Nicolas Cage: esaminando i suoi film direttamente in DVD

Questo articolo è stato aggiornato per includere sei nuovi film: Dog Eat Dog, The Trust, USS Indianapolis: Men Of Courage, Southern Fury, Army Of One e Vendetta: una storia d'amore .

Il primo film di Nicolas Cage che ho visto non era uno dei migliori. non lo era Cuore selvaggio , Alzare l'Arizona o anche ragazza della Valle . Era la commedia romantica di Cher, lunatico .

Mia madre, dopo aver appena attraversato un aspro divorzio, stava cercando di raccogliere l'ottimismo per ritrovare l'amore, e apparentemente questo implicava guardare un sacco di romanzi rosa in cui una versione idealizzata - o almeno intrinsecamente stravagante - dell'amore prevaleva sul noioso vecchia e incrollabile responsabilità.



lei guarderebbe Danza sporca tre o quattro volte al giorno, riavvolgendo inesorabilmente il finale e urlando a squarciagola. Una VHS di Boom delle nascite è stato consumato fino a quando il nastro ha assomigliato a un tipo di nylon grigio e fragile. Esito a immaginare cosa stesse proiettando con ripetute visioni di In mare , ma basti dire che l'area grigia del consenso retrospettivamente problematica di un film era in forte rotazione.

Ero rassegnato a guardarli con lei. Non c'era molto altro da fare in quei giorni e, in cambio di sopportare il ciclo infinito di True Love Totally Winning Out In 90 Minutes Or Less, mi avrebbe lasciato affittare qualunque cosa volessi guardare nel mio tempo libero . Strategia genitoriale terribile, devo ammetterlo: ero l'unico bambino di 7 anni nella mia scuola elementare del villaggio assonnato a scrivere notte di paura fan-fic – ma senza questo patto faustiano probabilmente non sarei seduto qui a chiacchierare con te di film oggi, quindi darò un passaggio alla vecchia ragazza.

La trama di lunatico , con la sua storia di vero amore che conquista tutto, è andato proprio sopra la mia testa di 9 anni. A quei tempi, non avrei potuto dare una scimmia se Cher vivesse felice e contenta con il suo ragazzo giocattolo interesse amoroso della panetteria locale o no, ma ciò che mi affascinava era l'attore che interpretava quel ragazzo giocattolo interesse amoroso - Mr Nicolas Cage .

C'era qualcosa di così epicamente strano in lui e nella sua performance; qualcosa di così inaspettato e inquietantemente rinfrescante. Poco prima di raggiungere la doppia cifra, ero ufficialmente un fan di Nicolas Cage, e sapevo da allora in poi che dovevo vedere tutto quello che c'era in lui.

Qualunque cosa.

Per un po' è stato facile. La maggior parte, se non tutti, i film in cui ha recitato erano intrinsecamente guardabili, e questo è stato prima che raggiungessimo il picco Cage nel 1995, dove ottenne un meritato Oscar per Lasciando Las Vegas e in qualche modo ha anche tirato fuori la tripletta d'azione di Con aria , La roccia e Faccia a faccia prima ancora che il 1997 fosse finito.

Ma poi c'era 8MM , e Snake Eyes , e Andato in sessanta secondi , e Mandolino del Capitano Corelli . Le ruote stavano uscendo dal carro di Cage e negli anni successivi ci sono stati solo pochi film su cui persino i fan di Cage sono stati in grado di concordare come effettivamente buoni - e immagino che potresti probabilmente nominarli usando solo il valore di una mano del tuo dita.

Nel 2009, è emerso che c'era una seria ragione finanziaria dietro le scelte cinematografiche di Cage. È stato riferito che aveva sperperato una fortuna di $ 150 milioni vivendo la vita alta e che le sue eccentricità - come fumetti costosi, cimeli di Elvis e teschi di dinosauri - non erano a buon mercato. Il fisco era alle calcagna per 13 milioni di dollari e gli angoli creativi stavano decisamente iniziando a essere tagliati. Ci siamo trovati in una nuova era di Cage, una da cui purtroppo non siamo ancora emersi.

