Kickboxer: ripensando ai film fino ad oggi

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

Sapevate che ora ce ne sono sei? kickboxer film? Il 'rifacimento', Kickboxer: Vendetta è uscito oggi nel Regno Unito. Ma ecco il nostro sguardo indietro ai primi cinque film...

kickboxer è il mio film preferito di Jean-Claude Van Damme. Potrebbe non essere il suo film migliore, ma è il mio preferito. È un film che guardavo spesso da bambino ed è molto divertente da rivisitare.



Il campione di kickboxing Eric Sloane (Dennis Alexio) è stanco di battere la concorrenza negli Stati Uniti. I migliori combattenti, gli è stato detto, stanno gareggiando in Thailandia. Eric prepara la sua cintura da campionato, i suoi guanti, i suoi baffi da gentiluomo e l'uomo d'angolo / fratello Kurt (Jean-Claude Van Damme) e si dirige a Bangkok nella speranza di una discreta scazzottata. Nel suo primo incontro di Muay Thai, viene aggredito dal maniaco e sfigato Tong Po (Michael Qissi). Kurt giura di vendicare suo fratello, abbraccia il modo tailandese di kickboxing, impara alcune lezioni sull'amore e sulla vita e poi scopre che Tong Po è un coglione che si associa a spietati gangster. Poi, combattendo!

essenzialmente a Rocky IV staccare, kickboxer (che a sua volta è stato recentemente rifatto da Nicolas Refn Wend come Solo Dio perdona ) è un piccolo film affascinante e confuso. Il suo punto di forza principale sono le sue grandi scene di combattimento. L'incontro finale di Muay Thai, che arriva dopo la scena iconica di Kurt e Tong Po con le mani avvolte e poi immerse nella colla e nel vetro rotto, è brillante. È selvaggiamente sopra le righe con suoni di grande impatto e volti intensi dei partecipanti.

Verso la fine del combattimento, Van Damme sembra mandare a terra il suo avversario semplicemente girandosi con una ferocia così tremenda che la gravità ha un attacco di panico. Da notare anche in questa scena di battaglia finale gli abiti succinti indossati dai due combattenti. Mentre Jean-Claude si rotolava sul pavimento solo con un lenzuolo, il culo che pendeva dalla parte posteriore, non ho potuto fare a meno di pensare che fosse del tutto normale e zitto, va benissimo.

Una parte importante del film copre l'allenamento di Kurt. Inizia strano e diventa più strano da lì. Dopo essere stato deriso da una scuola di Muay Thai per bambini, spera di allenarsi con un vecchio maestro, che lo accoglie con sorpresa. 'Ma tu sei... americano!' Jean claude van damme? Americano? Sei sicuro?

Van Damme passa gran parte del suo tempo a praticare calci super alti. È impressionante, anche se probabilmente vale la pena considerare che Tong Po è più basso di lui. Tuttavia, se si scopre che deve combattere Tong Po su alcuni passi, sta ridendo. C'è una scena meravigliosa in cui Van Damme immagina antichi guerrieri che combattevano nel passato, anche se dal punto di vista del personaggio questo potrebbe essere il risultato di ripetuti colpi alla testa. Un'altra sequenza vede JCVD ​​imparare la Muay Thai in natura mentre un uccello da preda osserva. Sfortunatamente, come ho notato in molti film, le star dei film d'azione non sembrano mai combattere i rapaci. Che spreco. Poi c'è il putiferio della rissa da bar, che vede un Van Damme ubriaco andare su tutte le furie.

Ci sono problemi con kickboxer , anche se. C'è la trama del gangster, che non è fatta male, ma non si adatta. All'inizio del film Van Damme sale sul retro di un furgone inquietante su richiesta di uno sconosciuto sfacciato e amichevole (suggerendo un film in cui Van Damme combatte Il silenzio degli innocenti ' Buffalo Bill fino alla morte, il che sarebbe fantastico). Diventano subito amici e alla fine del film l'amico di JCVD ​​spara e fa esplodere i mafiosi, commettendo un'enorme quantità di omicidi.

