Lost Boy, il prequel di Peter Pan che racconta la versione di Capitan Uncino

Ero predisposto a non piacere Lost Boy: La vera storia di Capitan Uncino , un prequel di Peter Pan dal punto di vista di Capitan Uncino. Non solo Peter Pan è una delle mie storie preferite di tutti i tempi, ma temevo che questo libro stesse semplicemente saltando sul carro del racconto dei cattivi.

Non avrei dubitato dell'autrice Christina Henry, che ha anche aggiunto e commentato con successo Alice nel paese delle meraviglie canon con i suoi romanzi Alice e regina Rossa . I personaggi e il mondo di Peter Pan sono in buone mani.

La storia di Lost Boy.

Come pubblicizzato, Ragazzo perso racconta la storia di Jamie, l'originale Lost Boy e il ragazzo che diventerà Capitan Uncino. Attraverso i suoi giovani occhi, vediamo Neverland e Peter Pan come mai prima d'ora. Qui Pietro non è un giovane temerario, innocuo, che non vuole mai crescere; è un pericoloso sociopatico che apprezza i suoi giochi e l'eterna giovinezza sopra ogni altra cosa.



'Il terreno di Hook da adulto è stato percorso da molti altri scrittori e registi', ha detto Henry Henry Den of Geek la scorsa settimana al Comic Con di San Diego. “Non era lì che volevo scrivere. Volevo sapere chi era prima di diventare Uncino'.

Ragazzo perso è una rivisitazione cruenta e sventrata, che non funzionerebbe senza un forte personaggio centrale che conosciamo, amiamo e comprendiamo. Jamie è quel personaggio, un tipo premuroso che si prende cura degli altri Lost Boys mentre Peter gioca ai suoi giochi. Quando il romanzo inizia, ama Peter più di tutti. Sono stati insieme letteralmente più a lungo di quanto Jamie possa ricordare. È il preferito di Peter. Ma quando Jamie inizia a essere disilluso dai giochi di The Island e Peter, tutto cambia.

L'empatia di Lost Boy.

Dov'è nata l'idea? Ragazzo perso vieni da? Henry ha un figlio di 11 anni che era ossessionato dalla storia di Peter Pan quando aveva cinque anni. Guardavano il film d'animazione Disney del 1953 e leggevano la storia più e più volte.

“Tutte quelle volte che stavo vivendo Peter Pan con lui, ho iniziato a pensare, perché Capitan Uncino odia così tanto Peter Pan? disse Enrico. 'Perché questo adulto odia questo bambino?' È stata una domanda che ha fatto nascere un romanzo. 'Dico sempre che se non ci fosse Henry, allora non ci sarebbe... Ragazzo perso . '

È questa domanda empatica e orientata alla relazione che guida la spinta del Ragazzo perso narrativa e rende il libro un'affascinante esplorazione della fanciullezza, dell'amicizia e dell'intersezione dei due.

'Una delle cose che stavo cercando di capire nel libro', ha detto Henry, 'è il modo in cui i gruppi di ragazzi possono essere sia davvero brutali l'uno con l'altro in modo noncurante, ma anche davvero teneri e come tenderanno a seguire il leader più carismatico. E, ovviamente, Peter è un leader carismatico. E così lo seguono».

Leggendo questo libro, non è difficile capire perché questo è il primo libro che ha fatto piangere Henry mentre lo scriveva. Questo libro ti spezzerà il cuore, ed è l'empatia in ogni pagina che lo farà. Henry crede nell'umanità vitale di questo proto-Capitano Hook, così crede anche il lettore. Questo libro non funzionerebbe se non credessimo nell'umanità di Jamie, se non capissimo in senso emotivo cosa lo fa rivoltare contro Peter. Se non possiamo immaginare di fare le stesse scelte e provare le stesse cose di Jamie, fossimo nei suoi panni.

L'oscurità di Lost Boy.