Ora ho spulciato sedici dei film che ha realizzato nei sei anni (la maggior parte dei quali ha finalmente trovato la sua strada negli scaffali dei supermercati e nei bidoni degli affari) alla ricerca di una gemma...

trasgressione (2011)

IMDb – 5.3, pomodori marci – 10%

Joel Schumacher dirige Cage in questo vivace e generico thriller di 80 minuti di invasione domestica in cui interpreta un uomo d'affari che sta vivendo una vita elaborata e costosa a credito, all'insaputa dei ladri che prendono d'assalto la villa della sua famiglia presumendo che il contenuto della sua cassaforte possa essere il loro buono pasto. Le conseguenze di questo assalto portano a una resa dei conti tra personaggi disperati che hanno tutto – e niente – da perdere.

Questo è un film blu e arancione, impantanato nelle sabbie mobili di colore complementare del trasformatori epoca che Hollywood non ha ancora trovato del tutto il coraggio di abbandonare. Anche tesoro del deserto Fury Road trasportato con esso e in Trespass siamo bloccati con esso in un modo importante: durante la maggior parte delle scene, c'è una luce blu che brilla su un lato del viso dell'attore e un bagliore arancione sull'altro.

Il film stesso è diretto con competenza. Schumacher potrebbe averci regalato i Pipistrelli, ma è anche riuscito a regalarcelo Un tempo per uccidere , Tigerland e I ragazzi persi negli anni. Sa come mettere insieme un film, è solo che non c'è niente di particolarmente speciale in questo. Anche il nostro uomo Cage lo mantiene abbastanza basso per tutto il tempo, alzando brevemente il tono ma non raggiungendo mai nulla che si avvicini al tipo di sfumature apoplettiche e a scatti che conosciamo e amiamo.

Con il passare dei titoli di coda trasgressione , ho iniziato a preoccuparmi. E se... beh, e se fossero tutti così? Deludente, quasi istantaneamente dimenticabile, e senza gli spettacolari momenti di Cage che speri di essere lì per fare ancora un film che valga la pena guardare? Ho provato a spazzare via questa sensazione e sono andato al secondo film con il mento in alto.

Il terreno ghiacciato (2013)

IMDb – 6.4, pomodori marci – 61%

Questo debutto alla regia del kiwi Scott Walker ci viene presentato con una tavolozza di colori un po' troppo sul naso (fredda come l'inferno) e ha Cage che lo interpreta in modo pessimista e imparziale come un poliziotto di stato che è determinato a rintracciare il serial killer John Cusack in questo resoconto romanzato dei crimini commessi dall'assassino dell'Alaska Robert Hansen.

Il film ha due problemi principali. Il primo è il casting di Cusack come serial killer, che potrebbe aver funzionato bene se avesse deciso di fare qualcosa di particolarmente diverso in questo film da quello che fa normalmente. Così com'è, è solo una specie di, sai, lui, e quindi è difficile sospendere l'incredulità e accettare l'atrocità dei suoi crimini, nonostante sappia che sono accaduti davvero.

Il secondo problema è che il film, con tutte le buone intenzioni, vuole che il pubblico rivaluta il suo trattamento delle prostitute sottolineando che il motivo per cui questa ondata di crimini è andata avanti così a lungo è perché a nessuno importava delle donne coinvolti. Lo fa creando una relazione centrale tra Cage e una delle vittime fuggite di Hansen (Vanessa Hudgens), ma questo non si adatta mai del tutto al resto della trama della corsa contro il tempo o è incredibilmente Se7en -ish punteggio e ci ritroviamo con un film che è semplicemente ok.

Questo non era il film per calmare i miei nervi iniziali sulla qualità complessiva di quello che sarebbe successo, e mi sono ritrovato a dare un'occhiata nervosa alla pila di uscite di Cage ancora da guardare.

giustizia (2011)

IMDb – 6.2, pomodori marci – 27%

Conosciuto anche negli Stati Uniti come Cercando giustizia , questo thriller d'azione sorprendentemente guardabile di Specie il regista Roger Donaldson ha un cast di supporto molto decente che include Guy Pearce, January Jones e il pizzetto stranamente pettinato di Cage. Siamo mai andati in fondo al motivo per cui insiste nel cambiare il suo intero stile di capelli e barba per ogni film? Voglio davvero sapere se pensa che influisca davvero sulla sua prestazione.

