Recensione di Mortal Kombat 11: il picchiaduro dell'anno

Data di rilascio: 23 aprile 2019 Piattaforma: PS4 (recensito), XBO, Switch, PC Sviluppatore: NetherRealm Studios Editore: Intrattenimento interattivo della Warner Bros Genere: Combattere

Nonostante il suo nome, Mortal Kombat 11 non è tanto l'undicesima puntata di Combattimento mortale come la quinta puntata dell'impronta moderna di NetherRealm Studios sul genere dei giochi di combattimento. Da quando è stato ricreato dalle ceneri di Midway, NetherRealm ha ping-pong i suoi sforzi tra il Combattimento mortale franchising e il suo fratello a tema DC Ingiustizia . Così Mortal Kombat 11 è una pietra miliare significativa per lo studio, che ha pubblicato il suo primo titolo nel 2011. Quest'ultima uscita è un'evoluzione per lo studio o NetherRealm ha già perfezionato la formula?

Il gioco di certo non è perfetto, ma fa bene le cose importanti. Il gameplay di base è probabilmente il migliore che sia mai stato. Anche se il gameplay non è cambiato molto rispetto all'ultimo paio di Combattimento mortale giochi (due pulsanti pugno, due pulsanti calcio, un pulsante lancio, un pulsante blocco, un pulsante brucia metro e due pulsanti premuti insieme che attiveranno un super), ci sono abbastanza novità qui per giustificare il sequel.



Principalmente, il gameplay sembra un po' più lento, ma anche più duro. C'è più peso per i tuoi movimenti e attacchi. NetherRealm ha annullato la possibilità di correre, ma l'ha sostituita con Crushing Blows, che sono attacchi speciali che portano a una ripresa a raggi X ravvicinata al rallentatore dell'avversario che subisce danni. Tutti hanno la possibilità di eseguire un colpo schiacciante con un montante, che ti consente di destreggiarti nella mossa. Ogni Colpo Devastante può essere eseguito solo una volta per partita.

Ulteriori letture: Classificazione dei personaggi di Mortal Kombat

L'ultimo gruppo di giochi NetherRealm presentava un sistema di super metro segmentato. Nei giochi precedenti, questo era il sistema catch-all per eseguire mosse avanzate, risvegli e super. È stato davvero un grosso problema in Mortal Kombat 9 , ma in questo gioco, NetherRealm ha deciso di offrire ai giocatori più opzioni. Ora il sistema è frammentato in tre metri separati, il che significa che non devi mettere tutte le tue uova in un paniere se vuoi risparmiare per quel super attacco che cambia la marea.

C'è un misuratore per l'offesa (cioè gli attacchi potenziati), un misuratore per la difesa (cioè le fughe, come l'uscita da un gioco d'aria) e il Colpo fatale. Proprio come le Rage Arts di Tekken 7 , il Colpo fatale è in gioco solo se la salute del tuo personaggio è scesa a circa il 30%. Ti permette di colpire un super attacco, proprio come i raggi X dei giochi precedenti (solo non, sai, con il bit a raggi X), dove il danno raccapricciante ti fa chiedere perché facciamo Fatality in primo luogo. La falce di Noob Saibot ha appena attraversato il cranio e il cervello di quel ragazzo! Non recuperi da questo a meno che tu non sia Deadpool!

Le vittime sono tornate, però. Ogni combattente ne ha due, ad eccezione del boss finale Kronika, che ne ha uno davvero lungo. Questa volta sono più drammatici, e terminano in un primo piano d'azione in cui il tempo rallenta fino a strisciare mentre sangue e viscere spruzzano ovunque. I punti salienti appartengono sicuramente a Johnny Cage, che rompe la quarta parete in entrambi i casi. One Fatality gli fa strappare un avversario a metà attraverso la vita, tenerlo sollevato come un manichino, quindi fare un atto da ventriloquo completo di riflettori, gioco di parole terribile, folla che fischia e pomodori lanciati.

Ulteriori letture: spiegazione della cronologia di Mortal Kombat

Perché quando le Fatalities perdono il loro posto, abbiamo il gradito ritorno delle Brutality. Questi mini-Fatality non sono così cinematografici ma sono molto più divertenti da realizzare. Eseguendo la giusta combinazione di manovre (colpire una mossa tre volte in un round, non bloccare per l'intero round, tenere premuto il pulsante di attacco durante il colpo finale, premere determinati pulsanti durante la mossa, ecc.), la tua mossa speciale o lancio ucciderà visivamente il tuo avversario invece di metterlo KO.

Il gioco riporta anche Mercy, una reliquia dei tempi di Mortal Kombat 3 dove invece di colpire una Fatality, puoi permettere al tuo avversario di continuare con un po' di vita extra. Per quanto ne so, vale la pena usarlo solo per completare alcune brutalità ed è altrimenti completamente inutile.