La sparatoria è molto divertente, come tendono ad essere le sparatorie dei film d'azione, ma sembra che sia uscita da un altro film. È lì solo perché stanno chiaramente avendo problemi a rendere Tong Po il cattivo, e forse perché sentivano che il film aveva bisogno di un po' di azione sparatoria, al diavolo la trama. Riceviamo anche una trama di stupro sorprendentemente contenuta, ma scomodamente pigra, per metterci contro Tong Po.

Questo mi porta a un altro problema, ovvero che il vero cattivo del film è chiaramente Eric, il fratello di Kurt. L'incidente incitante in kickboxer è l'incontro in cui Eric è orribilmente ferito. Eric era già gravemente ferito dalla loro partita quando Tong Po gli assesta un colpo inutile alla spina dorsale. Fino a quel momento, il pestaggio di Eric era completamente meritato. L'atto di rendere Tong Po un cattivo viene aggiunto alla fine del combattimento, più o meno allo stesso modo in cui le brevi scene con i gangster si sentono aggiunte come un ripensamento.

Eric aveva accettato di prendere parte a un incontro di Muay Thai, ma si è rifiutato con arroganza di scoprire prima le regole. Poi, è stato ripetutamente ammonito dal fratello di non combattere (l'avvertimento arriva dopo la scena genuinamente brillante, con grande uso del silenzio, di Tong Po che prende a calci un pilastro nel suo camerino). Ancora una volta, con arroganza, non ascolta. Si potrebbe sostenere che rappresenti l'idea o lo stereotipo dell'americano in viaggio (dopotutto ha i baffi E una triglia), ignaro della cultura che sta visitando e si aspetta che sia adattato alle sue aspettative.

Sfortunatamente, qualsiasi messaggio che avrebbero potuto sperare di comunicare con questo è minato dalla goffa trama del gangster precedentemente menzionata. Il film inizia raccontando la storia di un combattente americano corrotto e ossessionato dalla gloria che soffre le conseguenze di aver sfidato un artista marziale tradizionale. Quindi, al fine di rendere il tradizionale artista marziale un cattivo, costringono gli elementi della storia a corromperlo, invalidando il conflitto di apertura, ma consentendo invece a un nuovo bravo ragazzo di rappresentare le arti marziali tradizionali. Non è mai stato detto che il vero opposto del Kurt di Van Damme, l'eroe, sia suo fratello, o che suo fratello abbia istigato il conflitto centrale.

Tuttavia, forse questo significa leggere troppo in un film che presenta questa scena.

kickboxer , quindi, è un grande film, pieno di scene di combattimento brillanti, ma con il potenziale, credo, di essere stato ancora migliore.

Kickboxer 2: La strada del ritorno

“Ahh, bello. Non sono stati in grado di riavere Jean-Claude Van Damme!” non è come ho reagito a questo sequel.

Kickboxer 2: La strada del ritorno , scritto dal moderno sceneggiatore di supereroi David S. Goyer e diretto dallo specialista di straight-to-video Albert Pyun, parla di un terzo fratello Sloan, il mai menzionato nel primo David. David è un tipo adorabile, che lotta per mantenere l'organizzazione della palestra dai suoi fratelli ormai morti a causa del suo approccio generoso alla fatturazione (ad esempio, essere generoso è la causa dei suoi problemi in palestra. La sua generosità non ha fatto uccidere i suoi fratelli). Fa una breve rimonta pro-kickboxing per soldi, poi si ritira, rifiutando la richiesta del cattivo di una rivincita. Il suo rifiuto viene accolto con fuoco e proiettili da un malvagio promotore con un'agenda nascosta basata sulla vendetta di Tong Po. David viene colpito, la sua palestra viene incendiata e il suo giovane combattente più promettente viene cacciato in camicia. Fortunatamente per lui, l'allenatore di suo fratello del primo film è arrivato in California per aiutarlo a riprendersi. Quindi David inizia a combattere il faccia a faccia di Tong Po.