Dopo che la moglie di Cage (Jones) viene violentata e data per morta, riceve un'offerta sorprendente da un misterioso sindacato di vigilanti che gli promettono la morte dell'uomo responsabile in cambio di un 'favore' in un secondo momento. Cage, nel suo dolore, coglie al volo l'opportunità, solo per pentirsene quando viene coinvolto in una cospirazione contorta occhio per occhio.

Visivamente, siamo solo timidi del verde Fincher qui e ci sono troppi angoli olandesi per comodità, ma il montaggio è stretto e abbiamo anche un po' di Fun Cage nei primi dieci minuti circa (anche se si è rapidamente spento come inizia la storia principale).

Nel complesso, mi è piaciuto guardare giustizia e direi che è uno dei più divertenti di questa lista. Non sarà un film che farà parte della tua collezione per le visioni ripetute, ma potresti fare di peggio che lanciarlo su Netflix alle 23:00 di venerdì sera.

Le mie speranze ora sono notevolmente aumentate, ho proseguito con il film successivo.

Rubato (2012)

IMDb – 5,5, pomodori marci – 16%

La gabbia si riunisce con Con aria il regista Simon West per quella che dovrebbe essere una schiacciata per i due, ma finisce per essere uno swing e una miss.

La trama riguarda Cage che si scontra con i poliziotti dopo una rapina in banca. Mentre lo trascinano in prigione per alcuni anni, la sua banda riesce a cavarsela senza problemi. L'ex complice Josh Lucas non è molto contento che Cage abbia abbandonato i suoi 10 milioni di dollari di bottino e vuole una quota ora che è un uomo libero, quindi rapisce sua figlia e la trattiene per un riscatto in cambio di ciò. C'è solo un problema: Cage ha bruciato i soldi e non ha nulla con cui contrattare.

Da dove iniziare con questo. sono un enorme Con aria fan ed è noto per essere un po' un apologeta occidentale in cima – difendendo defend La figlia del generale e il primo Tomb Raider film per tutti i loro difetti, ma su questo è difficile trovare grandi cose da dire.

C'è il punteggio di picco degli anni '90, che fa dug-uh-dug-uh-dug-uh-dug-uh-dug-uh così sai cosa succede (azione, famiglia), il marketing della cosa come Prese -tipo thriller che posiziona Cage come il Neeson del pezzo (è più una commedia d'azione e anche le parti della commedia sono più piatte di un pacchetto di prosciutto) e poi ... c'è Josh Lucas. Lucas sembra aver vagato sul set da un altro film . Forse un live-action Disney con protagonista un cane che parla? Non lo so, ma la sua interpretazione è così cartone animato e bizzarro, ci sono poche altre spiegazioni che hanno senso.

È solo un mucchio di strane decisioni che ci lasciano in un torrente di merda senza nemmeno la pagaia di un'esibizione decente di Cage per aiutarci a guidarci a casa. Discutibile.

Tokarev (2014)

IMDb – 5, pomodori marci – 14%

Tokarev è un racconto abbastanza scialbo e cupo. Si dice che Cage avesse visto lo sforzo precedente del regista, Carne al neon , ed era diventato così innamorato di esso che ha perseguito un ruolo in Tokarev piuttosto categoricamente, ma non avendo visto Carne al neon è un po' difficile capire perché – non c'è nulla all'interno dei confini del film che suggerisca che alla fine ci ritroveremo con qualcosa di eccezionale.

Il film vede l'uomo del momento che ha rinunciato a una vita criminale dopo un'imboscata a un mafioso russo che lo trova portando a casa un enorme punteggio (e la pistola Tokarev del mafioso, che tiene come souvenir). Vivendo una vita pacifica con sua moglie e sua figlia, il suo mondo viene sconvolto quando sua figlia viene tesa un'imboscata da cattivi nella casa di famiglia e uccisa - con una pistola Tokarev. Cage parte per una follia di omicidi e mutilazioni con il suo vecchio equipaggio, determinato a trovare i russi responsabili della morte di sua figlia, e probabilmente non ho bisogno di inserire un avviso spoiler qui per dirti che c'è una tragica svolta in arrivo nel finale minuti. Tokarev , che originariamente era chiamato Rabbia , potrebbe anche essere stato ribattezzato 'Cechov'.

