Musica nel film: recensione della colonna sonora di Man Of Steel

È un BRRRMMMM? È un aereo? di Hans Zimmer Uomo d'Acciaio la colonna sonora è così rumorosa che probabilmente potrebbe essere scambiata per entrambe.

All'inizio non te ne accorgi: il film inizia con un delicato synth. Entrano degli ottoni, accompagnati da un cantante vagamente ultraterreno. Le corde ci portano via con rumori minacciosi e veloci.

Poi, accadono.



I tamburi. Tanti tamburi.

“Qualcun altro potrebbe chiedersi un giorno come suonerebbero 12 dei migliori batteristi del mondo che suonassero tutti contemporaneamente in uno spazio progettato per un'orchestra sinfonica, utilizzando non solo batterie rock, ma anche timpani e tamburi da campo. Ma una persona del genere probabilmente non sarebbe né incline (né in grado) a prendere il telefono e farlo accadere', scrive il co-produttore Peter Asher nelle note di copertina dell'album. 'Hans è l'unica persona che conosco che farebbe effettivamente quelle scommesse: e poi vincerebbe'.

Condivido tutto, tranne l'ultima parte. 12 batteristi che suonano? È certamente qualcosa. Tale è il livello dei batteristi che suonano i tamburi Uomo d'Acciaio la colonna sonora può essere divisa in due metà: le parti con la batteria e le parti in cui le tue orecchie si stanno riprendendo dalle parti con la batteria.

È un approccio molto alla Hans Zimmer per l'intero scenario, uno che purtroppo vede gran parte del Uomo d'Acciaio il punteggio scende in Cavaliere Oscuro territorio. Il film stesso è rumoroso, quasi opprimente nel suo implacabile scontro tra percussionisti. In tracce come Oil Rig puoi praticamente sentire Zack Snyder gridare 'Possiamo avere PI batteria?' prima di decidere di portare un enorme tamburo e far sbattere la testa a Superman e Zod a vicenda.

Fuori dal grande schermo, però, è un'altra questione. Ascolta attentamente e senti qualcosa di diverso: un accenno di John Williams.

Hans ha parlato molto di quanto abbia trovato intimidatorio lavorare su Uomo d'Acciaio dato lo status del tema originale di Williams. Il compositore ha prodotto un classico istantaneo con la sua quinta perfetta, una fanfara che porta con sé tutta la speranza e l'orgoglio americano di Copland. Uomo comune . Quella melodia è così iconica che il sottovalutato reboot di Bryan Singer, Il ritorno di Superman, ha semplicemente chiesto a John Ottman di aggiornare il lavoro di Williams. Il risultato è stato un nuovo ma vecchio omaggio/remix che ha ritoccato il primo tema, gli ha dato una mano di vernice acustica e ha persino trovato il tempo per inserire il tema di Krypton nei momenti romantici di Ottman.

Zimmer e Snyder, però, erano più ambiziosi. Volevano una pausa completa dal passato. Un nuovo inizio per un nuovo Superman.

Ma l'identità di Clark Kent deve ancora continuare. Proprio come i colori del costume, c'è una tradizione che deve, in una certa essenza, portare avanti. Come riesci a inventare un nuovo suono per Superman senza perdere il senso di chi sia il personaggio o di cosa rappresenti?

La risposta è arrivata nel trailer del film: due note, un salto ascendente su un pianoforte su sette semitoni. Un quinto perfetto. Per Zimmer, un uomo che ama le sue terze minori, è un enorme allontanamento dalla norma. In effetti, è andato e ha preso in prestito l'intervallo caratteristico di Williams, senza saperlo o no.

Le prossime due note? Un quarto, introducendo accenni di quell'atmosfera di Copland a cui Superman è sempre stato associato. Il tema cresce in sicurezza, scendendo a una terza maggiore fino a quando i salti diventano più grandi: una sesta, una settima e, infine, un'ottava intera, un climax commovente che cattura lo stesso senso di volo che Williams ha fatto tanti anni fa. Un tema principale con modulazioni semplici e suonato con i fiati? Questo non è Zimmer che fa le sue cose: questo è Zimmer che rende omaggio a Williams.

