Natalie Portman: dopo Star Wars 'nessun regista voleva lavorare con me'

Dopo il suo superbo debutto in di Luc Besson Leone , quando aveva solo 13 anni, Natalie Portman ha attirato l'attenzione del team di casting di Star Wars. Così, è stata scritturata come Padme Amidala in George Lucas' Guerre stellari trilogia prequel, che inizia con La minaccia del Fantasma , e termina con 2005's La vendetta dei Sith .

Tuttavia, mentre i film hanno fatto un sacco di soldi, c'è stata una conseguenza per Portman, che è rimasta bloccata in quello che alla fine sembrava un ruolo piuttosto spietato. Parlando con Il newyorkese , ha rivelato che una volta Guerre stellari era uscito, “tutti pensavano che fossi un'attrice orribile. Ero nel film di maggior incasso del decennio e nessun regista voleva lavorare con me'.

L'uomo che è venuto in suo soccorso è stato il grande Mike Nichols, che l'ha scelta per la sua produzione teatrale del 2001 di il gabbiano .



Ma c'era di più. 'Mike ha scritto una lettera al [defunto regista] Anthony Minghella e ha detto 'mettila dentro' Montagna fredda , garantisco per lei'. E poi Anthony mi ha passato a Tom Tykwer, che mi ha passato ai Wachowski [che l'hanno scelta V For Vendetta ]'.

E Portman aveva parole più speciali per Mike Nichols. “Ho lavorato con Milos Forman qualche anno dopo. Ha detto 'Mike mi ha salvato. Ha scritto una lettera in modo che potessi ottenere asilo negli Stati Uniti.' L'ha fatto per 50 persone, e nessuno di noi si sente meno speciale'.

Il pezzo completo, in cui Portman e tutta una serie di altri nomi rendono omaggio a Mike Nichols, può essere trovato Qui .

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.