La prima mezz'ora di Kickboxer 2 va bene. È un film con un budget molto più basso del primo, e anche al suo meglio non è neanche lontanamente buono, ma non è male. Lo attribuisco alla piacevolezza, perché la prima metà è piena di David Sloan che è gentile con le persone vulnerabili e le aiuta dimostrando calci fantastici. Sloan è interpretato da Sasha Mitchell, che è la cosa migliore di questo film. Mitchell porta un fascino genuino e una sincerità che vende il buon uovo Sloan sia come credibile sia come qualcuno con cui vogliamo trascorrere del tempo.

Intorno al punto in cui la palestra viene bruciata, il film si schianta da solo. Tanto per cominciare, dato il tono leggero e dolce fino a quel momento, uccidere un bambino senzatetto con il fuoco sembra un modo miserabile di alzare la posta. Nel corso del film un altro personaggio viene ucciso per dare motivazione a David, ma si tratta già di lui che combatte il ragazzo che ha ucciso i suoi fratelli. È vendetta e vendetta e vendetta e vendetta. Sono troppe vendette. Accumulando sempre più motivazione, l'hanno sovraccaricata e gonfiato la storia. Non c'è ritmo nemmeno dopo questo punto. Un film di 90 minuti passa su quelle che sembrano poche ore buone.

Le scene di combattimento sono terribili. Gli incontri di kickboxing in questo film sono condotti secondo le regole del film; puoi abbassarti e spostarti, ma senza bloccare, e se hai intenzione di lanciare un colpo da KO, fallo al rallentatore. L'incontro finale è particolarmente povero; tutti i primi piani dei colpi vengono lanciati e poi colpi di impatto al rallentatore. Questa lotta si svolge con meno aggressività e urgenza di quella con cui ho lanciato il DVD fuori dalla finestra una volta terminato. È anche un peccato, perché il film contiene chiaramente alcuni artisti marziali di talento. Vorrei anche mettere in dubbio l'incontro in cui Tong Po (interpretato dal rientrante Michael Qissi) combatte l'ex studente di David, perché quando uno dei combattenti getta l'arbitro fuori dal ring e poi colpisce a morte il suo avversario, penso che sia un motivo per squalifica. Per lo meno l'incontro dovrebbe essere considerato un no contest.

Forse più notevole per una sequenza di allenamento che vede l'eroe buttato giù da un tetto e per aver sprecato il tempo del brillante Peter Boyle facendogli dire e fare sciocchezze, Kickboxer 2 non è consigliata la visione. Detto questo, trovo difficile essere troppo critico nei confronti del film, perché se avessi 50 sterline e accesso a una palestra Kickboxer 2 è probabilmente quello che ci farei anche io.

Kickboxer 3: L'arte della guerra

Kickboxer 3 vede Sasha Mitchell tornare nei panni di David Sloan. Dopo aver pizzicato il suo banjo della vendetta fino a quando le corde non si sono spezzate Kickboxer 2 , Sloan cambia leggermente le cose in Kickboxer 3. Molto il 3. Veloce 5 del kickboxer franchising, questa puntata vede l'azione spostata in Brasile. Sloan sta gareggiando in un match di esibizione, ma presto si ritrova ad aiutare un piccolo orfano a salvare sua sorella, che è stata rapita da un magnaccia americano dall'aria compiaciuta che la venderà o la metterà a lavorare nel suo bordello. Ma Sloan dovrà lanciare la grande battaglia per riaverla?

Kickboxer 3 è un film migliore di Kickboxer 2 . Ha un ritmo migliore. Ha un tono più adatto al suo argomento. È più divertente, la storia è più semplice. È solo meglio.

