portato al lavoro divino, come di Lynne Ramsay Non sei mai stato davvero qui . Tutto ciò lo rende ancora più stranamente soddisfacente indossare l'abito viola.

Così è per il film Jokers. Hai un preferito? Un meno preferito? Fateci sapere nei commenti qui sotto!