Lucifero: Recensione di San Lucifero

Questo Lucifero la recensione contiene spoiler.

Lucifero : Stagione 1, Episodio 11

“S. Lucifer' è un ottimo esempio di un episodio che è a suo agio nella sua stessa pelle. In parte piacere colpevole, in parte mistico, studio del personaggio mitico, Lucifero è al suo meglio quando si crogiola nella sua sfacciataggine mentre continua a scavare nei dettagli del diavolo. Entrando in questo episodio, ho subito pensato che Lucifer non fosse andato a letto con Chloe sarebbe stato in qualche modo usato come leva contro di lei. Invece, il suo rifiuto delle sue avances risveglia in lui un inaspettato altruismo che lo lascia sconcertato ma incuriosito. Per Lucifer Morningstar, essere moralmente retti è una vera corsa. Ma invece di evitare il buon comportamento, come ci si potrebbe aspettare, Lucifero raddoppia le buone azioni per dare finalmente al Diavolo un buon nome. È un'idea divertente, che viene naturalmente pervertita da Lucifero, che ha sempre bisogno di fare tutto su di lui, anche il concetto di altruismo.

Nel caso dell'omicidio di questa settimana, il filantropo Tim Dunlear è stato ucciso. Decisamente deciso a dimostrare il suo ritrovato altruismo, Lucifer decide immediatamente di ospitare il gala di beneficenza della fondazione al Lux. Normalmente direi che l'aspetto procedurale dello spettacolo è un po' meccanico e superficiale, mettendo diligentemente alla prova i suoi detective perché è quello che ci si aspetta da un procedurale di polizia. In “S. Lucifero', tuttavia, c'era molto più tessuto connettivo tra l'omicidio di Dunlear e la lezione personale della settimana di Lucifero. Ciò è particolarmente vero perché la moglie della vittima si rivela non solo l'assassino, ma cerca anche di uccidere Lucifero. Ma ne parleremo più avanti tra un po'.



Devo dire che Malcolm è un personaggio fantastico, in gran parte a causa del modo in cui Kevin Rankin mastica lo scenario con un tale abbandono lascivo. Anche in questa stagione ha masticato molto cibo, ma in realtà c'è una ragione per questo. Come Malcolm lo spiega a Dan, all'Inferno si viene derubati delle cose a cui tiene di più. Nel caso di Malcolm, aveva una vera fame di vita, quindi è stato isolato e privato del cibo. Potrebbe essere morto solo per pochi secondi, ma quei pochi secondi erano anni nell'aldilà. Ovviamente Dan non crede a nulla di ciò che Malcolm sta dicendo, e perché dovrebbe davvero? Non è che nessuno creda che il diavolo esista, anche quando lo guardano negli occhi. Ma Malcolm conosce la verità, essendo stato letteralmente all'Inferno e ritorno, e non ha intenzione di tornare mai indietro.

È stato decisamente interessante vedere la paura negli occhi di Lucifero. È mortale, dopotutto, o almeno così crede. La pistola di Malcolm è certamente abbastanza reale, reale quanto la minaccia che Lucifero venga riportato all'Inferno contro la sua volontà. Mi piaceva l'idea che il Diavolo facesse un patto con un mortale per salvarsi la pelle. Per qualcuno il cui terreno è così annerito dal peccato come quello di Malcolm, una carta per uscire dall'inferno è troppo allettante per lasciarsela sfuggire. Il piccolo piano intelligente di Amenadiel è un fallimento e Lucifer ha schivato un vero proiettile.

Cioè, fino a quando la moglie di Tim Dunlear non pompa diversi proiettili nel petto di Lucifer. Ed è qui che “S. Lucifer' gioca la sua mano con una bella svolta: Lucifero è ancora immortale, a meno che non sia con Chloe. In altre parole, sta camminando sulla Kryptonite. Questo fa sorgere la domanda: Chloe Decker è in qualche modo di origine divina, come molti spettatori hanno ipotizzato? Sembrerebbe certamente di sì. Ma se è così, cosa significa per la loro partnership, e in effetti per lo spettacolo stesso? Con due episodi rimasti in questa stagione e una nuova stagione in arrivo, sono sicuro che scopriremo a tempo debito chi o cosa è veramente Chloe.

Alcune riflessioni conclusive:

Questo episodio era pieno di grandi battute, pronunciate da Tom Ellis con grande aplomb. Alcuni dei migliori bon mot:

'Il diavolo di solito ha un buon gaydar.'

“Amo Los Angeles. Anche i senzatetto hanno una pagina su IMDb”.

'Il diavolo veste davvero Prada.'

Chi avrebbe mai pensato che Maze e Amenadiel potessero avere una chimica così forte? Le loro scene insieme erano molto divertenti. Ora, l'unico problema è che ho bisogno di saperne di più su questa misteriosa 'storia di capra'.

Mi è piaciuto il modo in cui Chloe ha descritto il trucco mentale Jedi di Lucifer come quella 'cosa dell'ipnotismo vudù'. Questo è lo spettacolo che prende in giro se stesso, ma ha anche dato a Chloe la possibilità di confessare che le mancava il meno altruista Lucifero.

Non mi importava davvero di Dan o della sua situazione. È diventato un personaggio antipatico da quando abbiamo saputo che era un altro poliziotto sporco coinvolto nel caso Palmetto.

Unisciti ad Amazon Prime: guarda migliaia di film e programmi TV in qualsiasi momento: inizia subito la prova gratuita