La cosa migliore di Kickboxer 2 è la cosa migliore di Kickboxer 3 . Questa è la star Sasha Mitchell. Il suo bravo ragazzo David è un grande eroe d'azione. È positivo, dolce e simpatico. È anche un grande kickboxer, con un sacco di calci super saltellanti e doo-dah rotanti. In questo è sempre vestito con gli abiti degli anni '90 più brillanti e colorati.

I combattimenti in Kickboxer 3 sono molto meglio. C'è meno enfasi sui colpi di impatto al rallentatore e più un'enfasi sui bastardi brutalmente in ginocchio finché le loro costole non vengono frantumate. Non c'è ancora nessun blocco, ma gli attuali incontri di kickboxing hanno visto un enorme miglioramento dello standard di arbitraggio, con un combattente che ha effettivamente agganciato un punto in un incontro. Ora, per essere onesti, la partita finale finisce con l'eroe che accidentalmente prende a calci l'arbitro incosciente (avrei chiamato questo Kickboxer 3: gli incidenti accadono ), facendo sì che le cose diventino 'senza esclusione di colpi'. Vale la pena notare, tuttavia, che 'senza esclusione di colpi' è piuttosto divertente. Inoltre, un enorme batti cinque a Kickboxer 3 per aver abbracciato il potere dei calci alle gambe, che non ottengono mai alcun credito cinematografico nonostante quanto facciano male (così, così tanto).

Il cattivo in Kickboxer 3 è anche abbastanza buono. È un verme con una faccia da pugni che di tanto in tanto indossa un papillon. Che merda. Detto questo, il suo piano puzza di scoregge Godzilla. Vuole che David Sloan perda in modo da poter fare una fortuna scommettendo sull'incontro. Ha rapito una giovane ragazza che Sloan vuole liberare. Decide di non far lanciare a Sloan la partita, senza motivo, invece di fargli fare il lavoro manuale il giorno prima del combattimento, contando di stancare Sloan. Probabilmente gli farai fare a botte la prossima volta, amico.

Questo è stato piuttosto elogio, quindi prima che corriate tutti a comprare Kickboxer 3 DVD, vorrei sottolineare che il film è ancora piuttosto spazzatura. È economico, è incredibilmente prevedibile, non è in alcun modo teso e presenta musica che sicuramente suonava datata anche quando uscì nel 1992. Presenta anche una sparatoria tanto brutta quanto strana (è anche dove si nascondevano tutti le riprese d'impatto al rallentatore). Mentre David e il suo allenatore fanno irruzione in una villa alla ricerca della ragazza rapita, eliminano alcuni cattivi armati. Quindi perquisiscono la casa per il resto degli scagnozzi, trovandone uno nascosto dietro un divano e un altro nascosto in un armadio. Non sono convinto che non abbiano semplicemente massacrato una famiglia dopo essersi recati all'indirizzo sbagliato.

Così, Kickboxer 3 , è improbabile che ti lasci a bocca aperta (anche se se lo fa lo farà al rallentatore). Non è male, però. Penso che sia tanto divertente quanto puoi realisticamente aspettarti di avere quando decidi di guardare il secondo sequel straight-to-video di kickboxer .

Kickboxer 4: L'aggressore

Kickboxer 4 inizia con David Sloan, interpretato di nuovo da Sasha Mitchell, con un vivido flashback simile a un montaggio di alcuni degli eventi che lo hanno portato a dove si trova attualmente nella vita. Dov'è quello? È solo in una dannata prigione. Incastrato da Tong Po, a Sloan viene offerto il rilascio se riesce a infiltrarsi in un torneo di combattimento nel complesso messicano di Tong Po e abbattere l'impero della droga di Po. Sloan non vede l'ora di accettare l'offerta, dato che Po tiene prigioniera la moglie di Sloan da due anni. Ma Tong Po può essere battuto? Di nuovo, voglio dire. Ovviamente era già stato battuto in beaten Kickboxer 1 e Due . Tong Po può essere battuto per la terza volta da un ragazzo che lo ha già battuto?