Combattimento mortale introdotte variazioni, che ti hanno permesso di scegliere un pacchetto specifico di mosse e abilità speciali per il tuo personaggio scelto. Mortal Kombat 11 espande ulteriormente questa meccanica fornendo due varianti predefinite tra cui scegliere e la possibilità di personalizzare la propria. Puoi anche sbloccare costumi e pezzi di costume, permettendoti di mettere la tua impronta digitale sul tuo personaggio.

Ritorna anche la modalità storia di NetherRealm, un mix di combattimenti attraverso quattro partite per personaggio e filmati impressionanti. Alla fine di Combattimento mortale , Cassie Cage ha sconfitto Shinnok e Raiden ha aiutato a salvare il mondo. Ma l'avventura ha avvelenato l'anima di Raiden, trasformandolo in malvagio. Mortal Kombat 11 inizia con lui che tortura e decapita l'immortale Shinnok. Questo infastidisce Kronika, una divinità che controlla il tempo stesso. Sente che le azioni di Raiden sono un affronto a come dovrebbero essere le cose e trama per ricreare la linea temporale senza la sua esistenza. Una grande parte del suo piano è creare una spaccatura temporale che porta un sacco di Mortal Kombat II personaggi nel presente.

Ulteriori letture: La sanguinosa storia dello Scorpione di Mortal Kombat

Questo è un modo intelligente per riprodurre tutte le diverse varianti e tipi di costume, dato che il giovane e idiota Johnny Cage è molto diverso dal suo io più saggio e di mezza età. Con tutte le cose folli che sono successe in questo universo nel corso degli anni, l'unico giovane personaggio soddisfatto al 100% del modo in cui sono venute è Kano: 'Più di cinquant'anni e ancora uno squartatore!'

Se riesci a sopportare le sciocchezze della serie - e Dio sa che posso - la modalità storia è un vero spasso. Sfortunatamente, c'è un grosso svantaggio in tutto questo: Sonya Blade. Mentre Sonya stava bene negli ultimi giochi, questa volta è stata doppiata dalla star di UFC e WWE Ronda Rousey. Se segui la WWE come me, sai che la sua capacità di tagliare promo di wrestling è limitata nella migliore delle ipotesi, ma è in grado di abbandonare la linea occasionale ben fornita. Qui... non tanto. Ogni scena di Sonya è ridicolmente atroce.

Il resto del cast deve pronunciare battute serie sugli dei, i viaggi nel tempo e le anime rubate, e ce la fanno. Quindi Sonya apre la bocca e ti tira fuori completamente dal gioco. È particolarmente evidente alla fine della storia in cui ottiene quello che dovrebbe essere un momento totalmente tosto seguito da un po' di chiusura emotiva e tutto suona piatto e senza vita.

Al rialzo, la grafica è un vero piacere in questo gioco. Non solo i combattimenti hanno un bell'aspetto, ma le animazioni facciali sono completamente puntuali. Questo è il migliore Combattimento mortale ha mai guardato, il che potrebbe essere a tuo danno se vedere un primo piano di Baraka che mangia un cervello ti fa venire la nausea.

Ulteriori letture: perché Mortal Kombat è il film di videogiochi definitivo degli anni '90?

Gran parte del resto del gioco è il solito pacchetto di modalità. C'è Klassic Towers, che è una modalità arcade in cui puoi scegliere diverse quantità di avversari da combattere, completa di finali in cui possiamo vedere cosa farebbero i vari personaggi se avessero il controllo sulla storia stessa. Niente di diverso da come ingiustizia 2 giocato e per me va bene.

C'è anche la Challenge Towers, che ha perso il suo splendore in Mortal Kombat 11 . Questa volta, Challenge Towers esiste principalmente per macinare monete e sbloccare occasionalmente.

A proposito di sbloccabili, torna la Krypt. Ora, questo è un aspetto di Combattimento mortale che è diventato più inutilmente complicato da quando è stato creato nel Mortal Kombat: Alleanza Mortale . Era un modo semplice e divertente per sbloccare costumi, concept art e così via. Ma la modalità è diventata più elaborata da quei giorni al punto che la Krypt sembra stia diventando un gioco a sé stante. Anche il contenuto di ogni scrigno del tesoro è randomizzato, quindi incrocia le dita per ottenere quel fantastico costume di Erron Black che hai visto su YouTube.

Fortunatamente, Challenge Towers e Krypt non sono le parti più importanti del pacchetto. C'è ancora molto da amare sulle modalità principali e il motore avrà sicuramente le gambe per un altro anno circa fino a quando NetherRealm non si stancherà di rilasciare DLC e passerà al prossimo Ingiustizia gioco. O forse ne prenderemo un altro Mortal Kombat contro DC Universe gioco, questa volta basato sulla spedizione di Kronika con il Dr. Manhattan.

Gavin Jasper scrive per Den of Geek e non si stancherà mai delle introduzioni a tre righe in questi giochi. Leggi altri suoi articoli qui e seguilo su Twitter Gavin4L