Noomi Rapace sul lasciarsi alle spalle la ragazza con il tatuaggio del drago

Se Guerre stellari ci ha insegnato qualcosa, è il fatto che nessuno vuole che la fine arrivi a qualcosa che ama. Quindi non avrebbe dovuto essere una sorpresa quando alla fine sono stati scritti più libri nel mondo della serie Millennium (aka La ragazza con il tatuaggio del drago /Lisbeth Salander) di Stieg Larsson, anche se l'autore è deceduto nel 2004. Non è una novità nel mondo dell'editoria, e anche la morte di Larsson è avvenuta prima che i libri originali fossero ufficialmente rilasciati. Tuttavia, non capita tutti i giorni di parlare con la persona che ha incarnato il personaggio principale di una serie così iconica.

Noomi Rapace ha dato il via all'originale La ragazza con il tatuaggio del drago film (sebbene ne affermi ancora il titolo svedese, Uomini che odiano le donne , è un milione di volte migliore) per quella che è diventata una trilogia completa di film, girati e distribuiti nella nativa Svezia dell'autore. Rapace, che molti ora conoscono dai suoi ruoli in Sherlock Holmes , Prometeo , e La caduta -ha interpretato l'eroina dei film, Lisbeth Salander. Durante la nostra intervista con Noomi sul suo nuovo film, Cosa è successo a lunedì, ci siamo chiesti se fosse interessata a continuare il ruolo di Lisbeth Salander dal momento che i nuovi romanzi sono stati scritti da David Lagercrantz.

'No. Ho finito', ha detto Rapace con sicurezza. “Con tutto quello che ho fatto, quando ho finito, ho finito. Vado avanti e non mi piace ripetermi. Sai, quando ho fatto Stieg Larsson, ho fatto i libri che ha scritto lui stesso. Ci sono stato molto vicino, e mi ha tolto una grossa fetta della mia vita e del mio cuore. Ho vissuto quel personaggio per un paio d'anni e quando l'ho lasciata è stato un po' traumatico. Stavo vomitando e per due settimane; Andavo in giro come uno zombie, sentendomi intrappolato tra Lisbeth Salander e Noomi. Quindi, quando l'ho lasciata, l'ho lasciata per sempre'.



E quando si tratta dei pensieri dell'attore sulla continuazione della serie nel suo insieme, si è sentito lo stesso sentimento. “Non ho letto nessuno dei nuovi. Per me, la sua voce era così forte ed era quello con cui mi sono connesso. Tocca agli altri se vogliono tenerlo in vita, ma ho finito, l'ho superato'.

Personalmente, sono contento che quella porta sia chiusa nella mente di Noomi. Lascia solo aperta l'opportunità per cose nuove ed eccitanti da lei in futuro. Avremo il resto della nostra intervista con Noomi riguardo a Cosa è successo a lunedì Presto disponibile. Il film sarà distribuito da Netflix il 18 agosto, quindi tieni gli occhi aperti.

Leggi e scarica l'intero Den of Geek Special Edition Special rivista qui!