Ancora una volta Sasha Mitchell è la cosa migliore del film. Tornando Kickboxer 2 il regista Albert Pyun lo ha chiaramente riconosciuto, motivo per cui Mitchell è messo da parte per gran parte del film, anche se a favore di alcuni personaggi di supporto non così male. È un film abbastanza divertente che si muove a un buon ritmo, quando funziona (che è, generosamente, circa la metà delle volte). Gli scontri non sono affatto male, tranne quello finale, di cui parlerò tra un po'. C'è una lotta particolarmente impressionante in una tavola calda / bar, con Sloan che sguazza redneck, rompendo mobili e lanciando scoregge attraverso le finestre.

Facilmente l'elemento più strano di Kickboxer 4 è il ritorno di Tong Po. Po ora è un temuto boss della droga, il che non ha molto senso dato che l'ultima volta che lo abbiamo visto era ancora solo un venerato combattente con problemi di gestione della rabbia e una smorfia furiosa. In questo film, non è lo stesso ragazzo. Inoltre, non è letteralmente lo stesso ragazzo. Viene riformulato come Kamel Krifa, che non assomiglia per niente all'originale Tong Po (Michael Qissi), il che solleva la questione del perché abbiano mostrato Qissi così tanto e così chiaramente nel flashback all'inizio del film. Krifa usa un accento per Po che ricorda quello di Jean-Claude Van Damme in kickboxer , che è più confuso di alcuni dei sentimenti che ho provato guardando Van Damme in perizoma in Kickboxer 1 . Lo dirò per il nuovo Tong Po, però; manda una lettera a Sloan all'inizio del film e ha una bella calligrafia.

I combattimenti che portano allo scontro finale vanno bene. Il culmine inizia come un torneo di combattimento mortale prima che il concetto di continuità si annoi, a quel punto tutto il vincitore rimane acceso e poi il vero rombo reale. Il combattimento finale si svolge in un allestimento all'aperto che Tong Po ha in atto che fa sembrare che il suo quartier generale del boss potrebbe raddoppiare come luogo di nozze. Mentre Po e Sloan cadevano sui tavoli, rompendo bicchieri e facendo muay thai in faccia, non ho potuto fare a meno di pensare al mio matrimonio. Quando Tong Po viene sonoramente picchiato, scappa legittimamente tra i cespugli come un tasso umiliato. Nel frattempo, venti tizi armati di mitra vengono picchiati da cinque persone disarmate perché a quanto pare hanno dimenticato come si spara e hanno deciso di usare le armi come mazze.

Abbiamo parlato di combattimenti tra film d'azione, quindi è giusto che passiamo alla confusione sessuale. Santa merda, Kickboxer 4 è eccitato e non ha idea di chi o cosa l'abbia acceso. La scena di sesso principale in questo film è un po' squallida, un trio che non ha nulla a che fare con la trama. Sembra un po' volgare e cinico. O almeno, sembra disgustoso e cinico finché non iniziano a dividersi tra lui e un ninja in una missione furtiva omicida. Per me, questo in realtà ha ipervenduto l'erotismo. Ce l'abbiamo, Kickboxer 4 ; grandi seni e massacro ninja sono le cose più sexy esistenti.

Kickboxer 4 è un film davvero deludente, però, a causa del suo tono incredibilmente traballante e della sua mancanza di autoconsapevolezza. Non mira mai ad essere leggero come il considerevolmente migliore Kickboxer 3 , ma funziona meglio quando è divertente. Il problema è che a volte tenta anche di essere brutale e grintoso, con una subdola scena di stupro e alcune sporche scene di tortura. Anche se queste scene non erano palle totali, e lo sono, non staranno ancora bene in un film che presenta un malconcio tasso di Tong Po che scorrazza.