Otteniamo alcuni scorci di Cage fuori dalla catena durante i 90 minuti di durata del film, ma il problema principale qui – e con la maggior parte dei film in questa lista – è che sembra che sia solo un attore mediocre che esegue una sceneggiatura dopo l'altra. un altro con niente di eccezionale da offrire, e questo è molto scoraggiante.

Lasciato indietro (2014)

IMDb – 3.1, pomodori marci – 2%

Un remake del primo di una serie di film cristiani sul rapimento dai primi doveri, Lasciato indietro è la decisione di carriera più sconcertante che Cage abbia preso finora. Sei immediatamente su un terreno pericoloso quando fai un film religioso, ma rifarne uno davvero brutto – e farlo finire in qualche modo peggio – è andare in cerca di guai.

Imballato da una parete all'altra con terribili riprese, effetti speciali dolorosi e a malapena a racimolare energia sufficiente per soddisfare le esigenze di un dramma fatto per la TV standard, il Lasciato indietro remake riesce a non essere un vero miglioramento rispetto all'originale.

Cage interpreta il pilota di linea Rayford Steele (un nome di personaggio così snervante che Jackie Collins l'avrebbe scartato considerando i nomi di un miliardario furbo e giocherellone), che è un peccatore (sta cercando di tradire sua moglie per qualche motivo ) quindi viene LASCIATO INDIETRO durante il rapimento, che porta tutti i veri credenti su in paradiso e lascia noi spazzatura laggiù ad affrontare l'apocalisse con solo la nostra bussola morale atea e un po' di fuoco CGI per tenerci al caldo durante la fine dei giorni .

E questo è tutto quello che c'è. I personaggi hanno alcune chiacchiere superficiali sulla fede e su cosa potrebbe significare, ma nel complesso non c'è nulla di sostanziale per tenerci impegnati e Cage potrebbe anche non essere lì - avrebbe potuto essere facilmente sostituito con qualsiasi altro attore.

Se ti stai avvicinando al bancone con una copia di questo film, o se stai pensando di aggiungerlo alla tua coda di Netflix, ti esorto ad assicurarti che sia LASCIATO INDIETRO.

Emarginato (2014)

IMDb – 4.6, Pomodori marci – 6%

Finalmente un po' di tregua. Emarginato è un film terribile; diretto (male) da uno stuntman, pieno di azione quasi inguardabile e così desideroso di appropriarsi culturalmente dell'inferno della sua ambientazione cinese del 12° secolo che si dimentica completamente anche solo di provare a fingere il contrario.

Questo è tutto ciò che speravo. Posso salire a bordo con un film così orribile che provoca risate dove viene voglia di lacrime. Quel tipo di esperienza è almeno preferibile a qualcosa di completamente noioso e senza vita.

Hayden Christensen è la star qui (pensavo che l'avessimo reso illegale, ma l'ho cercato ed è ancora in qualche modo tutto a posto - per favore scrivi al tuo funzionario eletto al riguardo non appena puoi trovare il tempo) e decide di tira i dadi e scegli un accento inglese costante, ma emerge da qualche parte tra un irlandese leggero e un pesante di Liverpool.

Rendendosi conto che ora ha l'accento fino al collo e continuando, si abbassa sul suo sguardo permanentemente lobotomizzato e fa del suo meglio per interpretare un crociato senza scrupoli e decaduto chiamato Jacob che finisce in Cina per ragioni sconosciute, e che viene coinvolto nella difficile situazione di un giovane erede al trono cinese che è stato istituito dal fratello maggiore e molto più violento.

Cage appare nella scena iniziale prima di scomparire per un'ora, dandoci solo un assaggio della magnificenza a venire. Girato quasi interamente in angoli olandesi, appare in Emarginato come un fratello maggiore a Christensen prima che le due strade si separino e si avvia per diventare un famigerato vigilante chiamato The White Ghost, o 'il woyt gawst' come lo pronuncia. Sì, si scopre che Cage proverà anche un accento inglese di merluzzo e, oh, che cosa è sentire. 'Oi aym il woyt gawst!' urla in una scena in cui si gratta anche la barba con un serpente vivo. Sorprendente.

