Ripensando al significato della vita dei Monty Python

'Perché siamo qui? Che cos'è la vita? Dio è davvero reale? O c'è qualche dubbio? Bene stasera, risolviamo tutto. Perché stanotte è il senso della vita!”

È con questo emozionante numero musicale di apertura di Eric Idle, alcune classiche animazioni di Terry Gilliam e un fulmine scoppiettante che veniamo rapidamente introdotti Il significato della vita dei Monty Python . È un film così oltraggioso, così esagerato, così... beh, Monty Python. Come potremmo non amarlo? Ma questo è il punto: per un motivo o per l'altro, questo canto del cigno di Python di solito viene criticato come il più debole dei cinque film.

Se è così, perché ha vinto il Gran Premio della Giuria a Cannes nel 1983? Perché gli stessi Pythons, nonostante tutte le loro critiche al film, sostengono che il loro lavoro migliore si trova qui? Come il pesce comune nell'acquario ha detto in modo così eloquente all'inizio del film: “Ti fa pensare, vero? Voglio dire, di cosa si tratta? mi batte...'



Nel 1979, i Monty Python (Graham Chapman, John Cleese, Terry Gilliam, Eric Idle, Terry Jones, Michael Palin) erano sulla buona strada. Dieci anni dopo Il circo volante dei Monty Python, hanno presentato in anteprima il loro capolavoro, La vita di Brian . Se le controversie religiose e i risultati al botteghino sono strani compagni di letto, allora questo film è proprio a casa. Allora, dove vanno sei ragazzi al culmine del loro gioco da lì? Secondo John Cleese nell'ottimo documentario del 2009 Monty Python: Quasi la verità, non ci volle molto per torcere il braccio:

'Subito dopo La vita di Brian è uscito, Dennis O'Brien, che è stato per breve tempo il nostro business manager, ci ha detto che se avessimo fatto subito un altro film non avremmo mai più dovuto lavorare. Ci siamo guardati tutti e abbiamo pensato che non fosse una cattiva offerta'.

Ma nella vita, proprio come nella realizzazione di Il significato della vita , le cose raramente sono così facili. In effetti, il gruppo ha ampiamente affermato che la scrittura di questo film è stata la loro parte più difficile. Non c'era un forte tema di collegamento per legare insieme il tutto, e senza di esso il gruppo era quasi pronto per chiamare il film e il gruppo un giorno. Il film è stato quasi chiamato Terza Guerra Mondiale . O ti piace The Sette età dell'uomo ?

Indipendentemente da come avrebbe potuto essere chiamato, sarebbe stato Eric Idle a liberarlo dai suoi dolori del parto e a dichiarare che non era solo la vita di qualcuno ma...

L'assicurazione permanente cremisi!

Beh, no, non esattamente. Ma sono sicuro che tu sappia su quale tema è stato concordato, o dubito che starai leggendo questo articolo. Tuttavia, il titolo di cui sopra serve come un buon punto di partenza per qualsiasi discussione su Il significato della vita , poiché in realtà è il punto di partenza per Il significato della vita . Questa breve presentazione precedente è un classico miscuglio della fervida, caotica e innegabile immaginazione di Terry Gilliam.

La trama sottile ma molto ricca è quella che si presenta frequentemente nel suo lavoro: l'oppressione di The System. Un gruppo di vecchi contabili viene licenziato dal lavoro da un nuovo regime di giovani e insensibili spacciatori di matite. Piuttosto che accettare il loro destino, combattono con zelo e cattiveria pirata. Se questo non lo fa per te, tirano su l'ancora sul loro monolitico e antico edificio per uffici; salpare per devastare l'oceano dei grandi affari davanti a loro. Non ero figurativo qui, l'edificio naviga letteralmente qui, gente.