Non voglio rovinare i colpi di scena, le svolte o la fine di Ragazzo perso (potrai indovinarne qualcuno, anche se no tutti , dalla tua precedente conoscenza di Peter Pan), ma dirò che le cose si mettono buio .

'Quando ho iniziato a pensare a questo libro alcuni anni fa, inizialmente avevo inteso che forse sarebbe stato come una cosa steampunk e sarebbe stato un po' più spensierato', ha detto Henry. 'Ma, sai, più ho iniziato a pensarci e più ho iniziato a scrivere, più è diventato oscuro ... ho pensato che l'unica cosa che è così profonda e viziosa è una relazione in cui amavi la persona'.

Sebbene questo libro sia destinato agli adulti, non ai bambini, Henry non risparmia l'orrore a causa della giovane età dei personaggi. 'La gente parla dei bambini come se fossero davvero innocenti', ha detto Henry, 'ma io dico sempre che il motivo per cui i libri di Roald Dahl hanno avuto così tanto successo per così tanti anni è perché Roald Dahl non pretende che il mondo sia un buon posto. Crede che accadano cose brutte e accadano cose brutte ai bambini e questo è presente in tutti i suoi libri: una consapevolezza”.

Anche i bambini devono vivere in un mondo ingiusto e vedono quell'ingiustizia e quell'ingiustizia e, a volte, l'orrore, che a noi adulti piaccia o no. Ragazzo perso è la storia di Jamie che inizia a elaborare veramente le vite di orrore a cui ha assistito durante il suo tempo con Peter.

C'è stata qualche reazione da parte dell'editore o dell'agente di Henry sull'oscurità di questo libro? No, disse Henry, ma c'era una certa preoccupazione da parte del reparto vendite e marketing riguardo alla definizione delle giuste aspettative per gli aspiranti lettori.

“Volevano assicurarsi che la gente sapesse che sarebbe stato un libro oscuro. Non volevano che le persone alla ricerca di un libro spensierato di Peter Pan rimanessero sorprese, quindi queste preoccupazioni sono andate al design della copertina'.

Ragazzi, è un libro oscuro.

“Non è un libro YA. È un libro scritto per gli adulti. Va nella sezione per adulti, quindi spero che possa mitigare alcune delle preoccupazioni, ma ho parlato con alcuni genitori che sono venuti da me agli autografi e hanno detto: 'Ho un bambino di 12 anni che ama davvero Peter Padella. Le piacerebbe questo?' E io sono tipo, 'Forse vuoi aspettare un paio d'anni.' È un caso per caso. Di solito dico che il mio editore lo chiama Il signore delle mosche incontra Peter Pan . Se i tuoi figli non sono pronti per Il signore delle mosche , probabilmente non sono nemmeno pronti per il mio libro.'

Dare una svolta a una storia esistente non è una novità.

Henry è tutt'altro che la prima persona a dare una svolta a una storia familiare, e la tradizione di adattare, raccontare e reinventare lo stesso Peter Pan risale a molto tempo fa, fin dal suo inizio. L'autore originale J.M. Barrie ha raccontato più volte la storia di Il ragazzo che non sarebbe cresciuto.

Peter Pan è apparso per la prima volta come personaggio nel romanzo per adulti del 1902 dello scrittore scozzese L'uccellino bianco prima di ottenere la sua rappresentazione teatrale del 1904, drammatizzata nel film di Johnny Depp del 2004 (e musical attuale) Alla ricerca dell'isola che non c'è . Successivamente, Barrie scrisse il romanzo del 1911 Peter e Wendy .

Alla domanda sull'attuale popolarità nelle rivisitazioni dei cattivi come malvagio o Malefica , Henry dice che questa non è una novità, ma piuttosto fa parte di un 'eterno gioco del telefono' che abbiamo raccontato come cultura sin dall'inizio della narrazione. Henry traccia un collegamento tra la storia greca di Cupido e Psiche alla fiaba francese La bella e la bestia alla fiaba norrena Est del Sole e Ovest della Luna .

Quello che abbiamo fatto, più o meno da quando abbiamo iniziato a raccontare storie, è che ci riunivamo e qualcuno raccontava una storia. E chiunque abbia sentito quella storia sarebbe andato da qualche altra parte e avrebbe raccontato quella storia, ma con il proprio splendore, giusto? Quindi la storia inizia a cambiare già nella prima rivisitazione. E poi qualcun altro lo avrebbe sentito e lo avrebbe detto a qualcun altro e sarebbe cambiato di nuovo, quindi è come questo eterno gioco del telefono.

Henry parla della natura collaborativa di questi miti in corso. Nella sua stessa narrazione, cerca spesso lo “spazio immaginativo” nelle storie esistenti…

Una delle cose che faccio e penso che molti autori facciano quando raccontano storie è che trovano lo spazio vuoto nella storia originale e lo riempiono da soli. Ero io, che volevo rispondere a questa domanda di 'Perché Hook odia Peter Pan?' Ho riempito lo spazio. Non credo di aver risposto a tutte le domande, e quindi c'è ancora spazio immaginativo lì dentro affinché il lettore possa riempire quello spazio per se stesso.

Mentre la rivisitazione, la reimmaginazione e l'espansione di storie già esistenti non sono una novità, la nostra idea moderna di proprietà su una storia e la legge sul copyright che ne consegue è relativamente nuova. Se hai passato del tempo nel fandom, allora è un argomento di conversazione che senza dubbio conosci : Può una storia? essere Di proprietà?

Questa domanda sembra interessare anche Henry, che cita Glen Weldon's The Caped Crusade: Batman e l'ascesa della cultura nerd e il personaggio di Batman come un ottimo esempio di questa discussione. Nel libro, nota Henry, Weldon parla di 'come il Batman che abbiamo oggi sia così diverso dalla concezione originale di Batman e come ogni generazione abbia in qualche modo affermato che il loro Batman, quello con cui sono cresciuti, è una specie di autentico Batman.'

'Entra davvero in questi problemi di fandom e proprietà e qual è il personaggio autentico?' disse Enrico. 'C'è un personaggio autentico o c'è spazio per far esistere tutte queste idee?'

Qual è il prossimo?

Vuoi sapere cosa succede dopo Ragazzo perso ? Sei fortunato! Ci sono molte storie di Peter Pan, inclusa l'originale, che continueranno la storia per te. 'La mia idea era che sarebbe stato quasi come un vero prequel', ha detto Henry, 'quindi questa è la storia di Hook e il sequel è Peter Pan . Quindi, per scoprire cosa succede dopo, leggi Peter Pan . '

Quanto a Henry, ha appena finito di scrivere La sua sirena , “un racconto di magia, sirene e P.T. Barnum', secondo Sito ufficiale di Henry . Con il suo prossimo romanzo finito, Henry è alla ricerca di idee per il suo prossimo progetto. Alla domanda sugli spazi narrativi in ​​altre storie iconiche che potrebbe voler esplorare, ha alcune idee...

' La tempesta è una delle mie opere di Shakespeare preferite e mi sono sempre chiesto cosa sia successo a Miranda dopo. E mi piaceva immaginarla più vecchia, come chi è adesso? È qualcosa che potrei scrivere un giorno … ho [anche] davvero giocato con una sorta di Cappuccetto Rosso post-apocalittico.

Qualunque cosa Henry le metta in mente, e penna, alla prossima - che si tratti di una nuova versione di una vecchia fiaba o qualcosa di meno esplicitamente collegato al nostro 'eterno gioco del telefono' - la leggerò.

Ordina Lost Boy: La vera storia di Capitan Uncino tramite Penguin Randomhouse o Amazon .

Leggi e scarica l'intero Den of Geek SDCC Special EditionCC rivista qui!