Così, Kickboxer 4 . pensa il Combattimento mortale film, ma peggio. No, hai appena iniziato a pensare a Mortal Kombat: Annientamento . Ok, pensa Mortal Kombat: Annientamento ma altrettanto brutto e diverso. Suggerirei che il successo di Kickboxer 4 come un film non è dissimile dal successo della missione dei personaggi nel film. Mentre riescono a salvare la moglie di David e quasi non muoiono, i titoli alla fine leggeranno 'Botched Drug Mission; Kingpin fugge, centinaia di morti'.

Kickboxer 5: Redenzione

Sai cosa? Guardate Kickboxer 5 se sei così disperato di scoprirlo. Perché sono sempre io che devo guardare il kickboxer sequel? Cosa ho mai fatto?

Mi dispiace, non è stato professionale. È solo molto frustrante fare un viaggio così lungo solo per raggiungere la tua destinazione e ritrovarti in piedi nella merda.

Il quinto kickboxer il film parla del signore del crimine sudafricano Negaal che tenta di creare un'organizzazione mondiale di kickboxing definitiva, il che andrebbe bene se non fosse così assassino al riguardo. L'ex leader del franchise David Sloan appare come una sagoma (quasi come se l'attore Sasha Mitchell si fosse rifiutato di apparire) solo per essere preso a calci a morte dai cattivi nei titoli di testa. Tocca al collega combattente Matt Reeves e a un assassino inviato per ucciderlo dirigersi in Sud Africa e sconfiggere Negaal e, forse, formare un'amicizia che scalda il cuore.

Lo dirò per Kickboxer 5: è raro trovare un film così stupido che sia anche incredibilmente noioso. In questo senso, e solo in questo senso, è una sorta di conquista.

Il nuovo protagonista Mark Dascascos sta bene, anche se gli manca il fascino di Sasha Mitchell e la perfezione a tutto tondo di Van Damme. Eccelle nei calci in salto super-duper, ma fa fatica a fare impressione con la sceneggiatura del film, il che è giusto dato che è una specie di sceneggiatura bastarda. Ad un certo punto il cattivo principale descrive la trama di Kickboxer 5 come 'assurdo'. In un altro punto osserva che i due bravi ragazzi 'corrono per il paese come se lo possedessero!' Accetterò di non sapere molto sul possesso di un paese o sulla corsa, ma quando dice questo i bravi ragazzi vengono inseguiti nel deserto da cani furiosi, quindi non sono convinto che abbia ragione. Il motivo per cui menziono queste cose è che sono tipiche delle sciocchezze che non smetteranno di accadere per l'intera durata di 90 minuti.

Kickboxer 5 è un film di Kickboxer senza quasi kickboxing. Ben giocato, chiunque abbia passato un pomeriggio a sbuffare fumi di vernice ea prendere quella decisione. Le scene d'azione non sono ben fotografate o coreografate. Una sequenza d'azione, un inseguimento attraverso un aeroporto, è la risposta alla domanda 'Cosa sarebbe? Il Difficile 2 sarebbe come se lo odiassi?' Un altro, un inseguimento per le strade, è la risposta alla domanda “Cosa sarebbe? Ong Bak sarebbe come se lo odiassi?' L'unico film d'azione che posso dare il cinque è per la parata di kick-kick di Mark Dascascos e un'acrobazia con l'uomo in fiamme. Oh, e dal punto di vista delle curiosità, Le origini di X-Men: Wolverine e Il gioco di Ender il regista Gavin Hood ha un piccolo ruolo come un campione tedesco di kickboxing con la coda di cavallo.

Kickboxer 5 è certamente no Kickboxer 3 . È così lontano dal primo film che onestamente penso che sarebbero stati meglio lasciandolo 20 anni e solo rifacendo l'originale .

Questo articolo è apparso per la prima volta nel 2014.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.