La quintessenza della creatività di Gilliam è in pieno vigore: eccezionale lavoro in miniatura, illuminazione e fotografia di precisione, vecchi attori dall'aspetto scontroso e le sue solite forti dosi di umorismo oscuro. Come i precedenti cortometraggi, è certamente unico, e alcuni hanno sostenuto una parte non necessaria del film. Comunque, qualunque siano i tuoi pensieri, devi consegnarlo a Gilliam. Mai un regista ha avuto uno stile più personalizzato e distinto di questo solitario pitone americano.

Il film vero e proprio è presentato in sette segmenti dal nome univoco che possono o meno rappresentare il modo in cui vedi lo scopo della tua vita: Il miracolo della nascita, della crescita e dell'apprendimento, della lotta reciproca, del Medioevo, dei trapianti di organi vivi, degli anni autunnali, e Morte. Questi titoli, e il narratore dal suono minaccioso che annuncia ciascuno, conferiscono un'aria solenne al procedimento.

Ma, lo sappiamo meglio, no? Infatti, mentre il film passa da un atto all'altro, le cose non sono mai come sembrano. Il tono e lo stile di ogni sketch cambia, ma la commedia raggiunge velocità sempre più alte con piante perenni come Lezione di educazione sessuale di John Cleese, soldati della prima guerra mondiale molto apprezzati e pesce, pesce, pesce, pesce!

Tuttavia, sono i tre seguenti che sono alcuni dei tagli più scelti di Python – o i più famigerati, a seconda di come lo guardi. Quale posto migliore per iniziare se non:

Parte prima: Il miracolo della nascita

Un padre della classe operaia (Michael Palin) è costretto a vendere i suoi figli, che sono centinaia, per esperimenti scientifici. Se solo la Chiesa cattolica gli avesse permesso di indossare 'una di quelle piccole cose di gomma'. I tempi sono duri e se vogliono 'rimanere una delle religioni in più rapida crescita al mondo' c'è solo un modo per cantare questo dilemma ai suoi figli: Ogni sperma è sacro!

Le canzoni dei Monty Python tradizionalmente hanno sempre quel tocco di qualità in più di cui uno sketch ha bisogno. Questo non fa eccezione. È un Oliver numero musicale ispirato che ti fa battere contemporaneamente i piedi un secondo e il successivo mettere in discussione la logica del cattolicesimo. Con testi come questi, cos'altro posso dire?

“Ogni sperma è sacro, ogni sperma è fantastico! Se uno sperma viene sprecato, Dio si arrabbia molto!”

La direzione, la coreografia e la direzione artistica di Terry Jones sono azzeccate. L'ambientazione del West Yorkshire funge da cornice fredda per questa stravaganza musicale follemente vertiginosa e totale. È difficile descrivere a parole ciò che questo schizzo ha da offrire completamente, quindi dai un'occhiata tu stesso. Tuttavia, come con la maggior parte degli schizzi religiosi di Python, forse tienilo per te la prossima volta che vai in chiesa.

Salve, possiamo avere il suo fegato?

È dentro Parte quinta: trapianti di organi vivi che Python si avventura in acque inesplorate . Due rappresentanti di donatori di organi (John Cleese, Graham Chapman) bussano alla porta di un Mr Brown (Terry Gilliam) con i dreadlocks. Il seguente dialogo è così blando e secco che non hai alcuna indicazione del treno che sta per colpirti.

SIG. MARRONE: Il mio cosa?

UOMO: Il tuo fegato. È un grande, ehh, organo ghiandolare nel tuo addome. Sai, è, uh, marrone rossastro. È una specie di, uhh...

SIG. MARRONE: Sì, sì, so cos'è, ma lo sto usando, eh...

Appuntano il signor Brown al muro, scoprono la sua tessera di donatore di fegato e si mettono subito al lavoro. Per lavoro intendo che Chapman strappa violentemente l'organo dall'addome della povera anima con qualsiasi cosa, da un coltello, una sega, a un paio di pinze oscenamente gigantesche. I due uomini si scambiano allegramente avanti e indietro mentre il figlio e la moglie dell'uomo (Terry Jones) vagano nella stanza facendo chiacchiere mondane. Per tutto il tempo tutti sembrano indifferenti all'ovvio elefante nella stanza: che il loro marito/padre viene massacrato di fronte a loro.

Perché qualcosa di così scomodo e orribile è anche così divertente da lasciare a bocca aperta? È solo. Dal sangue della scena iniziale al cappero con Eric Idle che esce dal frigorifero con La canzone della galassia, la scena sfrigola con un'energia creativa rara nella commedia moderna. Normalmente suggerirei di guardarlo a stomaco vuoto, ma questa volta questa raccomandazione è decisamente riservata al prossimo sketch.

Meglio prendere un secchio, sto per vomitare!

Signor Creosoto. Se mai lo vedi entrare nel tuo ristorante, corri più veloce che puoi. In caso contrario, porta almeno un ombrello. Perché è dentro Parte VI: Gli anni autunnali quando Mr Creosote (Terry Jones), un uomo incredibilmente obeso, decide di visitare il suo ristorante preferito. Un cameriere francese (John Cleese) deve soddisfare il suo appetito gigantesco mentre Creosote procede a vomitare proiettili su tutto e tutti. La scena trascende la commedia e raggiunge il suo apice quando, dopo aver mangiato abbastanza cibo per un piccolo esercito, Cleese offre a Creosote una mentina 'sottile'. Dopo una mite protesta, Cleese lo mette con cautela nella bocca del colosso e corre, veloce. Creosoto procede ad espandersi come una mongolfiera, e proprio quando non poteva diventare più miserabile, esplode, coprendo i clienti con un'ondata di vomito.

Hai ancora fame? Probabilmente no. Questa scena è un esempio di ciò a cui mira gran parte di questo film: commedia intellettuale che non ha paura di andare il più basso possibile umanamente. Ti sfida anche a distogliere lo sguardo, ma sa che non puoi. Si crogiola chiaramente in questo, e da allora è diventato il segmento più... amato?... del film.

Il film arriva alla sua conclusione, come tutti noi, con Parte VIII: La morte. In questo segmento, siamo trattati con Graham Chapman condannato all'esecuzione per essere stato inseguito da una scogliera da modelli in topless e The Grim Reaper che interrompe bruscamente una cena tra americani e inglesi senza speranza. Alla fine, la miriade di personaggi del film si presenta in paradiso per guardare il numero di chiusura dello spettacolo di Tony Bennett (Graham Chapman) Natale in paradiso in un etereo nightclub in stile Las Vegas.

Il film risponde davvero alla domanda sul significato della vita? Bene, se vai dal Fine del film segmento in cui Michael Palin legge:

'Cerca di essere gentile con le persone, evita di mangiare grassi, leggi un buon libro ogni tanto, entra un po' e prova a vivere insieme in pace e armonia con persone di ogni credo e nazione'.

Allora sì, immagino di sì. Ma è davvero questo il motivo per cui siamo attratti da questo film più e più volte? No certo che no. Lo guardiamo per sei motivi: Chapman, Cleese, Gilliam, Idle, Jones e Palin. Questi sono sei uomini che, per qualsiasi motivo, il destino ha cospirato per riunire. Per me, questo film è davvero una grande celebrazione di ciò che ha davvero fatto funzionare Python. Dal minuto uno al minuto 90, è il culmine di tutti i loro tratti distintivi: violenza, travestimento, animazione, musica e, soprattutto, vera commedia.

Ironia della sorte, questo film rispecchia anche ciò che stava succedendo nel gruppo in quel momento: la vita. Dopo questo, non ci sarebbero stati più film o progetti, almeno come gruppo coeso. Stavano crescendo e, dopo questo film finale, si sono separati. Mentre Monty Python continua ad andare avanti in nuove strade come Broadway, documentari e app per iPad, la ripresa finale del film è stranamente appropriata.

Una televisione, che riproduce i titoli di testa animati e il tema musicale di Circo volante , fluttua lentamente nello spazio. Ho il vago sospetto che, tra centinaia di anni, quel televisore sarà ancora acceso.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.