Tutto ciò che riguarda la sua interpretazione è così straordinariamente distratto - incluso socchiudere un occhio per molto tempo per indicare che ha perso un occhio in passato, invece di indossare una benda - che non posso fare a meno di dare al film due pollici in su per il suo pura ridicolaggine.

Gabbia Premium.

Morire di luce (2014)

IMDb – 4.4, pomodori marci – 9%

Morire di luce è una faccenda molto strana.

Cage interpreta un agente della CIA che soffre di demenza temporale frontale e quindi dovrà rinunciare alla sua missione di una vita per trovare il terrorista che lo ha torturato in Africa 22 anni fa. Tranne che non lo farà; arrendersi non è un'opzione, e presto ha il rookie Anton Yelchin insieme per la corsa per regolare i conti una volta per tutte. Questo è stato il primo film in cui ho visto Yelchin dalla sua tragica e prematura morte, e quindi è stato successivamente un orologio molto duro ogni volta che era sullo schermo.

È una configurazione interessante perché i sintomi della demenza, come esplosioni improvvise e comportamento inappropriato, danno a Cage la licenza di andare completamente con le palle al muro, ma la performance che si esibisce è in realtà enormemente sottovalutata. È una scelta che ha fatto come attore perché ovviamente voleva prendere sul serio la malattia, ma in un certo senso ci priva del tipo di cose che ci saremmo aspettati.

Il film, così com'è, è un disastro. Direttore Paul Schrader ( Hardcore , Gigolò americano ) l'ha rinnegato dopo che i sostenitori si sono infuriati per il fatto che avesse prodotto qualcosa sulla falsariga di un racconto introspettivo sull'insignificanza della vendetta invece del generico thriller di spionaggio che gli era stato promesso, e il film è stato successivamente rimontato senza di lui. Quello che ci rimane è un interessante pasticcio di approcci che avrebbero potuto essere qualcosa di più della somma delle loro parti, ma purtroppo non hanno avuto alcuna possibilità quando è stato prodotto un taglio finale.

Paga il fantasma (2015)

IMDb – 5.2, Pomodori Marci – 11%

Non avevo visto un trailer o letto nulla a riguardo Paga il fantasma prima di guardarlo, quindi sono rimasto sorpreso di scoprire che era un semplice film horror soprannaturale. I principali dilettanti di Cage con il genere sono gli scandalosamente cattivi uomo di vimini remake (probabilmente non abbiamo bisogno di rivedere le api in questa fase) che aveva al timone l'allora lodato Neil LaBute, e il sottovalutato La stagione della strega – ma per quanto ne so non ha mai firmato per un horror come questo.

Paga il fantasma vede il professore universitario Cage perdere suo figlio durante un carnevale di Halloween e segue i suoi sforzi per riprenderlo dal fantasma che lo ha rapito - una giovane vedova del 1600 che è stata bruciata viva dopo essere stata sospettata di stregoneria e ora ruba i bambini vivi dai loro genitori ogni Halloween.

I tropi sono tutti presenti e logori mentre ci facciamo strada attraverso il racconto trito e ritrito del film: le cose si muovono da sole, si hanno visioni, i senzatetto hanno un'importante esposizione da offrire, i personaggi sono posseduti per portare avanti la trama e viene chiamato un inquietante sensitivo investigare. Purtroppo, il tutto non è all'altezza di qualcosa come quello di James Wan Insidioso o anche sotto la media Mamma e ti sentirai derubato anche se non sei un fan del genere, e non riesco a immaginare perché né Cage né il regista Uli Edel ( Il Complesso Baader Meinhof , Ultima uscita per Brooklyn ) si è iscritto per primo.