Come per dimostrarlo, qualcuno ha addirittura remixato i due temi insieme. Non è un caso che siano così ben assortiti:

Ecco qui. Nuovo tema. Vecchi valori. Lavoro fatto.

Zimmer rielabora persino quel tema in chiave minore per Se ami queste persone, usando i violini per guidare una triste interpretazione della firma svettante di Kal-El. Questo poi scala verso l'alto per combinarsi con il tema del generale Zod, un riff di archi minore discendente, per formare Terraformazione , un grande, epico momento d'azione.

Tutto ciò, sfortunatamente, può essere facilmente perso quando quei tamburi ritornano. Le crome punteggiate insolite si sovrappongono alle terzine per formare una serie estremamente complessa di scoppi e rimbombi. Preso separatamente dall'azione sullo schermo, inizi a notare le complessità sul display. Si scopre che ci sono tamburi, tamburi, tamburi e tamburi, non solo tamburi, come il film fa credere alle tue orecchie. In isolamento dal buffet di eccessi di Snyder, le percussioni sono così eccitanti che presto ti alzerai in piedi sull'autobus urlando “Rilascia la macchina del mondo”.

Ma proprio come ti fa apprezzare la trama ingannevolmente profonda della partitura, il CD rivela anche quanto sia simile. DNA, Addio figlio mio, l'ultimo di Krypton, morirai tu o lo farò io, lo troverò e altre tracce hanno tutte più di un accenno a Batman: mentre Zimmer ha creato un nuovo fantastico tema, il suo amore per i paesaggi sonori ambientali è difficile da scrollarsi di dosso. La Deluxe Edition della colonna sonora? Più o meno lo stesso, con il tema del generale Zod e arcadico offrendo 14 minuti interi di lavoro altamente familiare.

Aiuterebbe se per una volta abbassasse i toni del sintetizzatore e lasciasse intatto il suono della sua vera orchestra? Forse, ma il secondo disco della Deluxe Edition ti ricorda anche come Hans può essere pratico nel suo laboratorio di aiutanti e giocattoli: una traccia di 28 minuti soprannominata il suo 'Original Sketchbook' è essenzialmente mezz'ora di lui che gira manopole per provare fuori rumori diversi. Alza il volume con alcune cuffie accese ed è sorprendentemente assorbente, forse ancora di più se approfitti dell'app 'Z+' della Deluxe Edition per scaricarla in DTS Headphone: X Surround Sound.

La traccia di spicco dell'intera colonna sonora, però, è senza dubbio Terra . Un compagno di quel primo trailer (il culmine del disco uno, Cosa hai intenzione di fare quando non stai salvando il mondo? ), è una versione sorprendentemente delicata della melodia principale, una traccia guidata dal pianoforte che suona quasi come Carri di fuoco mescolato con più di un pizzico di chitarra pittoresca e celesta sintetizzata. Quei fastidiosi tamburi, nel frattempo, sono relegati da rumori stridenti a sottili battiti di sottofondo.

È una gloriosa dimostrazione di quanto sia emotivo Zimmer Uomo d'Acciaio il tema è; come il volto di Christopher Reeve presumibilmente inserito in un singolo fotogramma, è uno scorcio di John Williams trasmesso in streaming attraverso un obiettivo digitale. C'è anche un accenno al tema di Krypton nelle lunghe sospensioni prolungate della musica.

Al cinema, il nuovo suono pomposo di Superman non sempre impressiona, ma ascolta attentamente (in un suono surround a marchio DTS) e c'è grandezza da trovare nell'ultimo lavoro di Zimmer. È l'esempio definitivo di ciò che è meglio e peggio della prolifica produzione di Hans. A volte , Uomo d'Acciaio' il punteggio di s non è un BRRRMMM; è semplicemente bello. Dopotutto, chi ha bisogno di 12 batteristi quando puoi avere cinque semplici note?

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .