Outlander Stagione 3 Episodio 3 Recensione: Tutti i debiti pagati

Questa recensione di Outlander contiene spoiler.

Outlander Stagione 3, Episodio 3

Questo è il terzo episodio di fila che vede Claire e Jamie vivere vite separate, ma è il primo che cattura veramente quanta vita vivranno e sopporteranno l'uno senza l'altro.

È la trama di Claire che colpisce particolarmente bene questo punto, poiché vediamo la sua vita andare avanti monotona per molto più tempo di quella di Jamie (almeno finora nella narrazione). Sì, ci sono momenti di felicità – Brianna, così come il lavoro di Claire come chirurgo – ma, almeno in questo episodio, il suo tempo lontano da Jamie è principalmente caratterizzato dalla sua relazione triste e frustrante con Frank.



La fine dell'episodio della scorsa settimana ha visto Frank e Claire dormire in letti diversi, ma otto anni dopo, le loro vite romantiche sono completamente separate. Quando Claire invita Frank a vedere un film, lui le dice che l'ha già visto, con qualcun altro.

Frank è andato avanti, non dalla sua collaborazione con Claire come genitore di Brianna, ma dalla loro collaborazione come marito e moglie. Quando la ragazza di Frank si presenta alla festa di laurea di Claire (in una mossa da cazzo di Frank), le cose precipitano. Claire offre a Frank il divorzio, ma lui rifiuta l'idea. Non si fida che Claire mantenga la sua promessa che rimarrà un genitore alla pari nella vita di Brianna, il che è dannatamente crudele. Claire non ha mai mentito a Frank, anche quando lui avrebbe voluto che lo facesse.

Mentre Bree è solo un personaggio alla periferia per questo episodio, è chiaro che preferisce suo padre a sua madre. Vuole stare con Frank invece di partecipare alla cena di laurea di Claire e, più tardi, dopo che Bree si è laureata e Frank ha annunciato che vuole il divorzio, è sicuro che Brianna vorrà trasferirsi con lui in Inghilterra. Frank implica che è perché Claire è sempre stata 'lontana', che è il codice per 'ha osato avere ambizioni al di fuori del tuo ruolo di moglie e/o madre'.

Questa famiglia potrebbe avere amore, legati insieme dall'adorazione di Frank e Claire per la loro figlia, ma, alla fine del matrimonio di Claire e Frank, i due sono amareggiati, spossati e lontani dal loro lato migliore. È un peccato che non siano mai stati in grado di elaborare un'amicizia più duratura dopo che la loro storia d'amore è fallita, ma suppongo che queste siano le interruzioni in una storia d'amore complicata come questa. Claire non è mai stata in grado di lasciare andare Jamie, specialmente con Brianna lì come costante promemoria, e Frank non è mai stato disposto a vivere con solo una parte dell'amore e dell'affetto di Claire.

Tuttavia, quando Frank muore inaspettatamente in un incidente d'auto, è una tragedia per molti versi. È una tragedia per Frank, che stava per rompere con il suo matrimonio senza amore e cercare di vivere la vita al massimo. È una tragedia per Claire, che una volta era innamorata di Frank e lo ha amato in qualche modo molto tempo dopo. È una tragedia per Brianna, anche se non vediamo la sua reazione qui, che perde il padre che adorava molto prima di quanto avrebbe dovuto.

È una tragedia anche per noi spettatori. Sebbene Frank possa essere tornato, data la tempestività di questa narrazione, il suo ruolo in questa storia è in gran parte finito ed è difficile vederlo andare via. È stato con noi fin dall'inizio. Anche lui ha amato Claire. Ha combattuto per lei, anche se alla fine non l'ha scelto.

Non sto dicendo che Frank non fosse a volte un personaggio frustrante, ma era, tutto sommato, un brav'uomo. lo amo straniero non ha mai fatto la scelta pigra di trasformarlo nel cattivo, come il suo antenato. Sembra una storia molto più realistica e interessante. Frank era un buon padre, anche se non è sempre stato un buon marito, e non meritava di morire prima di avere la possibilità di essere veramente felice.

Nel frattempo, nella Scozia del XVIII secolo...

Per la terza settimana consecutiva, la trama di Jamie è molto più limitata nel tempo rispetto a quella di Claire. Questa settimana lo seguiamo durante la sua incarcerazione nella prigione di Ardsmuir, dove è rimasto per sei anni, a seguito degli eventi dell'episodio della scorsa settimana.

Ardsmuir è rude, ma per Jamie è più facile della maggior parte degli altri prigionieri (tra cui un Murtagh malato, ma vivo!). Gli altri si affidano a lui per la leadership e lui negozia sempre per loro. Quando il maggiore John Grey, l'inglese a cui Jamie ha risparmiato la vita quando aveva solo 16 anni, assume la direzione della prigione, i due stringono una fragile amicizia.

È difficile andare oltre la relazione tra Jamie e Grey. Dopotutto, c'è un terribile squilibrio di potere. Gray può essere un brav'uomo, ma ciò non cancella il fatto che è anche un Redcoat che presiede a uomini che sono essenzialmente prigionieri di guerra. Questo è senza dubbio il motivo per cui, quando Gray chiede a Jamie di tradurre le divagazioni gaelico/francese di un uomo morente che potrebbe conoscere la posizione di un po' d'oro nascosto, Jamie all'inizio rifiuta. È un prigioniero, non un traduttore.

Quando Gray insiste, Jamie negozia una medicina per Murtagh e ascolta le divagazioni dell'uomo morente sull'oro e su una strega bianca che è collegata ai Mackenzie. Jamie inizia a chiedersi se la Strega Bianca in questione sia Claire e organizza una fuga per controllare la posizione che l'uomo morente gli ha dato. Trova un gioiello, che consegna volentieri a Gray per confermare la sua storia. Dopotutto, non era quello che stava cercando. Dopo tutto questo tempo, non aveva rinunciato a Claire. Fino ad ora, sembra.

Le scappatelle fuori dal campus e il successivo ritorno segnano un punto di svolta nella relazione Jamie/Grey. Legano durante la cena e i loro amori perduti. Per Jamie, quella è Claire, ovviamente, una donna che Gray non solo ha incontrato una volta, ma a cui ha dato il sopravvento quando pensava che Jamie potesse ucciderla o violentarla. Questo ha sempre affezionato Jamie a Grey.

Per Grey, l'amore perduto in questione era l'uomo che amava ed è morto. Dice a Jamie che non è stato nemmeno in grado di dire un addio adeguato, poiché suo fratello era lì e lo ha trascinato via. È una storia triste e sconfitta e, in questo modo, sembra un tema parallelo alla dinamica Claire/Frank nell'episodio. Come Claire, il compagno di conversazione di Jamie merita di meglio.

Sfortunatamente, la relazione sullo schermo tra Jamie e Gray sembra affrettata, specialmente rispetto alla relazione principale di Claire in questo episodio – quella tra lei e Frank, che è stata costruita in modo così meticoloso, dalla stagione 1. Hanno alcune cene insieme, mostra una seria tensione sessuale (la scena in cui Jamie tiene Gray puntato la spada?!) e, alla fine, litiga per le avance di Grey.

Sebbene non sia esplicitamente dichiarato nell'episodio, la reazione minacciosa di Jamie al tentativo di intimità fisica di Grey (gli afferra la mano) non è una risposta omofobica, ma piuttosto il risultato del trauma irrisolto di Jamie. Non dimentichiamo mai che Jamie è stato violentato da un ufficiale della Giubba Rossa, Black Jack Randall, che ha usato la sua posizione di potere sul prigioniero Jamie per violentarlo. È un peccato, anche se comprensibile, che Jamie non sia in grado di articolare nulla di tutto questo con Grey. Come soldato idealista, Gray è senza dubbio ignaro delle ramificazioni incasinate del loro squilibrio di potere.

Purtroppo (anche se, ancora una volta, non imprevedibilmente), Gray sembra interiorizzare la reazione di Jamie in tutti i modi sbagliati, definendo il suo tentativo di intimità un momento di debolezza. Non tiene la reazione di Jamie contro di lui, dandogli invece la possibilità di scegliere il proprio destino (beh, tra alcune opzioni) quando la prigione di Ardsmuir viene sciolta. Murtagh e gli altri prigionieri vengono mandati nelle colonie, ma il destino di Jamie è nella tenuta di Dunsany, dove Gray ha assicurato a Jamie un lavoro. Beh, se lo sceglie per se stesso. Potrebbe decollare attraverso gli altopiani scozzesi... anche se Jamie sembra averne abbastanza di correre.

Dopo tre episodi, mi sto godendo questi episodi di Claire e Jamie a parte più di quanto pensassi. Detto questo, trovo la trama di Claire sia sottoutilizzata che molto più interessante. Sebbene Jamie sia una parte importante di questa storia, per me questa storia è sempre appartenuta a Claire.

Penso che alla loro eventuale riunione e riconciliazione complicata mancherebbe qualcosa se non ottenessimo un po' del punto di vista di Jamie, ma la loro uguale fatturazione non farebbe alcun favore al viaggio di Jamie. Tematicamente, le trame di Jamie e Claire in questo episodio avevano molto poco in comune a parte la mancanza dell'altro – dopo due episodi precedenti che hanno anche preso questo come tema, non è abbastanza.

Mentre guardavo questo episodio, continuavo a chiedermi se ci fosse un modo migliore per strutturare questi episodi. Forse, invece di dividere ogni episodio tra due prospettive, lo spettacolo avrebbe potuto alternare episodi incentrati su Claire e Jamie. O, forse, avremmo potuto ottenere un episodio di flashback per Jamie e il resto per Claire.

I lettori di libri possono senza dubbio avere una prescienza che chiarisce l'importanza di includere tutta questa trama, e in questo modo. Per questo telespettatore, tuttavia, non sembra la decisione migliore.

Leggi e scarica l'intero Den of Geek SDCC Special EditionCC rivista qui!