Lost Boys: la recensione del DVD della tribù

Si dice da anni, il classico cult del 1987 I ragazzi persi finalmente ottiene un sequel in ritardo per gentile concessione della Warner Premiere e del regista PJ Pesce. Quindi dopo vent'anni otteniamo un sequel degno dell'originale camp di Joel Schumacher o otteniamo un film degno di una visione a tarda notte su qualche oscuro canale satellitare. Continuare a leggere….

L'ex campione di surf Chris (Tad Hilgenbrinck) che interpretava il fratello minore di Stifler da American Pie: Band Camp e sua sorella Nicole (Autumn Reeser) si sono trasferiti nella tranquilla cittadina costiera di Luna Bay dopo la perdita dei genitori in un incidente d'auto. Vivendo in un fatiscente gabinetto della zia, cercano di stabilirsi con la gente del posto e trovare un lavoro per mantenersi. Chris va al negozio di surf locale e gli viene consigliato di cercare di trovare un lavoro con lo shaper di tavole da surf Edgar Frog. Sì, è lo stesso Edgar Frog dell'originale e ancora una volta interpretato da Corey Feldman.

Mentre guarda il mare quella sera, Chris viene avvicinato da Shane (Angus Sutherland), che era l'idolo del surf di Chris ed era scomparso dal circuito alcuni anni prima. Shane invita Chris a una festa a casa sua con una differenza...



Assieme a suo fratello, Nicole viene sedotta da Shane nel bere il suo sangue e diventa schiava di lui come in parte non morta. Diventerà un vampiro a tutti gli effetti solo quando farà la sua prima uccisione. A questo punto Chris la porta a casa dalla festa pensando che sia ubriaca e quando arriva a casa lei lo attacca ma viene salvata da Edgar Frog che informa Chris del destino di sua sorella.

Shane è il capo vampiro di un nido noto come 'The Tribe' e sta uccidendo individui a Luna Bay da un po' di tempo. Edgar è consapevole della loro esistenza ma non è sicuro di dove si nascondano durante il giorno. Chris lo implora aiuto e si alleano per distruggere Shane e i suoi compari surfisti vampiri. Armati di una selezione di strumenti per combattere i vampiri, Edgar e Chris sanno di avere una battaglia infernale tra le mani, dato che Shane ha un bel essere umano fresco che aspetta Nicole per il suo primo pasto comodamente conservato in una bara.

Ragazzi perduti: la tribù rispetto all'originale è un mucchio fumante di goo vampiro, purtroppo. Il film originale è stato praticamente completamente rifatto, ma con un restyling del 21° secolo. Il primo film, sebbene ormai datato con i suoi spaventosi tagli di capelli, è divertente e, soprattutto, intrattiene con personaggi per cui potresti fare il tifo. Il personaggio di Hilgenbrinck è insipido e non me ne potrebbe fregare di meno se è morto o no. Sutherland è una pallida imitazione di suo fratello, ma ha un bell'aspetto con i suoi lunghi capelli. Autumn Reeser nel ruolo sottoscritto di una Nicole sembra imbarazzata perché deve fare il broncio e esagerare quando le viene detto che è una succhiasangue. Corey Feldman tuttavia è una rivelazione e ruba l'intero film a tutti. Lanciando battute e consigli utili in egual misura, si sta godendo il ritorno a un ruolo dopo vent'anni e dispari.

La cosa che mi ha infastidito di più del film è che è estremamente violento e presenta troppe parolacce e nudità. Ora non ho alcun problema con nessuno dei precedenti, è un film horror per l'amor del cielo e i film horror sono il mio genere preferito. Ma I ragazzi persi era un film horror per tutti i gusti in quanto presentava melodie fantastiche, attori simpatici, scenografie sgargianti e sebbene fosse un film di vampiri non era così cruento da cui il certificato '15'. tuttavia La tribù le budella di qualcuno sono state strappate in pochi minuti, copiose nudità di entrambi i sessi e giuramento per il bene di giurare ... perché? Forse è quello che voleva il dipartimento marketing della Warner per il loro sequel. Se non fosse stato per Feldman, potresti obiettare che questo non è nemmeno un sequel.

Tra i lati positivi, Feldman è eccezionale (si dice che la terza parte abbia avuto il via libera a causa del successo dell'uscita americana) se questo è il caso, allora costruiscilo attorno a Edgar Frog. Gli effetti, come ho detto, sono cruenti e ben fatti (le morti di vampiri sono fantastiche). Ha alcuni bei cameo dei preferiti del genere e anche se l'ho criticato sopra, prendilo per il valore nominale come un film horror diretto su DVD ed è meglio della maggior parte. Anche se in qualche modo rovina l'eredità dell'originale. Caratteristiche aggiuntive

Abbiamo featurette sulla coreografia degli stunt, quattro video musicali, un pezzo su Feldman che torna al ruolo di Edgar Frog e alcune ottime scene eliminate/alternate, ma guardatele dopo il film.

Nota: Ragazzi perduti: la tribù può essere acquistato solo su DVD nel Regno Unito in confezione doppia con l'originale. Questo è del tutto inutile poiché la maggior parte delle persone che vogliono possedere questo film avrà la prima parte (a meno che, ovviamente, non lo abbiano su VHS). L'originale non è nemmeno l'edizione speciale a due dischi, solo un riconfezionamento del DVD vecchio di dieci anni, che possiedo nella terribile custodia 'snapper', quindi almeno ho una scusa per scambiare la mia vecchia copia ora.

I titoli di coda e le scene eliminate sono in un rapporto di 2:35 mentre il film è presentato in un rapporto di 1:78, quindi apparentemente siamo stati modificati poco nella presentazione visiva, quindi una stella viene eliminata per questo, poiché non è accettabile .

Film:

1 stelle
Caratteristiche aggiuntive:
2 stelle
Con Corey Feldman, Autumn Reeser, Tad Hilgenbrinck, Angus Sutherland Diretto da PJ PesceDistributore: Warner Home Video