Il corridore (2015)

IMDb – 4.6, Pomodori marci – 27%

La maggior parte dei film in questa lista sono stati girati a New Orleans e anche quest'ultimo lo è. Non so quale sia l'accordo con le agevolazioni fiscali in quella località, ma Cage sembra ovviamente felice di stare lì per lunghi periodi. So che ogni volta che guardo uno dei suoi film dopo questo, 'New Orleans' sarà sulla cartella del bingo - possibilmente nel quadrato centrale - ma sembra improbabile che qualcuno di loro raggiunga il limite massimo di Cattivo tenente .

Il film, così com'è, è una faccenda leggera. Cage è un politico che cerca di far pace con la gente del posto a Narlins dopo che la fuoriuscita di petrolio della BP ha distrutto i loro mezzi di sussistenza. Sfortunatamente, la sua debolezza per alcuni vizi è stata trascinata nella coscienza pubblica e si ritrova a perdere la sua vita apparentemente idilliaca per il vento. Cosa farà dopo? Bene, a differenza di Anthony Weiner – su cui questa storia è chiaramente basata – farà del suo meglio per fare ammenda.

Il regista Austin Stark ha optato per un look sbiancato con Il corridore e si basa molto sul lavoro della fotocamera portatile in tutto. Mischiare lunghe scene di dialoghi girate in cam traballante con inquadrature dell'oceano che ondeggia mi ha lasciato un po' di nausea, il che andrebbe bene se stessi guardando un po' di horror tipo IT CAME FROM THE SEA, ma per un dramma politico è meno di ideale.

Dei dieci film che ho visto, questo è stato di gran lunga quello con la migliore interpretazione centrale di Cage. Dal momento che è il più recente, questo mi dà una piccola speranza per il futuro. Sta anche cercando la sua età qui, il che non è una brutta cosa.

Il film va bene, ma come tanti altri è solo vagamente coinvolgente e praticamente dimenticabile all'istante.

Cane mangia cane (2016)

IMDb – 4.7, Pomodori marci – 46%

Girato in circa 35 giorni in Ohio durante le ultime fasi del 2015, Cane mangia cane è un film abbastanza sgradevole e inesorabilmente antipatico del regista Paul Schrader ( Persone gatto, messa a fuoco automatica ) che ha rinnegato l'ultimo film che ha fatto con Nicolas Cage ( Morire di luce – altrove in questa lista), ma ovviamente non ha lasciato che quell'esperienza lo dissuadesse dal dare un altro punt alla loro partnership.

La trama di base è qualcosa che probabilmente puoi vedere fino alla sua inevitabile conclusione nella tua mente in questo momento. Troy (Cage) è una mente criminale, il suo amico Diesel sta perdendo interesse per la vita legale e per quanto riguarda il loro altro amico Mad Dog? Bene, l'indizio è nel nome lì; ha completamente perso la trama. Tutti e tre gli uomini sono a un passo da una vita in galera, ma decidono di mettere a segno un'ultima rapina insieme: è l'ultimo giorno di paga o il fallimento per questi tizi.

Anche se il film in sé è un lavoro ingrato ed è probabile che tu sia sollevato quando è finito – nessuno dei personaggi è persone con cui potresti mai scaldarti e anche il dialogo tra loro è un posticipo – ci sono alcuni scorci sul talento che Schrader ha dietro la macchina da presa quando ci pensa. Una delle prime scene con Mad Dog (Willem Dafoe) che lo vede caricarsi di droghe e fissare il suo riflesso nello specchio, sghignazzando e ghignando per quello che sembra per sempre, mi ha fatto chiedere se il regista potrebbe avere ancora un film davvero eccezionale in lui.

Non è questo, anche se ti verrebbe perdonato il pensiero che potrebbe avere le parole chiave della trama di IMDb, che includono 'scena in bianco e nero', 'trascinato da un'auto', 'riferimento a Taylor Swift' e 'portare un cadavere'. '. Tutte queste cose dovrebbero creare un orologio piuttosto divertente, ma purtroppo in questo caso non lo fanno.

USS Indianapolis: uomini di coraggio (2016)

IMDb – 5.1, pomodori marci – 9%

L'affondamento della USS Indianapolis ha portato alla più grande perdita di vite umane in mare nella storia della Marina degli Stati Uniti. 300 uomini affondarono con la nave quando fu silurata dai giapponesi durante la seconda guerra mondiale e quasi 600 morirono galleggiando nell'acqua in attesa dell'arrivo dei soccorsi.

Mario Van Peebles ( Nuovo Jack City, Baadassss! ) forse non è il primo regista che potresti immaginare possa farsi avanti per dirigere una drammatica rivisitazione di questa tragica storia, ma eccoci qui. Van Peebles ha scelto Cage come sua star, e interpreta il capitano della nave Charles McVay, che in seguito è stato processato dalla corte marziale per la sua parte nell'incidente e si è suicidato nei suoi ultimi anni, distrutto dal senso di colpa per cose che erano principalmente fuori dal suo controllo.

C'è una grave mancanza di denaro qui, e la prima metà del film è piena zeppa di prefigurazioni imbarazzanti, l'obbligo di indossare la maglietta rossa degli ufficiali e scarsi effetti speciali. Una performance prevedibilmente fuori dal comune di Tom Sizemore è spesso l'unica cosa che attira il nostro interesse mentre il film taglia tra la costruzione dei suoi personaggi leggermente scritti e l'indicazione dell'inquietante approccio della battaglia verso il punto centrale.

Spazzando via gli errori di fatto in USS Indianapolis: uomini di coraggio – e ce ne sono molti – il film è anche meno cinematografico di quanto ti aspetteresti e spesso si appoggia al territorio dei film per la TV, specialmente durante le scene interne, il che andrebbe bene se non avesse una durata di 130 minuti.

Anche una performance poco brillante di Cage non aiuta, ma se riesci a far fronte a tutti i suoi difetti e sei un fan dei film di guerra storici, probabilmente ti andrà bene un pomeriggio, purché non te lo aspetti troppo.

L'esercito di uno (2016 )

IMDb – 5.0, pomodori marci – 27%

Larry Charles si è costruito una vita decente producendo programmi TV negli ultimi 25 anni circa. Cose tipo Seinfeld, frena il tuo entusiasmo e Entourage ha aiutato la sua carriera ad andare avanti bene, ma i film che ha diretto lui stesso sono stati un po' incostanti, e la trilogia che ha diretto per Sacha Baron Cohen sotto forma di Borat, Bruno e Il dittatore o era la tua tazza di tè o non lo era.

L'anno scorso ha messo fuori L'esercito di uno , la storia sostanzialmente vera di Gary Faulkner, un tuttofare disoccupato che crede che Dio voglia che dia la caccia a Osama bin Laden in Pakistan. Nella versione cinematografica di questa storia di vita reale, Cage interpreta Faulkner (con tanto di voce bizzarra che l'uomo reale non ha) e Russell Brand interpreta Dio (o meglio, Russell Brand interpreta Russell Brand come Dio).

L'esercito di uno avrebbe potuto essere una grande commedia, se le risate ci fossero state davvero. È diretto con competenza e tutti sembrano fare del loro meglio con questa storia divertente, ma è tutto ciò che il film finisce per essere mentre fluttua: semplicemente divertente.

La performance di Cage, tuttavia, è sicuramente la cosa principale che vale la pena guardare. Ci va davvero.

La fiducia (2016)

IMDb – 5.4, Pomodori Marci – 61%

Nonostante il titolo piuttosto poco entusiasmante, il punteggio più alto di Rotten Tomatoes conferito La fiducia è un buon indicatore di quanto questo film sia migliore di tutti gli altri nella lista.

Questo liscio debutto alla regia dei fratelli Alex e Ben Brewer è anche eccezionalmente ben montato da Lauren Connolly ( Il ceppo, i maestri del sesso, i capi orribili ), e tutti dovrebbero essere orgogliosi del film che senza dubbio hanno dovuto realizzare con un budget piuttosto basso.

Nel La fiducia, Il sergente David Waters (Cage) e il tenente Jim Stone (Elijah Wood) lavorano entrambi in un'unità di gestione delle prove di Las Vegas e, mentre lottano per sbarcare il lunario, Waters escogita un piano per mettere a segno una rapina facile sulla base delle prove che lui raschiature da file di casi che coinvolgono uno spacciatore locale. Approfondire ulteriormente la trama in questa fase rovinerebbe alcuni dei suoi momenti migliori, quindi mi asterrò, ma basti dire che le cose non vanno così bene come i due uomini presumono che andranno.

