Macchine mortali: differenze tra il libro e il film

Questo articolo viene da Den of Geek UK .

Aspettatevi enormi spoiler per entrambi Macchine mortali film e il libro...

Può essere un po' snervante quando uno dei tuoi libri preferiti viene adattato al grande schermo: c'è sempre la preoccupazione che alcuni dei tuoi personaggi, scene o trame preferite finiscano sul pavimento della sala di montaggio, o così radicalmente cambiati come essere irriconoscibile.



Nel caso di Philip Reeve Macchine mortali , un vasto romanzo YA che sta arrivando sul grande schermo sotto la guida di Signore degli Anelli regista Peter Jackson (che funge da produttore in questo film), c'è una quantità significativa che è stata alterata o rimossa. Molto del materiale che è stato ridotto o asportato è stato probabilmente ridotto per mantenere il film a una lunghezza ragionevole, ma purtroppo mentre realizza magnificamente molti luoghi e concetti iconici del libro, le modifiche che sono state apportate hanno avuto l'involontaria effetto di rimuovere le motivazioni e ridurre la caratterizzazione di molti personaggi.

Ecco i modi più significativi in Macchine mortali si discosta dal romanzo originale di Reeve.

Magnus Crome

Magnus Crome è il sindaco di Londra, ma è un personaggio molto diverso nel libro originale. Nel romanzo, è il capo della gilda degli ingegneri e sceglie di vestirsi non con i tradizionali abiti da ufficio del sindaco, ma con il camice da laboratorio di gomma bianca che è l'uniforme della sua gilda. Nel film, Crome è un tradizionalista, che ha delle riserve sul riportare Londra nel Great Hunting Ground e si oppone ai piani di Valentine per creare e scatenare MEDUSA. Ma l'originale Crome è, in effetti, la forza trainante dietro entrambi i piani, usando l'arma per garantire la sopravvivenza di Londra. In contrasto con la versione cinematografica, è un leader freddo, spietato e molto intelligente.

L'introduzione di Shrike

Il guerriero cyborg non morto Shrike è uno dei pochi personaggi che riesce a passare da una pagina all'altra relativamente intatto. Una delle poche differenze è che quando lo vediamo per la prima volta sullo schermo, viene tenuto in una prigione mobile off-shore. Nel romanzo, è tenuto nel quartier generale della gilda degli ingegneri, e non è lì come prigioniero. Invece, Shrike ha cercato Londra, permettendo agli ingegneri di esaminarlo al fine di creare più stalker come lui. In cambio di essere la sua cavia, Crome promette di trasformare Hester in uno stalker in modo che i due possano stare insieme.

Gilde di Londra

Una delle differenze più sottili tra il libro e il film è la decisione di non includere le quattro corporazioni governative di Londra: gli storici, i mercanti, i navigatori e gli ingegneri. Nel film sono presenti figure chiave di molte gilde, tra cui Lord Mayor Magnus Crome, che nel libro è il capo della gilda degli ingegneri, e Thaddeus Valentine, che Crome nomina capo storico, ma non viene fatta menzione delle gilde stesse.

leggi di più: Recensione sui Motori Mortali

Gli storici e gli ingegneri hanno ruoli significativi nella sottotrama relativa all'indagine di Katherine Valentine a bordo di Londra, ma la rimozione non è particolarmente evidente in quanto questo thread è stato in gran parte eliminato dal film. Tuttavia, ci priva dell'inclusione di ulteriori stalker oltre a Shrike, il che a sua volta mina uno dei principali punti della trama nei sequel del libro.

La cicatrice di Hester

La differenza più evidente tra il libro e il film è la cicatrice del marchio Shaw di Hester. Datale da Valentine la notte in cui ha ucciso sua madre, la cicatrice di Hester è descritta come 'orribile', le ha mutilato il naso e la bocca e le ha persino rimosso uno degli occhi. È così brutto, infatti, che la spinge a nascondere il viso ogni volta che è possibile. Infatti, in uno dei momenti cruciali nello sviluppo della relazione di Hester e Tom (che purtroppo anche non ha fatto il taglio) le compra uno scialle di seta rossa, che poi usa subito per nascondere la sua cicatrice.

La versione cinematografica, tuttavia, ha drasticamente ridimensionato la gravità della cicatrice di Hester, al punto che spesso è difficile notarla. Non corre più per tutta la lunghezza del suo viso e non influisce sui suoi occhi, naso o bocca. Questo è stato presumibilmente fatto sulla base del fatto che è più difficile commercializzare un film quando uno dei suoi protagonisti sembra aver perso una rissa con una mietitrebbia, ma ha l'effetto di rendere i commenti costanti sulla sua cicatrice strani e fuori luogo.

La guerra dei sessanta minuti

Il breve ma devastante conflitto di cui al Macchine mortali poiché la Guerra dei Sessanta Minuti è la calamità che ha spazzato via la maggior parte della popolazione mondiale e ha costretto le persone a mobilitare i propri insediamenti, migliaia di anni prima degli eventi della trama. Nel libro, è stato condotto con armi nucleari e biologiche, ma il film prende una strada leggermente diversa, stabilendo all'inizio che 'gli Antichi' si sono fatti esplodere non con armi nucleari, ma con armi a energia quantistica - lo stesso tipo di arma come MEDUSA.

Katherine Valentine

La figlia di Thaddeus Valentine, Katherine, è un personaggio importante sia nel libro che nel film, ma ha un ruolo significativamente ampliato nel romanzo. Per cominciare, la verità sul passato di Valentine e sullo sviluppo di MEDUSA a Londra viene rivelata attraverso l'indagine di Katherine su ciò che è accaduto la notte in cui Hester ha cercato di uccidere suo padre. Questa indagine la porta anche a formare una relazione di breve durata e piuttosto toccante con Bevis Pod, un apprendista ingegnere. Come Katherine, anche Bevis appare nel film in un ruolo ridotto.

Sebbene in entrambe le versioni Katherine sia parzialmente responsabile della chiusura di MEDUSA, la versione degli eventi del romanzo è un po' più drammatica. Dopo essersi gettata di fronte a Hester per salvarla dalla lama di suo padre, Katherine crolla sulla tastiera utilizzata per controllare l'arma, causando il malfunzionamento e il sovraccarico di MEDUSA. Nel film, apre semplicemente le fauci di Londra, permettendo a Tom di entrare e distruggere il motore. Tuttavia, sopravvive fino alla fine del film, mentre muore nel libro.