Recensione di Kick-Ass 2

Non puoi fare tre passi quest'anno senza inciampare in un sequel di supereroi al botteghino, e questo lo rende il momento perfetto per un seguito Calci nel sedere, il film d'azione di supereroi che era in parte omaggio, in parte parodia e tutto brillante. Sono passati tre anni dall'originale e, sebbene sia ancora prodotto da Matthew Vaughn, ora ha un nuovo sceneggiatore-regista nella forma del parvenu Jeff Wadlow. Ma ha mantenuto ciò che ha reso grande l'originale?

Per la maggior parte, sì. È almeno violento, satirico e divertente come l'originale, e a volte è in realtà più scioccante. Ma piuttosto che limitarsi a rifare il primo film, Wadlow ha fatto qualcosa di leggermente diverso con Calci nel sedere, producendo un film che è molto più incentrato sul personaggio. È un rischio, non c'è dubbio, ma è anche necessario: Calci nel sedere era un fuoco d'artificio di un film: brillante e veloce e che finisce proprio nel momento in cui sei rimasto più colpito. Il compito di Wadlow era trasformare le ceneri in qualcosa di nuovo, e cosa... A spasso 2 manca di spettacolo, compensa nel cuore.

Il film, ambientato poco dopo il primo, rivisita le gesta di Dave Lizewski (Aaron Johnson) alias Kick-Ass, mentre continua a combattere il crimine armato di poco più di manganelli e una muta. Nel frattempo, Mindy Macready (Chloe Grace Moretz), alias Hit-Girl, è stata adottata dall'ex partner del suo defunto padre e sgattaiola fuori per addestrare Dave usando le tecniche sviluppate da Big Daddy. Allo stesso tempo, Chris D'Amico (Christopher Mintz-Plasse) alias Red Mist (ora si fa chiamare The Motherf**ker) torna sulla strada della supercriminalità, alla disperata ricerca di vendetta contro i combattenti del crimine in costume che hanno ucciso suo padre.



Non c'è dubbio che Hit-Girl fosse la star di spicco dell'originale, e il suo ruolo è saggiamente rinforzato questa volta. L'essenza del personaggio è decisamente cambiata, grazie all'avanzare degli anni di Moretz, ma questo le consente una maggiore autonomia. Originariamente un personaggio con una nota (certamente esilarante), il sequel vede una Hit-Girl scritta in modo più sottile, incerta del suo posto nel mondo e trascinata in più direzioni dai suoi nuovi e più complessi obblighi sia nei confronti dei suoi amici che del genitore adottivo. Mentre lotta per adattarsi al liceo, il suo è un arco narrativo visto in un migliaio di film per adolescenti, ma l'ampia satira sociale che ha reso l'originale Calci nel sedere così identificabile è ancora lì, impedendogli di diventare banale o prevedibile.

È ancora il nome del supereroe di Dave nel titolo, tuttavia, e continua a combattere la buona battaglia, il suo entusiasmo sostenuto dagli imitatori che hanno seguito le sue orme. Viene presto inserito nel super-team Justice Forever, un gruppo di eroi in stile Kick-Ass guidati dal rinato Christian Captain Stars (Jim Carrey). I diversi personaggi non possono eguagliare del tutto il genio che ruba lo spettacolo di Hit-Girl e Big Daddy, ma sono comunque molto divertenti con cui passare il tempo, grazie in gran parte alla natura affabile di Carrey, Lindy Booth ('Night -Bitch') e Donald Faison ('Doctor Gravity').

Alcuni hanno ipotizzato che la sensibilità britannica dell'originale lo rendesse meno appetibile per un pubblico americano più ampio, ma se ciò fosse vero, non ci sono prove che il sequel sia stato attenuato come risposta. Se non altro, Wadlow ha reso l'umorismo più estremo. Mintz-Plasse è fantastico nei panni di Chris D'Amico: petulante, ottuso, pazzo al limite, eppure in qualche modo comprensivo nel suo semplice desiderio di approvazione dei genitori. Insieme all'assistente Javier (John Leguizamo) ottiene le migliori battute dell'intero film.

Mentre A spasso 2 non è certo meno divertente del primo, è, in virtù di essere un seguito, meno romanzo. Ci sono sequenze che annuiscono e fanno riferimento all'originale – una scena con la malvagia Madre Russia (Olga Kurkulina) che combatte con la canzone folk Korobeiniki è particolarmente evidente nel fare un confronto diretto con la furia mafiosa di Hit-Girl dal primo – ma Wadlow evita saggiamente di troppo vicino al primo per paura di trasformarlo in un ricostruito.

Ciò significa che è un sequel che prende la rara decisione di non impegnarsi in una guerra di escalation con il primo. I combattimenti sono più grandi perché ci sono più personaggi coinvolti, ma questo significa meno spazio per l'energia e le acrobazie che hanno reso gli originali così sbalorditivi. Tuttavia, se sono in gran parte meno spettacolari, almeno questa volta ti preoccupi di ogni pugno che colpisce.

L'attenzione al personaggio rende indubbiamente il film più intimo, ma lo rende anche più complesso. Le vittorie hanno un costo, e se stai cercando gli alti semplici e trionfali che il primo ha consegnato, è improbabile che li trovi qui. Invece, ottieni un film che in realtà parla di qualcosa: di trovare te stesso, di cercare di essere chi vuoi essere e di come sai quando ci arrivi.

Se questo è ciò di cui i fan Calci nel sedere vorrà è un'altra cosa. C'è il pericolo che coloro che l'hanno amato la prima volta vogliano che sia più folle, più violento, meno radicato, ma anche se non riescono a farlo, Wadlow e la troupe possono essere sicuri di aver realizzato un grande sequel di uno dei i concetti di supereroi più originali in circolazione, e fatto in un modo che farà sembrare sciocco chiunque li accusi di offrire 'più o meno lo stesso'.

Forse non è il seguito Calci nel sedere i fan avranno voluto, ma è quello che la storia merita.

A spasso 2 uscirà il 14 agosto nel Regno Unito.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .