Intervista a Karl Urban: Priest, Judge Dredd, Bourne, Lord Of The Rings, film di genere e altro

Karl Urban deve essere uno degli attori più geek friendly in circolazione. Dal momento che ha dimostrato di essere in qualche modo fantastico come Eomer nella carriera che spinge la grandezza di Il Signore degli Anelli , ha sopportato ed è sopravvissuto a un film tormentato da fanboy, solo per interpretare uno dei ruoli principali in J.J. Abrams versione di Star Trek, come Dr. Leonard 'Bones' McCoy.

Eppure, Urban è riuscito a fare di più che sopravvivere alla sua interpretazione dell'amato personaggio di DeForest Kelley, dimostrando, per molte persone, di essere una delle parti migliori del film.

Probabilmente, però, la sua più grande sfida nel placare le masse geek è davanti a sé, quando indosserà l'elmetto del giudice nel prossimo Dredd . Ma non è niente se non preparato.



Da quando è arrivato Karl Urban Le due torri , ho seguito e sostenuto la sua carriera mentre continuava a fare film dopo film che mi hanno attratto. Era fantastico in Le cronache di Riddick e Destino , due film che mi sono piaciuti molto, nonostante un panning critico. Ha sfidato Jason Bourne al suo stesso gioco di smash in La supremazia di Bourne (istigando il crepacuore di apertura in un momento che mi ha fatto saltare dal mio posto al cinema), mentre più recentemente affrontando Bruce Willis per un po' più di distruzione in NETTO .

Con la sua carriera in continua ascesa, lo abbiamo incontrato per discutere del suo nuovo ruolo in Sacerdote , in cui recita al fianco di Paul Bettany e che è diretto da Scott Charles Stewart, il cui primo lungometraggio è stato lo scorso anno Legione , interpretato anche da Bettany e da un barbuto Dennis Quaid con un fucile (che dovrebbe sempre meritare una menzione).

Quindi, senza ulteriori indugi, lasceremo che sia l'uomo stesso a raccontarvi tutto...

Il tuo carattere in Sacerdote , Black Hat, oltre ad avere un nome classico, cos'è che ti ha attratto da lui e dal progetto?

Beh, penso che il punto di partenza sia stato il fatto che Black Hat è un eroe caduto. È un prete guerriero il cui compito era combattere il flagello dei vampiri e nel fare quel lavoro, cade in battaglia e si trasforma nella stessa cosa che stava combattendo. Per me, è stato intrigante trovarsi improvvisamente sul rovescio della medaglia, e come punto di partenza per un personaggio, ho pensato che fosse un terreno meravigliosamente ricco e fertile.

È sempre bello avere un po' di conflitto per rendere un personaggio più dinamico.

Esattamente.

E dove lo diresti? Sacerdote si inserisce nel mito dei vampiri, specialmente essendo stato in giro per così tanto tempo. Dove si inserisce nell'arazzo cinematografico per te?

Bene, questa è una buona domanda. Sento che Scott Stewart ha consegnato qualcosa che è, in un senso, rispettosamente derivato, ma nell'altro senso, del tutto originale. Quello che ha fatto, in modo abbastanza intelligente, è raccogliere un sacco di generi e mescolarli insieme per creare qualcosa di abbastanza nuovo e penso che sia qualcosa che non abbiamo mai visto prima.

Voglio dire, questo è un western post-apocalittico, fantascientifico, vampiro! [ride] Ed è fantastico. È semplicemente geniale. E la cosa che mi piace davvero dei vampiri in questo film è il fatto che la maggior parte di loro, il mio personaggio a parte, sono in realtà creature più simili a qualcosa che vedresti in Il Signore degli Anelli .

Quindi, ha quell'elemento fantasy in cima a tutte quelle altre cose?

Esatto, sì!

È praticamente una combinazione di tutti i miei generi preferiti in un film! Sei cresciuto come fan dei film horror o di vampiri?

Non era qualcosa in cui ho approfondito molto la crescita. Immagino di aver risposto di più ai film realizzati da Spielberg, Lucas e Ridley Scott, e nel fare la preparazione per questo film, parlando con Scott [Stewart] i suoi riferimenti sono stati molto chiari. Stava parlando Blade Runner e I ricercatori e Kurosawa's Trono Di Sangue, ed è incredibile che quando guardi il film puoi vederlo. Sono tutti lì.

Ho ragione a credere che anche tu sia un fan dei western?

Oh assolutamente, sì, assolutamente. E tutti i tipi di western, che sia Nevada Smith, o I lunghi cavalieri, oi western di Sergio Leone, che sai sono fantastici. Il buono il brutto e il cattivo probabilmente deve essere uno dei miei western preferiti di tutti i tempi!

Questa è una buona scelta!

[Ride]

Scott Stewart ha un forte background negli effetti visivi, che è un'area in cui ora hai molta esperienza. Questo ha aiutato la dinamica lavorativa, con la tua comprensione reciproca di come una performance può funzionare con gli effetti e viceversa?

Bene, la cosa grandiosa di Scott, come regista, è che è specifico su ciò che vuole, e come attore, questo è un lusso. La sua visione è sempre stata molto chiara e molto epica e penso che l'abbia resa possibile.

Essendo un fan di tutti i generi che hai citato, tendo a scoprire che i film di genere solido possono essere abbastanza sottovalutati a volte. Che fascino hanno per te?

