Nuovi mutanti pianificati come trilogia, incluso Mister Sinister

Arrivare questa settimana nei teatri fisici è I nuovi mutanti , l'ultimo X-Men film prodotto sotto i 20questoBanner Century Fox prima che la Disney acquistasse il suo studio rivale e assorbito tutte le sue proprietà del film , inclusi i franchise Marvel precedentemente opzionati da Fox.

Basato sui fumetti creati nel 1982 dallo scrittore Chris Claremont e l'artista Bob McLeod, I nuovi mutanti racconta la storia di cinque giovani mutanti (interpretati da Anya Taylor-Joy, Maisie Williams, Henry Zaga, Blu Hunt e Charlie Heaton), ognuno con i propri poteri. Sono tenuti in una struttura segreta contro la loro volontà e cercano un modo per fuggire, il tutto scoprendo l'estensione delle loro capacità.

Mentre I nuovi mutanti è tecnicamente uno spin-off del main di Fox X-Men film (l'ultimo dei quali, Fenice Oscura , arrivato l'anno scorso), il regista e co-sceneggiatore Josh Boone intendeva dargli un'atmosfera propria, in particolare quella di un film dell'orrore . Ma erano anche in corso piani per collegare la neonata squadra al più ampio universo degli X-Men attraverso l'antica tradizione della sequenza post-crediti.



Dal momento che il film è stato girato nel lontano 2017 e tenuto sullo scaffale mentre si svolgeva la fusione Disney/Fox, sono circolate voci su quale tipo di scena post-credit fosse stata pianificata. In un'intervista su Zoom con Den of Geek , Boone ci ha detto che una di queste voci - che Uomini pazzi star Jon Hamm si presenterebbe come il famigerato cattivo della Marvel Mister Sinister - non era affatto lontano dal bersaglio.

'Prima di conoscere la fusione, abbiamo sempre pianificato la nostra scena post-credit introducendo Mister Sinister', afferma Boone. “All'epoca, penso che lo studio avesse forse avuto una conversazione con Jon Hamm, o qualcosa del genere. Quindi, durante la produzione del film, mi dicevano: 'Oh, non posso più essere Mr. Sinister'. Non riesco nemmeno a ricordare la legalità o il motivo'. (Secondo quanto riferito era perché Mister Sinister sarebbe stato invece riproposto per il da-abbandonato Gambetto film .)

Boone ha detto che la sua scena post-crediti sostitutiva avrebbe invece caratterizzato Emmanuel de Costa, il padre di Roberto da Costa/Sunspot (interpretato in I nuovi mutanti di Zaga) e l'Hellfire Club in una sequenza che avrebbe dato vita a un secondo film come thriller su un'invasione aliena ambientato nel Brasile, nativo dei Da Costa. 'Ho avuto un paio di conversazioni con Antonio Banderas', dice su chi avrebbe potuto interpretare il padre di Sunspot.

Boone aggiunge che un terzo film sarebbe stato basato su Inferno , l'evento di fumetti crossover del 1989 che ha attraversato l'intera produzione dell'azienda, ma è stato principalmente presentato in Uncanny X-Men , I nuovi mutanti , X Factor , e altro X-Men -linee correlate. Secondo Boone, il film avrebbe finalmente riunito i Nuovi Mutanti e gli X-Men nella famosa trama di una guerra con le forze demoniache che escono dal Limbo per scatenare l'inferno sulla Terra.

“Sarebbe stato un crossover tra le nostre cose e X-Men usando tutto l'orrore demoniaco e satanico di Inferno ', spiega Boone. “Che era anche allora nel fumetto, totalmente incentrato in molti modi su Illyana (Rasputin, a.k.a. Magik, interpretato in I nuovi mutanti di Taylor-Joy), quindi funziona perfettamente per noi”.

Naturalmente, tutte quelle idee per a Nuovi mutanti trilogia sono ora apparentemente persi nell'inferno dello sviluppo: con l'acquisizione della Fox da parte della Disney, tutti i X-Men le proprietà in futuro cadranno sotto la direzione creativa dei Marvel Studios, che ha i suoi piani per come riavviare i mutanti e integrarli nel Marvel Cinematic Universe. Se vediamo il Nuovi mutanti personaggi di nuovo nel MCU, il film in uscita questa settimana è una specie di orfano – ironia della sorte, proprio come molti dei Nuovi Mutanti stessi.

Guarda di più questa settimana dalla nostra intervista con Josh Boone. I nuovi mutanti esce nelle sale questo venerdì (28 agosto).