L'inizio eccentrico del film si sposta abilmente in un tono più serio, e non passò molto tempo prima che il mio cuore mi battesse nelle orecchie. Elijah Wood è in ottima forma nei panni di Stone, e Cage è abbastanza matto senza esagerare nel ruolo, quindi l'intero film trova un tono uniforme e competente lungo la strada.

A volte estremamente teso e alla fine molto soddisfacente, lo guarderei di nuovo in un baleno. Consigliato.

Vendetta: una storia d'amore (2017)

IMDb – N/A, Pomodori Marci – N/A

Cage interpreta l'agente di polizia John Dromoor in questo adattamento frettolosamente ribattezzato della novella di Joyce Carol Oates Stupro: una storia d'amore .

Dopo un incontro casuale con una bella madre single bionda (Anna Hutchison - La capanna nel bosco ) in un bar lascia un'impressione su di lui, Cage è devastato nel trovarla in seguito violentata e data per morta con la sua giovane figlia, che era presente durante il terribile evento. In cerca di giustizia (e vendetta) dopo che i tribunali non riescono a perseguire adeguatamente gli uomini responsabili del crimine, l'ex veterano della Guerra del Golfo decide di prendere in mano la situazione.

Nella novella originale di Oates, il passato di Dromoor viene esplorato in modo più dettagliato, ma in Vendetta: una storia d'amore né il suo passato militare né il suo crescente legame con la bambina sono completamente sviluppati, tirando alcuni pugni seri da quello che dovrebbe essere un soddisfacente epilogo. Perché, in questo caso, Dromoor mette tutto in gioco per diventare un vigilante completo? Non lo sappiamo veramente come spettatori, nonostante sentiamo che potremmo prendere la stessa decisione.

Cage va bene (se sottovalutato) nei panni di Dromoor, e alcune scene extra potrebbero aver reso questo un solido sforzo da stuntman diventato regista Johnny Martin, ma come si erge il taglio finale, la narrazione manca di uno strato essenziale necessario per tirare su il film dove dovrebbe essere, e l'intera faccenda si interrompe.

Southern Fury, alias Arsenal (2017)

IMDb – 4.0, Pomodori Marci – 4%

Ritorna Steven C. Miller. Il regista ne ha prodotti alcuni direttamente su DVD film ora, ma questa è la sua prima volta che lavora con Cage e lo lascia davvero andare fuori dalla catena.

Adrian Grenier ( Entourage ) è la star qui, interpretando un giovane rispettoso della legge il cui fratello maggiore (Johnathon Shaech) non riesce proprio a stare fuori dai guai. Dopo che Shaech è stato rapito e tenuto in ostaggio dal capo dei cattivi locali (Nicolas Cage), Grenier deve mettere da parte la sua vita per sbarazzarsi una volta per tutte di questa minaccia drogata, in modo che lui e suo fratello possano tornare a giocare a baseball, bere qualche birra e tutte quelle cose belle e salutari.

Dopo aver completato predoni con Grenier e Shaech, Miller sembra essere uscito subito da quel set e su questo. Non è un gran bel film, ma Cage – completo di esilarante parrucca e naso finti – porta abbastanza follia sul tavolo da rendere le sue scene degne di essere guardate. Potresti voler mandare avanti velocemente il resto, però.

Steven C. Miller ha un altro film in DVD uscito quest'anno, dove tornerà ancora una volta nell'affettuoso abbraccio del signor Bruce Willis, quindi senza dubbio ti aggiorneremo su come andrà.

Fino ad allora, rimetti il ​​coniglio nella scatola.

Segui il nostro Feed di Twitter per notizie più veloci e brutti scherzi proprio qui . e sii nostro amico di Facebook qui .

Autore

Rick Morton Patel è un attivista locale di 34 anni a cui piace guardare i cofanetti, le passeggiate e il teatro. È intelligente e brillante, ma può anche essere molto instabile e un po' impaziente.

Lui è francese. È laureato in filosofia, politica ed economia.

Fisicamente, Rick è in buona forma.