Beh, per me si tratta di personaggi e storia. Se ti piace passare il tempo con i personaggi e c'è una buona storia, allora il genere, in un certo senso, diventa in qualche modo irrilevante.

Il genere in passato è stato un modo per esplorare temi e idee che forse erano troppo politicamente o socialmente controversi. Quindi, il genere è stato usato come mezzo per farlo in un modo più appetibile.

Ma sai cosa? Sono solo un loro fan. Come ho detto, crescendo guardando Guerre stellari e tutto quel genere di cose.

Ha perfettamente senso per me! Questa volta sembra che tu abbia un ruolo leggermente più malvagio, ma sembra che tu sia stato abbastanza fortunato nell'evitare di essere stereotipato, essendo ugualmente a tuo agio con l'eroismo e la malvagità. È qualcosa che hai incoraggiato coscienziosamente nella tua carriera?

Non ho coscienziosamente provato a fare nulla nella mia carriera! [ride forte] È semplicemente successo! Ma certamente sento che ciò che rende un cattivo interessante è la dinamica, e per me, il fatto che il personaggio di Black Hat abbia una qualità di tragedia su di lui, che gli dà un po' di cache empatica che può spendere.

Questi personaggi sono spesso, trovo, davvero interessanti, i personaggi che osano essere selvaggi e osano fare e dire cose che sono semplicemente proibite e tabù nella vita normale. Quindi, mi sono divertito molto a interpretare questo personaggio! [ride]

Non capita tutti i giorni di camminare per una strada in una città che stai distruggendo, completamente avvolta dalle fiamme e facendoti il ​​tempo della tua vita.

E tornando un po' a una delle tue esibizioni ho trovato abbastanza potente in La supremazia di Bourne , dove avevi un personaggio piuttosto silenzioso con dialoghi minimi. Dovevi esprimere di più la minaccia attraverso una prestazione fisica. È più una sfida?

Sì, sai, la cosa meravigliosa di quei personaggi che hanno, immagino, una quantità minima di dialoghi – e spesso possono essere piuttosto scheletrici sulla pagina – è che ti costringe a essere molto specifico come attore, perché ogni battito è un'opportunità per trasmettere un significato al tuo personaggio. Devi utilizzare ogni battito. Altrimenti, corri il rischio di avere una performance e un personaggio non realizzati, quindi è stata sicuramente una sfida per, non solo per me, ma anche per Matt (Damon), Bourne stesso non è-

Molto loquace?

Non viene data una quantità enorme di soliloqui, no! [ride]

Se posso chiedere anche io, essendo un grande fan di Il Signore degli Anelli , mi sembra strano che i film siano iniziati già dieci anni fa. Qual è il primo ricordo nostalgico positivo che ti torna dalle riprese?

Oh, wow! Questa è una buona domanda. Penso che la cosa che mi viene subito in mente siano le persone coinvolte, Peter, Viggo e Liv. Solo le persone meravigliose al centro di tutta quell'esperienza. Si trattava di lavorare con un fantastico gruppo di persone che è il ricordo più duraturo che ho di Il Signore degli Anelli .

So che non puoi dire molto su giudice Dredd al momento, ma avendo affrontato varie presenze fisiche come Vin Diesel e Dwayne 'The Rock' Johnson e avendo avuto la coercizione fisica in film come La supremazia di Bourne , mi chiedevo come la sfida fisica e la minaccia in Dredd regge comparativamente?

Dredd era una sparatoria estenuante, lo era. Non ho visto un montaggio perché in realtà, proprio mentre parliamo, stanno lavorando per metterlo insieme, ma penso che andrà a segno e credo in Alex Garland [produttore e sceneggiatore di Dredd ].

Assolutamente. So che si parla di ogni film ora in termini di franchise e so che sono i primi tempi, ma ci sono archi narrativi in ​​preparazione per qualche film futuro?

Sì, è molto presto. In questo momento ci stiamo solo concentrando sul fare bene il primo e fare un film che serva non solo la visione di Wagner, ma anche un pubblico. E stiamo realizzando un film per i fan del cinema e questa è sempre, credo, una proposta complicata, quando trasferisci un personaggio amato e iconico in un mezzo completamente diverso. E a questo punto mi sento tranquillamente fiducioso che abbiamo mantenuto l'essenza stessa di ciò che John Wagner ha creato nel 77 e penso che sia supportato dal fatto che lui stesso è venuto a vederlo ed è stato semplicemente entusiasta di quello che lui vide. Quindi, i primi segnali sono buoni, amico mio!

E dovresti anche essere tranquillamente fiducioso, perché sei già riuscito a respingere entrambi Signore degli Anelli e Star Trek anche i fan!

In che modo vuoi dire? [ride]

Bene, questa sarà la tua terza proprietà geek controversa, dove i fan possono davvero diventare piuttosto rabbiosi per qualsiasi modifica al materiale.

Sì, e sono sicuro che lo faranno. È inevitabile che ci saranno elementi che le persone mancheranno e nuovi elementi che le persone abbracceranno, ed è impossibile accontentare tutti. Ma alla fine della giornata, fai il meglio che puoi e, immagino, cerchi di essere in qualche modo rispettoso della proprietà e di tutte le persone coinvolte, da Alex Garland, a me stesso e a tutti quelli di DNA [Films], io sentito, ha il cuore al posto giusto.

Karl Urban, grazie mille!